Mercedes vuole smentire le leggende metropolitane sulle Plug-In, la nostra prova

31 Maggio 2022 125

Le auto ibride Plug-In viaggiano a due velocità nel mercato europeo: l'Italia sta iniziando ad apprezzarle solo di recente, pur in un contesto dove la spinta in termini di vendite è strettamente legata agli incentivi statali. Altri Paesi, Germania in testa, hanno invece mostrato un entusiasmo maggiore per queste motorizzazioni. 

MERCATO PLUG-IN: CHI LE AMA E CHI LE ODIA

Nel 2021 in Italia il segmento PHEV + REx (plug-in e ibride con Range Extender) cubava 69.000 unità vendute nel Bel Paese, un incremento di 10 volte rispetto al 2019. Nulla a che vedere, però, con la quota delle ibride: tra Full Hybrid e Mild Hybrid, gli italiani hanno acquistato 427.000 vetture elettrificate nel 2021.

Che l'italico popolo non sia ancora un divoratore delle plug-in, lo dimostra anche il confronto tra PHEV ed elettriche: sempre guardando ai dati del 2021, le auto puramente elettriche hanno fatto segnare 67.500 vendite, contro le 69.000 plug-in.

In Germania la situazione è leggermente diversa e il mercato auto è nel suo complesso più importante (2,62 milioni nel 2021 contro 1,47 milioni in Italia). In questo contesto, la quota delle Plug-In è stata del 12,4%: più di un'auto nuova venduta l'anno scorso era Plug-In, in totale 325.500 unità, poco meno delle 356.000 elettriche.

Guardando all'intera Unione Europea, invece, nel 2021 le PHEV hanno rappresentato l'8,9% di tutte le nuove auto vendute, contro il 9,1 delle elettriche e il 19,6% delle ibride: si nota che, in generale, rispetto al 2020 le elettrificate hanno raddoppiato la loro quota di mercato.

PLUG-IN: PER CHI è CONSIGLIATA?

Devo poter ricaricare per usare una Plug-In? La prima risposta a cui potremmo pensare è ovvia: sì. Chi ha la ricarica a casa in garage o al lavoro, è avvantaggiato nell'utilizzo di una Plug-In perché il suo percorso giornaliero (60-100 chilometri) può essere affrontato senza un goccio di benzina/diesel o con consumi irrisori, tra 1,5 e 3 litri ogni 100 chilometri. 

Stando ai test di Mercedes [che speriamo di poter verificare/smentire con una nostra prova indipendente], le Plug-In della stella, a batteria scarica, riescono ad avere consumi simili o migliori dell'equivalente termica, anche a batteria scarica. 

Il test di Mercedes ha messo a confronto GLE 350d 4MATIC e GLE 350 de 4MATIC. L'ibrida pesa 400 kg in più rispetto alla versione solo diesel e le due auto sono partite per un percorso collinare di 17 km, con l'ibrida che aveva solo il 5% di batteria. Il risultato è stato di 9,4 l/100 km per la diesel e 7,2 l/100 km per la plug-in "scarica". Durante il test la PHEV è arrivata all'1% di batteria, rigenerandosi poi al 5% durante le fasi di discesa.

Mercedes ha poi risposto ad una delle accuse che spesso vengono mosse contro le PHEV: non le carica nessuno, quindi viaggiano tutti a benzina/diesel con una "zavorra" nel pianale. Secondo i dati del produttore, invece, la flotta di PHEV in circolazione viene ricaricata spesso: i dati parlano di 1,3 ricariche al giorno... esclusi i manager con la scheda carburante e senza colonnine a disposizione.

Mercedes ha mostrato poi i dati di una A 250e Plug-in Hybrid in dotazione ad uno dei dipendeti che, su 721 km percorsi, ne ha fatti 509 in modalità elettrica con un consumo medio di carburante di 3,3 l/100 km. Chiaro che è come chiedere all'oste un parere sul vino della casa, ma dai nostri test precedenti la Classe A PHEV è davvero in grado di raggiungere dati del genere in un utilizzo prevalentemente urbano ed extra-urbano.
LE AUTO PLUG-IN CON MAGGIORE AUTONOMIA

Mercedes si vanta di avere nella gamma le auto ibride plug-in con maggiore autonomia. Non ha tutti i torti perché, partendo dall'alto, GLE 350 de ha una batteria che è più grande di quella delle elettriche di prima generazione: 31,2 kWh per 100 chilometri elettrici nel ciclo WLTP. Sono reali? Quasi, la nostra prova aveva verificato circa 80 km con una ricarica:

Uno dei grandi vantaggi delle ibride Plug-In di Mercedes, quasi un'esclusiva, è la ricarica. Perché le PHEV dei tedeschi caricano tutte almeno a 7,4 kW in corrente alternata (alcune anche trifase a 11 kW) e hanno le ricarica in corrente continua. Qualche esempio? GLA Plug-in supporta i 24 kW in DC, Classe C Plug-In arriva a 55 kW in DC (e di serie ha il trifase AC a 11 kW) e GLE plug-in supporta i 60 kW in corrente continua. 

Altra esclusiva del marchio: Mercedes è una delle pochissime che ha continuato a credere nel diesel, e quindi propone ibride plug-in diesel in gamma (GLC, Classe E, GLE) oltre alle ibride plug-in benzina (Classe A, Classe B, CLA e varianti, GLA, Classe C e varianti, GLC e varianti, Classe E e varianti, GLE e Classe S)

Rispetto al passato, le nuove plug-in Mercedes hanno perso una modalità (la Recharge) che consentiva di ricaricare la batteria forzando il motore termico. Oggi questa opzione è sparita perché il sistema è migliorato nell'efficienza e le PHEV dei tedeschi continuano a ricaricare la batteria in movimento, ma lo fanno solo quando questa operazione non impatta sui consumi, quindi durante le fasi di coasting o di rigenerazione in frenata/rallentamento. Restano invece le modalità

  • Battery Hold: mantiene il livello di carica della batteria per usarla successivamente
  • Electric: l'auto va ad emissioni locali zero fino a una velocità massima di 140/160 km/h a seconda del modello

L'occasione di un'ulteriore prova di tre modelli della gamma (GLA 250e, Classe C300e e GLE 350 de) ha consentito di fare un nuovo test. Al volante di una C 300e partiamo dalla concessionaria Venus di Milano per raggiungere la Galbusera Bianca in provincia di Lecco:


è un percorso da 40 chilometri per tratta che, in assenza di traffico, si fa in 40 minuti. A bordo della Classe C 300e ce ne abbiamo impiegati 20 in più a causa del traffico intenso e di vari camion/trattori, una situazione purtroppo comune in molte strade della zona. Arrivata a destinazione, la Classe C plug-in aveva consumato il poco  meno di metà batteria con una media di 23,5 kWh/100 km e senza un goccio di benzina. 

Classe C 300e è un'ibrida plug-in con motore 2.0 benzina 4 cilindri, potenza totale di 313 cv, batteria da 25,4 kWh ricaricabile in corrente alternata a 11 kW e in corrente continua a 55 kW. L'autonomia elettrica dichiarata è di 111 km in WLTP.

Con questi dati è stato possibile tornare alla base in elettrico e confermare un'autonomia reale di almeno 80 chilometri.


125

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
livio penta

O il mio concessionario era in vena di regalie oppure la tua affermazione non è corretta. Con rottamazione di un Diesel a Luglio 2021 Erano 4.500 euro lo stato, 4.500 euro il concessionario è in più ho preso anche 2.000 euro dalla regione. Poi mi è andata bene perchè ho preso un'auto in pronta consegna è mi hanno fatto ancora altro sconto

Cicileu Ieu

questo è.

CapRichard

La stessa intelligenza che fa investire 600 miliardi in rinnovabili per farli rimanere legati al gas russo e non farli inquinare meno rispetto a prima.

pisqua187

NO! il noleggio se sei una persona che non usa l'auto per lavoro non è un affare.
In primis se sfori i km paghi tot €/Km
-hai tutto compreso, assicurazione, manutenzioni ecc ma se ci pensi bene un auto nuova i primi 4 anni praticamente non la tocchi.
-quando la restituisci non ti resta niente in mano.. se invece la possiedi puoi ricavarne qualcosa per cambiarla e per fare altre cose se non hai piu bisogno dell'autovettura al contrario del noleggio che appena fai scadere il contratto sei a piedi e senza un soldo in tasca.

ACTARUS

Ma ci vuole molto a capire che non ci sono soldi nelle tasche degli italiani...e chi ne ha un pochettino se ne guarda bene di buttarli in queste pseudo auto straprezzate.

J0k3r_IT

certo, l'aggiustamento macroeconomico fatto da quel criminale di Monti è stata la DISTRUZIONE della domanda interna perché lui doveva ridurre il disavanzo commerciale, causato dall'euro perché diventa più conveniente comprare prodotti esteri piuttosto che produrli in patria. Il costo minore di quelli esteri è solo apparente. E' minore nel breve periodo ma via via che ti impoverisci come famiglia o paese diventeranno sempre maggiori.

L'obiettivo è trasformarci in colonia non per altro luridi zerbini del mainstream come Severgnini ci hanno più volte chiamato "regione ribelle" neanche nazione perché per distruggere un paese devi distruggere prima la sua economia.

J0k3r_IT

se il tuo maggior competitor che è la Germania ha grazie a una valuta per i fondamentali della sua economia svalutata (che le permette oltretutto di pompare l'export senza rivalutazione) come se i suoi prodotti avessero uno sconto del 20-25% è ovvio che crolli e ancora di più dalle conseguenze della deindustrializzazione.
Se hai voglia di approfondire le prove generali ci furono nel 1992 quando l'Italia uscì dallo SME "credibile", la svalutazione rese immediatamente convenienti le nostre merci e gettò nel panico i tedeschi. In un anno recuperammo i disastri delle politiche monetarie folli e zerbini dei 3 anni precedenti.

Supremo Desslock

Effettivamente non capisco perchè Mercedes sia l'unica rimasta a fare diesel plugin e di fascia alta pure. Per certi tipi di lavoro dove i chilometri sono tanti e in maggior parte extraurbani sarebbero l'ideale al momento. Discorso diverso quando le elettriche arriveranno ad avere un'autonomia reale sopra gli 800km. Le benzina non sono un'opzione, nemmeno plugin.

pollopopo

La plugin costosa permette di avere un auto elettrica che ha l'accesso ad alcune zone con restrizioni e un auto normale con zero sbattimenti se si vuole fare una gita fuori porta.

Le auto elettriche hanno un sacco di limiti, sia di percorenza che organizzativi (è angosciante il pensiero che se faccio una gita devo star a ragionare se ci arrivo e torno indietro, se devo caricar l'auto, se in quella zona c'è o meno la colonnina e di che tipo sperando non siano occupate, se ho figli in auto devo trovar il modo di intrattenerli ecc...........)una plugin seria prendi e vai, se finisce la corrente trovi la benza ovunque (anche in autostrada) e in 2 minuti puoi macinare centinaia di km anche a 200 senza sbattimenti del dove come e perché

La plugin è attualmente una buona via di mezzo... il full è buono per la citta e poco più, usarlo per tragitti non ordinari è scomodo.

Accapi

Concordo su tutto

Accapi

Se cambi ogni 3 anni conviene fare Noleggio a Lungo Termine

nickmot

Pubblicità enel energia stamani, 32 centesimi, prezzo bloccato per 2 anni.

nickmot

Però questo è vero per tutta la Eurozona, ma solo in Italia abbiamo avuto una contrazione dei salari.
Evidentemente, abbiamo sbagliato noi e non è la moneta in se il problema.

pisqua187

dipende di che auto parliamo. ho una tiguan 2.0 150 rline pagata 32K a gennaio 2019 e ora su 4ruote vale 28. se poi vuoi andare a vedere macchine tipo la delta o kia ti do pienamente ragione

Ciccillo73

Sempre un caffè al giorno è ;-)

GianluK

Il problema e' che non perde solo il 10/15%, ma dopo un anno gia' vale quasi metà.. :-(

GianluK

Se devo fare spesso viaggi lunghissimi (ma parliamo tipo di 1000Km..) io andrei di benzina/diesel/ibrida, visto che mi costerebbe infinitamente meno di una plugin.
Se invece i miei percorsi sono compatibili con un'elettrica (e penso che valga per il 90% delle persone) andrei direttamente di elettrica.

Sir Lipton Icetea

esatto

Sir Lipton Icetea

no vedi, ma se il Concessionario fa "all in" lascia.

Robby

ABBASSARE I PREZZI . qua aumenta tutto , ma no gli stipendi !

Robby

30 minuti di applausi! bravo

Lunariano

“Altri Paesi, Germania in testa, hanno invece mostrato un entusiasmo maggiore per queste motorizzazioni.” della serie loro sono più intelligenti non certo più ricchi

Rick Deckard®

Per 6000 anni

emoxxx

Ti seguo anch'io, cosa che pochi dicono è che smaltire un'auto ha un impatto devastante in termini di CO2 e inquinanti, tenersi la propria auto anche anziana rischia di essere più ecologico che cambiarla con la qualsiasi...! Però una cosa: io avevo la Uno 1.1 fire... la mia attuale CT200 consuma di meno, con la Uno non facevo i 21/22 km/l... ;-)

livio penta

La politica degli incentivi è folle, le tasse di tutti servono a pagare parte delle auto per pochi. Comunque con rottamazione della mia ex Euro 5 Diesel tra incentivi di stato, concessionario e quelli della regione era un totale di 11.000 Euro

Squak9000

mi hanno messo 6 posti per ricarica a 50 metri da casa… ma no, sempre meglio la benzina.

pollopopo

C'è anche chi vuole i vantaggi dell'elettrico (uso cittadino, incentivi) e dell'endotermico (0 sbatti su lunghi tragitti, consumi giusti in autostrada senza farsi prendere l'angoscia dei consumi se si viaggia a 150 ecc...)

Se vuoi una macchina che fa entrambe le cose le plugin mercedes sono ottime con compromessi minimi (più legati al peso e all'handling)

Ben

Se tagli i salari non si riducono potere d’acquisto e quindi consumi interni?

mi hanno proposto una nissan leaf. Che faccio, lascio?

Ciccillo73

Una caffè al giorno…

Tiwi

vendetele a prezzi umani e forse ci penseremo

Sagitt

una concessionaria della zona, ovviamente eventuali interessi e assicurazioni di finanziamento a parte. Pensa che prenderla ora ti danno meno e ti costa di più, la mia è una 2020 dove ancora offrivano qualcosa...

Sagitt

e bhe li è un'altro discorso però

Sagitt

una concessionaria della zona, ovviamente eventuali interessi e assicurazioni di finanziamento a parte. Pensa che prenderla ora ti danno meno e ti costa di più, la mia è una 2020 dove ancora offrivano qualcosa...

MatitaNera

Ricordo, così di passaggio, che quella gle ibrida parte da 88mila...

MatitaNera

E a un buon prezzo

MatitaNera

Mica tanto, actarus non è piccolo

virtual

Sottoscrivo quanto detto da tutti quelli qui sotto. Bisogna avere il garage con la presa, nel mio caso con la Golf eHybrid è sufficiente anche una normale presa italiana dato che succhia 8 A.

Il "pieno" sono circa 11,2 kWh quando segna 0 km e con clima attaccato fai 50 km in elettrico puro (senza clima anche una quindicina in più). In ibrido invece si comporta molto bene, ce l'ho da poco e non ho ancora consumato il primo pieno. Le statistiche dicono 1150 km e 15 kWh/100 km anche se poi, per tragitti brevi, direi che è più opportuno dichiarare i 18 kWh/100 km (oppure 20 kWh/100 km con piede pesante o clima attaccato).

Costi a parte - io ho rottamato quindi la differenza per me era inferiore ai 3.000 euro rispetto alla mild identica - la cosa secondo me TOP è il piacere di guida. Fare le manovre per entrare/uscire in elettrico, non avere lo start/stop agli incroci, l'alzare il piede e sentire l'auto che recupera energia rallentando (analogamente al mio vecchio diesel che guidavo "one-pedal"), pre-climatizzare l'abitacolo nelle giornate calde/fredde se serve... beh, per me valgono molto di più!

Certo, sarebbe stato meglio puntare direttamente all'elettrico, ma non me la sono sentita non abitando in un grosso centro dove le colonnine sono più numerose. E poi come ho scritto da altre parti l'ID.3 (controparte della Golf) non mi piace all'interno, in particolare il cruscotto troppo "giocattoloso" per i miei gusti.

accakappa

Si peccato che solo diesel tra qualche anno te le ritrovi sul gobbo. Nessuno ha detto che devi andare in giro a batteria scarica, ma se capita che non trovi da ricaricare non devi mettere mano al portafogli e rendere ricco il distributore.

accakappa

Il Glc 300 plug-in 2.0 diesel ha 320cv pesa sulle 2 tonnellate ed è un suv considerato di segmento medio infatti è lungo 465 cm.
Il Rav4 ha 305 cavalli pesa circa 1950 kg ed è considerato un suv di segmento medio perchè lungo 460 cm. Le altre tutte segmento medio che vanno dai 440 ai 455 cm.
Quello cui ti riferisci tu è il Glc 350 eq power, peccato però che parte da 90 mila euro, mentre il 300 Glc eq power da 80. Le altre non superano i 55.

ermete74

Grazie.

Tony Musone

Su un documento della Mercedes svizzera, parlavano di 6 anni/100 mila km per le batterie delle PHEV, avevo cercato anche la versione italiana senza successo, ma credo (e spero) siano uguali.

Francesco Giachini

gli incentivi 2021 su una plugin senza rottamazione erano di 3500€ senza rottamazione e di 6500€ con rottamazione. Considerando il discorso sullo sconto, gli incentivi peraltro insufficienti ed esauriti in pochi mesi, possono ridurre il punto di pareggio ma non lo azzerano. C'è poi da dire che la politica degli incenditivi e dei bonus che tanto va di moda in questo paese è assolutamente folle e non sostenibile.

Tony Musone

In che senso "non si misura in kWh (non kW/h, ndr) sulla distanza" ma la potenza?

NB
Il consumo che emerge dalla prova "23,5 kWh/100 km" in un percorso misto, è il consumo che una BEV ha in autostrada a 130 km/h, alcune anche meno, tipo la Model Y che in una prova di Insideevs ha registrato un consumo medio di 17,4 KWh.

ermete74

Sapete per quanto tempo è garantita la batteria di una plug-in ?

livio penta

solo due appunti, Perchè auto molto vecchie? la mia era un diesel Euro 5
Due esattamente il contrario di quello che scrivi, chi acqusta auto usate è perchè non ha i soldi per il nuovo e investe meno, mentre chi acquista il nuovo e lo rivende dopo un periodo breve, visto che il delta tra nuovo ed usato è relativamente inferiore all'acquisto dell'usato la cambia più spesso

ACTARUS

Beh il gioco è bello quando dura poco...

RavishedBoy

Forse per i primi 20/30 km e se hai la corporatura di un fantino.
Dopo cominceresti a maledirla per la scomodità estrema.

Francesco Giachini

Gli incentivi che fanno la differenza sono sempre stati legati alla rottamazione di auto molte vecchie, ma la maggioranza delle persone che va sul nuovo e non sull'usato, non tiene l'auto per una decina di anni. Inoltre le politiche scontistiche delle case hanno fatto sì che gli sconti fossero maggiori sui modelli non incentivati mangiandosi parte dell'incentivo statale. Certamente ci può essere una piccola quote di persone a cui può convenire, ma è comunque una piccolissima quota, per la stragrande maggioranza delle persone vale quello che ho scritto.

Auto

Peugeot E-3008 ufficiale, il SUV elettrico da 700km di autonomia arriva a febbraio 2024

Auto

Volkswagen Passat, nuova con ibrido Plug-in da 100 km, ma anche diesel | Video

Curiosità

Milano è la città italiana che ha incassato più multe nel 2022: 151 milioni di euro

Auto

Materie prime: il Governo vuole riaprire le miniere per ridurre la dipendenza dalla Cina