Da Nissan un'ambulanza elettrica per la città di Tokyo

23 Maggio 2020 5

Nissan da tempo è impegnata nello sviluppare soluzioni per la mobilità elettrica e ai suoi clienti offre la Leaf (Qui la nostra prova) che nel tempo è diventata un successo commerciale. Adesso, il marchio giapponese ha portato avanti un progetto realizzato con i Vigili del Fuoco di Tokyo che rientra nel piano "Zero Emission Tokyo" della città. Il costruttore ha realizzato un'ambulanza elettrica partendo dalla base del suo furgone Nissan NV400. Ovviamente, l'allestimento interno è assolutamente conforme alle rigide normative giapponesi.

Inoltre, l'ambulanza è dotata di una pratica barella elettrica che permette di agevolare le operazioni del personale medico. Dal punto di vista tecnico, Nissan ha inserito un motore elettrico in grado di erogare 55 kW e 220 Nm di coppia. Ad alimentarlo due batterie agli ioni di litio che offrono una capacità complessiva di 33 kWh. All'interno del veicolo è presente pure un accumulatore più piccolo da 8 kWh che consente un uso prolungato delle apparecchiature elettriche e dell’impianto di climatizzazione.


Aspetto molto interessante, la possibilità di poter trasformare l'ambulanza in una fonte di energia mobile in caso di blackout o calamità naturale. Questo significa che il veicolo è compatibile con la tecnologia V2G (Vehicle-to-grid). Grazie alla propulsione elettrica che permette di diminuire sensibilmente le vibrazioni all'interno dell'abitacolo, i pazienti possono godere di un maggiore comfort, mentre i soccorritori possono gestire più facilmente le delicate apparecchiature mediche presenti a bordo.

Questa ambulanza ad emissioni zero è entrata a far parte del parco veicoli dei Vigili del Fuoco di Tokyo. Ashwani Gupta, Representative Executive Officer e Chief Operation Officer Nissan, su questo progetto, ha dichiarato.

Nissan crede fermamente nella mobilità sostenibile e si impegna a dare il proprio contributo per un mondo a zero emissioni e zero incidenti fatali su strada. Questo progetto è un altro esempio dei nostri sforzi per garantire alle comunità locali un migliore accesso ai veicoli ecocompatibili.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Luca Lindholm

Ah, ecco da dove deriva l’orribile muso dell’ETR 700!

Dabliw

Non avere vibrazioni è molto utile in caso dell'analisi del DAE. Le vibrazioni sporcano la lettura della fibrillazione atriale.

Nino

Si poteva trovare una scusa migliore dai....

Pablo Escodalbar

"Grazie alla propulsione elettrica che permette di diminuire sensibilmente le vibrazioni all'interno dell'abitacolo, i pazienti possono godere di un maggiore comfort, mentre i soccorritori possono gestire più facilmente le delicate apparecchiature mediche presenti a bordo."
Pero' qualche scusa migliore si poteva trovare.

Aster

Ottimo

Tecnologia

Recensione Segway Ninebot Max G30: il miglior monopattino elettrico | Aggiornata

Speciale

Pronti a ripartire? Il punto sul presente e il futuro dei viaggi | Podcast

Elettriche

Le migliori biciclette elettriche pieghevoli da comprare | Maggio 2020

Xiaomi

I 5 migliori monopattini elettrici da comprare | Maggio 2020