Il Gruppo Volkswagen guarda al Canada per costruire una fabbrica per le batterie

03 Dicembre 2022 10

L'ambizioso piano di elettrificazione del Gruppo Volkswagen prevede la costruzione di diverse fabbriche per le batterie di cui 6 solamente in Europa. Del resto, per poter accelerare rapidamente la produzione di auto elettriche serve un'ampia fornitura di accumulatori. Il Gruppo tedesco intende realizzare stabilimenti per la produzione delle batterie anche al di fuori dell'Europa.

Il primo di questi impianti dovrebbe sorgere in Canada e servirà per rifornire di accumulatori le fabbriche del Gruppo tedesco presenti in Nord America.

ACCORDO CON IL GOVERNO CANADESE

A quanto pare, la ricerca del luogo esatto in cui realizzare la fabbrica sarebbe già iniziata. Infatti, è stato firmato un accordo tra il Gruppo Volkswagen e il Governo canadese per identificare potenziali siti per tale fabbrica. Ma la collaborazione tra il Gruppo tedesco e il Governo canadese va oltre. Infatti, le parti lavoreranno anche in altri campi come sulle catene di approvvigionamento delle materie prime necessarie per la produzione delle celle delle batterie. La nuova fabbrica sarà gestita da PowerCo, la battery company del Gruppo Volkswagen fondata nel luglio 2022.

Per Oliver Blume, CEO del Gruppo Volkswagen, il Canada è stato scelto per una serie di motivi. Infatti, il Paese, secondo il CEO, "offre elevati standard di sostenibilità e condizioni economiche ideali e il Governo canadese ha già dimostrato di essere un partner forte e affidabile".


Maggiori informazioni saranno condivise non appena sarà stato individuato il luogo esatto dove costruire questa fabbrica per le celle degli accumulatori. Il Canada sta diventando sempre più importante per il mercato delle batterie. Diverse case automobilistiche guardano con interesse ai giacimenti, presenti nel Paese, delle materie prime necessarie per la produzione delle celle. Non possiamo non ricordare, inoltre, che LG Energy Solution e Stellantis realizzeranno uno stabilimento per le celle proprio in Canada.

NUOVO ACCORDO TRA POWERCO E UMICORE

Le novità non sono finite perché PowerCo ha stretto un nuovo accordo con Umicore. L'obiettivo è quello di estendere al Nord America l’attuale collaborazione per lo "sviluppo di catene di approvvigionamento regionali relative ai materiali per batterie sostenibili". Il Gruppo tedesco punta, dunque, ad assicurarsi i materiali catodici necessari per la futura produzione di celle in Nord America.

Ricordiamo che queste due realtà hanno già annunciato nel settembre scorso la costituzione di una joint venture che fornirà i materiali fondamentali per la produzione delle celle delle batterie presso gli impianti europei del Gruppo tedesco a partire dal 2025. Il nuovo accordo, dunque, sarà fondamentale per la futura fabbrica in Canada. Si prevede una fornitura materiali catodici e relativi precursori pari ad volume fino a 40 GWh all’anno nel 2030. Le consegne sono previste a partire dal 2027. Umicore prevede l’avvio della costruzione di un impianto per la produzione industriale su larga scala di materiali catodici e precursori in Canada a partire dal 2023.


10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Ma la PowerCo non aveva appena (notizia di 5 mesi fa) ricevuto 20miliardi per la costruzione di una fabbrica in Germania?
Avranno già speso i soldi in bonus...

Dentista

Fanno benissimo, lo direbbe qualsiasi imprenditore/industriale in Europa.

Alessandro De Filippo
Ikaro

Considera che vicino c'è l'Alaska sia mai che Putin la rivoglia

Jotaro

Non capisco perché scrive quello che scrive, butta la sua vita in scemenze.

giovanni

Probabilmente Volkswagen va in Canada perchè lì c'è grande disponibilità di energia idroelettrica ed idrocarburi quindi l'energia costa meno che negli USA e in Messico, dove però c'è abbondanza di manodopera qualificata a basso costo.
In Canada c'è penuria di manodopera, la disoccupazione è bassa e molti posti di lavoro restano scoperti, potrebbero importare decine di migliaia di lavoratori dal Messico.

Maxatar

E, sopratutto, è grande e spopolato, l'inquinamento non sarà un problema.

Giangiacomo

Grande troll, sembri un TalpaGamer99 ma dei ricchi

Alex Li

La tua lingua ha un retrogusto amaro.
Andrebbero anche in capo al mondo ....dopo che hanno steso il tappeto rosso.

Super Rich Vintage

E' necessario andare in Canada uno stato stabile da sempre neutrale, dove non ci sono guerre, che hanno accesso alle materie prime del Polo Nord, dove fa freddo e si possono evitare incendi delle batterie.

Auto

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Auto

Cupra Born eBoost 231 CV: è lei l'elettrica più bella del reame VAG? Prova e video

Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!

Auto

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video