Stop auto endotermiche dal 2035: la Germania non ci sta

22 Giugno 2022 631

Dalla Germania arriva un (altro) no allo stop delle vendite delle auto endotermiche deciso dall'Unione Europea un paio di settimane fa. Dopo l'Italia, che ha già espresso il suo parere negativo volendo piuttosto puntare su una transizione ibrida e graduale, il Ministro delle Finanze Christian Lindner ha affermato pubblicamente di non approvare la linea programmatica proposta dalla Commissione e votata dal Parlamento di Strasburgo con 339 favorevoli, 249 contrari e 24 astenuti.

La fase attuale è sicuramente la più difficile: al sì del Parlamento Europeo segue infatti la negoziazione con ciascun Paese Membro, e proprio qui si stanno manifestando perplessità e preoccupazioni sulle ricadute che questa drastica decisione può avere sulle economie locali.

NO AL DIVIETO

Che sia chiaro: il no della Germania espresso dal Ministro davanti alla platea degli industriali tedeschi non è categorico. Berlino vuole ancora essere leader per i veicoli elettrici, come spiega lo stesso Lindner, ma si ritiene che le vendite delle auto endotermiche debbano proseguire anche oltre il 2035. Una nicchia, magari, una minoranza rispetto ad un mercato sempre più all'insegna dell'elettrico, ma pur sempre un settore attivo per soddisfare una domanda che difficilmente sarà del tutto scomparsa tra tredici anni.

L'Italia, intanto, punta allo svecchiamento del parco auto circolante - tra i più datati d'Europa fino a pochi anni fa. Cui si affiancano sviluppo delle fonti rinnovabili, neutralità tecnologica, carburanti sintetici e, come fase intermedia in vista della svolta elettrica, incentivazione dell'ibrido. Su questa linea sembra concordare anche la Germania.

Credits immagini: Pixabay


631

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
R_mzz

Bomber, nel 2050 dovremmo avere un parco auto composto quasi esclusivamente da auto elettriche. Le auto elettriche costituiranno soltanto il 5% dei consumi italiani.
Nel 2050 i consumi di energia elettrica italiani saranno più che raddoppiati rispetto ad ora.

Terna, la massima autorità in materia, il gestore di tutte le linee in Alta tensione italiane, dice che questo non è un problema e che sono pronti ad affrontare la futura domanda.

Alcuni distributori locali lavorano notoriamente male e causano problemi in alcune zone, es. Unareti e Ireti.

Ripeto un parco auto composto da sole elettriche costituirà soltanto il 5% dei consumi italiani.

Rollo Tommasi

Ah, Terna eh? Che peccato, io lavoro in distribuzione da 34 anni, vai a vendere le pere che è meglio…..

andrea55

Tralasciando la produzione il grosso svantaggio dell'idrogeno è la pressione e peso della bombola e quindi inevitabilmente un'autonomia ridotta, di buono c'è la ricarica veloce ma serve sempre tanta energia per comprimerlo oltre a produrlo

andrea55

Questa è forte :D

andrea55

Molto meglio il cambiamento stupido

Aristarco

Funziona benissimo, non ancora terminato dopo non so quanti anni, enormi problemi di manutenzione, costi lievitati a dismisura e soprattutto nessuna certezza che possa funzionare a lungo, anzi, è solo una soluzione temporanea..

Alessandro De Filippo

Come si dice: ognuno per la propria strada?

Romero

c'è una bella differenza tra zero impatto (impossibile anche semplicemente con il tuo stesso corpo, se scoreggi sei già fuori dallo zero impatto) e avere qualcosa che ha un impatto nettamente inferiore, ma ancor più importante qualcosa che negli anni e con le nuove tecnologie può migliorare e può avvicinarsi sempre più al famoso impatto zero.

Invece trivellare tutto il globo per il petrolio, fare guerre, avere veri e propri disastri ecologici, produrre un carburante che finisce per creare più calore che movimento per le ruote, e che inquina di nuovo è molto diverso. Era un problema 100 anni fa, lo è oggi e lo sarebbe fra 100 anni, ci sono sistemi che a prescindere dal tempo che passa non possono e non potranno trovare un cambiamento e un'evoluzione tale da essere sostenibile. Ed il petrolio e tutto quello che ci gira intorno è così, era uguale prima, è uguale oggi e sarebbe uguale anche fra 100 anni.

Inoltre non so se sai leggere ma non ho parlato di impatto zero ma anzi ho fatto confronti con prodotti inquinanti di altro tipo, quindi è sottinteso che non sia inquinante 0 assoluto.

Comunque a prescindere da qualsiasi discorso si possa fare, di certo i cambiamenti non avvengono se si sta tutti fermi e non si muove nemmeno un dito per avviare un qualsiasi cambiamento. Tra il cercare chissà cosa su Marte e continuare a trivellare il mondo per bruciare vecchi dinosauri mi pare ci siano delle soluzioni nel mezzo, o no?

peyotefree

ah si dici davvero?
le famose batterie a impatto zero?
la famosa rete elettrica italiana che si appoggia al 100% sul rinnovabile?
sei proprio sicuro che la tesla S è a impatto zero?
informati meglio

Gianluigi

Va benissimo, leviamo tutto. Vedrai che alle fossili diamo qualche miliardo di sussidi in più. No problem

Gianluigi

Assolutamente d'accordo

Romero

e allora lascia che la tecnologia faccia il suo corso e che diventino elettriche visto che ti interessa solo andare da punto A a punto B

Alessandro De Filippo

Se acquisto un auto,la prendo per usarla tutti i giorni.. indipendentemente dalla marca e modello. Il resto è roba da fighetti..che fanno mostra dei loro soldi.

Romero

perché un'auto come la Tesla model S inquina meno di un'utilitaria benzina. Questo è il futuro, auto economiche da 50cv che vanno meglio delle attuali utilitarie, motori performanti da 200cv e passa ma che consumano ed inquinano pochissimo. Supercar e hypercar da 500 fino a 1000cv che hanno l'impatto di una Kia Picanto.

Romero

non capisco questo amore per i catorci puzzolenti, avessi parlato di tenerti una bella Ferrari 288 GTO avrei anche capito, ma davvero ci si impunta sui motori a scoppio per qualche 4 cilindri castrato? o peggio per auto diesel... la morte vera dell'auto e ciò che ha portato davvero a scelte così drastiche, se oggi avessimo avuto tutto il parco auto full-hybrid in stile Toyota probabilmente non avrebbero imposto solo elettriche entro il 2035 e avremmo avuto molte più Supra, GR86, yaris GR, corolla gr, tutte possibili grazie alle ibride toyota che tengono basse le emissioni e i consumi del marchio.

Se proprio vogliamo dire, la colpa è proprio delle persone che oggi si lamentano di questa scelta per il 2035 (e delle aziende che hanno continuato a marciare sopra a motori e soluzioni inquinanti solo per accontentare qualche fanatico della nafta...)

Alessandro De Filippo
Alessandro De Filippo
Romero

ignoranza lampante

Vae Victis

Sei male informato. Le batterie (e gli accumulatori) consumano anche ad auto spenta, quindi sono una pessima scelta per chi usa poco l'auto. Se tu usi sempre i mezzi pubblici e prendi l'auto una volta ogni 15 giorni, sei un criminale ambientale se compri una elettrica.

I pannelli fotovoltaici hanno una efficienza media del 15% quindi non sono velocissimi a compensare l'energia che si usa per produrli. Inoltre attualmente non riescono a coprire nemmeno i fabbisogni domestici, quindi è matematico che tutta l'energia usata per le auto viene dalle fonti più inquinanti (carbone, nucleare...)

Quindi è ora di finirla con le favole del tipo "io ho i pannelli fotovoltaici e l'auto elettrica quindi posso sprecare tutta l'energia che voglio". E' falso. Sono argomentazioni semplicistiche da bambocci.

xpy

Ma magari... io spero di sbagliarmi, l'idrogeno teoricamente sarebbe una soluzione meravigliosa

Romero

ed infatti la mia prima frase è stata "le elettriche costano come un diesel con cambio automatico" ho parlato di prezzi.

E poi bisogna parlare del resto altrimenti non ha senso parlare solo del prezzo, se una macchina ti offre di più e un'altra ti offre di meno è ovvio che ci siano differenze di prezzo.

M3r71n0

Certo come no

xpy

L'idrogeno per produrlo ha bisogno di energia elettrica e per produrla hai bisogno delle altre soluzioni: qualsiasi strada tu scelga devi comunque aggiungere tutti i passaggi precedenti degli altri. Una produzione di idrogeno in nuovo modo è al pari di investire nella ricerca della pietra filosofale

M3r71n0

Il petrolio va estratto e quando viene usato inquina, il litio va estratto e poi riciclato, l'idrogeno va solo prodotto (se riesci ad immaginare una efficientissima produzione scaturita da uno dei progetti di R&S da me suggeriti)... io ci vedo diversi passaggi in meno,
comunque, tralasciando la visione sulla migliore fonte futura, che può essere personale, la mia "lettera aperta" suggeriva di investirli per il bene dell'umanità e non per il ritorno economico immediato.

Dario Perotti

Si è vero. Non lo faccio più.

xpy

Per quanto tu possa investirci e renderlo efficiente resterà comunque un passaggio in più e i passaggi in più fanno perdere efficienza, non dico che non debbano investirci, ma allo stesso tempo bisogna rendersi conto di dove è più probabile che gli investimenti portino risultati

Joel

Ti risulta male. Funziona e protegge Venezia riducendo le inondazioni

Developer
Developer
peyotefree

chi ? a quello che qualcuno qui prende ad esempio...
in russia li manderei a sti fenomeni

peyotefree

anche alle elettriche però.
non capisco perché 400cv termici pagano 3000euro di bollo e 400vv elettrici 0

Aristarco

Utile a che? Che non funziona come dovrebbe e sarebbe già tutto mezzo da rifare

R_mzz

Impara la differenza tra CO2 (anidride carbonica, diossido di carbonio) e CO (monossido di carbonio).
Uno è un gas serra, l’altro è mortale per l’uomo.
Il primo non è regolamentato dalle norme Euro, dipende soltanto dai consumi dell’auto.

MatitaNera

Non l'ho vista! Ma esce con una certa regolarità, non arrogarti esclusive

Alessandro De Filippo

Parlo di prezzo..non di altro

Moreno

allora non é vero, per esempio, che l'euro 6 impone il limite di 1 g/km per i motori a benzina e di 0,5 g/km per i motori a diesel? tutti gli altri li puoi vedere tranquillamente in tabelle ben fatte su wikipedia. Questo vuol dire che un euro 0 (stranamente) non puó emettere meno di un euro 6? ovviamente no, ma vorrei vedere una e UNA solo auto euro 0 a paritá di categoria e peso (senza paragonare city car e camion per intenderci) che inquina meno di una euro 6

Joel

Il Mose è costato più del previsto ma è stato fatto ed è utile. E poi che senso ha portare un singolo caso?

R_mzz

Ripetiamolo per l’ennesima volta: le norme Euro non impongono limiti di emissione di CO2.
Puoi tranquillamente trovare un’auto euro 6 che ha emissioni di CO2 e consumi superiori rispetto ad una Euro 0.

Moreno

stai cercando di spiegare ad un panettiere come fare il pane, vatti a vedere le pagine su wikipedia se fai fatica a comprendere le normative e tutti gli articoli collegati in versione integrale, non é una colpa, magari uno non ha tempo o semplicemente non é interessato.... le emissioni di co2 vengono regolate anche loro, non con un filtro stile zanzariera ovvio, ma tramite l'ottimizzazione dei consumi, della combustione, etc...

Ritornoalfuturo

no di ken

Dark!tetto

Non avevo visto sorry xD

Dark!tetto

" La differenza è che la russia ha 12 (vado a memoria) centrali nucleari civili e se sgarra sono fuori dalla IAEA che vuol dire perdere coontratti di fornitura e approvvigionamento sia per ricambi che fissile. Per loro sarebbe una sanzione peggiore di tutte quelle messe in atto con la guerra, fare tutto da se fregandosene delle agenzia che regolamentano il mercato è a tutti gli effetti una dichiarazione di guerra verso tutti i paesi coinvolti. Poi ovviamente tutto è possibile, ma una volta prodotta ci sono altre vie per mantenerla attiva e l'uranio arriverebbe da Canada/USA/Australia invece del Kazakistan.

M3r71n0

Scrivendo "investiteli nella Ricerca di un più efficiente sistema di produzione, di distribuzione e di utilizzo e Sviluppatelo" non ho lasciato intendere quello che hai inteso.

R_mzz

Le norme Euro non impongono limiti alle emissioni di CO2.
Non esiste nessun modo per filtrare la CO2.
Le emissioni di CO2 dipendono esclusivamente dai consumi.

Non scrivere caz*ate.

M3r71n0
investiteli nella R&S sull'idrogeno (dalla produzione all'utilizzo per autotrazione).

aka... investite soldi nel cercare un modo più efficiente per produrlo, per distribuirlo e per utilizzarlo.
Non ho detto, fate le macchine a idrogeno.

Ciccillo73

Tu credici.

Marco9988

Si proprio due panda magaaaaari

Dario Perotti

E invece le cose vanno sempre allo stesso in modo in questo Paese.

Dario Perotti

Ah vedi?
Quindi la ruggine l'ha fatta dopo.
Proprio perché non la utilizzavi.

Dario Perotti

Esattamente!

Stop endotermiche 2035: tra polemiche, dubbi e fazioni, facciamo il punto | Video

MiMo 2022: i numeri e le nostre interviste al pubblico | Video

Mercedes EQE 350+, ora facciamo sul serio e Tesla può iniziare a tremare | Video

Mazda CX-60: prova (su strada) di maturità per il SUV PHEV da 60 km elettrici | Video