MotoGP, Francesco Bagnaia campione del mondo con la Ducati

07 Novembre 2022 72

Francesco Bagnaia e la sua Ducati Desmosedici GP22 hanno scritto un'importante pagina della storia della MotoGP. A Valencia, nell'ultima tappa del Motomondiale 2022, con il nono posto, il pilota italiano si è aggiudicato il Mondiale piloti. Si è trattata della prima volta nella storia della MotoGP che pilota e moto della stessa nazione conquistano il titolo Mondiale. L’ultimo a riuscirci nella top class fu Giacomo Agostini 50 anni fa, nel 1972, quando vinse il titolo nella categoria 500cc con la MV Agusta.

Inoltre, per la casa di Borgo Panigale, è arrivata una tripletta mondiale: Titolo Costruttori, il Titolo Squadre per il Ducati Lenovo Team e il Titolo Piloti in MotoGP.

Dopo essersi ritrovato sesto in classifica al termine del GP della Germania, Bagnaia è riuscito a colmare un distacco di 91 lunghezze su Fabio Quartararo nell’arco di 8 Gran Premi, e si è portato in testa al Campionato con 14 punti di vantaggio sul pilota francese nel GP d’Australia, a Phillip Island, a due gare dal termine della stagione.

ALTISSIMA TENSIONE

L'ultimo GP della stagione è stato vinto da Alex Rins sulla Suzuki davanti a Brad Binder e Jorge Martin. Per Rins si è trattato di un successo simbolico visto che questo GP è pure l'ultimo della Suzuki visto che alla fine della stagione si ritirerà dalla MotoGP.

Per Bagnaia la gara è stata ad altissima tensione. I 23 punti di vantaggio su Quartararo lo davano come grande favorito ma nelle gare tutto è possibile, soprattutto pensando che il pilota francese della Yamaha non aveva certamente tirato in remi in barca. Il pilota italiano è stato molto bravo a gestire la tensione e a condurre una gara di controllo, nonostante qualche rischio nei primi giri. Del resto, bastava un 14esimo posto mentre Quartararo doveva puntare al primo posto per sperare di avere una possibilità di vittoria finale. Alla fine, il francese, ha chiuso in quarta posizione. Tuttavia, gli va dato il merito di averci provato fino alla fine.

Per la Ducati si tratta del secondo titolo mondiale piloti. Il primo era stato vinto da Stoner nel lontano 2007. Ci sono voluti 15 anni di attesa per la casa di Borgo Panigale ma finalmente è arrivata la seconda affermazione. Inoltre, questa vittoria di Bagnaia arriva dopo 13 anni dall'ultimo mondiale piloti di Valentino Rossi.

Mondiale 2022 che ha visto pure protagonisti Enea Bastianini e l'Aprilia. Il pilota italiano ha chiuso alla fine terzo in classifica. Il costruttore italiano, invece, è tornato tra i protagonisti e solo alla fine ha perso il secondo posto nella classifica costruttori ad appannaggio della Yamaha a causa di un finale di stagione un po' opaco. Aleix Espargaro per lungo tempo ha sognato addirittura di riuscire a vincere il mondiale piloti. Alla fine, il pilota spagnolo ha dovuto accontentarsi della quarta posizione.

Il GP a Valencia non era solo l'ultima gara della Suzuki ma pure della Clinica Mobile che nel corso del tempo ha salvato la vita a molti piloti. Al termine del GP, Bagnaia ha così commentato la vittoria del mondiale:

Dobbiamo essere veramente contenti e orgogliosi del lavoro incredibile che abbiamo fatto. Dopo la Germania ci siamo ritrovati a 91 punti dalla vetta, ma abbiamo trovato la giusta motivazione per rimontare e vincere il titolo a Valencia. Insieme abbiamo dimostrato di essere veramente forti e saper gestire anche le situazioni complicate. Anche la gara di oggi è stata veramente difficile perché dopo il contatto con Fabio ho perso un’aletta della mia moto e da lì in poi ho faticato molto, ma sono veramente orgoglioso e felice del risultato. Voglio fare i complimenti anche a Fabio, che è stato un avversario incredibile durante tutta la stagione. Vincere arrivando davanti a un pilota che si rispetta, come io rispetto Fabio, dà ancora più valore a questo titolo.


72

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aristarco

Ah beh scusa eh, hai ragione tu, il collaudatore ufficiale ducati motogp, pluricampione del civ, è una p1pp4

Mefistofele

Per te ne capisci poco magari si

Aristarco

Ho mai detto che sia veramente un campione? Ma tu hai seri problemi con l'italiano, sono tutti veri piloti, che vivono della propria professione e per questo sono titolati a fare i commentatori tv

Mefistofele

Ok

Aristarco

Al di là del fatto che ho quasi quarant'anni e segui da almeno 30 il motociclismo e vado sulle due ruote da 14 ufficialmente, continui a scrivere m1nch14t3, a parte che nel civ corrono da sempre grandi nomi, come ad esempio Pirro, negli anni passati, come ad esempio quando ci correva sanchini, in molti passavano dal civ ai vari mondiali, detto questo, sanchini fa il commentatore, e per questo non serve essere campioni del mondo, ma come lui essere stati piloti professionisti, dire che lui non lo è mai stato, è un emerita c4zzat4, per il discorso punti, tu hai detto che bagnaia ha vinto con il punteggio più basso da quando ci sono 25 punti al vincitore, cosa che è sbagliata, tra l'altro ci sono campioni del mondo come mir o hayden (parlando della massima serie), che hanno vinto con molte meno vittorie, per non parlare di gente come alzamora che ha vinto senza singole vittorie, questo per dire, che il fatto di aver fatto meno punti di quando ad esempio l'ha vinto marquez, non toglie assolutamente nulla a ciò che ha fatto bagnaia, che ha vinto 7 gp e 4 di seguito, come un certo stoner, dire che non è un campione e ha vinto con gli ordini di squadra, significa che quest'anno il campionato lo hai guardato sul telefonino mentre sulla TV ti guardavi le partite del milan

Mefistofele
Lupo1

Credo checLa crisi audience non la fanno i commentatori, mai cammino del mondiale se gli italiani vincono il mondiale è segiuto a prescindere dal cronista, cioè il modiali moto gp lho seguito, per me e per tanti altri poteva fare la telecronaca pure paperino

Aristarco

Ma di che parli? Ha vinto l'sbk in italia

Aristarco

Ripeto, hai scritto un'inesattezza che oltre ad essere tale anche se fosse vera non toglierebbe nulla a bagnaia

Aristarco

Ma di che parli? Ha vinto l'sbk in italia

Mefistofele
Mefistofele
Aristarco

Dopo "sanchini ha corso 20 minuti in vita sua" puoi tornare a guardare sky calcio che è meglio

Aristarco

E allora non dire inesattezze come il punteggio più basso da quando ci sono 25 punti, nel 2006 hayden vinse il mondiale con meno vittorie di bagnaia, con i se e i ma possiamo stare qui a discutere all'infinito, questo non toglie nulla a ciò che ha fatto bagnaia è la ducati, i sette "nani" come lo chiami tu, sono zarco "pluricampione moto2", Martin (indubbiamente pieno di talento), bezzecchi, miglior rookie, marini (in crescita costante, bastianini (4 vittorie al secondo anno in motogp), l'unico che si è visto poco è di Giannantonio che comunque ha fatti pole al Mugello, da quello che scrivi mi sembri il solito tifoso di calcio prestato alle moto

Mefistofele

Pensi di fare sarcasmo invece in un certo senso hai indovinato. Beltramo e Meda sono passati da Mediaset a sky successivamente alla crisi di audience del motomondiale nel 2014 solo ed esclusivamente perché legati mediaticamente a VR.

Lupo1

Beh una cosa è sicura, lo spettacolo non mancherà...

Lupo1

Non devi dirle a me ste cose sai cosa fare, probabilmente quelli di sky non capiscono caz zo a metterci meda...

Mefistofele

Peccato che nel 2006 le gare fossero 17 mentre quest'anno 20.
Comunque, lo ha detto o non lo ha detto, lo ha fatto o non lo ha fatto, sarebbe bastato, non dico la seconda parte della stagione come la prima, ma magari un podio in più di quartararo, tanto sarebbe bastato per vanificare questa impresa eccezionale di bagnaia con i con i sette nani al seguito

Mefistofele

In Thailandia è stato gigi dall'igna, e lo ha pure ringraziato, a dire a zarcò di non sorpassare bagnaia. Tardozzi a motegi andò dai gresini a raccomandare di lasciare avanti bagnaia, infatti dopo aragon ne bastianini ne bezzecchi hanno più più provato neanche a superare bagnaia.
Certamente infine Il titolo l'ha perso quartararo che con quel cessó di moto ha fatto solo 2 podi nelle ultime 10 gare ma sta di fatto che Bagnaia ha vinto il titolo con il punteggio finale
- più basso mai realizzato da quando esistono i 25 punti -
Neanche il mondiale di mor è stato tanto patetico, avrei voluto vedere se ducati non fosse stata la marca dominante con 8 motori in pista come sarebbe andata a finire

Mefistofele

Guarda, se il commento lo fa sanchini che ha corso 20 minuti in vita sua e non ha mai vinto neanche un gratta e vinci da 5 euro può commentare chiunque. Certo capirossi che era molto più competente fu sostituito quando cominciò a diventare "troppo obiettivo".

Ocram

Un sogno purtroppo, si ostinano con vinales

allora posso ridere più forte AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Superdio

lo sapremo solo il prossimo anno, ma diciamo che scommetterei su un numero di podi impressionante, tanto a giocarseli sono sempre i soliti 4 o 5 (Bastianini, Bagnaia, Quartararo, Marquez, e qualche outsider tipo Bezzecchi o Espargaro) :)

Aristarco

Qui l'unico beota sei tu mi sa, nessuno vuole togliere nulla a mm, ma si guarda solo la realtà dei fatti, i distacchi sono diminuiti perché il livello è salito, e questo è indubbio, basta guardare i tempi, ovvio che abbia ancora qualche giro veloce da qualche parte, ma ovviamente su 20 circuiti ciò che tu citi è una minoranza e con il tempo saranno sempre meno, continuerà come a fatto anche rossi a vincere qualcosina qui e là , ma un mondiale sarà veramente dura, per il discorso bagnaia, dire che non è forte, vuol dire proprio non capirci nulla di moto, 8 ducati e guarda caso lui ha vinto il mondiale, sette successi, di cui 4 consecutivi come fece stoner, ha sbagliato molto, e non fosse caduto così spesso, il mondiale l'avrebbe chiuso a settembre

Sven Goran E.

Caro Paolo Giulio, non vedo quale sia il problema. Il mondo intero si muove su una commistione di capitali e tecnologia condivisi da diverse regioni del mondo. La stessa silicon valley si regge su questo (capitali e proprieta' spesso overseas, talenti in gran parte di altre nazioni, etc). Ma non e' che quando pensiamo ai successi di Riot Games (per fare un esempio) facciamo i complimenti ai cinesi di Tencent.

In questo caso siamo qui semplicemente a sottolineare come ad ottenere il beneficio d'immagine sia l'Italia. Cosi' come ad ottenere il beneficio d'immagine di Riot Games sono gli americani.

Lupo1
Lupo1

Ma non credo che ritorni il Marquez dei tempi d'oro

Lupo1

50 anni sono tanti! Bravo pecco

pinoc

FINALMENTE!
Un italiano su moto italiana.
Grandissimi.

Mefistofele

Sono le stesse scemenze che dice quel beota di guido meda che di motociclismo non capisce una mazza, che sussulta manovre o errori strabilianti per poi essere immediatamente smentito dai cambi di prospettiva.
Quando le differenze sui tempi tra un pilota e l'altro si rastremano non vuol dire che sono tutti forti ma mezze seghe e che mancano dei leader più forti degli altri. Bagnaia è campione del mondo, è forte? No, perché con più o meno la stessa moto lo hanno graziato in tre negli ultimi gran premi per ordine di tardozzi, altrimenti a quest'ora erano tutti a piangere l'ennesima sconfitta.
Per quanto riguarda MM, Australia giro veloce , Thailandia giro veloce, Giappone pole pos, Inghilterra giro veloce, Germania giro veloce, Americhe giro veloce, Argentina record assoluto.
Senza considerare che dove ultimamente è stato battuto, il secondo tempo era suo OVUNQUE, niente male per uno NON che corre da quasi tre anni ormai.

T. P.

vero, davvero bravissimi!

Aristarco

Gli anni passati sono gli anni passati, la motogp ora è diversa, sabato in 3 decimi c'erano 10 piloti in classifica, la maggior parte dei record sul giro non sono di mm, negli ultimi 3 anni li hanno sbriciolati quasi tutti, tra l'altro lui non è mai stato da giro secco in gara

Aristarco

Mai detto il contrario, ma è inevitabile che dopo i 30 ci sia un calo, in una motogp a così alto tasso agonistico dove un decimo vuol dire vincere o arrivare quinto, purtroppo le operazioni si sentono e lui ne è la prova, da marziano è diventato umano

Mefistofele

No no. Poi va a giocare con il dinosaurino che ti lancia lo skifiltor

Paolo Giulio

Mi fa morire che, quando fallivano con management italico o non vincevano una cippa sempre con ingegneri italici o non vendevano, tutti zitti... ora che si è al top, OLE', sul carro del vincitore con il tricolore in mano...

E cribbio: un minimo di coerenza e rendiamo merito a chi ci ha messo soldi, uomini e tecnologia.

NULL
Paolo Giulio

Va bene... continuate a parlare di cose che non conoscete... ok, sciocco io a replicare. Bene così. Viva l'itaglia, viva duKati !!! JAAAA

Marco

Certo che muore

AllBlack

Pecco e la Ducati sono stati incredibili, è complicato rialzarsi e cercare sempre di risalire dopo tutte le complicazioni e le cadute di inizio stagione, però entrambi hanno fatto il massimo e sono stati premiati. Eccezionali!

derapage

molti dei progettisti e tecnici che ci sono oggi erano già in Ducati quando c'era Stoner se non da prima che Ducati entrasse in motogp... E niente hanno a che vedere con buoni o pessimi risultati economici dell'azienda, non confondiamo le pere con le mele.

Poi parli di travaso di tecnologie quando a livello telaistico e motoristico il gruppo VAG non aveva niente da offrire mentre l'elettronica è unica per tutti.

Paolo Giulio

Progettisti e ingegneri scelti dai tedeschi... ci siamo già dimenticati del "geniale" Preziosi? Di Albesiano?
Dal 2013 c'è Dall'Igna... dopo 10 anni, finalmente si vedono i frutti dei SOLDI TEDESCHI investiti e della pazienza avuta con lui (e meno con altri).

Ripeto: facile oggi fare i proclami e festeggiare... dov'eravate quando Ducati, coi geniali lavoratori sempre italiani, FALLIVA? Misteroooo

Paolo Giulio

Certo. Facile fare gli "italiani" quando comoda... quando Ducati stava fallendo, dove eravate? Rispondo io: a criticare (anche giustamente) il management e a dire che bene che la patata bollente se la fossero presa i tedeschi...

Ora tutti col tricolore sul balcone... atteggiamento, nel complesso, disgustoso.

Si celebri la Ducati, ma si ricordi che, se esiste ancora, è perché è tedesca al 100% del suo capitale (nonché già in vendita da un po'... ma questo è un altro discorso ancora)

Riku

Ma che ce ne fott, tanto ci sta il calcio

NULL
FRENCY31

CHAMPION ! ! !

NULL

Bravo!

FRENCY31

vorrei vedere Quartararo sull'Aprilia

DarkVenu

si ma non capisci che se alcuni non fanno il commento esterofilo del giorno non son contenti.
Potrebbero pure dirti che se il miliardo alla Ducati fosse arrivato da un altro paese sarebbe andata diversamente...

MatitaNera

Ma quello non fa una brutta fine?

MatitaNera

Picchio!

Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!

Auto

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Auto

Auto Plug-in: come funziona la tecnologia PHEV e cosa significa ibrida ricaricabile

Auto

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025