Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Battery swap, i clienti di NIO hanno effettuato 4 milioni di scambi delle batterie

01 Ottobre 2021 74

NIO ha comunicato che attraverso il suo servizio di battery swap sono stati effettuati oltre 4 milioni di scambi delle batterie. Si tratta di un dato davvero interessante, soprattutto pensando che a marzo 2021 il costruttore cinese aveva fatto sapere che erano stati effettuati 2 milioni di scambi delle batterie. La casa automobilistica ha evidenziato che attualmente sono attive 504 stazioni per il battery swap.

In Cina, NIO ha spinto da subito su questa tecnologia realizzando un'infrastruttura all'interno del Paese che permette ai suoi clienti di poter sostituire in tempi molto rapidi la batteria scarica con una carica. L'obiettivo della casa automobilistica è quello di puntare sempre di più su questo particolare servizio per arrivare ad avere operative 4.000 stazioni per il battery swap entro il 2025. 3.000 in Cina e 1.000 nei Paesi dove il marchio si sta espandendo. Già sappiamo che NIO porterà questa soluzione anche nel Vecchio Continente.

Va detto, che lo scambio delle batterie in Cina ha avuto successo in quanto è legato ad un modello di business in cui la batteria è intesa come servizio. I clienti possono decidere di non acquistare l'accumulatore con l'auto, risparmiando sull'investimento iniziale. Dovranno poi pagare un canone mensile comprensivo anche del servizio di scambio delle batterie. Con questa formula, i clienti non dovranno nemmeno preoccuparsi del degrado degli accumulatori.

Inoltre, a spingere sulla diffusione di questa tecnologia anche la struttura degli incentivi cinesi. I modelli più costosi possono essere incentivati solo se sono compatibili con il sistema del battery swap. Per i costruttori cinesi puntare su questa scelta tecnica è anche una questione di strategia commerciale.

In Cina, dunque, il sistema dello scambio delle batterie sembra trovare sempre più diffusione. E a certificarlo non ci sono solo i numeri di NIO ma pure la recente dichiarazione di Geely che punta ad avere operative 5.000 stazioni per il battery swap entro i 2025. Rimangono, ovviamente, sempre i dubbi su questa tecnologia nel medio e lungo periodo. Ne abbiamo parlato più volte. In Cina il battery swap si è diffuso anche per via dei motivi menzionati in precedenza ma nel resto del mondo difficilmente potrà avere il medesimo successo.

Inoltre, predisporre una rete capillare su larga scala per lo scambio delle batterie ha costi elevatissimi anche per via dell'ampio numero delle batterie che dovrebbero essere presenti all'interno di ogni stazione. A tutto questo si aggiunge il fatto che la tecnologia degli accumulatori sta evolvendo con i tempi di ricarica che si stanno progressivamente accorciando.


74

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
italba

Standardizzare la forma delle batterie non vuol dire necessariamente standardizzare le batterie. Facendo l'esempio delle pile nello stesso formato, ad esempio "AA", puoi trovare pile zinco-carbone, alcaline, al litio, ricaricabili di diverse capacità e tecnologia...

italba

Molto conveniente per Tesla che può risparmiare sui tempi di assemblaggio, molto meno per chi dovrà cambiare la batteria, fosse pure soltanto qualche cella. Ti rendi conto che con questo sistema si deve smontare l'intero abitacolo per arrivarci? A meno che non si possano sfilare da sotto, in questo caso sarebbero possibili anche qui le batterie sostituibili: basterebbe realizzare una piastra inferiore alla quale sarebbero fissate le batterie, potendole così infilare negli spazi dell'honeycomb tutte in una volta

italba

Stai descrivendo la situazione attuale dove nei motori a pistoni ci sono migliaia di parti che si possono usurare, rompere o vanno regolate, con un'auto elettrica le cose cambierebbero radicalmente. Perché limitare la garanzia sul motore a due o quattro anni quando nei motori elettrici non c'è assolutamente niente che si possa rompere o usurare, a meno di casi molto rari? Le auto attuali a pistoni, grazie anche ai regolamenti antinquinamento, sono molto complesse, e quindi a lungo andare diventa antieconomico mantenerle in efficienza.
In un'auto elettrica tutto è molto più semplice quindi, potenzialmente, più affidabile e duraturo

L0RE15

La differenza non è così abissale: il ragionamento da farsi è differente. Prima di tutto parliamo di tempistiche di cambio auto di circa 2-4 anni (non oltre) e, comunque, si fanno queste operazioni rimanendo sempre all'interno del periodo di garanzia ufficiale della casa costruttrice in modo che, qualunque guasto importante, sia a costo zero per l'utente. Inoltre, spesso e volentieri, ci sono opzioni per includere anche i costi dei normali tagliandi e persino die materiali di consumo quali gomme, pastiglie freni, olio, ecc. Chiaramente serve rispettare dei paletti, solitamente rimanere entro un certo chilometraggio o comunque tempistiche: non posso andare in pista tutti i fine settimana e ogni il Lunedì farmi montare set di gomme nuove! E, ovviamente col vincolo di effettuare le riparazioni solo presso i concessionari della casa madre. Infine, non di rado il pacchetto diventa "totale" includendo anche assicurazioni varie (RCA, furto, incendio, ecc). Sono tipologie di acquisto (o noleggio chiamatele come volete) una volta riservate alle aziende che necessitavano di un gran numero di vetture, oggi, invece, offerte anche ai privato (non da ieri comunque, parliamo di almeno dieci anni).
Poi se uno decide, alla scadenza del contratto, di riconsegnare l'auto, finisce tutto, ma potrebbe anche decidere di riscattarla: a quel punto paga la differenza concordata all'inizio e la tiene. Di solito si tende ad andare avanti con il "noleggio" godendo di un veicolo sempre sotto garanzia ufficiale e sempre aggiornato in base ai nuovi restyling o modelli che nel frattempo immettono sul mercato.

Maurob

Infatti non si distruggono nemmeno le auto a 0 stelle. La Smart per esempio è sempre stata un'auto killer perché aveva la scocca totalmente indeformabile poiché non aveva punti per poter cedere in sicurezza. Auto da 4 stelle NCAP....

Ma perché parli ancora?

Massimo

si infatti si vede dal video che vengono totalmente distrutte durante il crash test... LOL

Maurob

Le stelle NCAP raccolgono una miriade di fattori, la stessa auto può avere 2 stelle o 5 a seconda della dotazione di sicurezza attiva come airbag, pretensionatori, dispositivi anticollisione, radar, ecc.

Sei tu che stai facendo una pessima figura perché ti ho smentito nei fatti e ti hanno smentito tutte le case automobilistiche che non solo non utilizzano pacchi batteria estraibili ma stanno andando verso soluzioni integrate nel telaio.

italba

Se il serbatoio ogni tanto si buca da solo e diminuisce la sua capacità col tempo che passa è cosa buona e giusta poterlo cambiare a richiesta. E poi, attenzione, il poterlo cambiare non vuole affatto dire che tu sia obbligato a cambiarlo ogni volta che sei scarico: Normalmente ricarichi a casa, se stai facendo un lungo viaggio e non ti va di aspettare fai cambiare la batteria

Massimo

eh si sono cosi deboli strutturalmente che hanno solo 5 stelle su NCAP vuoi continuare ad arrampicarti sugli specchi? stai facendo una pessima figura
perché se pensi seriamente di saperne di più dei progettisti beh.. sei proprio un italiano
https://www.youtube.com/watch?v=UiPSir_kbuE

Maurob

Certo, come no... Con telaio in carbonio, spazi interni pensati per la pista, nessun vano di carico, senza necessità di tenuta strutturale agli urti, ecc. ecc. ecc.

Ennio

Con le batterie allo stato solido non penso servano più queste stazioni….per questa fase pionieristica ci può stare…

Massimo

Perché se vogliono farla 'rigida' come dici te è possibilissimo

Massu4

SE ci fosse uno standard da rispettare...sarebbe una soluzione assolutamente logica e funzionale. Sarebbe come fare un pieno di benzina grossomodo.
I problemi però sono enormi... una batteria unica non è detto che sia adeguata a tutti i modelli di auto presenti e futuri...sia per tipologia del mezzo (una utilitaria è molto diversa da un suv) sia per le tecnologie.
Ci sono poi problemi legati ad eventuali situazioni monopolistiche...immaginate di noleggiare una batteria standard da Tesla... poi posso andare dal distributore di VW e fare lo swap con una batteria standard lì? e se la mia batteria si è deteriorata? chi paga la sostituzione? Insomma... ogni brand di battery swap tenderebbe a cambiare solo le proprie e saremmo punto a capo....con una frammentazione incredibile.
Forse sarà una soluzione a tendere quando le tecnologie saranno mature, ma adesso forse è meglio lasciare che ognuno innovi da sé.

italba

Fuffa, il pacco batteria strutturale non è nient'altro che un pacco batteria con la lamiera esterna più robusta, a fare un pacco batteria normale, magari con la "scatola" in alluminio, e infilarlo dentro al telaio non cambia assolutamente niente. La batteria si degrada col tempo e si può anche guastare, chi sarebbe così fe$$o da incorporarla nel telaio in modo che per sostituirla si deve smontare tutta la macchina?
In base a quale ragionamento, poi, si può fare questa cosa solo sulle auto "grandi e poco raffinate"? Ti sembra una differenza sensibile qualche millimetro di metallo in più per costruire l'alloggiamento della batteria?

Per finire, se le stazioni swap finora esistono solo in Cina dove avrebbero dovuto "prendere piede"?

italba

La differenza è abissale, con le auto tradizionali hai lo stesso problema che ha un privato: Il motore non dura in eterno , le probabilità di guasto aumentano, fare manutenzione come si deve costerebbe troppo quindi dopo un po' dismetti l'auto e la vendi ad un privato a basso prezzo. L'auto elettrica, invece, se sostituisci la batteria, conviene molto di più, può essere molto più longeva. Io vedo molto probabile che i produttori di automobili tra qualche anno non ti venderanno più niente, ti offriranno un servizio con auto compresa un po' come succede oggi con i telefoni. A quel punto conviene soprattutto a loro costruire delle auto durature ed affidabili

Maurob

Esercizio di stile sicuramente, però servono anche a pubblicizzarsi e a provare innovazione tecniche. Se non sbaglio ha fatto un record al Nurburgring, quindi non è certo una scatola vuota...

Maurob

Se la pensi così non hai ben presente come viene progettata un'auto moderna ed il fatto che i pacchi batteria non sono semplici celle tenute insieme. Lo erano fino a poco tempo fa ma ora sono dispositivi attivi e per risparmiare peso ed aumentarne la capacità devono essere parte integrante del telaio.

Si può fare come NIO ma ciò non toglie che sia una soluzione per auto molto gradi e poco raffinate, sommato al fatto che hai bisogno delle stazioni di swap non hanno preso piede se non in Cina.

Everything in its right place.

E' un esercizio di stile su. Se uno la usa in pista (?) poi la dovrebbe portare a fare un battery swap col carro attrezzi?

L0RE15

Già succede anche con le auto: si chiama noleggio a lungo termine (quasi tutte le case automobilistiche lo propongono con diversi nomi) e, solitamente, dopo x anni (quattro di solito) ti danno un veicolo nuovo e il gioco ricomincia.

Maurob

Non è una cacata, è una vettura non stradale. In questo modo risparmiano peso e spazio eliminando diversa componentistica.

Maurob

Allora perché prenderla in considerazione in primo luogo?

Signor Rossi
ALEXA23

aghahahaha povero lurido

ALEXA23

ahhaha povero lurido loser, un auto elettrica usata non vale un caxxo

ALEXA23

belle batterie di m

Edoardo Motta

Quando voi andate a fare rifornimento, riempite il vostro o fate cambio con un serbatoio pieno?
La risposta a questa domanda è il motivo per cui questo sistema è solamente temporaneo.

mashiro84

Quello che dico io è che tolto il motore elettrico e tutta la componentistica accessoria del motore (che potrebbe costare approssimativamente 1000€ l'anno per tutta la vita del veicolo...), anche l'elettrica non vale più nulla dopo gli stessi chilometri.

Massimo

peccato che non sia una vettura stradale

mashiro84

Trattandosi di un battery swap tra auto cinesi la differenza di prezzo sarebbe da calcolare su marchi "cinesi" (quindi ancor meno di Ford.

Peraltro mi è costato più il parabrezza (590€) che la cinghia (trasmissione più servizi (480€).

Everything in its right place.

Maronna che cacata

italba

I pacchi non devono essere per forza sigillati, possono restare dove sono e le batterie essere cambiate quando serve. Oppure, meglio, la struttura di sostegno delle batterie potrebbe essere fissata al telaio e le batterie con contenitore leggero sostituite, non c'è alcun bisogno che le batterie includano una struttura in grado di sopportare gli sforzi del telaio di un'auto

Maurob

Puoi fare solo il battery swap, in pratica non puoi ricaricarla senza smontare la batteria.

Maurob

Peccato che non si può ricaricare l'auto, ma solo la batteria. Questo significa che o smonti la batteria o rimani a secco.

Maurob

Le batterie no, ma i pacchi batteria possono essere pensati per far parte del telaio.

Maurob

Non ho mica detto che non vanno bene, ho detto che non sono tecnicamente valide come un pacco batterie strutturali.

E' la stessa differenza tra i parabrezza montati con la guarnizione e quelli moderni con collanti industriali che sono strutturali e servono ad irrigidire l'intera auto.

Ok_76
LeoX

Mi piacciono tantissimo le NIo, sarebbe eccellente se anche le altre elettriche fossero adeguate al battery swap.

Giampiero Guarnerio

per me è un errore: tute le volte che si mettono d'accordo per un qualcosa in comune, l'evoluzione si ferma.
un conto è accomunare connettori, altro è accomunare la batteria. mancando la concorrenza, a chi converrebbe investire sulla ricerca?
spero che il consorzio (che chiamerei cartello) per le moto si dissolva. Ma succederà perchè arriverà l'indiano o l'americano o il cinese di turno che usa una batteria migliore e butterà fuori gli altri dal mercato

Giampiero Guarnerio

infatti e aggiungo: sulle elettriche c'è il rischio che pure le pastiglie dei freni durino 400k km :)

ACTARUS

Il problema è che non c'è uno standard...si è obbligati a servirtsi sempre dallo stesso gestore...e col progresso anchec lo standard dello stessi gestore quanto durerà, 5 anni..? Poi sarai cmq costretto a cambiare nuovamente auto

Massimo
italba

Ma un'auto elettrica è molto più affidabile nel lungo periodo, specie se la batteria sarà sostituibile, quindi determinati interventi potrebbe essere conveniente farli

Everything in its right place.

Il valore residuo della mia macchina non aumenta di pari misura con i soldi che gli metto dentro di manutenzione. Gli allungo solo la vita per usarla io nella speranza di non essere da capo tra un anno a dover mettere mano al portafoglio un'altra volta,

italba

Il design è guidato dalla funzionalità, e purtroppo i suv/crossover sono molto più funzionali delle coupè sportive che si usavano una volta. Inoltre le potenze dei motori sono aumentate, i test di sicurezza obbligano ad auto più grandi e robuste e la velocità massima da quando hanno messo gli autovelox non la considera più nessuno

Everything in its right place.

Cambiare la cinghia sono 800 euro sulla mia macchina per rifare l'impianto di l'AC altri 1000. Per rimettere la macchina come nuova dovrei spendere sui 3000 euro e non è molto lontano dal suo valore residuo. Sapendo che è sempre possibile si scassi qualcos'altro. E a quel punto mi chiederei se ha avuto senso non cambiarla direttamente che valeva qualcosa in più.

Luca Lindholm

E speriamo che il design, però, non evolva in maniera ancora peggiore di quanto non abbia già fatto negli ultimi 10-15 anni!

XD

italba

Questo è sicuro, anzi sono certo che tra una ventina d'anni le auto saranno molto diverse da quelle di oggi, ma a maggior ragione saranno ancora più diverse da quelle col motore a pistoni

Luca Lindholm

In generale concordo con Lei, ma stiamo parlando di un settore - quello delle auto elettriche - molto giovane (seppur fosse già fiorito nella seconda metà dell’Ottocento, ma poi abbandonato per le auto endotermiche), in cui le tecnologie hanno quindi ancora un grande margine di sviluppo: sarà questo veloce progresso a renderle velocemente obsolete.

È come il voler comprare un piegofonino (Galaxy Fold, Surface Duo, etc.) oggi, con tutto i possibili miglioramenti (a partire dallo schermo e la sua multipla divisione) che potrà avere anche solo in 2-3 anni.

italba

Balle, un motore a pistoni si deve consumare, è costruito apposta per quello. Quanto ti costa revisionare la pompa di iniezione? O cambiare gli iniettori?

italba

Guarda che tre quarti degli interventi che hai detto riguardano proprio il motore... Quanto pagheresti un usato con motore, trasmissione e scarico nuovi di fabbrica?

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Motorsport

Formula 1: ufficiale, Lewis Hamilton in Ferrari dal 2025

Auto

Hyundai Kona Electric (2024): prova consumi d'inverno e ricarica rapida | Video

Auto

MG4: prova su strada, consumi reali e quale versione scegliere | Video