Mercato auto Italia aprile 2020: resistono solo le elettriche | Dati vendite

05 Maggio 2020 142

Mercato auto Italia 2020 del mese di aprile in profondo rosso. Dopo le "drammatiche" anticipazioni dei giorni scorsi sono arrivati i dati ufficiali da parte di UNRAE. Nel mese appena concluso, le immatricolazioni delle autovetture sono state appena 4.279 rispetto alle 174.924 del mese di aprile del 2019. Complessivamente, c'è stato un crollo di quasi il 98%. Nessun canale si è salvato: -97,8% i privati, -97,3% il noleggio e -96,9% le società.

RESISTONO LE ELETTRICHE

Tutti gli indicatori mostrano flessioni pesantissime, tuttavia, le auto elettriche fanno un po' meglio con un - 58% pari a 500 unità immatricolate. Si tratta sempre di un dato molto negativo ma le perdite sono molto più contenute rispetto a quelle delle altre motorizzazioni. Per quanto le statistiche contino molto poco in un mese in cui le immatricolazioni sono state davvero poche, la Renault Zoe (Qui la nostra prova) risulta essere l'auto elettrica più venduta, seguita dalla Tesla Model 3 e dalla Tesla Model S.

La quota di mercato complessiva delle auto a batteria sfiora il 12% ma si tratta di un dato "falsato" dal particolare andamento del mese di aprile.

BENE LA PANDA

Scorrendo le statistiche delle immatricolazioni per Gruppi i risultati sono tutti molto simili con flessioni pesantissime. Il Gruppo FCA, per esempio, ha perso il 96,35%. Cifre molto simili anche per PSA, Volkswagen, Renault e BMW. La Fiat Panda si conferma anche in questo mese molto difficile l'auto più desiderata con 471 immatricolazioni. Al secondo posto la Renault Zoe forte del buon andamento delle elettriche. Terzo gradino del podio per la Jeep Compass.

Commentando i drammatici risultati del mercato auto Italia 2020 di aprile, UNRAE esorta il Governo a intervenire rapidamente per sostenere la ripresa del settore auto. Al riguardo, l'associazione di categoria aveva già lanciato delle proposte tra cui una revisione dell'Ecobonus. Michele Crisci, Presidente dell’UNRAE, commenta:

UNRAE chiede quindi al Governo l’adozione tempestiva di concreti provvedimenti a sostegno della filiera auto. Tra questi va incluso anche un piano strutturale che favorisca il ricambio del nostro vetusto parco circolante, pericoloso sia per l’ambiente sia per la sicurezza dei cittadini, e non da oggi. In questo momento la velocità è tutto: un mercato che versa in queste condizioni non può affrontare anche il rischio di una ulteriore paralisi, dovuta magari a indiscrezioni o dibattiti su tempi e modi delle eventuali misure.


142

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
valmorci

Powerbank per auto elettriche.

https://uploads.disquscdn.c... https://media1.giphy.com/me...

valmorci

Bruce Wayne, portati il powerbank del cellulare in caso dovessi rimanere a piedi con la tua auto elettrica...magari dopo 4/6/8 ore di attesa qualche millimetro di strada riusciresti a farlo per tornare a casa. AhAhAhAh

JustATiredMan

benissimo allora... non si voleva la decrescita felice ??? bene, la decrescita è arrivata... adesso aspettiamo la felicità

Mr. G

E aggiungo che un diesel Euro6 con SCR ha un trattamento degli inquinanti così pesante che in una città media emette aria più pulita di quella che aspira

apps accaunt

do per buono tutto quello che hai scritto...ma il mio post non era per forza a favore delle auto elettriche

Ben

Non credo che al governo siano così stupidi da creare un incentivo che favorisca costruttori esteri, la rottamazione è l'unica strada per rianimare la domanda nei prossimi mesi, sull'acquisto di qualsiasi tipo di auto. La vedo dura se il lavoro è incerto!

simone

In Friuli penso solo 2 città hanno 60k abitanti:)))

Hégésippe Simon

Ma da dove sei saltato fuori, da Fantasilandia? Hai postato una raccolta di fregnacce tale che dovrebbero inserirti nel Guinnes dei primati!

1) Controlla sul sito dell'Arpa Lombardia
https://www.arpalombardia.it/Pages/Aria/qualita-aria.aspx
e dimmi quando mai hai visto un'aria così pulita

2) Se tutte le auto diventassero elettriche basterebbe il 24,3% di energia elettrica in più, per la maggior parte di notte quando le altre utenze sono al minimo:
https://attivissimo.blogspot.com/2018/05/se-tutta-italia-usasse-auto-elettriche.html

3) E cosa ##### vorresti ricaricare con 150 kW, un carro armato?

4) Mentre invece i pozzi di petrolio, gli oleodotti, le petroliere, le raffinerie, le autobotti viaggiano gratis senza consumare niente, vero? E no, sono decenni ormai non si usa neanche una goccia di petrolio per fare elettricità, si usa il metano (tanto) l'idroelettrico (abbastanza) ed altre fonti rinnovabili (ancora poco ma in crescita).

5) E qui siamo al puro avanspettacolo. Le centrali elettriche più efficienti al mondo arrivano sì e no al 60% di rendimento, i motori navali più grossi neanche al 50%, e tu vorresti farci credere che una vettura col motore diesel arriva al 58%? Una di quelle vetture che, quando rallenta o è ferma col motore acceso, ha un rendimento negativo, consuma anche quando non si utilizza la potenza che fornisce? Informati, i migliori diesel per auto non arrivano al 30%, a velocità costante

Igi

... ho i tuoi dubbi!!!

Igi

Esatto, i prezzi sono sempre gli stessi!

Igi

... certo che ne hai scritte di ca55ate!

Daniele Gardellin

E con questo chiudo, tanto è fiato perso, tutti a credere a quello che si legge in internet o detto dall'amico del cuggggino che fa il meccanico e lui sa!

Daniele Gardellin

tutto sbagliato, io i motori li faccio.
Se guardi il cicli diesel dei libri forse anche si.... ma i cicli reali sono un'altra cosa (ciclo sabathè ti dice nulla?). Doppio recupero entalpico dei gas di scarico ti dice nulla? bla bla bla...

Una auto elettrica rende si e no il 36-39% PUNTO!
un diesel twinturbo (non bi turbo) sopra il 50% PUNTO.
dati appartenenti a chi fa sia veicoli elettrici che diesel PUNTO!

Poi puoi scrivere quello che vuoi ma i miei dati (che miei non lo sono) sono dati reali ricavati da anni di prove PUNTO!

Daniele Gardellin

Ti scandalizzi se ti dico che il più alto reale rendimento energetico c'è l'ha il diesel anche rispetto alla cagata pazzesca delle auto elettriche

Se ti parlo di densità di energia, recuperi entalpici, mi stai dietro?

Hai mai pensato che tutto il pressing sull'auto elettrica sia solo per forzare le vendite in un mercato (Europeo) stagnante?

Hai visto che nonostante il lockdown, i numeri reali di PM10 continuano a salire? (forse non sono le auto tutta questa fonte di inquinamento).

Hai mai pensato che se le auto elettriche fossero il 20% del mercato non sapremo come generare la corrente per ricaricarle?

Hai mai provato a richiedere al tuo fornitore di energia elettrica un contratto di 150 kW???? (noi abbiamo taglio al plasma ed in azienda abbiamo 55kW)....

Il motore elettrico "da solo" ha si un rendimento del 90-95%. Ma devi considerare il "sistema" vettura. Oltre al motore elettrico, in mezzo c'è l'inverter, il circuito di carica delle batterie, le batterie. Senza aggiungere il processo di generazione e trasporto della corrente elettrica alla fonte.
Il rendimento globale è la moltiplicazione dei singoli rendimenti. Un diesel (vettura) arriva al 55-58%, un auto elettrica non raggiunge il 40% (sempre escludendo il processo di generazione e trasporto dell'energia elettrica)

Daniele Gardellin

Perchè? idee poco chiare e confuse..... leggi i commenti sotto....scoprirai qualche cosa di nuovo.

apps accaunt

Bene così...l automotive con i mezzi così come li conosciamo oggi deve morire

Fabrizio

Però con queste mentalità rimaniamo al medioevo con le carrozze XD
Quando vivevo in Germania mi ricordo ci fossero ciclabili un po' ovunque (che poi era una semplice striscia rossa a fianco alla strada, mica chissà quale opera pubblica), e nonostante ciò il mercato dell'auto tedesco ed il suo indotto non mi sembra siano andati in fallimento.
Ma ci vorrà tempo per far cambiare la mentalità alla gente, penso sia prima di tutto una questione culturale

Oblomov

Uguale. Spianati subito.

Oblomov

Greta sarà contenta

lurdz

Che ovvietà, è da 2 giorni che si può recarsi in un concessionario, e dubito fossero molti ad ordinare da casa. Oltretutto la tendenza di acquisto in periodi di bassa certezza sono minori. I concessionari non hanno calcato le braghe infine, i prezzi mi sembrano sempre gli stessi.

faber80

"Appena riapriranno e faranno un 100% in più"

sisi, me lo devo vedere questo film, con la gente che si cerca un lavoro o che ripaga i debiti.

R_mzz
The_Th

Sai c'è sempre un discorso di affezione al marchio, ovvio che in Francia la gente prima va a vedere una Renault perchè la conosce meglio rispetto ad una Fiat che è comunque un brand straniero.

JustATiredMan

ma che statistiche del cavolo.... ovvio che le vendite son calate del 100%.
E cosa doveva fare con tutto chiuso e tutti a casa ?

Appena riapriranno e faranno un 100% in più mese su mese cosa si scriverà ? maggior incremento di vendite dal dopoguerra ?

abeas_oyr

No, ma davvero c'è stato un crollo di vendita delle auto???
Credevo che tra le ragioni di assoluta necessità per gli spostamenti durante il confinamento forzato a casa ci fosse quella di andare nei concessionari per comprare un'auto nuova!

0KiNal0

Ok ma sarà 200 euro di sconto a partire da quale prezzo? Non penso che se costa 400 ti danno 200 euro cos' come se ne costa 1000.
Le piste ciclabili sarebbero sicuramente il mezzo migliore per incentivare la mobilità, ma non sono mai sponsorizzate da nessun comune dal momento che poi portano via soldi ai commercianti. Oltre ai concessionari ci sono poi i meccanici, i gommisti, i carrozieri e tutta la trafila. Togliere soldi a tutti questi soggetti per i comuni è deleterio.

0KiNal0

Ma che vuol dire? E' una statistica, tutto qui. Bisogna fare i paragoni sui segmenti uguali in ogni caso e l'unica è la Up o la Opel Karl (anche se PSA) delle tedesche.

Fabrizio

In tutti questi casi si tratta di cose che si possono fare tutt'oggi, sia per quanto riguarda i piccoli comuni (o gli spostamenti fra essi), sia per la mobilità multimodale.
Ma un incentivo dovrebbe proprio per definizione spingere a convincere chi è ad oggi nel dubbio, sia per motivi di convenienza che di comodità.
200 euro di sconto (o 500, come sembrerebbe) potrebbero essere un buon motivo per convincersi, anche se continuo a pensare che il principale limite sia la mancanza di piste ciclabili.
Oltre alla mentalità, ma per quella ci vuole tempo e forse un ricambio generazionale..

Giangiacomo

Certo, benissimo di esprimere una tua opinione. Se però andiamo a vedere all'estero vediamo subito che la Panda non è minimamente considerata. E questo da cosa è dovuto ? Principalmente da due fattori, che sono lo stipendio medio di un lavoratore all'estero e il fatto che all'estero vadano quindi su altre macchine, spendendo qui 6.000€ in più (in caso).

0KiNal0

Hai ragione sul discorso dei comuni piccoli, ma in questo caso serve davvero l'incentivo se vuoi muoverti in bici?
Sono più dell'idea che in un piccolo comune (30-40k di abitanti) chi vuole muoversi in bici lo fa già.
Per la tua prima parte del discorso, se convenisse in maniera importante in termini di diminuzioni di costi nell'anno, vedi meno benzina, ticket meno caro per il posteggio in periferia al posto che in centro, meno manutenzione auto, ecc... credo che molti avrebbero già fatto il passaggio.
A questo punto le cose sono due, la prima è che non c'è tutto questo risparmio oppure la seconda è che in fin dei conti alle persone frega poco di spendere di più ma preferiscono essere più comodi.

Giangiacomo

Sto semplicemente dicendo che è inutile dire che la macchina più venduta in Italia è la Panda, perché sappiamo bene che dati gli stipendi di 3/4 degli italiani questa è una delle poche macchine che si possono permettere. Vediamo all'estero, non solo sono tanti gli stati dove ci son pochi concessionari FCA ma per di più la gente non sceglierebbe mai questa macchina.

0KiNal0

Anche mettessero gli incentivi secondo me cambierebbe poco attualmente. Forse non si rendono conto che in questo momento chi è a casa in cassa integrazione non pensa a cambiare auto, chi ha un'attività chiusa per la situazione attuale tanto meno e chi ha ripreso a lavorare aspetterà sicuramente un po' di tempo per vedere se l'azienda rimarrà aperta e produttiva. Inoltre la vendita online di un'auto non è per tutti, anzi, è decisamente per pochi. In molti vogliono vedere l'auto, gli interni, sentire se il sedile fa per loro, le sensazioni di guida, ecc...
Non è che forse è il mercato dell'auto ad essersi troppo espanso negli anni scorsi?

Fabrizio

Certo ma così ti perdi tutte le possibilità della mobilità multimodale. Tipo chi farebbe una parte del tragitto in treno (o in auto fino ai parcheggi in periferia) e l'altra parte con monopattino o bici elettrica (pieghevole).
Senza contare che anche nei comuni più piccoli sarebbe opportuno diminuire l'uso delle auto private e sarebbe anche più fattibile date le distanze minori

0KiNal0

L'intento è quello di disincentivare l'auto nelle grandi città. Tu quanti km fai per arrivare in città?

The_Th

ok, allora ti dico che preferisco una A6SW ad una Panda, ma stiamo parlando di categorie ben diverse, nessuno sarebbe indeciso tra una A6 da 60mila€ (se bastano) o una panda da 10.
Se mi dici nella categoria della Panda, cioè auto puramente cittadine ti dico che la Panda mi piace, compatta, con un discreto spazio, maneggevole e poco costosa. Ha inoltre una meccanica abbastanza semplice e poca elettronica rispetto ad altre, e se devo usarla come seconda auto solo in città e per brevi spostamenti posso fregarmene del display da 8 pollici, della basetta per caricare il telefono eccecc, almeno so che sono cose che nel tempo non mi daranno problemi, visto che la prenderei come auto da tenere a vita, e sappiamo tutti che troppa tecnologia finisce per diventare obsoleta e potenzialmente dare problemi.

0KiNal0

E' pur sempre un discorso riferito alle preferenze, quindi lascia il tempo che trova. Se la base gamma tedesca costa mediamente più di 6k di una un po' accessoriata Panda è normale che l'ultima venda di più. Così come è normale che con 6k in più pretendi di avere interni migliori e tutto ciò che ne deriva.

Fabrizio

In questo modo escludono anche chi è residente in uno di questi "piccoli" comuni ma fa il pendolare in una città più grande.
Che poi le tasse le pagano tutti quindi è anche un po' discriminante

Daniele Gardellin

esattamente

The_Th

e nemmeno tutte, ce ne sono parecchi con meno di 60000.

Fabrizio

Questo concetto non mi è nuovo, se non sbaglio è riferito all'energia (in joule?) della chimica in sè del carburante vs pacco batterie.

The_Th

verissimo, sembra una vergogna

The_Th

per le aziende il mercato è diverso, molte preferiscono un noleggio a lungo termine per questioni fiscali e di comodità, tutta la gestione è in mano a terzi, e soprattutto se hai gente in trasferta sai che ogni problema è gestito da altri, se ti trovi a 500km da casa e rompi la macchina chiami e hai assistenza, mentre l'azienda dovrebbe cercare un'officina, pagare il rientro eccecc.
Per un privato quelle formule sono solo svantaggi per me, non mi legherei mai ad un marchio in questo modo, poi devo sempre tornare da loro anche se fanno modelli che non mi piacciono, oltre alla sconvenienza economica.
Che poi chi cambierebbe la macchina dopo 3 anni se ha appena 50/60mila km? forse un 10% delle persone, il resto se la tiene molto più a lungo.

Gabriele

Credo che la maggior parte dei comuni Italiani ha attualmente meno di 60.000 abitanti, solo le province praticamente...

Fabrizio

Altra genialata. Come se chi abitasse in comuni più piccoli si muove col teletrasporto

Fabrizio

Se hai disponibilità cash quelle formule non sono mai convenienti, tentano di convincerti con accessori o il fatto di "cambiare fra 3 anni" ma i tassi sono da strozzini, oltre al fatto che rimani legato a quel brand o concessionario.
Magari ha senso per le aziende che cambiano spesso le auto, per i privati ci trovo poco senso. Avendo comprato un'auto recentemente ho fatto fatica a convicerli di voler pagare tutto subito

luca bandini

una volta si puntava a fidelizzare il cliente con un buon rapporto qualità prezzo, ottima qualità dell'auto nel tempo, ottimo servizio service...ora ti vogliono solo imprigionare nella gabbia dei finanziamenti e devi prendere qualsiasi schifezza producano. chissà che non cambi qualcosa dopo questa pandemia perchè si era arrivati al ridicolo

The_Th

appunto. Anche perchè non sempre le loro formule sono vantaggiose, a volte la banca ha finanziamenti più convenienti, e comunque lasciami decidere, non volermi forzare sul finanziamento.

Daniele Gardellin

Un altro esempio, 1 litro di gasolio ha la stessa "energia" di un pacco batteria della Tesla S. Solo che un litro di gasolio pesa 0,86kg, un pacco di batterie della Tesla pesa 560 kg. Il concetto di "densità energetica" pesa nel reale calcolo del rendimento energetico (e a questo punto sarebbe più corretto chiamarlo "rendimento organico")

The_Th

L'ultima volta che sono stato in concessionario il venditore mi ha fatto vedere la macchina in 2 minuti, e per 20 minuti mi ha stordito con finanziamenti, formule varie, spingendo moltissimo per la formula piccolo anticipo, 3 anni a x€ e alla fine valore futuro, a quel punto potevi rendere la macchina e ciao (perdita folle), rifinanziare quella somma (perdita alta) o comprare un'altra auto della casa per altri 3 anni (guadagno sicuro loro).
Al mio rifiuto ad una formula del genere (includeva anche pochi km, altrimenti la rata si alzava, mi sembra andavano dai 15 a 20mila km annui) si indispettivano tutti, che io non capisco nulla e quella è la migliore formula perchè fra 3 anni posso cambiare macchina e ho sempre la macchina nuovissima. Praticamente mi stavano vendendo un finanziamento, della macchina che mi davano fregava zero a loro, bastava farti diventare cliente, e poi ci restavi a vita perchè uscirne era un salasso.

Gabriele

Se abiti in un comune con almeno 60.000 abitanti.

Dacia Spring: come va l'elettrica economica da 9.460 euro (con incentivi) | Video

Nuova Mazda CX-30 2021 eSkyactiv-X: quando 6 cv fanno la differenza | Video

Renault Arkana 2021: SUV Coupé per tutti, solo ibrida e come lei nessuna | Video

Incentivi auto 2021: tutto quello che c'è da sapere | Video