Nissan LEAF: in Giappone i pannelli solari sono gratis

28 Dicembre 2017 104

Nissan LEAF prosegue la sua prima fase di lancio nei principali mercati del mondo: se in Italia chi deciderà di acquistarla potrà godere di due anni di ricarica gratis presso le colonnine Enel, in Giappone i clienti potranno beneficiare dell'installazione gratuita di pannelli solari nella propria abitazione, per poter ricaricare la vettura in maniera sostenibile.

I proprietari giapponesi di LEAF che decideranno di sottoscrivere un piano di fornitura elettrica con Ecosystem Japan possono dunque usufruire di questo indubbio vantaggio economico, parte di un progetto di Nissan che punta ad una mobilità 100% sostenibile.

La promozione vincola i clienti ad aderire al piano Jibun Denryoku (“elettricità personale”) di Ecosystem per una durata di almeno 20 anni: questo comporterà l'installazione gratuita di un impianto fotovoltaico e uno sconto sul programma denominato “Daytime Assist Plan”. Questo programma invita i partecipanti a ricaricare di giorno la propria Nissan LEAF con l’elettricità generata dai pannelli solari, o in alternativa di notte, quando la domanda di energia elettrica è più bassa.


L'offerta è valida solo per i clienti che vivono nella regione di Kanto, e solo fino a marzo 2018. Si tratta di una promozione conveniente anche a lungo termine: alla scadenza del contratto, la proprietà dell’impianto fotovoltaico verrà trasferita ai clienti a titolo gratuito. Per tutta la durata del contratto, i costi di installazione e manutenzione dell’impianto saranno a carico di Ecosystem Japan. Dopo la scadenza, i clienti dovranno pagare tali costi o, in alternativa, rinnovare il contratto.

Un'iniziativa che rientra nelle strategie di lancio della nuova compatta 100% elettrica di Nissan, che nel programma Intelligent Mobility annoverà anche la mobilità sostenibile come uno dei punti cardine nello sviluppo dell'azienda. In Italia, per esempio, chi acquisterà una LEAF pagando un canone di 299€ al mese, avrà inclusa nel prezzo la Wall Box ENEL (con installazione e manutenzione) e 1.350 kWh, pari a circa 2 anni di ricariche pubbliche gratuite.


104

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
mmhoppure

non serve una ritmo degli anni 80( bellissima e cmq sarebbe d'epoca e potrebbe circolare) ma basta un auto euro6 diesel per rientrare nei blocchi delle grandi città come Roma per esempio e poi a 20 km ci sono paesini con auto che vanno a carbone...

deepdark

Certo, tu invece sei furbo e vai in giro con una ritmo dell'80. Ma siete tutti scem1 qui dentro o qualcuno ogni tanto si salva?

mmhoppure

certo..inculcare in quelle vostre testoline che che dovete cambiare auto ogni anno...

Gabriel #JeSuisPatatoso

Ci mancherebbe, ma scop4re non inquina e non blocca le città.

deepdark

Se fanno i blocchi ci sarà un motivo, no?

mmhoppure

è si..te lo impediscono quando fanno i blocchi la domenica dalle 8 di mattina!e tu per uscire a fare una scampagnata dovresti uscire prima di quell'ora e tornare dopo che il blocco è finito...

mmhoppure

no...proprio per quello vado in moto a lavoro..perchè per fare 10 km ci metto 9 minuti..con i mezzi ci vorrebbero 40 minuti..non mi piace buttare tempo...

mmhoppure

non c'è bisogno neanche della f**a per venire..ma è + piacevole che farlo con la mano

Mikel

Esiste anche l'equilibrio.

Mikel

Continuate a dire che da noi ci saranno 2 anni di ricarica gratis...a me non sembra così..mah..

Tony Musone

magari meno co2 ma ma più diossido di azoto e polveri sottili, non per nulla in alcune capitali europee e non, è previsto il bando a tutti i diesel, a Oslo pure dei benzina e comunque, non basta dire "non sono opinioni" e che "non leggo ciò che condivido" per dimostrare l'indimostrabile: il diesel è più inquinante e puzzolente di uno a benzina e tutti e due sono peggiori di un motore elettrico.

salùt

Everything in its right place.

Comunque io sono per mettere in regola tutti. Ma una berlina Euro6 prodotta nel 2017 che fa tanta autostrada non è un mostro ecologico rispetto all'equivalente benzina.

Everything in its right place.

Bene Ricapitoliamo

Articolo Repubblica. Il FAP non c'entra una beata si parla di tracce di Platino in misura minore ma non allarmante.

Lo studio riportato indica come il FAP sia assolutamente efficiente nell'abbattere il PM e in fase di rigenerazione (1% del ciclo di vita della macchina, ogni 500/1000 km) aumenti il numero delle particelle emesse a parità di dimensione. Emissioni di PM comunque inferiori a quelle che si produrrebbero in assenza del filtro stesso. Cito testuale "l’uso dei filtri antiparticolato ha portato al quasi totale azzeramento delle predette emissioni". Nessuna evidenza che il FAP produca particelle di PM di diametro inferiore. Sto studio è una manna per chi è favorevole al FAP.

Finché non ci sono condanne i procedimenti aperti valgono meno di zero. Soprattutto in Italia.

Di quella porcheria sul fatto quotidiano non vorrei parlare ma ti do una dritta. Si parla di un'azienda la Dukic Day Dream e dei suoi dispositivi magici per abbattere le emissioni inquinanti. Secondo te le prove dell'efficacia di sti cosi come sono? TI aiuto. E' il solito aggeggio magnetico miracoloso venduto altrove per abbattere i consumi di carburante in modo miracoloso.

Gios

Hai ragione, ma far avere problemi di salute a tuo figlio non è una soluzione!
Inc4zzarti andare a manifestare farti sentire Si, direi che è un tuo DOVERE e anche mio, di tutti.

Everything in its right place.

Ma non sono opinioni. Un Diesel mediamente consuma meno carburante e produce meno CO2 per la natura stessa della combusione del motore diesel. Guardati i listini delle macchine e fai un confronto delle emissioni dichiarate a parità di potenza (prima di dire che i dati dei diesel sono falsi magari dimostrami che quelli dei benzina non lo sono). Nello studio che mi hai citato si fa riferimento ad altri studi che fanno questa affermazione. (te l'ho già scritto sopra). Cercare di piegare i dati per ottenere il dato contrario in questi studi è disonesto. Tu mi hai fornito dei dati inconsistenti per dimostrare una tesi. Non basta mettere un link e aspettarsi di aver ragione, conviene leggere le cose che si condivide.

Gios

No e non sapevo nemmeno avessero fatto qualcosa. C'è una causa in corso contro il ministero dei trasporti.

In aggiunta è notizia recente, come ti ho riportato di una correlazione tra nanoparticolati e insorgenza di malattie neurali.
Come ulteriore aggiunta ho linkato uno studio del ministero dei trasporti che sostiene che senza i FAP i diesel hanno rovinato il pianeta.

Tieni conto che ci sono studi secondo cui basterebbe solo il 3% dei veicoli diesel senza FAP o con FAP non funzionanti per inquinare e danneggiare l'ambiente.....bene ora siamo lontanissimi da quelle cifre.

Poi se si vuole aggiungere che in Inghilterra solo 1 veicolo diesel su 1000 è in regola ...

Tutto questo al netto della loro reale o non reale efficacia, come riportato nella causa contro il ministero.

Tony Musone

non ti ho chiesto di mostrarlo con le tue legittime opinioni ma di dimostrarlo con dei link a "studi "degni" che non siano una "porcheria"". Punto.

Gios

http://www . repubblica . it/salute/ricerca/2016/09/06/news/particelle_di_inquinamento_scoperte_nel_cervello-147262925/

Qui uno (specifico per i diesel senza fap)

http://www . mit .gov . it/comunicazione/pubblicazioni/Studio-funzionamento-filtri-antiparticolato-2016

Qui una ricerca del ministero dichiara che vi sono le nanoparticelle nei residui di combustione gassosi.

I FAP secondo le normative europee servono a limitare le emissioni di queste nanoparticelle e sono state rese obbligatorie dal 2017 anche per i motori benzina e non solo per i diesel che ne producevano a profusione.

A conclusione della discussione vi è da rilevare che vi sonk due procedimenti a carico del ministero dei trasporti per aver mentito circa il funzionamento dei FAP con l'accusa (gip) che sostiene che i FAP non siano altro che un blando palliativo che è stato usato per continuare a far vendere i diesel. Tutto questo con la consapevolezza di sapere che l'inquinamento sarebbe continuato.

https://www ilfattoquotidiano it/premium/articoli/come-le-istituzioni-hanno-nascosto-il-dieselgate-italiano/

Everything in its right place.

L'articolo ha buchi enormi nella metodologia con cui effettua le comparative e le fonti che cita. Per le lunghe percorrenze extraurbane le auto a gasolio sono da sempre più ecologiche in termini di CO2 perché hanno una combustione più efficiente.

Everything in its right place.

AH ma aspetta mi starai mica cittando la fantomatica inchiesta delle IENE col dottor Montanari?

Ma22

Il risparmio di qualcuno costa la salute di tutti. HAI RAGIONE. Ma allora pensiamo ad abbassare le imposte, vari costi assurdi e iva sulle bollette della luce e gas.
Un giorno ho confrontato una bolletta del gas con un amico sloveno. Io in bolletta avevo 97 euro lui 64 (e ha consumato il 10% ca di gas in più rispetto a me)

Tony Musone

quello a cui ti vincoli per 20 anni è il "piano Jibun Denryoku (“elettricità personale”)" durante questo lasso di tempo l'assistenza all'impianto è gratuito, così come l'installazione e poi stiamo parlando del giappone non del bel paese, dove la malfidenza è per la sopravvivenza ;)

Gios

No il parco composto da: camini, stufe È quant'altro sono molto più inquinanti, infatti il blocco del traffico in inverno non risolve mai nulla.
Semplicemente è impossibile dire alle persone non riscaldatevi.

https://www.
google.
it/amp/www . repubblica . it/economia/affari-e-finanza/2017/02/27/news/il_sorpasso_delle_stufe_pi_nocive_delle_auto-159410875/amp/

Questo uno dei tanti articoli. Il problema è che il risparmio di qualcuno costa la salute di tutti

Everything in its right place.

Ma cosa c'entra,qualsiasi normativa ecologica riduce le prestazioni delle autovetture. Si sta parlando d'altro.

Everything in its right place.

Tranne lo studio citato.

Everything in its right place.

Informati dove come. Non è che si può sparare sempre senza citare un tubo.

Gios

Lo hai scritto tu con la parola FAP.....si vede che forse hai letto senza informarti

Francesco

Nessuno ha mai negato che il diesel consuma di meno

Francesco

Nein. Cala la potenza

Everything in its right place.

Lo studio citato confrontava (o meglio tentava malamente di confrontare) la produzione di CO2 per tutta la durata di vita di un autovettura. Quindi gli altri inquinanti non c'entrano. Dico che è più efficiente perché consuma meno carburante e produce meno Co2 per la natura stessa della combustione del gasolio (maggiore compressione ecc.).
Non intrometterti in discussioni di cui non hai capito una ceppa.

Francesco

Non è che ha una combustione "+ efficiente"... semplicemente consuma meno, quindi meno Co2

Ma per inquinanti nocivi (nox, polveri sottili) e co2 sono due discorsi completamente diversi, la co2 mica è tossica (se non in concentrazioni elevatissime)

Everything in its right place.

Non c'entra nulla. Le centraline sono state truccate per passare i test senza le costose modifiche necessarie a rientrare nella normativa. Col trucco che hanno usato sono (quasi) riusciti a passare un giro di regolamentazione senza spendere un euro in sviluppo.

Francesco

C'entra che per rientrare nei parametri calano le prestazioni del motore

an-cic

ora si che dimostri di capirne...

IGN_mentale

Allora é unamerda come il resto dei prodotti.

Everything in its right place.

Pseudocavolate le mie, ma sulla tua manfrina contro le marmitte catalitiche non è che mi hai dato qualche riscontro eh...

Giulk since 71'

Intanto grazie per l'articolo che mi sono scaricato e mi leggerò con tempo visto che è bello lungo quindi un pò mi ci vuole.

Certo che se da esempio prendono la golf 150cv che non è che sia cosi parca come emissioni co2 non inizia bene, 114gCO2 x km quando la giulia 2.2 180cv diesel ne fa 109 ;)

Parlano correttamente di ibridi a 89gCO2 x km quando a parità di cavalli o di più un piccolo diesel o benzina sta poco sopra ( 95 - 99 ), comunque va beh le variabili sono molte sopratutto se si prende in considerazione tutto, dalla produzione a fine ciclo vita auto e dei prodotti derivati

an-cic

vincolarsi per 20 ANNI? devi essere proprio fuori da questo settore per poter considerare l'offerta vantaggiosa

Everything in its right place.

Se mi citi una roba che non sta in piedi logicamente te lo mostro. Gli stessi studi che riporti truccano le carte per mostrare il diesel come "cattivo". Nell'uso prevalentemente extraurbano (vocazione delle auto diesel) il diesel produce meno C02 perché ha una combustione più efficiente. Punto. Poi si possono tirare in ballo altri inquinanti e la faccenda è più complessa, ma i numeroni di sti studi fanno ridere.

Tony Musone

... e allora fornisci tu gli studi "degni" che non siano una "porcheria" a dimostrazione di quanto il diesel sia più ecologico ;)

Everything in its right place.

Prima di pensare di togliere di mezzo i diesel bisognerebbe convertire tutti i mezzi privati e commerciali almeno all'euro5. E siamo ben lontani.

Ma22

Le auto quelle vecchie che circolano per la città no?

Ma22

Le auto quelle vecchie che circolano per la città no?

IGN_mentale

Sono inquinanti diversi, non vuol dire che meno quantità di un tipo sia meno nocivo di una quantità maggiore di un'altro inquinante meno dannoso...

Everything in its right place.

Studio Indegno. La produzione totale di CO2 è calcolata con modalità che approssimative è dire poco.-
1) CO2 di raffinazione: siccome servono temperature più elevate si produce più CO2. Peccato che il funzionamento delle torri di raffinazione impedisce di produrre solo alcuni prodotti e alti no. Per produrre un certo quantitativo di benzina è necessario produrre comunque un certo quantitativo di gasolio: la flessibilità è minima.
2)Emissione aggiuntive da produzione non si capisce bene calcolate come. Su che tipologia di vettura, con quale tipologia di assemblaggio. Viene indicato uno studio che ha effettuato una comparativa solo su 10 autovetture. Indicando (tra l'altro) che le auto elettriche/ibride hanno emissioni molto più alte in questa fase per gli alti costi per i componenti aggiuntivi. Nello stesso studio le emissioni nel ciclo operativo dei veicoli a benzina sono maggiori rispetto a quelli a gasolio ma evidentemente si riporta solo il pezzo che interessa a loro.
3)Le emissioni nel ciclo di vita hanno un trucco: le auto diesel sono usate di più perché il gasolio costa meno (??!) QUINDI calcoliamo le emissioni su un chilometraggio maggiore. In più nonostante tutte le comparative tra auto della stessa tipologia mostrino una produzione di C02 minore per il corrispettivo diesel (mediamente più efficiente), ci sono comunque risultati maggiori.

Gios

Peccato che sia la piu grossa causa di produzione di pm10 e quindi di malattie respiratorie...

Gios

Che queste sono tutte pseudo cavolate da bar tecnico. Nella realtà quei dati di inquinamento vengono rilevati solo a bassi regimi e per alto regimi e picchi è stabilito che possano eccedere notevolmente.

Altra parentesi: le marmitte cataliticje usare dalle euro 4 in su abbattono drasticamente i pm10 ma producono nanoparticelle di metalli pesanti che sono altamente cancerogene.

Il nuovo regolamento è una manfrina per tenere a galla il motore più inquinante del pianeta. Il problema è che se si dovesse che quel tipo di motore è dannoso per la salute la maggior parte delle case automobilistiche finirebbero gambe all'aria perché non rientrerebbero con gli investimenti fatti

Gios

Per te, per il resto del mondo è stressante ed estenuante...
Se poi per te è piacevole stare 1 ora in tangenziale o fare una piega per terra dentro una buca accomodati, oppure andare in giro con una moto ingestibile perché devi fare i 30km/h e batte in testa........

Scindi ciò che piace a te con cosa è piacevole, spesso le due cose non sono nemmeno lontani parenti.

Everything in its right place.

Cosa c'entra una truffa orchestrata dalla VW per risparmiare 500 euro a vettura con questa discussione lo sai te.

Tony Musone

la Transport and Environment non sarebbe completamente d'accordo con la tua analisi ;)

http://www. repubblica .it/motori/sezioni/ambiente/2017/09/17/news/studio_europeo_ecco_perche_l_auto_diesel_sono_le_piu_dannose_per_il_clima-175764247/

Ford

Ford Fiesta 2018: anche per i neopatentati | video recensione e prova su strada

Kia

Kia Picanto X-Line e GT: prova in anteprima del 100 CV 1.0 T-GDI

Mahindra

Mahindra KUV100: recensione in anteprima del SUV da meno di 11.000 euro

HDBlog.it

Le migliori tecnologie di Ginevra 2018: dal pneumatico vivente ai fari smart Mercedes