Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Pagani Huayra R Evo, ecco la nuova hypercar da pista con 900 CV

09 Febbraio 2024 12

Pagani Huayra R Evo è una nuova hypercar da pista frutto del programma "Arte in Pista" della casa automobilistica. Prendendo spunto dalle auto della Formula Indy e dalle vetture storiche di Le Mans, è stata creata una vettura scoperta ancora più estrema. Ecco come la descrive Horacio Pagani:

La Huayra R e il programma Arte in Pista hanno ampliato l’esperienza dei nostri clienti con il marchio Pagani oltre le nostre più rosee aspettative, offrendo una nuova opportunità anche ai proprietari di Zonda R e Zonda Revolución. La richiesta del programma Arte in Pista, in cui aficionados di tutto il mondo si incontrano per condividere la loro passione comune, ci ha portato a pensare a un’aggiunta al programma. È nostro piacere condividere con voi la Huayra R Evo, che spinge i confini delle prestazioni ancora più in là, così come le emozioni. Cominciamo ad aprire il tetto e proseguiamo da lì…

TANTE EMOZIONI ALLA GUIDA

Non si tratta semplicemente di una Pagani Huayra R più potente perché la casa automobilistica ha lavorato a 360 gradi per rendere la sua vettura non solo più veloce ma ancora più emozionante da guidare in pista. Del resto, non dovendo sottostare a limiti imposti dai regolamenti dei campionati visto che la vettura non nasce per correre in qualche categoria specifica, i progettisti hanno potuto contare sulla massima libertà. Questo ha permesso di poter intervenire su tutti gli aspetti dell'hypercar, migliorando sensibilmente ogni settore.

Il risultato di questo lavoro? Grazie ad un significativo aumento della potenza, delle prestazioni di frenata, dell’efficienza aerodinamica e del carico verticale, la Huayra R Evo è in grado di offrire prestazioni equivalenti a quelle delle auto da corsa Le Mans Prototype 2.

Entrando più nello specifico, il frontale presenta un layout compatto e aerodinamicamente efficiente attraverso un sistema di convogliatori d’aria per gestire l’ottimale ripartizione del raffreddamento necessario tra dischi dei freni, pinze e radiatore acqua. Tale sistema, racconta Pagani, è integrato e sorretto dallo splitter, prolungato anteriormente di 101 mm e caratterizzato da un profilo aerodinamico dedicato. Insieme ad esso, la doppia fila di flick sul cofano concorre al carico aerodinamico sull’assale anteriore.

I tecnici hanno poi allungato la parte posteriore di 190 mm, mentre il cofano posteriore sorregge la nuova pinna centrale stabilizzatrice e il gruppo dei supporti integrati all’alettone dotato di alette laterali metalliche. Non manca nemmeno un nuovo estrattore posteriore che incorpora le pinne aerodinamiche che servono per linearizzare i flussi d’aria nella parte posteriore del veicolo. Tutte queste modifiche hanno portato i tecnici anche ad aumentare la superficie del fondo aerodinamico. Pagani spiega che la carrozzeria della nuova Huayra R Evo è realizzata nella fibra di carbonio sviluppata per l’Utopia che ha contribuito ad un incremento del 38% delle caratteristiche di rigidezza a parità di peso.

Complessivamente, il lavoro sull'aerodinamica ha permesso un aumento della deportanza, rispetto alla Huayra R, del 45% accompagnato da un aumento dell’efficienza del 21%. A 320 km/h in assetto ribassato la vettura genera un carico verticale superiore al suo stesso peso in ordine di marcia (il peso a secco, unico dato comunicato, è di 1.060 kg).

Pagani aggiunge che il tetto aperto ha permesso di rendere l’aerodinamica ancora più efficiente. La configurazione a cielo aperto determina un guadagno di carico verticale, sia all’anteriore che al posteriore, incrementando la deportanza totale di un ulteriore 5%.

Per quanto riguarda l'assetto, la nuova hypercar eredita le raffinate soluzioni sviluppate per il modello Huayra R. Tuttavia, in questo caso troviamo anche un heave damper, cioè un "terzo elemento idraulico che separa la gestione dei modi della scocca da quelli degli ammortizzatori indipendenti delle quattro ruote".

La vettura può contare pure su nuovi dischi carbo-ceramici CCM-R autoventilati della Brembo accoppiati a pastiglie racing e su pneumatici P Zero Slick in dimensione 280/680 R19 all’anteriore e 345/725 R20 al posteriore.

MOTORE V12

Il cuore pulsante è il V12-R Evo della Huayra R che è stato aggiornato per arrivare ad erogare 900 CV (662 kW) a 8.750 giri/min e una coppia massima di 770 Nm, già disponibile da 5.800 fino a 8.200 giri/min. L'unità è abbinata ad cambio sequenziale a sei rapporti che può contare su di una frizione racing a 3 dischi in metallo sinterizzato. Il cambio a innesti frontali garantisce un’efficienza di attrito del 95%, offrendo massima precisione in inserimento di marcia, tempi di cambiata estremamente ridotti e un peso complessivo di appena 80 kg. Parlando di prestazioni, Pagani dichiara una velocità massima di 350 km/h.

SCHEDA TECNICA
  • POTENZA: 900 CV (662 kW) a 8.750 giri/min
  • COPPIA: 770 Nm da 5.800 a 8.200 giri/min
  • MOTORE: Pagani V12-R Evo, 6.0 litri, 12 cilindri a V aspirato in posizione centrale longitudinale a 60°
  • CAMBIO: Cambio sequenziale a 6 marce più retromarcia a innesti frontali e frizione racing a 3 dischi in metallo sinterizzato
  • TRASMISSIONE: Trazione posteriore
  • TELAIO: Monoscocca con sedili integrati in Carbo-Titanium HP62 G2 e Carbo-Triax HP62, con telaietto tubolare anteriore e posteriore in lega di acciaio al CrMo
  • SOSPENSIONI: Sospensioni anteriori e posteriori a doppio braccio oscillante indipendente in lega di alluminio forgiato, molle elicoidali e ammortizzatori controllati elettronicamente con heave damper addizionale per asse
  • FRENI: Dischi ventilati Brembo CCM-R anteriori da 410×38 mm con pinze monolitiche a 6 pistoni posteriori da 390×34 mm con pinze monolitiche a 6 pistoni
  • CERCHI: Lega di alluminio forgiato monolitico con estrattore in fibra di carbonio anteriori da 19 pollici posteriori da 20 pollici
  • PNEUMATICI: Pirelli P Zero Slick, Dry e Wet anteriori 280/680 R19 e posteriori 345/725 R20
  • PESO A SECCO: 1.060 kg
  • DIMENSIONI: Lunghezza: 5180 mm; larghezza 2077 mm; altezza 1164 mm; passo: 2792 mm
  • VELOCITÀ MASSIMA: 350 km/h

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Michealknight

Quel suono.... aaaaah, mettete dei cax di v12 in formula 1

Basato

Attenzione a non fare confusione.. la Huayra R Evo ha un V12 aspirato, la Utopia un V12 biturbo.

MacheteKowalski

Si ma con gli incentivi quanto viene?

Signor Rossi
21cole

La utopia va tolta dal discorso perché è sovralimentata, sarebbe come essere sorpresi che la Porsche gt2rs è più potente della gt3rs

Detto questo, l'F140 nelle sue declinazioni "pista", a differenza dei motori Pagani-amg, è pressoché stock se non per una questione di filtro centralina e scarico
Insomma, Ferrari dorme sonni tranquilli

Giulio

Parlo della La Ferrari FXX-K che non ha 2p anni ma è l'ultimo riteovato Ferrari non omologabile, che confronto con questa Huayra R-Evo.
La Daytona la confronto con L'Utopia,

21cole

che ha la stessa potenza termica della fxx evo (che era chiaramente più "spremuta")

Francesco Zerbini

Parla della fxx-k che è uscita poco tempo fa

21cole

diciamo che confrontare la daytona (o la Competizione) con un'auto non omologabile è un po' ingiusto
e la fxx ha 20 anni ormai

Gigiobis

qualcosa che compensa la news sulla 600abratsbratprat.... meno male!

DjMarvel

che spettacolo!
solo il motore è una meraviglia!

T. P.

https://media3.giphy.com/me...

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Motorsport

Formula 1: ufficiale, Lewis Hamilton in Ferrari dal 2025

Auto

Hyundai Kona Electric (2024): prova consumi d'inverno e ricarica rapida | Video

Auto

MG4: prova su strada, consumi reali e quale versione scegliere | Video