Caro carburanti, il diesel (self) torna sotto i 2 euro al litro

11 Luglio 2022 227

Il Governo sta lavorando per prorogare ulteriormente il taglio delle accise, una misura necessaria per contenere i prezzi dei carburanti. I mercati rimangono sempre molto tesi a causa del conflitto in Ucraina e dei rischi di recessione economica, ma il calo delle quotazioni del petrolio ha portato ad una progressiva piccola discesa dei prezzi dei carburanti.

In particolare, il diesel in modalità self torna sotto i 2 euro al litro. Si tratta di un livello che non si vedeva da diverse settimane. Ovviamente non è ancora molto, i prezzi rimangono elevati e se non ci fosse il taglio delle accise un pieno di carburante avrebbe costi ancora più insostenibili.

Per questo, diverse associazioni hanno chiesto che il Governo non si limiti solo a prorogare il taglio delle accise ma che intervenga con ulteriori misure per abbassare ulteriormente i prezzi di benzina e diesel che pesano sempre di più su famiglie e imprese.

QUANTO COSTA UN PIENO?

Secondo quanto comunicato da Quotidiano Energia, il prezzo medio della benzina in modalità self si è attestato a 2,030 euro al litro con diversi marchi compresi tra 2,014 e 2,046 euro al litro (no logo 2,023 euro al litro). In modalità servito, invece, la media è di 2,167 euro euro al litro con i punti vendita delle compagnie che mettono in evidenza prezzi medi praticati tra 2,102 e 2,228 euro euro litro (no logo 2,073 euro al litro).

Passando al diesel, in modalità self la media è di 1,988 euro al litro, con le compagnie tra 1,971 e 2,010 euro al litro (no logo 1,984 euro al litro). Per quanto riguarda il diesel in modalità servito, il prezzo medio praticato è di 2,126 euro euro al litro, con i prezzi medi delle compagnie compresi tra 2,068 e 2,177 euro euro litro (no logo 2,034 euro al litro).

Parlando del GPL, i prezzi si collocano tra 0,830 a 0,845 euro euro litro (no logo 0,814 euro al litro). Per il metano, invece, si segnala un prezzo compreso tra 2 e 2,241 euro (no logo 2,070 euro).

Copyright foto: lightfieldstudios


227

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Iobi

Se aspettavo qualche giorno ci andavo con la tanica. In effetti poi ho avuto l'occasione di rifarla a 1.846 che schifo non fa

Iobi

Si ma dall'altra parte ci dovevo passare due ore dopo comunque, quindi sarebbe stato, in valore assoluto, meglio visto che non ero in riserva

macosx

28€ 32 litri, forzando il serbatoio oltre 80% altrimenti sono sui 20/22€ al massimo e arrivò sempre a fare 400km

gaelom

non proprio. Una centrale la fai in 5 anni, e ne devi fare una dietro l'altra. Si puo fare fidati, è solo volerlo fare la differenza. La Francia ne ha 56, di cui le ultime di nuova generazione, che a noi ne basterebbero 5 di quelle.

AlterEgo

Psss . Che beoti che siamo

Sick Ikon XxVi

2,01 o 1,99, che differenza fa?
Solo che ci fate articoli sulla differenza meramente simbolica dei due euro al litro.
E intanto noi continuamo a pagare cifre esagerate di carburante, e la moneta perde potere d'acquisto in modo grave e ingiustificato.
Che poi solo per i gasolio che se la fanno da soli, gli altri sono tutti tranquillamente sopra.
Eh ma colpa delle accise, quelle che devono toglierci da 90 anni e che paghiamo ancora oggi

Rick Deckard®

Sbrigarsi significa 20 anni... È follia

Christian Saccani

Beh adesso che il rapporto EUR/USD è calato, ci sarà da divertirsi ancora di più. Probabilmente stiamo pagando in un colpo solo tutte le malefatte

Ritornoalfuturo

sempre meglio .... dove è scritto??

gaelom

mi spiace per la tua zona, ma il rubinetto è sempre meglio di quella....bip....in bottiglia

gaelom

io vado da 10 anni in Croazia, e ce ne sono ancora meno :-)))

gaelom

perchè ciarpame alla LIDL?

gaelom

beh, a 5/6 euro al litro io li uso giusto per dar fuoco alla macchina e ciao belli.

gaelom

infatti, adesso quando vedi 1.9 dici, wow che affare, andiamo li a fare benza!!!!

gaelom

ti posso rispondere che non bastano? Diciamo ANCHE sulle rinnovabili, ma servono centrali NUCLEARI......Almeno 5, e che si sbrigassero

gaelom

mi fai sorridere

Ritornoalfuturo

mi ero informato per i discorso dei filtri. alla fine una volta avevo visto un servizio in TV che analizzano l'acqua uscita dai filtri.
ci sono vari filtri ma andrebbero messi a seconda del tipo di acqua..insomma non vanno bene

Jaws 19
piero

Esatto vale, il consiglio che ti dovevano dare era di bere tanta acqua, che svolge un'azione meccanica di pulizia e drenaggio. I calcoli sono prima di tutto un fattore gentico ereditario, e poi sono perlopiù provocati da certi cibi. Il calcio dell'acqua è nulla, parliamo di mg/l

Jaws 19

No no, forse mi sono spiegato male io. Non intendevo dire questo, a me fu solamente consigliato di bere acqua a basso residuo fisso, per non stressare oltremodo i reni, d'altronde il calcio è presente in diverse varietà di alimenti, formaggi su tutti. Difatti, mi è stato raccomandato di limitare il più possibile il consumo di questi ultimi.

piero

L'acqua che fa venire i calcoli è praticamente una bufala

piero

https://media1.giphy.com/me...

piero

E niente. A me sta cosa fa ridere, ma c'è chi non lo capisce

piero

E devi comprare la benza per dargli fuoco

Rick Deckard®

Ok, ma se per una volta decidessimo di puntare su rinnovabili?

Rick Deckard®

Ma già oggi non vanno a petrolio...

Rick Deckard®

Ovunque. È il 78% a pieno regime.. ma negli ultimi anni essendo centrali vecchie i fermi si sono moltiplicati

Raxien

Mi sono sbagliato ma togli Sardegna e Colosseo e il senso della frase non cambia. Per quante cose ci siano in Italia (buona parte già viste) c’è ne sono altrettante nel mondo da vedere.

In Europa mi capiscono bene dato che vengo continuamente invitato dai locali.

Nyles

Non mi risulta, giusto ieri dichiaravano 78% di nucleare... dove trovo questa notizia?

Pistacchio
Rick Deckard®

Esportava.. ora ha le centrali ferme e compra gas

LaVeraVerità

Io

parte di quell'Italia che possiede...

Tu

Non sapevo avessero spostato il Louvre, il Colosseo... in Sardegna

Immagino con quale facilità riuscirai a comunicare con gli europei se non riesci nemmeno a capire il senso di una frase scritta nella tua lingua madre.

Il corpo di Cristo in CH2O
Raxien
meyinu

In effetti con gli stipendi di oggi giorno a 3-4 euro all'ora ti conviene fare la fila di 15 minuti e risparmiare 1 euro che poi è la paga del datore di lavoro.

Raxien

Bevo birra, che qua costa niente ed è buonissima. Per il resto mi hai confermato che i prezzi in Sardegna sono li stessi dell'Italia, come scritto nell'articolo.

parte di quell'Italia che possiede la maggior parte del patrimonio artistico e culturale mondiale.

Non sapevo avessero spostato il Louvre, il Colosseo, la muraglia Cinese e le altre 6 meraviglie del mondo in Sardegna.
A saperlo non partivo per un anno (o forse di più) in van per visitare l'Europa.

LaVeraVerità

Sono in Sardegna, la perla del Mediterraneo che niente ha da invidiare ai caraibi o alla polinesia, parte dell'Italia che ha la maggior parte del partimonio artistico mondiale. Il gasolio (non il diesel che è il tipo di motore che lo impiega) sta a 1,93 ed è poco per il privilegio di vivere qui.
All'imbrunire, seduto su una sdraio con i piedi nella sabbia, a dieci minuti d'auto da casa, sorseggio il mio aperitivo traguardando il sole che tramonta e i gabbiani che si posano sulla spiaggia.

Tu cosa fai, bevi gasolio?

3nr1c0

assurdo che non vogliamo i termovalorizzatori e non so perché, poi paghiamo il trasposto dei rifiuti su gomma per mandali a bruciare in germania i quali con i ns rifiuti producono energia, tutto sta a come i politici decidono i campagna elettorale di venderci" il problema di turno" e tanti abboccano

LaVeraVerità

Tempo fa osai criticare aspramente, ma con educazione, l'inutilità un articolo simile sui saliscendi dei prezzi dei carburanti. Il risultato fu prima un ban tout-court, poi una discussione argomentata e civile con un moderatore.
Vedo che discutere non serve a nulla, non aiuta a migliorare la qualità dei contenuti (al di là delle promesse di "aggiustamenti del tiro durante le riunioni di redazione") e non è il tono a definirne l'inutilità. Continuano gli articoli filler, che anche una scimmia potrebbe scrivere, del tutto inutili considerato che ognuno di noi, per banale vita vissuta, conosce meglio le oscillazioni del prezzo dei carburanti dell'età dei propri figli.

Diverso sarebbe, ed esente da sospetti di facile adescamento di commentatori disinformati, analizzare le motivazioni che determinano queste oscillazioni, ad esempio una analisi dei costi industriali di raffinazione e le logiche del mercato delle materie prime e della gestione degli stoccaggi. Oppure il reale ruolo delle accise nella conduzione del bilancio statale.
No no, è più semplice lanciare la pietra nello stagno e vedere cosa succede quando il popolo ignorante (ignorante nel senso letterale del termine) si lancia in demagogiche analisi degne di un somaro con il paraocchi.

Kabotèn

Ci chiudono chi? A parte il criminale di guerra russo, gli altri ci hanno aperto i rubinetti. Abbiamo anche più fornitori di prima

PyEr

Chiedo umilmente perdono per la mia battuta.

Pistacchio

No Atala

Raxien

Su 100 litri sono ben 1 euro. Sossoldi!

Raxien

Sono in Polonia è il diesel sta a 1.55 :D

andrea55

Da precisare che non è stata la centrale a scatenare il disastro ma il comportamento di chi la gestiva.
Ok era progettata in economia però senza quelle azioni sbagliate sarebbe andata avanti tranquillamente

Nyles

Infatti se guardano a Fukushima che ha fatto 1 morto con uno tsunami direi che ci siamo lasciati alle spalle i problemi di Chernobyl

nickmot

Mi pare che in Ucraina continuino ad avere il nucleare, comrpeso a Chernobyl

Nyles

Prova a guardare la situazione francese, la nostra e quella tedesca. Poi dimmi se non ne vale la pena con 2 numeri alla mano.

La Francia esporta energia e ha un costo interno ridicolo rispetto al nostro.
Noi riaccendiamo le centrali a carbone avendo puntato su gas e petrolio.
La Germania che ha puntato sulle rinnovabili in questo periodo sta razionando l'energia perchè non basta per tutti.

Nyles

Risposta breve: si.
Se puoi mandare avanti le caldaie, i piani cottura, gli scaldabagno, le fabbriche e le auto elettriche a energia nucleare, per normalissimo effetto di mercato scenderà di prezzo anche il petrolio.
Tralasciando il fatto che servendone molto meno, anche non calasse sarebbe comunque un bel guadagno.

TheDukeMB

Le altre tecnologie paragonabili come potenza espressa per produrre energia hanno altri rischi, comunque elevati, solo spalmati sul tempo: bruciare idrocarburi, oltre all'annoso problema delle emissioni di CO2, immette nell'atmosfera altre sostanza velenose e microparticolato cancerogeno, le centrali idroelettriche comportano problemi alla fauna e alla struttura idrogeologica del posto e se dobbiamo fare il conto degli eventi catastrofici il Vajont non è stato proprio da meno rispetto Chernobyl.
Dal momento che non sarebbero le uniche centrali nucleari funzionanti in Europa, quindi il rischio ce lo dobbiamo sorbire lo stesso, è molto più logico costruirne anche in Italia.
L'ultima tua frase è una tua opinione, non corroborata dai fatti, mi dispiace.

Audi Q3 Sportback 45 TFSI e S tronic, per chi la usa più in città | Recensione e Video

Nissan Ariya (63 kWh): ottima efficienza e autonomia nella prima prova | Video

Vita Vera con l'auto elettrica: ritorno al passato, in Umbria a Miataland con le MX-5

Stop endotermiche 2035: tra polemiche, dubbi e fazioni, facciamo il punto | Video