Fisker abbandona il progetto delle batterie allo stato solido

02 Marzo 2021 14

Nel corso degli ultimi anni, di Fisker non si è parlato solo per il suo SUV Ocean e per i suoi progetti di nuovi modelli elettrici. Infatti, la società ha più volte ribadito il suo impegno nello sviluppo di batterie di nuova generazione ed in particolare di quelle allo stato solido. A sentire il costruttore, la tecnologia era quasi pronta e mancava pochissimo al suo impiego su modelli di serie. Ma alla fine tutto è finito in una bolla di sapone.

Nel corso di un'intervista con The Verge, Henrik Fisker ha dovuto ammettere che il progetto delle batterie allo stato solido è stato abbandonato in quanto non sono riusciti a realizzarle. E dalle sue parole si capisce bene che si sono probabilmente illusi di potercela fare. Infatti, Fisker spiega che hanno passato diversi anni a lavorare su questa tecnologia arrivando anche a buon punto per poi capire che l'ultimo 10% è molto più difficile del primo 90%.

Alla fine si sono quindi resi conto che lo sviluppo era molto più complesso di quello che avevano pensato, con tempi ancora molto lunghi. La decisione di abbandonare il progetto è stata presa tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020. Henrik Fisker ha poi aggiunto che secondo lui ci vorranno almeno altri 7 anni per vedere davvero questa tipologia di accumulatori. Anche se la tecnologia fosse disponibile ora ci vorrebbero 3 anni per avviare la produzione su larga scala ed altri 3 anni di test per valutare l'affidabilità.

Fisker, dunque, alza bandiera bianca sullo sviluppo delle batterie allo stato solido. Del resto, sul suo SUV elettrico Ocean utilizzerà accumulatori dotati della tecnologia "tradizionale". Insomma, per la società ci vorranno ancora diversi anni prima che sul mercato arrivino modelli dotati di questa nuova tecnologia per le batterie. Peccato che altrove la pensino diversamente. QuantumScape e Toyota, giusto per fare un paio di nomi, stanno lavorando per portare al debutto questa soluzione tecnica in molto meno tempo.

Ovviamente lo sviluppo non è ancora concluso ma probabilmente ci vorrà un tempo inferiore rispetto a quanto pronosticato da Henrik Fisker. Al momento di certo c'è solo che il SUV elettrico Ocean inizierà ad essere prodotto nel quarto trimestre nel 2022 grazie ad una collaborazione con Magna. Nel 2023, invece, arriverà una nuova elettrica frutto dell'accordo con Foxconn. Si tratta di due progetti ben più reali e concreti delle batterie allo stato solido.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Super Rich Vintage

Chi se ne importa dei dendriti, gli ingegneri Tesla non sono i migliori. Le azioni possono essere in perdita, ma tanto il grano ce lo mette Bill Gates. E adesso con gli spunti presenti nel suo libro Vw potrà trovare nuove soluzioni per rendere il mondo più green https://uploads.disquscdn.c...

Signor Rossi

Fisker é un bugiardo patologico.

R4gerino

Di bene in meglio insomma. Affidare lo storage automotive alle batterie al momento si sta dimostrando sempre più un incul8

Signor Rossi
R4gerino

Dovete aggiungere sempre un 3-5 anni nella migliore delle ipotesi, a questi annunci, per una diffusione capillare della tecnologia. A patto che la tecnologia esista gia almeno per applicazioni industriali. Altrimeni vai dai 10 anni a 2milamai.

R4gerino

'altrove la pensano diversamente' , ma lol. Altrove hanno molti piu SOLDI. Fisker non è Toyota. Se non sbaglio in un articolo di qualche giorno fa si parlava del fatto che la tecnologia delle batterie allo stato solido si vedrà nelle auto forse entro la fine del decennio, anche se spinta dalle grosse compagnie.

Alessio Ferri

Se arrivano tra 3 anni non arrivano tra 7. Quindi le dichiarazioni dell'articolo sono esagerate. D'altra parte se avessero sbagliato strada dire che "le batterie allo stato solido sono fattibili, peccato aver puntato sulla combinazione sbagliata" non avrebbe giovato alla reputazione.

passare dal "ce l'abbiamo quasi fatta" al se ne riparla tra 7 anni, la banfa è evidente

Raxien

gomblotto!

Squall02

Eh sì poco tempo fa QS aveva dichiarato che le vendite delle sue batterie a VW partiranno dal 2024 esattamente tre anni da oggi come indicato nell'articolo.

Ginomoscerino

Bill Gates!

ally

QuantumScapeèuna bolla senza garanzie...

Super Rich Vintage

-1 tra i competitor, ovviamente Fisker ha tirato i remi in barca finchè poteva, ormai QuantumScape arriverà presto a commercializzare batterie allo stato solido e tutti sanno chi c'è dietro questa piccola azienda.

Elettriche

Twingo Electric: la mia prima esperienza con un'auto elettrica | Video

Auto

Aumento benzina e diesel: quanto costa fare un pieno oggi | Video

Auto

Dacia Spring: come va l'elettrica economica da 9.460 euro (con incentivi) | Video

Auto

Nuova Mazda CX-30 2021 eSkyactiv-X: quando 6 cv fanno la differenza | Video