Stellantis, piattaforma unica per le vendite online di tutti i suoi marchi in Italia

20 Settembre 2021 14

Con la pandemia, le case automobilistiche hanno modificato il modo di rapportarsi con i clienti, puntando sempre di più sui servizi digitali. Questa trasformazione digitale sta continuando e, adesso, il Gruppo Stellantis ha lanciato in Italia una piattaforma completamente digitale comune per i suoi marchi che "integra il meglio dell’esperienza virtuale e di quella tradizionale". Il nostro Paese, dunque, sarà il primo ad offrire attraverso l’e-commerce i modelli dei marchi Abarth, Alfa Romeo, Citroen, DS Automobiles, Fiat, Jeep, Lancia, Opel e Peugeot.

La scelta dell'Italia non è un caso. Il Gruppo sottolinea che secondo un'indagine Google commissionata da Stellantis Italia, una persona su quattro si dichiara già oggi pronta all’acquisto di un’auto nuova online, con una crescita di 4 punti percentuali rispetto al periodo pre-Covid. Numeri che trovano riscontro nelle oltre 6.000 iscrizioni alle piattaforme di e-commerce di Stellantis, con oltre 2.500 clienti che hanno acquistato una nuova vettura del Gruppo.

LA NUOVA STRATEGIA

L'80% degli acquisti ha interessato un modello con tecnologia 100% elettrica, Plug-in o Mild Hybrid. L’e-commerce di Stellantis vuole offrire un’esperienza diversa seppur coerente con il processo di acquisto tradizionale. Una strategia che entra in una nuova fase con il lancio di una piattaforma di commercio elettronico per i clienti per configurare e acquistare un veicolo “su misura” dai siti web dei marchi in Italia.

Il Gruppo sottolinea che gli ordini effettuati online sono senza vincoli, con recesso gratuito e restituzione immediata della caparra, e possibilità di reso entro i 14 giorni dalla consegna. Inoltre, i clienti potranno approfittare di prezzi specifici e di promozioni dedicate. Per esempio, sulla Jeep Compass è previsto in omaggio un buono dal valore di 500 euro da poter utilizzare in prodotti e servizi Mopar. Santo Ficili, Country Manager di Stellantis in Italia, ha dichiarato:

L’aspetto vincente di questa nuova forma di commercio elettronico è l’integrazione tra gli aspetti virtuali, online, e quelli tradizionali: il dealer mantiene la propria centralità e resta attore protagonista del processo d’acquisto. Acquisisce però un ulteriore punto di contatto con i clienti in modo da intercettare e soddisfare le nuove esigenze di acquisto. La digitalizzazione rappresenta un passo fondamentale per soddisfare pienamente le necessità dei nostri clienti e migliorarne l’esperienza con i nostri brand e i nostri dealer, che restano comunque il perno della strategia operativa.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Simone

confermo stupefacenti di pessima qualità

androidev

No ora sono molto più brutte

Simone

sì infatti sono uguali esteticamente a quelle di trent'anni fa.
Voi vi drogate e male.

androidev

Ma perche in Fiat non usano sto logo invece di quello antiquato e brutto che usano sulle macchine ma soprattutto….perché non fanno auto un tantinello più belle esteticamente che sembra di comprare auto di trenta anni fa.

Alessandro

Le vendite online avrebbero senso se dovessero portare un risparmio rispetto al concessionario, dove nel prezzo di paga la commissione al concessionario e al venditore stesso.

Invece ci troviamo a comprarle online a prezzo pieno, mentre in concessionario il venditore ti fa uno sconto.

Insomma un fallimento annunciato

GianTT

Non possono far prezzi troppo bassi, ucciderebbero i concessionari locali che non sono solo rivenditori, ma anche i primi sponsor sul territorio e la prima rete di assistenza.

Kinto

Immagino proprio di sì, almeno agli inizi (supposizione dettate da pensieri personali e non dettati da informazioni precise, perchè non è il mio campo) e di mio farei ancora così.
Soprattutto per non inimicarsi troppo i rivenditori, quello che indichi sarà il trend del breve periodo.
Poi col tempo si vedrà anche come si orienteranno le vendite che saranno veicolate anche all'Assistenza dell'e-commerce (Amazon style)

Mr. G - No OIS no party

Correzione, l'avevo trovata all'epoca a 32000 anche nuova da targare e immatricolare.
Così ti fanno il 15% di sconto che è oggettivamente poco per una macchina del genere da ordinare con logistica molto snella per loro.

Proprio la meccanica che hai descritto è giusta e ha molta variabilità, molto spesso le concessionarie calano le braghe per rientrare nei loro target, lo vedo poco compatibile con una piattaforma online con prezzi uguali per tutta Italia.

Sussisterà sempre il fatto che sarà conveniente passare comunque in concessionario per vedere se può scendere oltre quel prezzo.

Kinto

Il discorso è giusto, ma occorre anche considerare le mele con mele. Le auto vendute online immagino siano nuove e non immatricolate, le km0 invece sono già immatricolate e quindi legalmente di "seconda mano" sebbene tecnicamente nuove.

Molto cambia anche a fine anno, da concessionaria a concessionaria, quando fanno ancora più sconti per rientrare nel fatturato previsto (online sarà politicamente uguale?)

Mr. G - No OIS no party

Bisogna vedere quante ne venderanno, sul sito Alfa per la Giulia si parte da 47000 scontati a 40100 per una Business base, la stessa configurazione a km0 la trovi a 30-32000€ massimo, comprare online dovrebbe dare convenienza visto che per loro il processo diventa più snello.

Davide

Non lo so. È risaputo che nel settore automotive i prezzi di listino sono gonfiati rispetto al finale. Magari si avrà concorrenza fra concessionari e sito ufficiale.

Alex

Just amazing

Rendiamociconto

per tutti i marchi ma sconto variabile in base al marchio

David Fly

bisogna vedere se i dipendenti hanno lo sconto per singolo marchio o per tutti i marchi :D per l'acquisto della nuova auto :D

Elettriche

Monopattini elettrici, in arrivo nuove regole: indicatori di svolta obbligatori

Auto

I pericoli che non ti aspetti in tema di sicurezza, hacking e ricarica auto elettriche

Economia e mercato

Crisi dei chip e ritardi consegne auto nuove in Italia | Risultati sondaggio

Auto

Gomme invernali, quando si cambiano. Regole e sanzioni