Honda, in sviluppo una nuova piattaforma per auto elettriche

24 Aprile 2021 8

Ieri, Honda ha comunicato alcuni importanti obiettivi per i prossimi anni. Il nuovo CEO Toshihiro Mibe, nel corso della sua prima conferenza stampa, ha sostanzialmente definito il percorso che porterà il marchio giapponese a commercializzare entro il 2040 solamente auto 100% elettriche e Fuel Cell. Un obiettivo ambizioso che richiederà, come evidenziato, un grande impegno. Dalla conferenza stampa sono emersi interessanti dettagli anche su alcune scelte tecniche per il futuro.

NUOVA PIATTAFORMA PER LE ELETTRICHE

Parlando dei progetti per il mercato americano, Honda ha evidenziato che sta lavorando ad una nuova piattaforma chiamata e: Architecture pensata, ovviamente, per le auto elettriche. Il debutto dovrebbe avvenire nel 2025. Si tratta di un'informazione interessante in quanto il costruttore giapponese, in America, ha stretto un accordo con General Motors per la realizzazione di due autovetture che utilizzeranno la piattaforma Ultium.

Una scelta fatta anche per ridurre i costi di sviluppo di questi veicoli. L'intenzione di voler sviluppare una nuova piattaforma significa che Honda non vuole continuare a dipendere dai suoi partner in futuro. Piattaforma che non sarà utilizzata solo per veicoli destinati al mercato americano. Infatti, il marchio ha sottolineato che i modelli realizzati partendo da questa base arriveranno in un secondo momento anche in altri mercati del mondo.

Purtroppo, dettagli sulle caratteristiche di questa piattaforma non sono stati divulgati. Ma da quel poco che è stato detto, appare chiaro che sarà molto importante per i futuri piani di elettrificazione del marchio giapponese. Del resto, entro il 2030 Honda punta a fare in modo che le elettriche e le Fuel Cell rappresentino già il 40% del totale delle sue vendite. Sarà quindi interessante nel tempo scoprire i dettagli di questa piattaforma.

Come accennato ieri, non ci sono informazioni sui progetti del marchio per il mercato europeo. Questo non deve stupire, visto che la presenza di Honda nel Vecchio Continente è molto limitata. Il costruttore possiede uno stabilimento nel Regno Unito che, però, è destinato alla chiusura. I mercati di riferimento sono quello americano, quello cinese e quello giapponese.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Phoneshock a 699 euro oppure da ePrice a 749 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
multi.vac

Altre auto Honda avevano un design decisamente migliore. E al momento il Giappone (a quanto ho capito da alcune dichiarazioni del boss della Toyota) ha qualche problema infrastrutturare nel passare all'auto elettrica, mentre noi in Europa e negli USA siamo un po' più avanti. Fare un'auto elettrica a (dis)gusto orientale mi sembra alquanto stupido.

sgarbateLLo

Nel Daihatsu Cuore

Alessandro Mian

Secondo me non sono indietro, ma semplicemente sono orientate ad un altro tipo di mercato, che non è quello europeo.

Vae Victis

I pianali per le fuel cell sono identici a quelli per le auto a combustione, quindi non c'è da progettare nulla di specifico.

Ginomoscerino

i loro mercati principali sono USA e Asia dove hanno gusti diversi a noi europei e piacciono le auto fatte in quel modo

Daniel
Stefano Paoli

dubito che questa frase si priva di non senso

Abel
Auto

Kia XCeed Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi, risparmio e costi

Auto

Hyundai IONIQ 5: quanto costa e quando arriva in Italia | Video anteprima

Suv

Opel Grandland X Hybrid4, in pista da cross con un SUV Plug-in 4WD | Video

Auto

Volkswagen ID.4: consumi reali, autonomia, prezzo e prova su strada | Video