Progetto Atlante, la rete di ricarica rapida in Italia partirà dal Piemonte

31 Luglio 2021 43

Free2Move eSolutions e NHOA hanno da poco lanciato il Progetto Atlante che prevede la realizzazione di un'ampia rete di ricarica rapida in alcuni Paesi dell'Europa meridionale e precisamente in Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Per quanto riguarda il nostro Paese, si partirà dalla Regione Piemonte. Secondo quanto è stato comunicato, sono già in corso una serie di valutazioni con l’Assessorato all’Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale, Diritto allo Studio Universitario della Regione Piemonte per valutare come intraprendere eventuali collaborazioni.

Grazie a questo progetto che punta a semplificare i rifornimenti di energia per le auto elettriche, in Piemonte nascerà presto un'avanzata rete di ricarica rapida integrata al 100% con la rete elettrica (vehicle-grid-integrated o VGI), energia rinnovabile e sistemi di accumulo. Un progetto in linea con le proposte della Commissione Europea che tra le altre cose punta allo stop della vendita delle endotermiche dal 2035 e all'ampliamento della rete di ricarica sul territorio Europeo.

Free2Move eSolutions, si ricorda, è una joint venture tra Stellantis e Engie Eps, ora NHOA. Questa infrastruttura diventerà il network preferenziale per le auto elettriche del Gruppo Stellantis. In ogni caso, sarà aperta anche alle altre autovetture.

IL PROGETTO

Come era stato raccontato pochi giorni fa, il Progetto Atlante punta a raggiungere obiettivi ambiziosi. Infatti, si parla di stazioni di ricarica in oltre 1.500 siti, con circa 5.000 punti di ricarica rapida VGI integrati con sistemi di accumulo e energie rinnovabili entro il 2025. E nel 2030 si dovrebbe arrivare ad avere stazioni presenti in ben 9.000 siti per un totale di 35.000 punti di ricarica rapida VGI integrati con storage e solare.

Si potrà rifornire di energia sino ad una potenza massima di 200 kW. Inoltre, le stazioni saranno dotate di pensiline, di pannelli solari e di soluzioni di accumulo.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Senso a 669 euro oppure da ePrice a 759 euro.

43

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
italba

Io ho scritto

Le colonnine di ricarica, almeno quelle dei punti di ricarica più grandi, non sono collegate direttamente alla rete, ma a delle batterie, magari recuperate da quelle delle auto in via di esaurimento, che fanno da "buffer" [....]
P.s. Un'area di servizio è bella grandina, se la ricopri di pannelli solari qualcosina ottieni

Se non capisci quello che leggi non è colpa mia ma di chi inutilmente ha cercato di insegnarti l'italiano. Non è mai troppo tardi, iscriviti di nuovo alle elementari

Dark!tetto
italba

"Più spazio" quanto? Il 5%? Il 10? Vorrà dire che si metteranno le aree di servizio ogni 55 km anziché 50, capirai... Ma fammi capire, le aree di servizio devono essere completamente autosufficienti se no "non vale"? Magari le si potrebbe collegare alla rete elettrica e dar loro un aiutino quando serve... O no?

Dark!tetto

Lo sai che se li metti girati devi lasciare più spazio? Calcolare i cali di produzione? Nah eh, va sempre tutto benissimo

italba

Fammi capire, secondo te i pannelli solari messi a bordo dell'autostrada devono essere tutti obbligatoriamente allineati verso il centro della strada, guai a metterli storti? Ma davvero sei così ottuso? E poi fammi capire perché gli inverter dovrebbero soffrire se sono messi tutti in fila anziché assembrati in uno spazio ristretto... Ma con quale parte del corpo "ragioni"?

Dark!tetto

Quella è la farm che alimenta il distributore del tuo stesso link...ma tu pensavi fosse alimentato dalle pensiline.

Certo nel TUO mondo metti una fila di 52km di pannelli senza problemi, che stupidi a non averci pensato...tutto perfettamente esposto a sud...senza problemi con gli inverter. E questo sempre per 20 auto l'ora e mezza giornata

italba

Quindi tu hai preso una foto a caso e ne hai concluso che sono più di 360.000 m², complimenti! ora facciamo un altro giochino, vuoi?
Lungo l'autostrada mettiamo due file di pannelli solari standard, 1,7 metri di altezza per un metro: Per ogni km avremo 4.000 pannelli solari, per una superficie di 6.800 m². Se abbiamo bisogno di 360.000 m² dovremo utilizzare in tutto 52 km di autostrada così "pannellata", esattamente la distanza ottimale tra una stazione di servizio e l'altra!

P.s. Cos'è, mi hai fatto sparire il messaggio coi tuoi poteri paranormali? O forse no, colpa mia, non stava proprio bene insultare un nobile quadrupede paragonandolo a te...

Dark!tetto

Errore mio, parliamo di 360.000 metri quadri eh. Come è che ti sei soffermato li e il resto ? Per esempio che l'impianto che hai citato che eroga meno potenza di quello che abbiamo ipotizzato è questo :

https://uploads.disquscdn.c...

Tu com'è che vuoi produrre più energia di questo con "le pensiline, gli uffici, l'officina, in market, il bar" che caricano 20 auto AL GIORNO.

Ma tu hai una vaga idea di quante auto transitano in una stazione di servizio al giorno in autostrada ? Anche fossero solo 1% elettrico siamo ben oltre le cifre ipotizzate.

italba

1500 metri quadri sarebbero "1,5 km2" ??? Ma torna alle elementari, somaro che non sei altro!

Dark!tetto

Dai dai stai calmino che poi non dormi e la mamma ti deve fare la camomilla.

Quindici o venti moduli del genere consentono di caricare un'auto in un
giorno, e siamo a 150 m², lo spazio di 10 auto nel parcheggio.
Diciamo che nel parcheggio di un autogrill decente c'è almeno 10 volte questo spazio e siamo a 1500 m².

Quindi abbiamo caricato 10 auto in un giorno con 1,5 km2...le altre 230 che famo ? ah spe che ci vuole, 1,5*240=360km2 no ?

Ah la tua stazione non viene alimentata da "pensiline, ufficio e tetti del market", ma da una vera e propria solar farm da 10 MW e con 3MW di accumulo (esattamente quanto 2 megapack che ti dicevo prima). Ma che ci vuole, inoltre è progettato con 36 colonnine che non erogano la potenza che stiamo prendendo in considerazione. Come sempre andiamo a prendere UN SINGOLO PROGETTO per dimostrare la tua scrausa teoria che "si può fare" senza considerare costi, spazi, possibilità d realizzazione. Sei sempre il solito almeno dovresti ammettere di essere ignorante in materia, che pensi di poter alimentare un impianto con dispacciamento massiccio con 4 pannelli messi sui tetti degli edifici stessi.

Quella di tesla è proprio la classica truffa per fare un pò di greenwashing, i pannelli messi li caricheranno 1 auto al giorno a dire tanto, ma hey diciamo che sono "green".

italba

Tu non sai un beneamato ##### e non hai visto una beata mi#### di niente, razza di ipocrita "diversamente onesto"!
Come ti ho già detto un impianto da 1 kW di picco consente di generare 3 o 4 kWh al giorno, mettiamo che servano 8 m².

Quindici o venti moduli del genere consentono di caricare un'auto in un giorno, e siamo a 150 m², lo spazio di 10 auto nel parcheggio.
Diciamo che nel parcheggio di un autogrill decente c'è almeno 10 volte questo spazio e siamo a 1500 m².

Aggiungiamoci almeno altrettanto per le pensiline, gli uffici, l'officina, in market, il bar ed abbiamo già lo spazio sufficiente per caricarne 20, senza costruire alcuna struttura aggiuntiva o affittare un metro quadro di terra in più, e non siamo neanche a mezzo ettaro: Tieni presente che il terreno per una larga fascia intorno all'autostrada non si può coltivare, quindi come terreno agricolo non vale niente, sarebbe facilissimo usarlo per metterci dei pannelli solari che farebbero anche da barriera antirumore.

Un bel fantasy? Peccato, l'idea è buona ma lo hanno già fatto, al massimo ci si può fare un documentario:

https://www.dmove.it/news/sognate-la-stazione-di-ricarica-del-futuro-tesla-ne-ha-gia-una

https://energycue.it/electric-forecourt-prima-stazione-servizio-solo-elettrica-uk/21087/

Dark!tetto

"Caro il mio bimbetto bello, quando segnalo un messaggio al moderatore lo scrivo SEMPRE, come hai già avuto modo di vedere."

Proprio perchè ho avuto modo di vedere che so che non è così.

https://uploads.disquscdn.c...

Quindi ? Stiamo parlando di 500 Kwh da erogare ogni ora, parlando di sole 10 colonnine (tu parli di possibilità illimitata), significa che se nel tuo fantamirabolante autogrill arriva la 11esima macchina sta li ad aspettare come tutte quelle seguenti. Quindi il tuo bel array da 1Kw che occupa 8 mq devi leggermente moltiplicarlo ti ho fatto gentilmente il calcolo nelle 24h perchè volevo essere gentile e FINGERE che abbiamo la possibilità di accumulo. Ora dimmi pure, com'è che dovrebbe cambiare la situazione il fatto che un impianto da 1kw di picco produce da 2,5 a 4 kwh al giorno la situazione da te descritta ? Anche ignorando lo spazio tra un pannello e l'altro dei parchi solari e la stagionalità (come da tua immagine). Dai la domanda è semplice e tu ti senti bravo in aritmetica, un ipotetico autogril con un afflusso di 20 macchine l'ora (che già è ridicola come cose) attivo anche solo per metà del giorno quindi 20*12= 240 auto da caricare per 30 minuti l'una facciamo 20kwh per non doversi fermare al prossimo autogill a 100 km per un'altra mezz'ora...240*20kwh sono 4,8 MWh AL GIORNO se lavoriamo per 12 ore e ogni ora riforniamo 20 auto...
Se vuole lavorare a

questi ritmi lenti anche di notte cosa installiamo ? Un paio di megapack ? Dai stai proprio rasentanto il ridicolo e non sai manco come funziona la produzione da FV e sei qui a voler fare lezionii a chi vive rivendendoli e che ne ha pure a casa da qualche decennio...

Scrivi un bel fantasy mi raccomando...

Dark!tetto

Lo sai che non ci sono le dimensioni nell'immagine vero ? E che quei 10 pannellinel tuo scenario ideale sono comunque 22mq ?

italba

Dimenticavo: E per fare un impianto da un kW bastano molto meno di 8 m²!
https://uploads.disquscdn.c...

italba

Caro il mio bimbetto bello, quando segnalo un messaggio al moderatore lo scrivo SEMPRE, come hai già avuto modo di vedere. Il tuo messaggio è sparito perché tu sei talmente sempliciotto da non sapere come si inseriscono i link nei messaggi, nessun "gomblotto" dei seguaci di Zimidibobidibù.
Ed ora veniamo alla aritmetica, materia nella quale sei oltremodo carente. Un array di pannelli solari in grado di fornire un kW di picco può generare da 1000 a 1500 kWh l'anno, quindi da tre

Dark!tetto

@Redzione vorrei gentilmente capire il motivo della rimozione del mio post.
@Italba mi dispiace per te, ma dopo aver visto che sei disonesto tengo sott'occhio i post che fai rimuovere evitando di rispondere. Hai imparato da Zimbi ?
https://uploads.disquscdn.c...

La riposto tranquillo, come detto hai finito di spargere menzogne :)

Ngamer

per come la vedo io se vuoi comprare auto elettrica 100% devi ricaricarla a casa nel 90% delle volte se non hai la possibilità di farlo non comprarla . le colonnine di ricarica rapida servono per i viaggi lunghi e come dici tu dovranno metterne tante lungo le autostrade e non è facile , probabilmente sposteranno piu avanti quella data , si fa sempre cosi in italia vedi per qualsiasi opera pubblica oppure digitale terrestre etc

Kondoriano

oh, ma mi rendo benissimo conto, ma non sono io che ho deciso che in 14 anni si va solo elettrico, quindi che si diano da fare.
Adesso si ride perchè ci sono quattro gatti che guidano elettrico, ma tra pochi anni diventeranno la maggioranza, poi voglio vedere se ancora il problema si riduce al, "ma ti fai un caffè e in mezz'ora hai la carica", quando prima dovrai girare alla ricerca di uno stallo libero o fare la fila

Ngamer

evidentemente non ti rendi conto della complessità di questa operazione il problema non sono le colonnine che si possono espandere senza problemi ma l infrastruttura che deve creare e gestire l energia è il problema ,mettere colonnine da 350Kw al momento sono una spesa inutile meglio investire sulle infrastrutture ed è una cosa che richiede tempo inoltre pochissime auto possono sfruttare quella potenza di carica . cmq non è un problema mio se vuoi le colonnine da 350Kw ora

Kondoriano

non è un problema mio, se l'unione europea ha imposto l'elettrico entro 14 anni è doveroso che creino una rete adeguata che supporti la mobilità 100% elettrica senza creare disagi alle gente. Penso che di base si dovrebbe avere le colonnine almeno a 350kw come Tesla e se possibile di più. Poi mica tutti dovranno caricare contemporaneamente alle colonnine, molti lo faranno da casa e con batterie capienti sarà più raro dover caricare l'auto.

Dark!tetto

Eh ma è proprio questo il punto se non si potenzia enormemente l'infrastruttura è inutile spingere troppo come fa lui, come se fosse una soluzione per tutti. Io stesso a casa ho la colonnina con tanto di sistema di accumulo domestico e pannelli, ma non la sto valutando nemmeno perchè ho 2 colonnine nel raggio di 50 Km...E la situazione non è certo destinata a migliorare nell'immediato perchè sono più le auto elettriche vendute con basse autonomie e tempi di ricarica lunghi che i punti di ricarica in progetto nei prossimi 3/4 anni.

Ngamer

200kw potenza ridicola?? ci fai andare 57 abitazioni solo con 1 colonnina del genere ti pare poco? prova a pensare a piu colonnine attive contemporaneamente quanta energia serve per far funzionare il tutto

Alessandro87

verissimo. col parco auto attuale che caricano pochi chilometri in mezzora, avoglia a trovare colonnine libere ce se ce ne son poche. l elettrico per ora lo vedo un vantaggio solo se per il 95% dell anno usi l auto per viaggiare entro l'autonomia massima dell auto e torni a caricartela A CASA, e magari anche con il fotovoltaico cosi una buona fetta di batteria te la carichi senza spendere nulla.

italba

Ripeto per i bimbetti che fanno finta di dimenticarsi quello che hanno appena letto perché vogliono avere ragione a tutti i costi se no piangono e fanno i capricci (tu): Terna dice che non ci sarà nessun problema a rifornire, in un tempo ragionevole, tutti i veicoli elettrici in circolazione, "forse" ne sanno un "attimino" più di te.

Le colonnine di ricarica, almeno quelle dei punti di ricarica più grandi, non sono collegate direttamente alla rete, ma a delle batterie, magari recuperate da quelle delle auto in via di esaurimento, che fanno da "buffer", vedi https://www.greencarcongress.com/2021/02/20210212-ibil.html
P.s. Un'area di servizio è bella grandina, se la ricopri di pannelli solari qualcosina ottieni

Vae Victis

Di solito le sperimentazioni partono dalle regioni sottosviluppate.
Noto che il Piemonte è entrato a far parte del club.

Vae Victis

Oggi le auto elettriche hanno delle batterie scadenti ed obsolete, che dopo 10 anni saranno da buttare. Il problema principale è quello.

Dark!tetto
Facile, no?


Come sempre...del resto ora la capacità erogabile passa dal gestore dell'autogrill...ah già tu pensi alle pensiline solari che alimenteranno tutto ciò h24
Ribadisco
Non ho intenzione di farti ancora lezioni sparale altrove le tue soluzioni facili ai problemi complessi, magari in un gruppo di sostegno

italba

"Passassimo in massa alle BEV" cosa vuol dire secondo te, che domani stesso tutti vanno a comprarsi un'auto elettrica rottamando magari quella a benzina comprata il mese prima? Fai ipotesi assurde per cercare di avere ragione a tutti i costi, tipico comportamento puerile.

Le auto a benzina che si acquistano oggi puoi stare sicuro che viaggeranno almeno fino al 2035, e verranno gradualmente sostituite dalle auto elettriche man mano che avanzerà la disponibilità e si ridurranno i costi, e questo avverrà fino al 2035/2040, quando si smetteranno di vendere le auto a benzina nuove, che a loro volta circoleranno ancora altri 10 anni almeno.

C'è tutto il tempo per costruire, attrezzare e collegare tutti i punti di ricarica che servono, altro che "10 per autogrill"! Se il gestore dell'autogrill comincia a vedere che le sue 10 colonnine sono sempre piene, e che la gente non si ferma ma va all'autogrill successivo (o si ferma al precedente, lo sai già se c'è posto o no) allora ne metterà altre 10. Facile, no?

Dark!tetto

Ancora?

È un tuo limite la comprensione o proprio ignori di proposito, se i tempi di ricarica sono quelli attuali e quindi eterogenei che non sono di 15 minuti per i viaggi lunghi, ma in quel caso (autogrill come dal tuo esempio) per una testa Model3 con supercharger ci mette 30 minuti per un 80% e una 500 ci mette 35 minuti (per 50 km...ma vabbe) o per una kona intorno ai 50 minuti. Direi che le possibilità di trovare la colonnina libera sono poche, anche se è l'auto a segnalartela, anche se te la prenoti non cambia nulla, NON È LA NORMALITA' che è il punto del mio discorso.

Io ho detto che OGGI e probabilmente per i prossimi anni non sarà considerabile la normalità, c'è una piccola differenza tra la diffusione dei veicoli e delle infrastrutture, ma ignoriamola.

Inoltre come al solito sei proprio l'ignoranza fatta persona, non ho intenzione di abbassarmi ulteriormente al tuo livelli di tifoseria che come fonti per i suoi vaneggiamenti usa quelli che devono venderti l'auto elettrica o la corrente elettrica "oste com'è il vino". Terna stessa prevede diversi scenari, ma indovina...il PNIEC di Terna parla di sostenibilità dal 2030 per 6 milioni di veicoli e sono loro che guideranno questa sostenibilità, non Tesla, Volgswagen, Stellantiso mercedes e seppur eni ed enel hanno un ruolo chiave anche loro parlano di almeno 2030. Quindi OGGI e nei prossimi anni (2022/2023/2024/2025 così magari lo capisci) se passassimo in massa alle BEV non sarebbe una situazione sostenibile visto che abbiamo la distribuzione dei punti di ricarica e la vendita di auto viaggia su binari differenti. A differenza tua io sono consapevole delle variabili e delle situazioni che possono essere favorevoli all'acquisto (tralasciando il discorso ambiente che non capirai mai), ma proiettato su scala nazionale è un discorso più complicato, troppo per te che vuoi solo difendere la tua posizione e non vedere la reale situazione. Tanto che parli di percorso lungo e ricariche di 15 minuti che per le BEV più vendute in italia nel 2021 sono tra i 40 e i 60 km (500, smart, kona, twingo, 208), che sono i veicoli che ti troverai alle colonnine i prossimi anni, ma tu i tuoi conti li fai come se fossero tutte tesla attaccate al supercharger, come al solito pura fantasia.

Non ho intenzione di farti ancora lezioni abbiamo finito ora.

italba

Le colonnine libere non le devi andare a cercare, furbacchiotto, l'auto stessa ti dice dove andare e te la prenota. Terna dice che la situazione, nei suoi sviluppi previsti, è perfettamente gestibile, se tu ne sai più di loro allora fatti assumere come direttore generale, pagano bene... Ovvio che sia un investimento sul futuro, poi, ma è un investimento talmente sicuro che lo stanno facendo tutti. Tesla Volskwagen, Stellantis, Mercedes, Enel, Eni...

Dark!tetto

Le aziende sono liberi di investire come vogliono, ciò non cambia la realtà dei fatti se OGGI, con l'attuale infrastruttura e le auto con relativi tempi di ricarica, ci fosse un passaggio massiccio alle EV non sarebbe sostenibile. Le aziende stanno investendo nel futuro non certo nel presente o pensi che la situazione ideale sia quella attuale ? No perchè il mio è italiano che tu come al solito quando si parla dei tuoi amati EV non capisci, ma ribadisco quanto detto

Allo stato attuale e probabilmente per qualche anno a venire almeno, i
veicoli elettrici sono più utili a chi ha possibilità di ricarica in
autonomia e possibilmente non deve fare lunghi tragitti in pochi giorni.
Con il passare del tempo ci saranno veicoli e coonnine in grado di
ricaricarsi in pochi minuti (già qualcosa c'è) e quando questisaranno la
maggioranza allora può essere considerata la normalità, perchè così al
famoso autogrill con 10 colonnine (esempio) non devi aspettare quelli
che ci mettono 20 minuti a caricare l'auto, ma al massimo quello che ci
mette 3/5 minuti che sono quelli che impiegherai anche tu e di
conseguenza ci sarà anche meno congestione.

Che è lo scenario in sul quale le aziende puntano con il loro investimento. Come sempre non sei lucido se si parla di determinati argomenti e ti poni con arroganza su tematiche che vanno oltre le tue competenze e capacità di comprensione.

italba

Ci sono delle "aziendine" che in questo giochino stanno investendo miliardi e poi arrivi tu a dire che "non è sostenibile"... Ma un minimo di senso del ridic0l0 non ce l'hai?

R_mzz

200 kW non è comunque una potenza di ricarica ottima, sono veramente poche le auto che riescono a raggiungerla (Model 3 - Y, nuove Model S - X, Taycan - e-tron GT, Ioniq 5 - EV6).
Dipende dal tipo di colonnina, ma potrebbero essere potenziate in futuro: ad es. le colonnine DC di ABB hanno moduli da 75 kW, si può in seguito aggiungere un altro “modulo” (fino a 300 kW).

Dark!tetto

Lascialo stare, il problema è semplicemente che fin quando non si avranno un parco auto ed un'infrastruttura sufficientemente efficace è tutto un casino. Con l'aumento delle auto aumentano pure i punti di ricarica, ma considerando i tempi di ricarica attuali non è sostenibile. Anche perchè il presupposto è che devi trovare libero un punto di ricarica, perchè se arrivi all'autogrill ed è saturo che fai ? Allo stato attuale e probabilmente per qualche anno a venire almeno, i veicoli elettrici sono più utili a chi ha possibilità di ricarica in autonomia e possibilmente non deve fare lunghi tragitti in pochi giorni. Con il passare del tempo ci saranno veicoli e coonnine in grado di ricaricarsi in pochi minuti (già qualcosa c'è) e quando questisaranno la maggioranza allora può essere considerata la normalità, perchè così al famoso autogrill con 10 colonnine (esempio) non devi aspettare quelli che ci mettono 20 minuti a caricare l'auto, ma al massimo quello che ci mette 3/5 minuti che sono quelli che impiegherai anche tu e di conseguenza ci sarà anche meno congestione.

Dark!tetto

È tutto un equilibrio tra infrastrutture che devono essere adeguate e il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione. Aumentare la potenza OGGI significa aumentare la richiesta energetica, visto che dipendiamo fortemente da carbone e gas un aumento di produzione significa un aumento di emissioni. Insomma un bel casino, per il quale tra l'altro non c'è una vera soluzione se non quella di "intanto facciamo e poi si vede"

Kondoriano

Ma perché tutti sti progetti vanno sempre su potenze massime così ridicole. Possono anche andare bene ora. Ma in futuro no, saranno ridicole. Non è meglio investire su qualcosa più future proof

italba

Ti fermi 15 minuti solo se vuoi, per fare benzina e ripartire ne bastano 5. Con le elettriche invece i quindici minuti sono il minimo assicurato, se devi fare un percorso lungo anche mezz'ora o più. Non è la stessa cosa...

Alessio Ferri

All'autogrill già ti fermi 15 minuti tra bagno/benzina (se sei disperato)/snack

Canvas

Se hai la possibilità di ricaricarla a casa allora non hai problemi, le colonnine già presenti vanno bene per quando devi fare viaggi lunghi. A meno che di lavoro non viaggi continuamente in autostrada.

Alfredo

Secondo me in generale per un full elettrica bisogna aspettare ancora 2/3 anni

italba

Questo è solo uno dei tanti fornitori, non so se ci sia una previsione globale, se non a livello di stima. Ad ogni modo si tratta di creare una rete di servizi globali, con una clientela potenziale enorme, nella quale i clienti dovranno aspettare almeno un quarto d'ora e quindi gli si può vendere altri servizi (bar, ristorante, negozi, persino cinema): Si può essere sicuri che chiunque abbia un minimo di cervello e di risorse finanziarie si affretterà ad investire in questo settore, è l'affare del secolo

Grewal

Tu devi valutare l'auto per quello che può offrire oggi, se le tue esigenze sono coperte allora comprarla, tra 3/4 anni ci sarà una situazione anche migliore.
Se invece oggi non riusciresti a soddisfare i tuoi bisogni con un'elettrica allora nulla, aspetta il momento in cui questi saranno soddisfatti, é inutile prendere l'auto oggi che poi tra qualche anno mi andrà bene.

Andrea

Quando si parla di questi progetti, spesso si indicano i punti di ricarica che si intendono mettere a disposizione entro una certa data.
Per esempio, in questo caso, si parla di 5.000 punti di ricarica entro il 2025.

Questo dato, però, lo trovo relativamente poco indicativo. Se io dovessi valutare ora l'acquisto di una Full Elettrica, cosa potrei farci con questo dato?

Qual'è il numero totale di distributori in Italia? Come posso paragonarlo a questo progetto?

Il mio commento non vuole fare polemica, ma sono seriamente interessato a capire quale scenario potremmo trovarci nell'arco di 3/4 anni...

1200 km elettrici, presente contro futuro: da Milano a Monaco | Il ritorno

eRaid, un racconto di 1.000 chilometri in viaggio con (quasi) tutte le auto elettriche

Dacia Spring: come va l'elettrica economica da 9.460 euro (con incentivi) | Video

Nuova Mazda CX-30 2021 eSkyactiv-X: quando 6 cv fanno la differenza | Video