General Motors sta sviluppando un furgone elettrico per le consegne

05 Giugno 2020 41

General Motors sta sviluppando un furgone elettrico da offrire alle aziende che si occupano di logistica. L'indiscrezione arriva da Reuters che ha sottolineato che questo inedito modello potrebbe debuttare verso la fine del 2021. Dal punto di vista tecnico non si sa molto, ma la fonte ipotizza che il veicolo possa condividere alcuni elementi dei futuri pickup e SUV elettrici del marchio americano. Possibile, dunque, che il furgone elettrico disponga del nuovo pacco batteria sviluppato internamente chiamato Ultium.

Dovrebbe essere costruito all'interno dell'impianto di Detroit-Hamtramck. General Motors potrebbe commercializzare il nuovo modello attraverso i suoi marchi Chevrolet, GMC e Maven. Il furgone elettrico rientrerebbe nella strategia più ampia del marchio americano che punta a realizzare almeno 20 modelli a batteria entro il 2023.

Il target, come anticipato all'inizio, è quello di offrire il van elettrico ai professionisti o alle aziende che si occupano delle consegne dell'ultimo miglio. Si tratta di un filone di mercato molto redditizio, vista anche la crescita del mercato dell'e-commerce, su cui si stanno buttando molti costruttori. Rivian, per esempio, ha ottenuto una commessa da parte di Amazon di ben 100 mila furgoni elettrici. UPS, invece, ha ordinato 10 mila veicoli simili ad Arrival.

General Motors, dunque, non intende perdere questa opportunità. Sullo sfondo anche la volontà di non voler lasciare la porta aperta all'arrivo di altri concorrenti che molto presto potrebbero proporre le loro soluzioni.


41

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gianluca Scuzzarello
steek

non la vedo come cosa remota eh ^^

Aristarco

Pero sono passati da una terza guerra mondiale che ci ha quasi estinti...

steek

preferisco star treck ^^

steek

Ci sarà prima la terza guerra mondiale allora..

Gianluca Scuzzarello

Io sono d'accordo con te che il progresso debba essere accompagnato da una progressione della società, ma non trovo il nesso tra progresso e società capitalista attuale. È al limite il capitalismo sfrenato che va combattuto, ma non penso di aver mai parlato di questo.
Perché mai questo esempio dovrebbe essere progresso fine a se stesso? In futuro lavori usuranti come questo potranno essere eseguiti con l'ausilio della IA. Per me non è barbarie o sfruttamento, è sollevare l'uomo da compiti tutt'altro che piacevoli.

kasperbau

Ho mai detto di bloccare il progresso ? Non mi sembra, mi sembra di aver detto che il progresso fine a se stesso é barbarie e sfruttamento, tu lo sai e te ne freghi dialetticamente perché ti fa comodo.
Per fortuna non tutti la pensano come te, ed i discorsi su come coniugare progresso, nuove tecnologie vanno avanti osteggiate da chi usa il progresso come leva politico economica per massimizzare i già massivi guadagni

Pablo Escodalbar

Pero' in teoria dovrebbe c'entrare :)

Gianluca Scuzzarello

Quale sarebbe la soluzione secondo te, non progredire e rimanere così come siamo? La tua è una visione miope invece, perché bloccando il progresso neghi il miglioramento dell'intera società per salvarne una parte. Non c'è nulla di astratto in quello che dico; basterebbe solo avere una visione di lungo termine e dare aiuto a chi viene lasciato indietro. La società è sempre progredita insieme all'avanzamento tecnologico e con essa la loro condizione.

kasperbau

Continui a fare iperboli teoriche non volendo guardare le ricadute sulla società di quel che dici, o liquidando la cosa con una miope visione parziale voluta.
Inteso come parli il progresso é solo un progredire tecnico per una regressione della condizione umana, ti auguro di essere sempre dalla parte "comoda", altrimenti potresti scoprire amare verità sulla tua pelle

Gianluca Scuzzarello

Parlo ovviamente della stessa area geografica. Il progresso di per sé porta un miglioramento delle condizioni nelle zone in cui esso avviene, spetta poi alla politica far sì che vi siano pari opportunità e le disuguaglianze vengano assottigliate. Il miglioramento tecnologico non ha niente a che fare con il capitalismo, sono aspetti diversi. Le concentrazione della ricchezza è un concetto che deve essere preso in esame dai governi, non si può incolpare il progresso per questo. Il termine stesso indica un beneficio e miglioramento, spetta poi alla società tradurlo in un avanzamento per tutti e non solo per una parte della popolazione.

kasperbau

Non proprio...o meglio dipende dai periodi storici ed aree geografiche se il bilancio innovazione uguale migliori condizioni economico sociali diffuse si realizza , oltre al non trascurabile fatto della redistribuzione della ricchezza, che sta diventando un grosso problema per il capitalismo.
Il punto é che possiamo evitare che il "é sempre stato così" continui a creare squilibri e sofferenze a tappeto, però quella scrollata di spalle che viene dal virgolettato non promette niente di buono.

Marco Revello

Sicuramente, vedrai che il destinatario del pacchetto risponde anche all'operatore: "Non si preoccupi, io prendo solo la scatola con la mia cover da 1 euro e 99. La scatola col televisore da 70 pollici non la tocco."

Gianluca Scuzzarello
Vae Victis

Così andresti all'inferno. La mia invece è una proposta etica.

Gianluca Scuzzarello
Gianluca Scuzzarello

La "nostra società"... È sempre stato così l'avanzamento tecnologico e sempre sarà. Ci saranno persone che purtroppo soffriranno di più rispetto ad altre, ma non mi pare questa una motivazione valida per rimanere "immobili". Il progresso ha sempre portato ad un miglioramento delle condizioni economiche e sociali della collettività. È ovvio che poi ci siano sempre dei casi specifici in cui qualcuno ci rimette.

Vae Victis

Secondo me l'unico modo di reinventarsi è mettere su un manipolo di 100
persone e andare a rubare i miliardi a Bezos e Zuckerberg.
Nel corso dei millenni molti hanno fatto così.

Vae Victis

L'elettrico con l'ambiente non centra nulla.
Per il resto è esattamente come hai detto.

kasperbau

Prendi il tuo discorso molto demagogico e mettilo nel mondo reale e sostituisci l'applauso con il piatto a tavola che sparisce dalla famiglia del 60enne che perde il lavoro, é incollocabile nel mercato del lavoro ma deve lavorare fino a 70-72 anni prima della pensione. Probabilmente deve ancora mantenere un figlio che vive a casa a 30-34 anni xchè i 600€ tra stage e qualche lavoretto non gli permettono neanche mantenersi in una camera in affitto in una grande città !
Sai lui, il figlio a casa, é quello che dovrebbe ricoprire la posizione nelle nuove occupazioni che nasceranno xchè il padre si becca una risata in faccia appena vedono l'età..
Questo é uno dei cortocircuiti della ns società se per te il tutto si risolve con le 5 righe che hai scritto.....

Crazy999

meno male.
perchè la sfortuna è che andando verso un mercato del lavoro fatto solo da professionisti, la maggior parte delle persone che "molla" la scuola da giovane non può riconvertirsi nei lavori "umili" (autista/cassiere/cameriere) con il solo rischio di trovare più disoccupati/delinquenti

Gianluca Scuzzarello

Sicuramente andando avanti con il tempo andranno studiate delle forme di integrazione al lavoro, se l'obiettivo è quello di "far lavorare le macchine" al posto nostro. Nei millenni tutti quelli che hanno perso il lavoro a causa del progresso tecnologico hanno trovato alternative grazie ad esso. Poi è ovvio che non stia parlando di ogni singolo individuo, ma la storia insegna che il progresso porta lavoro, non che lo riduce.

Gianluca Scuzzarello

Non dico che i camionisti dovranno fare i programmatori, dico che i lavori si modificano e ne nasceranno sicuramente di nuovi. Occupazioni che noi non immaginiamo ancora, ma che esisteranno tra X anni. Quanti "nuovi" lavori sono nati dal 2000 ad oggi? Tantissimi e così sarà da oggi al 2040. Il progresso tecnologico porta sempre alla nascita di nuovi lavori. Capisco però faccia paura, essendo un salto nel vuoto rispetto a quello che esiste già e che è "sicuro"...

Chi si lamenta oggi per i camionisti è della stessa forza di quelli che si lamentavano per i lampionai con l'avvento dell'elettricità...

Pablo Escodalbar

Spiegavano a Sky l'altro giorno che siccome ora i problemi sono ben altri, tutti se ne fregano ancora piu' di prima dell'ambiente e quindi dell'elettrico.

Gianluca Scuzzarello

Sicuramente in futuro andranno ripensati alcuni concetti come lo stipendio, se l'obiettivo è quello di "sostituire" l'uomo con la macchina dove possibile...

Aristarco

il futuro dell'umanità è come nel film wall-e

ReArciù

ieri è venuto mi ha bussato un corriere di 50 anni sentiamo come si dovrebbe reinventare. La frase che l'80% dei lavori deve essere ancora inventato è una mezza verità perchè quei lavori sono destinati a generazioni che non sono ancora nate. Se tutti i paesi si stanno inventando forme integrative al reddito è perchè gran parte della disoccupazione attuale è strutturale, il mito della grande fabbrica con migliaia di operai è morto

kasperbau

Assolutamente falso, fai i conti della serva e scoprirai che il saldo di posti di lavoro é negativo, in più il cambiamento é abbastanza veloce da impattare intere professioni nell'arco di 20-30 anni quando una vita lavorativa é di 40 almeno, se poi mi dici quanti autisti di furgone a 60 anni possono pensare di diventare programmatori, o comunque professioni per cui si richiede almeno una laurea di 1' livello ....
...insomma la filastrocca la conosciamo bene e non torna affatto.

steek

Guida autonoma, IA, elettrico etc mi sa che mi conviene mollare tutto e fare l'agricoltore. :|

steek

Giusto per i lavori manuali ma dagli ultimi articoli letti MS ha licenziato gente "pensante" per far spazio all'IA.
Saranno anni bellissimi i prossimi.

steek

la seconda.

Gianluca Scuzzarello

Se ne creano di nuovi durante il processo e coloro che lo perdono vengono impiegati in altro modo. Scomparirà quel lavoro specifico forse, ma è scorretto parlare di X mila disoccupati.

ReArciù

ma lo perderanno

Gianluca Scuzzarello

Il mondo del lavoro non funziona così, ci sarà una trasformazione con occupazioni più specializzate. Inoltre sarà un cambiamento molto lento, non perderanno il lavoro tutti quanti dall'oggi al domani.

Crazy999

100 mila furgoni = 100 mila autisti oppure con la guida autonoma 100 mila disoccupati?

ilmondobrucia

E cosa te lo ha fatto pensare?

MatitaNera

La prima

Aristarco

nel senso di fregatura o collo?

MatitaNera

Da qualche parte ci saranno. Con tutto questo smart working arriveranno più pacchi. Tipo la cassa integrazione.

Pablo Escodalbar

Pensavo che ormai non interessasse piu' a nessuno l'elettrico.
Queste sono cose che si fanno quando in giro c'e' abbondanza di soldi.

MatitaNera

Questo settore è interessante per l'applicazione dell'elettrico

Elettriche

Gocycle GX: la bici elettrica pieghevole di un ex McLaren

Moto

Askoll NGS: abbiamo provato la nuova generazione di scooter elettrici | Video

Mobile

Recensione Amazon Echo Auto: per portarsi Alexa anche in macchina

Video recensione

Recensione Nilox DOC Twelve: per andare ovunque, ma con qualche sacrificio