Il Comune di Milano propone 500 nuove licenze per taxi elettrici

03 Giugno 2019 142

Il Comune di Milano lancia quattro misure per migliorare il proprio servizio di Taxi, specialmente nelle fasce orarie in cui la domanda dei clienti supera l'offerta dei veicoli disponibili, e renderlo più sostenibile: 500 nuove licenze per chi sceglierà un taxi elettrico, taxi sharing, seconde guide e monitoraggio del servizio.

POTENZIARE SERVIZIO E RIDURRE EMISSIONI

Da un'analisi sulle chiamate inevase, condotta dal Comune di Milano e presentata lo scorso 1° giugno dall'assessore alla Mobilità Marco Granelli nel corso di un incontro con le associazioni dei tassisti, emerge come durante la settimana sia più difficile per gli utenti trovare un taxi dalle 8 alle 10 del mattino (15% di chiamate inevase) e dalle 19 alle 21 (27% di inevase), mentre nel fine settimana le fasce orarie più sofferenti sono quelle dalle 19 alle 21 (31%) e da mezzanotte alle 5 del mattino (42%).

Attraverso quattro misure strategiche, il Comune è sicuro di poter migliorare il servizio in queste fasce orarie. La misura principale è la proposta di 500 nuove licenze taxi, tutte per veicoli elettrici,

metà attrezzate per disabili, l’altra metà con un vincolo orario, per favorire una maggiore adeguatezza dell’offerta alla domanda.

Per entrare in possesso delle licenze occorrerà iscriversi a un bando: il ricavato dell'importo (determinato dal Comune), sarà destinato (come da norma) in parte a tutti i taxisti e in parte per investimenti in città finalizzati a migliorare il servizio. Tra questi figurano azioni da parte dell'Amministrazione per dotare la città e i parcheggi taxi di colonnine di ricarica elettriche. Obiettivo: favorire il ricambio del parco auto e abbassare le emissioni locali (come del resto il provvedimento dell'Area B, la ZTL più grande d'Italia che da inizio 2019 blocca l'accesso alle auto diesel Euro 3 e inferiori).

LE ALTRE MISURE DELLA PROPOSTA
  • Monitoraggio del servizio: l'intenzione è di analizzare in maniera costante lo svolgersi del sistema dei turni, facendo in modo che le sue variazioni e la sua articolazione possa permettere il miglior funzionamento.
  • Doppie guide: i titolari di licenza potranno richiedere l’attivazione della seconda guida associata alla propria licenza senza oneri. Questo permetterà di aumentare l’offerta di servizio taxi e, estendendo l’orario di lavoro associato ad ogni licenza, contribuirà a coprire maggiormente gli orari, soprattutto quelli serali/notturni. Si potranno impiegare due conducenti con impegno orario complessivo di 16 ore, con turni da otto ore o da dieci più sei. In questo modo si massimizza la singola licenza e il singolo taxi, offrendo maggiori opportunità di lavoro. Chi attiverà la seconda guida dovrà garantire i pagamenti elettronici, a favore degli utenti del taxi.
  • Taxi sharing: il servizio permetterà al singolo taxi di portare più persone, sia dirette allo stesso luogo, o anche con percorsi parzialmente differenti ma integrati o integrabili. Anche qui si massimizza l’utilizzo dello stesso veicolo, facendo risparmiare i clienti, migliorando il traffico, aumentando l’offerta e quindi anche le opportunità di lavoro dei taxisti.

142

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Massi91

Sono stato a san pietroburgo e sceglievo l'uber in base al costo che aveva. Con prezzi dichiarati prima di prenotare il taxi puoi scegliere.

Max Ben

Nessuno ostacola nulla : la commissione tecnica di ciascun comune valuta che i il numero di taxi sia congruo alla domanda !!!
Esiste il principio di sussistenza : se metti in strada 10 mila taxi a Pavia nessuno riuscirà a portare a casa la pagnotta e quindi non riuscirà a vivevere di QUEL LAVORO !

Max Ben

Toh che strano..., è il comune di milano che le vende a 130 mila !!!
Mò come la mettiamo ???
La finiamo di sarar stronzate !?!?

Max Ben

La parola chiave è concorrenza !!!
Ad Amsterdam liberalizzarono L licenze e ora si trovano ad avere i taxi più cari d’Europa !!!
Più taxi, meno corse, meno incasso..., e pretendete poi che il prezzo cali !?!

Capita da soli che il ragionamento in un settore con TARIFFE AMMINISTRATE produrrebbe la richiesta dell’aumento dei prezzi e non della diminuzione !!!

Max Ben

Nemmeno regalate ! Costano troppo !

Max Ben

Non si può rivendere prima dei 5 anni

Max Ben

Gira voce 130 k

Max Ben

21 anni almeno, patente b, certificato di abilitazione personale ( cap B) e iscrizione al ruolo conducenti della regione Lombardia ..., poco poco 5 mesi di corso.

Giancarlo

In questo bando il Comune ha deciso di farsi pagare la licenza

Ben

Se leggi alcuni commenti sotto dicono che le licenze rilasciate dal comune sono gratuite.

Ben

Sinceramente non lo so

Giancarlo

Qualcuno sa quanto dovrebbe costare la licenza rilasciata dal comune se bisogna averli cash prima di partecipare al bando e quando lo dovrebbero fare??

Gigiobis

in pratica tesla e leaf a Milano.

Ben

Grazie

Ritornoalfuturo

I requisiti sono la patente kb in autoscuola che vale in tutta Italia .. .poi l' abilitazione a Milano che vale solo a milano .

Per il resto dai un occhio al sito del comune e recati direttamente li.

Ritornoalfuturo

Non é cosi semplice. Una volta presa dal comune devi tenerla almeno 5 anni .
Se vedono che non lavori se la riprendono.

Francesco Renato

Che modello di auto elettrica usano i tassisti a Milano?

TLC 2.0

Anche gli autisti Uber pagano la licenza NCC, non dire str0nzate

TLC 2.0
TLC 2.0

ma che cavolo dici, che pagano la licenza NCC e tutte le patenti e CQC. Oltre a pagare tutto con carta, quindi niente evasione

Tizio Caio
Dimetiltriptamina

Non li prendi più ovviamente, dato che l'aumento dei costi colpisce solo i turisti o chi usa i mezzi in modo saltuario.

Desmond Hume

E secondo te chi ostacola i bandi per nuove licenze dei comuni?
I tassisti e le relative cooperative per tenere alto il valore di mercato delle licenze e poter così continuare a rivendersele. Conviene anche alle cooperative perché così hanno più potere contrattuale. Le istituzioni sono sotto ricatto da questi mentecatti è scandalosa la paura di procedere per non toccare l'orticello di chi ci ha coltivato il malcostume tutto intorno.

Massi91

Se le rivendono è perchè non ci sono i bandi.. comunque mi sono informato, si si ottengono tramite bandi,

Massi91

Effettivamente ho letto ed è così, solo che di concorsi non se ne fanno più. Sorry!

Desmond Hume

È singolare come chiedi agli altri di documentarsi e di non parlare a caso ma poi non sai che le licenze il comune in origine le da gratis e sono i tassisti con le loro mafie a rivendersele per farsi la liquidazione.

CastSimone

Dipende dal tipo di persona, è dura per alcune, è più facile per altre. Per me ad esempio l'unico ostacolo che ho trovato è la lingua, per il resto preferisco mille volte la Germania all'Italia. Sotto l'erasmus mi sono trovato stra-bene.
Però alla fine la lingua è un falso problema, nel senso che con il tempo lo superi.

B!G Ph4Rm4

Guarda la questione è un po' complicata.
Io non sono di Milano e diciamo che volendo avrei potuto lavorare nel mio luogo d'origine (o comunque lì vicino) con uno stipendio che mi permettesse di essere indipendente. Il punto è che così facendo punto primo farei un lavoro noioso, banale e poco stimolante, seconda cosa non farei carriera (o sarebbe lentissima perchè sono tutte aziende piccolissime), terza cosa vivrei sempre la stessa vita da cittadina piccola o addirittura paesino.

Quindi rimane o andare a Milano (perchè parliamoci chiaro le altre grandi città italiane non possono competere con Milano neanche lontanamente, neanche Torino), guadagnando un po' di più e comunque convivendo col fatto di vivere sempre in un paese come l'Italia, oppure andare all'estero.
Tra l'altro potrei mantenermi anche a Milano da solo, ma sinceramente perchè prendere 1800 euro al mese per x anni quando in altri paesi ti danno da subito (spesso al primo lavoro) il doppio o il triplo (parlo per conoscenza personale, non per sentito dire)?

E' vero che può essere dura o comunque non facile andare all'estero, ma ci sono paesi che ti offrono molte opportunità, ottimi stipendi e una vita tranquilla, cosa che purtroppo l'Italia, neanche Milano (non sempre ok, ma in media...) ti offrono.

CastSimone

Io per 18-25 rimarrei in Italia pur sapendo che in Germania si guadagna di più XD Il problema è che la scelta ricade fra spostarmi comunque verso una grande città italiana per fare la fame (e comunque farmi aiutare dai genitori), o guadagnare abbastanza bene ed essere completamente autonomo all'estero.

B!G Ph4Rm4

Nel mio settore non ne parliamo, passi da 18-25 (a Milano magari 24-30) qua ai 50/60-120 mila in Germania. Ovviamente se fai cose specifiche sono abbastanza alti anche a Milano (nel resto d'Italia non si fa proprio), ma comunque il confronto degli stipendi dei lavoratori molto qualificati con i paesi seri fa piangere.

CastSimone

Si in Germania i mezzi e le compagnie telefoniche hanno dei prezzi assurdi, per il resto invece l'ho trovata più economica dell'Italia, se però teniamo conto degli stipendi lasciamo perdere XD nel mio caso sono anche 3 volte superiori.

B!G Ph4Rm4

Anche a Milano puoi prendere nei 16 euro al mese metro, tram e autobus H24 e dove vuoi quante corse vuoi, infatti se mi dici che a Lipsia sono 80 euro come prezzo Milano è eccezionale.

Ecco il punto è che magari avere un'apertura anche sul fronte taxi non sarebbe male

fabbro

cresciuto a milano!!!io ricordo gli anni in cui dovevi correre per prendere l'ultima corsa quando uscivi alla sera, altrimenti te la facevi a piedi sino a casa.

CastSimone

Beh si non sono male. Ovviamente a Lipsia a 80 prendi il mensile per tutti i mezzi (tram,bus metro), l'annuale costa meno e per i più giovani boh, sono andato come studente e li per chi studia è gratis. Ma onestamente 80 euro per un servizio del genere sarei ben lieto di spenderli anche in Italia, praticamente non ho mai sentito la necessità di avere una macchina.

B!G Ph4Rm4

Per gli under 26 si, anzi, con l'annuale sono 16 euro al mese, così come per gli anziani. Altrimenti sono sui 300 l'anno. Costa 60 euro al mese se abiti a Pavia, ma sta a 50 kilometri fuori Milano.

Come prezzi c'è da dire che sono eccezionali, contando che puoi usare tutto quando vuoi e dove vuoi (escluso fiera).

CastSimone

Ma tutti i mezzi a 20 euro? Economico.

B!G Ph4Rm4

A Milano costa 20 euro l'abbonamento, e passano tutta la notte gli autobus, ma comunque non è comparabile alla metro

Dimetiltriptamina

Ahahahah, si vede che non sei Milanese, che parli a fare?

Tizio Caio

Ma documentati tu!! Le licenze le assegna lo stato e sono gratuite!! Poi a fine carriera invece di ridarle allo stato se le rivendono, perché possono farlo e non c'è legge che lo impedisca! E lo stato invece di bloccare questo fenomeno ha deciso di metterci lo zampino e di prendersi una tassa sulle vendite visti i prezzi esorbitanti che hanno raggiunto (chiamali sc3mi) ma rimane il fatto che le licenze sono inizialmente GRATUITE. Nessuno ha obbligato i tassisti a pagare le licenze se non i tassisti stessi!
Quindi informati tu e non fare disinformazione

Tony Musone

Le licenze taxi rilasciate dal Comune previo concorso pubblico, al netto del costo della scuola guida, relativi esami e della registrazione alla Camera di Commercio, sono gratuite. Documentati

Tony Musone

Come ti hanno già scritto la licenza è concessa dal Comune ad una cifra nettamente inferiore a quella con cui viene venduta a fine carriera, quando per legge dovrebbe tornare nelle mani del Comune che è l'unico proprietario di quella licenza, il tassista ne ha solo la titolarità, infatti è solo quello l'oggetto dello scambio.

Per i consumatori non ci sarebbe nulla di sbagliato nel liberalizzare il mercato (come è avvenuto in moltissimi settori) il servizio sarebbe più capillare e costerebbe meno. Gli unici che ci rimetterebbero sarebbe lo Stato, che si troverebbe a gestire una bega e la lobby dei tassisti, cooperative comprese.

CastSimone

Ma le licenze che rilascia il comune non sono "gratis"? A chi li paghi questi 15k?
Se vengono pagati al vecchio proprietario della licenza, beh, lo fai a tuo rischio e pericolo, oltretutto penso sia illegale dato che fanno prezzi fuori mercato e sono trattative interamente a nero.
Sarebbe come lamentarsi del negozio di fianco al tuo che ti fa concorrenza sleale perchè tu sul costo del prodotto devi aggiungerci il pizzo della mafia e invece lui non lo paga.
Quindi non vedo quale sia il problema, io sono per il mercato libero aperto a tutti. Ovviamente dev'essere regolamentato ma non ci si devono porre limiti ad un numero, è il mercato che decide quanti ne devono circolare e quanto ci si deve guadagnare.

CastSimone

L'avevo intuito, con quel "se hai investito" non indicavo te, ma in senso generale la categoria. Forse mi sono espresso male perdonami XD

Ben

Dove ci si iscrive al bando? Requisiti?

nessuno12

e allora smettila di difenderli dato che sono indifendibili.

2 volte in vita tua quindi non hai idea di cosa parli

Gigiobis

Il mercato esiste da una vita... in nero.

Purtroppo lo stato ha pensato di tassarlo e giustificarlo di conseguenza. (bella cacata, aggiungo)

Gigiobis

Il punto fondamentale non si ritrova OGGI con l'avvento di uber, bisogna risalire a decenni fa, nel momento in cui un tassista, conscio che una volta si facevano veramente i soldoni con questa professione ha pensato: "sai che c'è? io la licenza me la vendo in nero!", e da quel punto si è diffusa questa pratica di vendere le licenze, fino alla regolarizzazione della pratica.

Inutile additare uber ed ncc per il fatto di pagare solo i bolli per esercitare, il problema è nato altrove e non c'è la minima volontà di sistemare la situazione da parte di nessuna delle parti (tassisti, legislatori, stato).

Fosse per me liquiderei quanto pagato per le licenze comprate negli ultimi 15 anni in maniera incrementale (se dimostrabile il pagamento in chiaro) e costringerei a riconsegnare le licenze a fine carriera.
Inoltre, essendo mezzi pubblici, darei anche il rimborso sul carburante e snellirei l'esame per avere l'abilitazione (suvvia... imparare a memoria migliaia di vie?) includendo cose più utili , magari.

Non sono contro i taxi, sono contro questa situazione cancerosa che si è creata.

Massi91

veramente l'ho preso 2 volte in vita mia il taxi e non ho conosco nessuno che ce l'abbia. Non è che perchè uno parla di una cosa in automatico devi esserlo.

Massi91

Non credo proprio che una licenza sia gratuita, documentati

Massi91

già solo una cosa chiamata stato italiano -.-"

Auto

Nuova Skoda Octavia 2020: stupisce sotto tanti aspetti | Prova Wagon 2.0 TDI

Elettriche

Recensione Askoll eB5: bici elettrica semplice e concreta

Auto

Ford Puma Hybrid: convince in tutto...ma l'ibrida è necessaria?

Elettriche

Gocycle GX: la bici elettrica pieghevole di un ex McLaren