Mercato auto Italia, a ottobre nuovo crollo delle immatricolazioni: -35,7% sul 2020

02 Novembre 2021 111

Il mese di ottobre 2021 si chiude in maniera estremamente negativa per il mercato auto Italia. Secondo i dati comunicati da UNRAE, sono state immatricolate 101.015 vetture con una pesantissimo calo del 35,7% rispetto allo stesso periodo del 2020 (più o meno stesso calo sul 2019). Questo risultato porta ad una perdita complessiva di quasi 360.000 vetture nei primi 10 mesi dell'anno rispetto al 2019, cioè prima dello scoppio della pandemia.

Da gennaio a ottobre sono stati immatricolati 1.266.629 veicoli. Questo significa che nel 2021 c'è stata una flessione del 22% rispetto al 2019. A contribuire a questo risultato ampiamente negativo, il problema della crisi dei chip. Secondo UNRAE, tale problematica non fa intravedere possibili miglioramenti a breve. Proprio per questo, l'associazione stima che l'intero 2021 si chiuderà con un volume complessivo non superiore a 1.500.000 unità, pari a 417.000 auto in meno del 2019, un calo del 21,7%.

Sempre secondo le stime di UNRAE, se non ci saranno interventi da parte del Governo, il 2022 chiuderà di poco al di sopra del 2021, con circa 1.600.000 immatricolazioni. Ecco perché l'associazione continua a chiedere una misura strutturale a supporto del settore automotive.

In questa situazione suscita forte sconcerto l’assenza nella bozza di Legge di Bilancio di qualsiasi misura per l’automotive, nonostante alcuni Ministri e Viceministri abbiano assicurato un imminente piano triennale di sostegni. Noi continuiamo a contare sulla manovra finanziaria come strumento idoneo per un intervento strategico di medio periodo secondo le tre direttrici indicate da UNRAE: rifinanziamento dell’Ecobonus; revisione della fiscalità, in particolare per la categoria delle auto aziendali; un piano per lo sviluppo capillare ed omogeneo sul territorio delle infrastrutture di ricarica, con stazioni ad alta potenza nelle autostrade.

GLI INCENTIVI SERVONO

UNRAE sottolinea che gli incentivi per spingere sulla diffusione delle auto a basse emissioni hanno dimostrato la loro efficacia, nonostante il problema della fornitura dei semiconduttori. Ad ottobre, le elettriche possono contare su di una quota del 7%, le Plug-in, invece, del 5%. Complessivamente, dunque, dispongono di una quota di mercato del 12%, leggermente inferiore al 13,2% di settembre. Bene le ibride HEV con una quota del 35,2% rispetto al 31,3% di settembre.

I provvedimenti estemporanei varati a più riprese dal Governo, secondo una logica tipicamente emergenziale e con fondi sempre largamente insufficienti, secondo l'associazione non riescono ad incidere con efficacia sulla ripresa del mercato. Ecco perché, come accennato in precedenza, viene chiesta una misura strutturale.


Tornando ai dati del mercato auto di settembre 2021, dal punto di vista degli utilizzatori, i privati dispongono di una quota del 66% anche se perdono oltre 1/3 dei volumi rispetto allo scorso anno. Le autoimmatricolazioni perdono circa la metà dell’immatricolato e si fermano all’8,7%. Cresce, invece, la quota del noleggio a lungo termine che arriva al 17,8% nel mese. Pesante flessione, invece, per il noleggio a breve termine che può contare su di una quota dell'1,4%. Le società crescono al 6,1% di mercato.

Sul fronte delle alimentazioni, abbiamo già detto dei modelli elettrificati. Benzina e diesel proseguo il loro percorso discendente, rispettivamente al 25,8% e 18% di quota, il GPL si porta al 7,7% nel mese e scende su livelli di minimo il metano all’1,4%. Parlando dei gruppi automobilistici, non c'è molto da dire visto che i numeri sono per lo più estremamente negativi.

Stellantis, per esempio, chiude ottobre 2021 con una flessione del 41,68%. Il Gruppo Volkswagen, invece, termina il mese con un crollo del 44,29%. Il Gruppo Renault fa segnare un calo del 25,69%. Tra i pochi segni positivi, quelli di Hyundai, DR Motor e Tesla.

[Fonte dati: UNRAE]

Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, in offerta oggi da Tecnosell a 330 euro oppure da Amazon a 415 euro.

111

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Davide

Prezzi troppo alti

Raziel_86

Se finalmente fallisse, si potrebbe ricostruire in modo più decoroso.
Sono 20 anni che alzano i prezzi delle auto senza cognizione, gli stipendi invece sono fermi da 20 anni. Cosa pretendono? Le persone con stipendi normali sono passate alla categoria inferiore e-o stanno tirando il più possibile perchè un'auto costa una follia.
Segmento B si parla comodamente di 20.000€, ma il rapporto tra costo auto e stipendio è andato a farsi benedire.
Hanno spinto a morte per i "3 anni poi puoi restituirla, cambiarla, rifinanziarla, renderla", alimentando a dismisura il mercato dell'usato con auto seminuove, ora cosa pretendono?
Non conviene quasi a nessuno questa formula di pagare a vita, mentre l'acquisto è improponibile dal costo.
Per me, possono chiudere domani. Nessuno escluso. Io cerco un'auto d'epoca, una vecchia ammiraglia a benzina, la "gaso", la faccio ASI e ciaone.

Andrearocca

penso perchè i chip per automotive sel li accaparrano i cinesi per sfornano macchine a tutto spiano per il loro mercato interno

Signor Rossi
Sepp0

Non si può andare al di la del discorso prezzo, perchè è IL motivo per cui il mercato ristagna.

Se la Golf costasse 10 mila euro o lo stipendio medio italiano fosse 3 mila euro, stai sicuro che di macchine ne venderebbero eccome.

Sepp0

E se non voglio comprare su AutoScout?

Sepp0

Se TSMC ha aumentato la produzione di chip per l'automotive del 30% ma nel frattempo la domanda è aumentata del 90% (non lo so, ipotizzo), l'automotive è comunque in sofferenza.

E' lo stesso discorso delle schede video, se nVidia ne produce a cannone ma la richiesta è comunque MOLTO più alta, nei negozi non si trovano o si trovano al doppio\triplo del listino.

Gabriele

Non é questo il caso, la cosa é graduale se nel caso e non di botto in un mese.

Gabriele

Non é impensabile capire che un determinato modello posso soffrire in particolar modo la carenza di un terminato componente.

NEXUS

il bello che i prezzi invece di diminuire aumentano ahahahah

mashiro84

C'è anche la possibilità che il modello diventi vecchio e la gente smetta di comprarlo (in assenza di sconti significativi).

mashiro84

Chi ha un buon 3000/5000 V6 di fine anni '90 e 2000.

Chi non ha un 3000 o 5000 benzina qui in Arkansas...

mashiro84

Io aspetto che mettano in vendita più auto col motore delle lavatrici.
Al momento la scelta tra modelli elettrici è troppo ridotta.

Giulk since 71' Reload

Chi è che vuole delocalizzare?

Gabriele

Finché una polo costa 25k€ non capisco come ci si possa stupire che la gente non compri

gianni polini

Non è un problema di carenza di chip, ma l’insieme di diversi fattori.

1) nel 2020 c’è stata una “cosa”chiamata COVID-19 che ha mandato a casa senza lavoro milioni di persone.

2) il COVID-19 ha quindi portato a lockdown ed al lavoro da casa, con la conseguente drastica riduzione di persone che salgono in macchina ogni mattina.

3) Per ragioni ambientali, in pochissimi anni le auto endotermiche avranno limitazioni molto importanti e dal 2030 molto probabilmente non sarà più possibile acquistare auto a benzina/Diesel/gas. Ovviamente chi deve comprare un’auto oggi pensa all’elettrico/ibrido, se non ha i soldi aspetta o va di usato per evitare di spendere migliaia di euro in qualcosa che tra 2-3 anni avrà limitazioni.

I chip c’entrano pochissimo o nulla, c’è anche da aggiungere che tutti sanno che il governo prima o poi darà soldi per passare ad un auto elettrica..

ACTARUS

Ma a me pare di aver capito che questa pseudo crisi del chip sia per tutte le auto

Signor Rossi

Perché io che sto cercando di far capire ... che le vetture non mancano, c’è ne sono a bizzeffe, mancano i clienti.

Signor Rossi
Gabriele

Non hai capito il mio concetto.

Signor Rossi
Signor Rossi
L' Amore pensato

gli incentivi esistono nella misura che te li scalano dagli interessi pagandola a prezzo di listino ma a rate praticamente senza interessi .

seconda macchina panda hibrid incentivata 9500 euro , in 6 anni 12500 prezzo di listino

Gabriele

È normale che se hai i soldi compri cioé che vuoi, peccato che siamo in Italia e l'auto più venduta sia la panda, e l'italiano medio cerca lo sconto, magari prima si facevano tanti preventivi e il concessionario dopo qualche giorno ti richiamava e ti diceva se la prendi ti faccio un'ulteriore sconto, in questo periodo questo non succede(vuoi per la limitata quantità di vetture disponibili, vuoi perché c é crisi) e di conseguenza le vendite si abbassano.

Gabriele

Peccato che di jeep renagade ci siano 2235 pezzi del 2021 su autoscout, e sono praticamente la stessa auto e hanno sempre venduto le stesse quantità.

fedeoasis

Con i prezzi che girano, non mi stupisce

Vae Victis

Conosco uno che la sta aspettando da 6 mesi, gliela avevano promessa in 2 mesi. Quindi l'unica cosa che effettivamente farai su autoscout sarà pagare la caparra. Poi l'auto la vedi col binocolo.

Signor Rossi
Gabriele

L'anno scorso magari erano 150. 000 mila, I piazzali erano pieni nelle concessionarie, io ora li vedo vuoti.

Signor Rossi
Signor Rossi
Signor Rossi
Gabriele

Ci sono vari motivi delle poche vendite, tra mancanza di chip e quindi impossibilità di immatricolare autovetture, poca voglia di acquistare da parte degli acquirenti per la poca disponibilità economica, prezzi fuori da ogni logica.

Gabriele

Purtroppo no, ma il prezzo lo decide anche il mercato, in questo momento non hanno nemmeno macchine da immatricolare figurati se abbassano i prezzi di listino o se fanno sconti importanti.

antonio della corte

Ma a te sembra normale che propongono una Polo gt a 30.000 euro????

antonio della corte

Hanno deciso di fare piu modelli elettrici per evitare di pagare penali, quindi il calo in questo caso e anche imputabile alla mancanza di chip, ma non dimentichiamo mai che in Italia la macchina piu venduta e la Panda, un motivo ci sara.

antonio della corte

Scusa io penso una cosa, se demandiamo tutta la produzione in Cina, tu un auto la puoi vendere anche a 5.000 euro se io non lavoro come la compro?? Mica ci vuole un genio a capirlo, volete delocalizzare ok, ma poi vendetele ai cinesi le vostre macchine.

Gabriele

Entrambe le cose, ma i soldi mancavano anche l anno scorso, anzi a novembre eravamo chiusi, il problema ora sono i chip, basta farsi un giro nelle concessionarie, pochissimi km0 se non nessuno, se la ordini nuova non ti dico la data di presunta consegna, prezzo usato schizzato alle stelle.

antonio della corte

I, problema è questo la scomparsa della classe media, tanto i paperoni di auto ne hanno gia quante ne vogliono.

antonio della corte

Ottima notizia, devono fallire questi che in Italia vogliono solo venderci le loro auto, i crucchi hanno quasi dimezzato le vendite, e non parlatemi di chip qua sono i soldi che mancano.

Gabriele

Basta vedere le vendite di una bestseller come 500x,dal 2014 ad oggi ha sempre venduto circa 4000 pezzi al mese, ad ottobre solo 600, mancano i chip e nonostante la richiesta non hanno le vetture.

Scrofalo

Pura farsa, gli incentivi. Verificato purtroppo di persona.

Maxatar

Sinceramente pensavo peggio. Con mia moglie abbiamo girato tantissime concessionarie perché volevamo comprare una seconda auto ma mi son cadute le braccia, e parliamo di Torino, non di una piccola città che ha scarsa dimestichezza con le auto.
Sia alla Peugeot per una 2008 che alla Jeep o Fiat ci hanno dato tempi di attesa biblici,oppure rarissimi pronta consegna senza alcun gusto, a nostro parere almeno.

Gabriele

Non credo, per dire auto meno belle e sempre meno vendute questo mese hanno venduto di più, ho avuto un indiscrezione da un concessionario che non hanno nemmeno delle km0 in concessionaria quando prima ne immatricolavano tantissime a km0 dai concessionari, non hanno proprio le macchine fisicamente da immatricolare.

biggggggggggggg

Dove sta scritto "niente"? Hanno una minore produzione, non una produzione nulla.
Per quale motivo dovrebbero smettere di fare pubblicità?

KK

Se non hanno niente da vendere...

ACTARUS

Forse ha un po stufato ...ci sono altre nuove proposte

Gabriele

Basta vedere la classifica delle top 50 più vendute e ti rendi conto che alcuni modelli hanno avuto maggior effetto della carenza dei chip, un esempio? 500x dal 2014 ad oggi sempre tra le prime 5 vetture più vendute(anche nel 2021 é al 6 posto) ma ad ottobre é al 48 ° posto, pochissimi pezzi immatricolati (circa 600)nonostante la richiesta c é.

Gabriele

Per dire un modello stravenduto come la 500x questo mese é al 48 posto e non perché non é richiesta e ha venduto circa 600 vetture, quando dal 2014 ad oggi ha sempre venduto circa 4000 pezzi al mese, tutta colpa dei chip.

PilloPallo

Mercedes EQE 350+, ora facciamo sul serio e Tesla può iniziare a tremare | Video

Mazda CX-60: prova (su strada) di maturità per il SUV PHEV da 60 km elettrici | Video

Mercedes Classe C All-Terrain: ibrida-diesel da viaggio. Versatile, ma non SUV | Video

Mercedes EQB: primo contatto, prova ricarica IONITY e consumi in autostrada