Stop alle endotermiche dal 2030 nel Regno Unito: Ford chiede un piano al Governo

14 Maggio 2021 120

L'appuntamento Future of the Car del Financial Times è stato ricco di spunti. Abbiamo visto già le dichiarazioni "molto forti" del CEO di Stellantis sull'elettrico e l'idea del CEO di Renault della possibile sperimentazione del sistema di battery swap. Il numero uno di Ford Europa, Stuart Rowley, ha parlato dei piani di elettrificazione del marchio e soprattutto di come affrontare la decisione del Governo Inglese di vietare la commercializzazione dei modelli benzina e diesel dal 2030.

SERVE A BREVE UN PIANO ORGANICO

Per la casa automobilistica americana è necessario che nel Regno Unito sia delineato un piano chiaro ed organico guidato dal Governo e che coinvolga tutte le parti interessate sia per incoraggiare i consumatori a passare ai veicoli elettrici e sia per garantire che l'infrastruttura necessaria venga realizzata per tempo. Per Stuart Rowley è importante che questo piano venga deciso prima del vertice sul clima (COP26) di novembre che si terrà nel Regno Unito.

Ford dal canto suo continuerà nel progetto che lo porterà ad offrire in Europa auto solo elettriche dal 2030. Ma l'azienda afferma che le azioni individuali non sono sufficienti e che è necessario uno sforzo coordinato per aiutare i consumatori a passare alla nuova forma di mobilità.

Per il costruttore, le auto elettriche oggi sono ancora costose e per questo servono degli incentivi. Tuttavia, è importante una visione a lungo termine e dunque sapere per quanto tempo saranno disponibili per consentire la transizione. Garantire che i nuovi veicoli elettrici siano convenienti e accessibili a tutti è fondamentale per la loro adozione. Del 2030 non si potranno più acquistare auto a benzina e diesel e questo significa che chi non potrà passare alle elettriche (o alle Plug-in che rimarranno in vendita sino al 2035) continuerà ad utilizzare i propri vecchi ed inquinanti veicoli endotermici.

Per il numero uno di Ford Europa è importante che non sia lasciato indietro nessuno. Proprio tutti devono poter abbracciare la nuova forma di mobilità. Ecco perché serve un piano strutturato che comprenda anche un programma chiaro sulla rapida espansione della rete di ricarica all'interno del Paese.

In realtà, quanto affermato può valere non solo per il Regno Unito perché può tranquillamente applicarsi anche all'attuale situazione del resto dell'Europa. Sebbene, almeno per il momento, non ci sia una scadenza stabilita per lo stop ai veicoli endotermici, da tempo le case automobilistiche chiedono un piano preciso per incentivare la diffusione delle elettriche, soprattutto per quanto riguarda la crescita dell'infrastruttura di ricarica che si sta ampliando troppo lentamente per supportare la mole di modelli a batteria che dovrebbero debuttare sul mercato nei prossimi anni.


120

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Maicol.Mar

Prego. E ribadisco: è ciò che penso pur non essendo spesso concorde con le tue opinioni.

Tornando alla miniera: ma anche fosse a cielo apertohttps://www.atlanteguerre.it/miniere-e-conflitti-il-caso-cile/ ci andresti a vivere? Lì ci sono già le case.

Dai capisco le provocazioni e non ne sono affatto immune neppure io, anzi, ma quello che intendevo prima è che da una persona intelligente mi aspetto sì una provocazione ma con un discorso successivo che porti a riflettere. Buttare una provocazione fine a se stessa e fermarsi lì rischia solo di accendere un inutile flame.

Phabio Mocci

A parte che non usi il "petrolio" per produrre energia, al massimo prodotti raffinati dal petrolio come il diesel usato nei piccoli generatori: indovina un po' che motore usano i generatori diesel per produrre energia? Esatto, proprio un motore a combustione termica come quello delle auto, quindi sempre con un rendimento del 30-35%... Quindi inquini allo stesso modo (oltre all'inquinamento per produrre le batterie al litio), a questo aggiungi l'energia persa nel trasporto e ti renderai conto della cavolata. Altrimenti se vuoi fare una prova compra un generatore diesel, mettici 10 litri di gasolio e carica una Tesla, poi fammi sapere quante centinaia di metri fai

Dupalle

Arriveranno le full cell a idrogeno prima o poi anche se non saranno di massa

Dupalle

Le diesel non diventano quasi mai storiche e d epoca con valore specie perché auto da collezione son di nicchia coupè cabriolet e spider col tetto aperto diesel fanno rumore terribile,nessuno comprerebbe una Peugeot 205 diesel cabriolet a prezzi grossi unica eccezione L Audi a 5

Dupalle
Dupalle

Nelle stazioni di servizio ci saranno tante colonnine non solo 2 /4 erogatori come benzina e diesel e poi troverai colonnine nei centri commerciali ecc bisognerà ricordarsi sera prima di caricare,o mattino presto,anche 5 min in stazione servizio e 5 al centro commerciale e cammini 1 bel po,probabilmente nei parcheggi a pagamento pure ci sarà zona colonnine

Dupalle

Auto elettrica é più semplice meno costi di manutenzione vs endotermiche unico problema in caso d urto che sfasci la batteria che oltre 1 certo livello di ammaccatura si disattiva da sola

Dupalle

Al contrario,pochi in India hanno L auto per cui facile che i pochi che avevano la tata indica comprino la Renault Zoe

R_mzz

Nelle camere a gas prima dello Zyklon B è stato usato lo scarico dei motori Diesel.
Anche per le stufe, quello che uccide principalmente è il monossido di carbonio.
Ad esempio per raggiungere una concentrazione del 5% di CO2 in un garage in completa assenza di ventilazione di 6 x 3 x 3 metri è necessario bruciare 2,1 litri di gasolio, se non ho sbagliato i conti^.
Un motore in folle impiaga qualche ora a bruciare 2 litri.
La CO2 da il suo contributo effettivamente non trascurabile, ma principalmente quello che uccide è il monossido di carbonio.
Non posso ripetere questo calcolo per il monossido di carbonio, la produzione dipende dalla temperatura e aumenta al calare della concentrazione di ossigeno, a causa della combustione incompleta.
Secondo varie fonti bastano pochi minuti per raggiunge una concentrazione letale di CO, ma i motori moderni producono meno CO.
https://www.abe.iastate.edu/extension-and-outreach/carbon-monoxide-poisoning-garages-aen-207/
Alte concentrazioni di CO2 o basse concentrazioni di ossigeno hanno dei sintomi molto evidenti a differenza del monossido di carbonio.

^ 5% pressione parziale di CO2, corrisponde a 2,23 mol a metro cubo, 98 grammi a metro cubo, 5,3 kg nell’intero garage, un kg di gasolio produce 3,14 kg di CO2, 1 kg gasolio sono circa 0,8 litri

Lupo1

Noncelodicono...

Lupo1

Respira aria con una percentuale di co2 al 5% poi fammi sapere.
Ma credo che non potrai farmi sapere.....

Lupo1

Quello non è un problema, si fanno centrali dove c'erano raffinerie...

Lupo1

È probabile che muori prima perché viene bruciato tutto l'ossigeno, non per il monossido di carbonio

Lupo1

Mi sembra una buona idea...

Signor Rossi
Tizio Caio

In Cina sono molto più avanti con l'elettrico invece

Phabio Mocci

Se diventano più care sarà solo per causa di incentivi dello stato, e chi le avrà ancora sul groppone in concessionaria dovrà comunque cercare di liberarsene facendo scendere il prezzo man mano che si avvicina la scadenza (cosa che in Italia non si sa quando sarà). La Fiat tutta elettrica in 9 anni non ci credo neanche se mi pagano.

Phabio Mocci

Stiamo parlando tra 10 anni, non ora. Pensavo di aver scritto in italiano parlando al futuro

R_mzz

"E tu mi risulti essere un po' più intelligente di così, te lo dico davvero e non per presa per i fondelli"
Grazie :) sono abbastanza rari i complimenti su questo blog.
Sì, la mia è un po' una provocazione.

Curiosità, in genere non puoi "chiuderti" in una miniera di litio, spesso assomigliano a delle saline.
Questa è Clayton Valley, Nevada, la principale fonte di litio per Tesla.
youtu.be/Z1fGauuoabQ

Lucasthelegend

bo..su autoscout la prima che vedo costa 35k con batteria appena cambiata.. non mi sembra tantissimo.
non ci fosse il superbollo preferirei una gt-r a 5k in più :(

Maicol.Mar

Direi che una persona saggia eviterebbe.
Ma eviterebbe anche di rinchiudersi dentro ad una miniera di litio o di cobalto.
La tua è una provocazione no sense. E tu mi risulti essere un po' più intelligente di così, te lo dico davvero e non per presa per i fondelli.

La transizione all'elettrico sai anche tu essere impostata certamente non bene e soprattutto allo stato attuale non è adatta ad ogni tipo di utente.
Però oggi lo si sta obbligando. Ecco dov'è il problema, prima andrebbero trovate le soluzioni che ancora mancano.

Funz

a parte che le centrali elettriche a petrolio praticamente non esistono, e già oggi siamo al 50% da rinnovabili...
ipotizzando quello che dici tu, il bilancio "da pozzo a ruota" è sicuramente più vantaggioso usando il petrolio per produrre elettricità per un BEV, piuttosto che usarlo per produrre benzina per un ICE. E non di poco.

Funz

il dubbio è: continueranno a produrre fino al 2029? Io direi che già da qualche anno prima metteranno la produzione delle auto ICE in phase out... le ultime penso vi costeranno ben più care di adesso, e sicuramente più care delle corrispettive elettriche.

Funz

tra ben prima di 10 anni non potrai già più circolare in molte città.

Funz

i carburanti sintetici puliti non esistono, non nelle quantità e ai prezzi che credete voi. Inutile sognare.

Funz

in futuro avere un'auto in città senza possedere un posto auto sarà molto più difficile, se non proprio vietato.
Iniziate a pretendere trasporti pubblici funzionanti, piuttosto.

Funz

cambiamenti climatici, guerre per l'esaurimento delle risorse, sono tutte cose che cambieranno radicalmente i nostri stili di vita, ben prima che riusciremo a elettrificare tutto.
il discorso delle libertà personali è tanto velleitario.

Funz

diciamolo, le libertà di movimento sono delle gran cag4t3, poi quelli come te ci vengono a rompere i cogl10n1 a noi

Funz

Tante domande a cui è stato già risposto tante volte, ma perché non vi informate?
Il traffico veicolare provoca una parte sostanziale dell'inquinamento. Poi ovviamente bisogna ridurre le emissioni anche dei trasporti pesanti, delle navi, degli aerei... e delle industrie, e degli allevamenti, e del riscaldamento degli edifici, e della produzione di cemento e metalli....
Tutto assolutamente urgente e necessario, e bisogna iniziare subito.

Funz

si, via le auto endotermiche, arrangiatevi poveri "appassionati" con le vostre sportive e il vostro petrolio...
Quanto all'Italia, ovviamente seguirà i Paesi avanzati, in ritardo come sempre, ma saremo obbligati. Giustamente, visto che non ci arriviamo da soli...

ACTARUS
Phabio Mocci

Se dovessi spostarmi per lavoro stare fermo 30 minuti e pagare 30 euro per un pieno alla Tesla mi converrebbe meno che fare un pieno a 70 euro in 2 minuti.

Phabio Mocci

E io la mia Giulia Quadrifoglio, la gioia dei benzinai

Phabio Mocci

Personalmente i fagioli, ma li mangio lo stesso

Phabio Mocci

Ti prego, dimmi che non hai scritto questa cappellata. Forse hai poca conoscenza della fisica e chimica per pensare che usare la benzina per produrre energia elettrica (con le perdite di rendimento inevitabili visto che la benzina ha di per sè un rendimento del 35% quando va bene, oltre all'energia persa nella rete) sia MEGLIO che usare direttamente la benzina nei motori delle auto... Chi pensa che CON LA TECNOLOGIA ATTUALE l'elettrico sia la soluzione a tutto è un illuso, nessuno sta difendendo quella attuale (o perlomeno non io) ma ci stiamo buttando su una moda senza pensare a come poterla rendere disponibile a tutti, parlo di prezzo delle auto così come del carburante e di come verrà prodotto.

Massimo

Troppo tardi oramai hanno iniettato il 5g a milioni di persone al mondo

Massimo

Non sarebbe male sapere cosa provoca le puzze troppo puzzolenti
Almeno posso evitare di mangiare cosa le provoca

Roman

nulla visto e considerato che si svaluta alla velocità della luce

ACTARUS

Non avete idea in che guaio vi state mettendo con queste auto sempre connesse...
Andrà a finire che ogni volta che farete una puzzetta dentro l'auto, un sensore analizzerà cosa avete mangiato e vi uscira la pubblicità sul display mentre state guidando.

Aster

per fortuna

Massimo

tranquillo se l'italia fosse minimamente vicina alla cina nel piano di elettrificazione staremmo messi benissimo

arrabunk

Se tutta le benzina consumata oggi direttamente in motori endotermici venisse usata per produrre energia elettrica per alimentare macchine elettriche l'Italia dovrebbe importare la metà degli idrocarburi e dimezzerebbe le emissioni. Chi difende la mobilità attuale vive con la testa nel secolo scorso.

lo sconto è un dato di fatto e c'è sempre. tra il 10 e il 20% dipende da quando si vogliono liberare di quella particolare auto.

l'auto a 15k non è così improbabile, gia faranno il duster a 20k circa. il tutto però dipende se e quando troveranno una tecnologia decente per le batterie. con questa per me diverse fasce di mercate difficilmente le convincerai

BlackLagoon

ok pardon, CO. Tuttavia il mio discorso resta ancora valido riguardo il particolato.

R_mzz

Sbagli.
Non è la CO2 ad uccidere ma il monossido di carbonio CO.
Si muore di asfissia perché il monossido di carbonio si lega all'emoglobina nel sangue meglio dell'ossigeno, impedendone il trasporto.

bernardste

Per fortuna l'ho già acquistata anno scorso la mia auto Ford.
Con 280 cavalli.
A BENZINA.

Massimo

quelle sono le rigenerazioni
ma sai come funziona un diesel recente?

BlackLagoon

chiuderti in un garage con un 6d temp è pericoloso non per il particolato emesso (praticamente nullo) quanto per la co2 prodotta: rischi l'asfissia.

Questo in una città non si applica. Il problema delle città infatti è il particolato, non la co2 che è un gas serra.

Ma sai almeno di cosa stai parlando?

Phoenix

Secondo me è molto realistica invece. Gli incentivi ci saranno lo stesso ma preoccuparsi ora per quello che verrà tra 10 anni non so quanto valga la pena.

R_mzz

Risposta esatta: si vince il Darwin Award!
Quindi perché intossicare la città?

Tecnologia

Come nascono le batterie: viaggio in fabbrica con Askoll e la stanza segreta

Auto

Opel Mokka-e: il SUV elettrico messo alla prova, anche in viaggio | Video

Auto

BMW X1 xDrive 25e: proviamo la plug-in in modalità EV e ibrida | Recensione e Video

Auto

L'Europa vuole solo auto elettriche: i piani dei produttori e le date dell'addio