Recensione Audi Q2: il restyling della #untaggable. Test 35 TDI 150 CV | Video

07 Gennaio 2022 114

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Torna Audi Q2 (restyling 2021), la #untaggable, così come si era presentata e come ancora oggi viene presentata dal brand. Si tratta di un modello che, nonostante le critiche, in Italia ha avuto un discreto successo, con numeri di vendita interessanti. È chiaro che stiamo parlando di un’auto dedicata a chi è disposto e può spendere una cifra importante per un SUV compatto premium. Perché come avevo già detto tre anni fa, il suo unico grande difetto è il prezzo e i troppi optional a pagamento, anche se su quest’aspetto con il restyling le cose sono un po’ migliorate.

È un’auto che ha diviso fin dal suo esordio sul mercato e che ancora oggi, dopo il restyling, divide. La Q2 o la ami o la odi, a cominciare dallo stile che ha sempre fatto discutere, ma se la provate e la guidate potreste anche cambiare idea...

Proprio per questo, dopo il primo breve test effettuato da Luigi con la 35 TDI quattro S tronic al debutto del restyling, ho voluto mettere alla prova quella versione, facendole macinare molti chilometri in tanti contesti diversi.

DESIGN E DIMENSIONI

Il colore della nostra Q2 lo chiamano Verde Mela… a qualcuno piace anche così. Ma non giudicatela per questo: è solo quello dell’esemplare in prova ed è una delle due tinte proposte con il pacchetto Edition One, che può essere anche in Grigio Zinco. Se vi piace, potete scegliere ben altro, dal colore ai cerchi, se la volete più elegante o più sportiva.

Cosa è cambiato fuori con il restyling ve lo ha già raccontato Luigi, ma oggi come al suo debutto, rimango dell’idea che anche la Q2, come molte auto di questo tipo, un po’ alte da terra, con quei passaruota enormi, se la scegliete nella versione base delude parecchio: pensate che nella versione entry level monta di serie i cerchi da 16 pollici. Con il pacchetto S Line e i cerchi da 19” è decisamente tutta un’altra storia.

Facendo un piccolo sondaggio tra amici e colleghi, avevo notato e noto ancora che i fanali posteriori in questa Q2 proprio non piacciono, raccolgono pochi consensi. Forse potevano provare a migliorarli un po’.

ABITABILITÀ E INTERNI

Dando un’occhiata più attenta all’abitacolo, capisco che molti si aspettavano un restyling più profondo: in effetti la plancia e il cruscotto, non voglio usare l’aggettivo “vecchi”, ma la fanno sfigurare un po’ di fronte alle Audi più recenti.

Non a tutti piace lo stile un po’ retrò delle bocchette dell’aria e sicuramente a qualcuno piacerebbe trovarle anche dietro, almeno negli allestimenti più ricchi.

Finiture e assemblaggi in stile Audi. La parte superiore del cruscotto è morbida al contatto. Ma non tutti i materiali scelti sono all’altezza delle aspettative e del prezzo: soprattutto nelle portiere la qualità non è il massimo, avrebbero potuto fare di meglio.

SCHEDA TECNICA AUDI Q2
  • Motore: Diesel a 4 cilindri in linea con sistema di iniezione Common Rail e turbocompressore a gas di scarico
  • Cilindrata: 1968 cc
  • Potenza max: 110 kW (150 CV) / 3.000 - 4.200 giri/min
  • Coppia max: 360 Nm / 1.600 - 2.750 giri/min
  • Trasmissione: Trazione quattro
  • Cambio: S tronic a 7 rapporti
  • Massa a vuoto: 1570 kg
  • Volume vano bagagli: 355/1000 Litri
  • Capacita' serbatoio carburante 55 (12 AdBlue) Litri ca.
  • Velocita' massima: 210 km/h
  • Accelerazione 0-100 km/h: 8,2 secondi
  • Consumo Combinato WLTP: 5,8–5,3 l/100km
  • Emissioni di CO2: 153–138 g/km
  • Normativa antinquinamento: EU 6d-ISC-FCM

PROVA SU STRADA 35 TDI quattro S tronic

La Q2 è proprio tra quelle che bisogna provare, guidare e forse il giudizio potrebbe anche cambiare. Per scoprirne pregi e difetti, l’ho portata apposta con me per un paio di giorni in cui per impegni di lavoro le ho fatto macinare quasi 1000 km.

Il posto di guida non è male: a me piacerebbe una seduta più bassa, ma è un SUV, seppur compatto, e comunque non è nemmeno troppo alta. Qualsiasi sia la vostra taglia, troverete la posizione di guida ideale. Ha ragione Luigi: tutto è a portata di mano. Ergonomia buona, ci si distrae poco.

Nel test di qualche anno fa l’avevo provata con il 2 litri turbodiesel da 190 CV, motore fantastico, ma che per ora non viene più offerto con la più piccola della famiglia Q.


Questa volta invece è di scena quello che è diventato il motore a gasolio top di gamma, il 2.0 TDI con 150 CV, migliorato per coppia, performance e, sulla carta, anche nei consumi. E’ abbinato alla trazione quattro e al cambio automatico a doppia frizione S Tronic a 7 rapporti.

È di sicuro la scelta di chi viaggia molto, spesso in autostrada, e di chi vuole la trazione integrale, per sentirsi semplicemente più sicuro o perché spesso viaggia in collina, montagna, dove fango e neve non mancano. Se questo non è il vostro caso, potete sceglierla con la sola trazione anteriore (e i consumi miglioreranno di sicuro) ma sempre con l’automatico, la scelta giusta per un’auto di questo tipo.

L’ho provata a lungo anche nel traffico urbano e, anche se con questo motore non è proprio la soluzione più adatta per chi l’auto la usa soprattutto in città, si rivela molto agile, in questo caso aiutata anche dalla coppia del TDI, ben 360 Nm. Peccato solo per la visibilità posteriore un po’ ridotta, tra montanti ampi e lunotto piccolo.


La coppia del propulsore a gasolio, disponibile tra i 1600 e i 2750 giri al minuto, la rende molto piacevole da guidare anche lungo le strade extraurbane: basta un filo di gas e la Q2 si lascia guidare offrendo anche, tutto sommato, un buon comfort. In questo turbodiesel la potenza è quella di prima ma è aumentata la coppia, seppur di poco, è disponibile prima e la rende un po’ più reattiva. Provata in più occasioni, spinge bene anche in salita.

L’auto è ben insonorizzata, si percepisce appena il ticchettio del motore a gasolio in alcuni passaggi; solo se accelerate a fondo risulta un po’ rumoroso, a velocità costante invece non ci sono proprio problemi.

Io preferisco le auto rigide e ci sono abituato, però con questi cerchi da 19 pollici e l’assetto sportivo, visto comunque il tipo di macchina, mi aspettavo avessero un po’ migliorato questo aspetto: asperità e buche si sentono, è piuttosto rigida, soprattutto al retrotreno. Anche scegliendo la modalità di guida Comfort non cambia molto; non spacca la schiena ma potrebbe fare di meglio.


Sono però proprio quei cerchi e le gomme a spalla bassa a conferirle una precisione di guida insospettabile. Non vi sto certo dicendo che è una sportiva ma l’ho messa un po’ alla prova spingendo un po’ di più sulle strade tutte curve nell’entroterra ligure ed è stata una piacevole sorpresa. Le sospensioni posteriori multilink, destinate alle versioni più potenti con trazione quattro, di sicuro aiutano. Anche mettendo in Sport, il rollio in curva si sente un po’, però grazie a un baricentro non troppo alto e allo sterzo piuttosto pronto, si rivela agile, nonostante il peso a vuoto di 1570 kg. Anche nei curvoni autostradali più impegnativi la Q2, con questo assetto, non va mai troppo in crisi.

In autostrada, a velocità da codice, a 130 all’ora, il duemila turbodiesel “ronfa” a meno di 2.000 giri, a tutto vantaggio del comfort e dei consumi. Nei lunghi viaggi si fa apprezzare proprio per le qualità del propulsore, che non è un fulmine di guerra ma ha quella coppia che serve, allunga piuttosto bene e riprende senza problemi anche dopo i rallentamenti più decisi. I numeri non sono di sicuro da sportiva, comunque può accelerare da 0 a 100 in 8,2 secondi e raggiungere una velocità massima di 210 km all’ora. Ma non è questo ciò che conta.


Apprezzerete anche l’ottimo lavoro in sintonia che fanno il duemila a gasolio e il cambio automatico: rimane un punto a suo favore. Questo S Tronic sa essere dolce, fluido, aiutando la Q2 ad essere anche molto efficiente. Ma se mettete in manuale, usando i paddle al volante, passa rapidamente da un rapporto all’altro praticamente senza mai interrompere la spinta. Certo ci vorrebbero più cavalli, ma questo non è di sicuro lo scopo del nostro TDI della prova. Mi è piaciuto anche l’impianto frenante: il pedale si modula bene e non l’ho mai vista in difficoltà.

Parlando di consumi, tra città, extraurbane e autostrada, a velocità da codice, ho registrato una media appena al di sotto dei 17 km con un litro; anche spingendo parecchio non sono mai riuscito a scendere sotto i 13. Nel dettaglio, in città soffre un po’ di più e di solito il valore è sui 13,5 km al litro. Se la scegliete a trazione anteriore potrà fare decisamente meglio.

Per chi viaggia tanto fuori città e macina molti chilometri è l’ideale e poi, visto che ha debuttato nel 2016, c’è chi la guida da almeno 4 anni e ci ha percorso già molti chilometri con questo TDI con il cambio automatico senza problemi. L’affidabilità sembra dalla sua parte.

ADAS E SICUREZZA

La Q2 ora è ancora più sicura e sono d’accordo con quanto ha riscontrato Luigi: vanta una buona dotazione di serie.

Su tutte c’è il Pre Sense Front, che riconosce pedoni, ciclisti e veicoli; il cruise control adattivo e predittivo è davvero efficace e i lunghi viaggi diventano decisamente più rilassanti. Ha poco da invidiare alle “sorelle” dei segmenti superiori.

TECNOLOGIA A BORDO

Tecnologia parlando, Luigi vi ha già spiegato al meglio le qualità ma anche i difetti dell’infotainment e del Virtual Cockpit. Continua a non piacermi troppo il display in quella posizione, ma era troppo immaginare che con il restyling potesse sparire: bisognerà aspettare la prossima generazione per avere una plancia più armoniosa.

Di serie c’è la ricarica wireless del telefono nel vano dell'appoggiabraccia centrale, però non tutti gli smartphone ci stanno.
E poi gli altri oggetti dove li metto? Dalle chiavi, al telecomando, occhiali… ammetto che mi sono trovato in difficoltà. Detesto avere oggetti che ballano e girano per l’abitacolo creando vibrazioni e rumore. Sarebbe meglio mettere qualche vano in più davanti.

Le prese USB per i passeggeri seduti dietro non ci sono di serie, ma bisogna aggiungerle tra gli optional. Tra questi c’è anche il Sound System firmato Bang & Olufsen che merita: 14 altoparlanti (compreso un bel subwoofer), amplificatore a 15 canali per una potenza totale di oltre 700 Watt. Costa quasi 1000 Euro ma vi ripagherà con un’esperienza sonora molto piacevole. E i viaggi lunghi, magari da soli, non sono più un problema.

ALLESTIMENTI E PREZZI

La rinnovata Q2 è offerta in ben 7 allestimenti: Q2, Admired, Business, Business plus, Admired Advanced, S line edition e Identity Black. La scelta non manca: di sicuro troverete quella adatta al vostro budget e alle vostre esigenze. Senza dimenticare i vari pacchetti come l’Edition One della nostra. Ora la dotazione di serie è più ricca: su tutte proiettori a LED, cerchi in lega da 16", sensori di parcheggio posteriori, servosterzo progressivo, volante in pelle a 3 razze, MMI radio plus, due porte USB e tanto altro.

Tre i motori a benzina, anzi quattro, e due a gasolio. Un 3 cilindri 1.0 con 110 cv abbinato al cambio manuale a 6 marce, a trazione anteriore. Un quattro cilindri 1.5 da 150 CV abbinato al cambio manuale a 6 marce oppure all’automatico S tronic a 7 rapporti, a trazione anteriore. Poi c’è il più potente TFSI da 190 CV solo nella versione quattro con l’S tronic. E, un mondo a parte, c’è la SQ2, con 300 CV, trazione quattro e grandi performance, ma che sinceramente non sceglierei.


Per chi viaggia molto, il diesel "entry level" quattro cilindri ora è un 2.0 TDI da 116 CV, con il manuale a 6 marce o l’automatico, a trazione anteriore. Poi c’è il nostro 2.0 TDI da 150 cv con S tronic, a trazione anteriore o quattro.

Da quando abbiamo girato il video i prezzi sono un po’ aumentati: ora il listino della Q2 parte dai 29.050 Euro di una 30 TFSI con il manuale e nella versione base, fino ai 45.000 della 40 TFSI quattro S tronic nel ricco allestimento Identity Black. Questa 2.0 TDI con 150 cv S tronic a trazione quattro parte da almeno 38.200. La SQ2 parte da 53.450…

LE ALTERNATIVE

Quali sono le alternative al SUV compatto di Audi? Qualcuno potrebbe pensare a Renault Captur, Ford Puma, Peugeot 2008 o la “cugina” Volkswagen T-Roc. Ma nessuna di loro offre altrettanto e tutte hanno prezzi molto più “umani”, più bassi.

Forse l’unica vera rivale rimane ancora la Mini Countryman: per dimensioni, offerta e prezzi; come la Q2 è un po’ fuori dal coro e in più c’è anche ibrida plug-in. Invece per la piccola della Casa degli Anelli per ora nessuna versione elettrificata: forse arriverà con la nuova generazione. Voi quale scegliereste?

VIDEO


114

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rettore Università di Disqus

A me in generale sembra che il tailgating lo facciano tutti quelli che hanno macchine sopra un certo kilowattaggio.

Di certo per me non rimane un problema, ho sempre abbondante liquido tergicristalli per innaffiarli quando iniziano.

nickmot

Facci caso.
Il guidatore VW è quello che fa lo slalom tra le corsie
Quello BMW è allergico alle frecce
Quello Audi fa tailgating estremo, con sfanalata incorporata.

Rettore Università di Disqus

esatto sono prodotti civetta, un po' come era l'iphone da 64gb.

Rettore Università di Disqus

Purtroppo le auto che girano in centro sono necessarie, milano viene raggiunta ogni giorno da 1milone di persone in tempi normali.
Togliendo le auto collasserebbe tutto, sarebbe l'armageddon.

nickmot

Intanto togli le auto non necessarie dal centro ed hai miglioramenti più tangibili che vendere 4 tesla ai ricconi come fatto con gli incentivi.

Rettore Università di Disqus

Io sostengo da anni che sono meglio macchine più brutte ma meglio accessoriate.
Ciò detto questa macchina in versione s non mi sembra niente male.

Ma ripeto, preferirei un modello meno da "ricchi" ma full optional, è tutta un'altra esperienza...

Rettore Università di Disqus

Serve a nulla se vivi in affitto, in centro come i poveri immigrati.

Di fatto anche io quando avevo le pezze ed ero un povero squattrinato vivevo in centro in affitto.

nickmot

E' un circolo vizioso
Auto sempre più grandi ed ingombranti costringono ad inventarsi parcheggi assurdi, perché quelli che ci sono non bastano e sono piccoli.
Comunque, per città come Milano l'auto dovrebbe servire praticamente nulla, altro che suv!
Citroen Ami per tutti!

Rettore Università di Disqus

Il suv purtroppo in città ti serve per altri motivi, vedi milano, dove i geni del comune hanno fatto le strisce dei parcheggi sui marciapiedi e ti ritrovi cordoli alti 30 cm da salire.

Diventa una necessità, te lo dice uno che ha un'utilitaria e in alcuni punti non può parcheggiare perchè il risultato sarebbe che ci rimetterei il paraurti.

nickmot

Ecco, ora immaginati quel motore su un'auto pensata veramente per la città, con pesi e dimensioni adeguate invece che su un muretto a secco su ruote come un SUV.
Il problema non sono i pochi cavalli (che 110 non sono pochi, sono adeguati), il problema è il SUV!

Rettore Università di Disqus

Cosa c'entrano le infrazioni al codice della strada con la motorizzazione non lo capisco.

Quello che vedo nel quotidiano in compenso è che lo s t r o n z o medio guida quasi sempre auto ad alta cilindrata.

Rettore Università di Disqus

consumi alle stelle? lol.
Ma hai mai avuto una macchina da 250cv in città? Io si, praticamente andare a lavoro al mattino era quasi come andarci in taxi.

Sepp0

Il SUV Audi per chi vorrebbe un SUV Audi ma non ha i soldi per permettersi un vero SUV Audi (dal Q3 in su).

EmanueleA99

Vedi la capacità della batteria del monopattino e da lì aggiungi un 5% di dispersione energetica e ti trovi il totale dei watt da caricare

Gabriele Lucii

La inguardabol

nickmot

Ed i led blu!

nickmot

Per fare la pubblicitá con scritto " a partire da" ed attirare il cliente in concessionaria, soprattutto quelli che vorrebbero ma non possono, che possono fregare per bene con quei contratti capestro con maxirata dopo 3-4 anni.

Vacche da mungere per anni ed anni.

nickmot

Ottima idea comprarsi un SUV con pochi cavalli solo per muoversi in cittá.

Scomoditá e consumi alle stelle, la scelta perfetta!

nickmot

Nop, dai...
X2 no!
Le X pari sono inguardabili.

Ben

Basta e avanza! Alfa romeo dovrebbe fargli causa per aver permesso di usare il nome q2 per questo obbrobrio!

giuseppe

Dunque come si calcola?

EmanueleA99

Un conto è la potenza, un conto è la capacità della batteria

CAIO MARIOZ

Quella non l’ho mai provata, vista solo da fuori, si è molto sportiva.

muchoman

Ahh quindi è concesso ai fighi con l'Audi con motore piscio e i cerchi da 20 superare ai semafori, passare col rosso, parcheggiare con frecce doppie in prossimità di bar e locali. Evidentemente si consegue un'abilitazione all'essere pirla con questi modelli di audi full

Audi Q2 ha una doppia faccia.. se allestita con pacchetto S-Line e con cerchi grandi è molto bella, senza questi pacchetti sembra un altra auto spoglia brutta e anonima…e col retro della polo … il problema è che con qualche pacchetto estetico e qualche fronzolo qua e là costa più di una Q3 sportback (di suo già molto più bella e premium).
Audi dovrebbe venderla con un minimo di pacchetto estetico già dal modello base e allora avrebbe senso.. ma se devo arrivare a quasi 50k euro per averla bella compro direttamente Q3 che oltre ad essere più bella è un segmento superiore ..
peccato perché allestita bene come potrebbe essere interessantissima non è troppo grossa ha ottime motorizzazioni è un crossover quindi anche più versatile di un Suv… peccato

Rettore Università di Disqus

li compra chi va in città per il 90% con una velocità media di 20kmh.

Poi ci sono i fessi con i loro bei 150 - 300cv, sempre incolonnati al semaforo dietro agli altri.

Tus_Hat

No

Johnny

Sì per la quattro sono 1500, prima dell'edit consideravo la 150cv TA quindi ho preso il peso più basso.

daniele

x2 e contryman hanno sicuramente più personalità, e probabilmente qualità.
aggiungo anche formentor

daniele

meglio la formentor rimandendo in casa

daniele

1560 kg altro che 1300

giuseppe

Ragazzi domanda un po' stupida ,ho un monopattino da 500W di potenza , è giusto pensare che per ricaricarlo da 0 a 100 mi costa mezzo kilowatt di elettricità ?

Johnny

Boh io proprio non riesco a farmelo piacere come design, non solo la coda. È troppo un mattone. Poi con i cerchi enormi e i vari pacchetti sportivi migliora, però va anche per i 48k.

Su stabilità e assetto, alla fine è su base MQB quindi non dubito vada bene.

CAIO MARIOZ

La coda è brutta e sa da Volkswagen, per il resto è molto a fuoco come auto (proporzioni, assetto, stabilità).
Comunque ho scoperto che è stata disegnata dall’Italdesign

Johnny

Per forza, la 595 è una segmento A (vecchiotta ormai) e la A1 è una B :)
Comunque era una mezza presa in giro all'auto, che non mi piace, ma non dubito che tra DCT e trazione integrale in accelerazione non vada male.

muchoman

A2 nella storia per essere un orribile lattina d'alluminio; pegeout 206 nella storia per essere una delle più belle utilitarie del suo periodo e piacevole ancora oggi da guardare. Poi ci sei tu e altri cinque che hanno preso l'Audi a2 con la loro versione personale e distorta della storia. Ps un'auto che sgomma di terza con 90 cavalli ha problemi di aderenza, probabilmente dovuti a consumo del battistrada o a indurimento della mescola; la prossima volta che sgommi di terza con un catorcio passa dal gommista

muchoman

Compra motori base con allestimenti top. Quei bei cento cavalli Sline col cerchio da 18 che o accendi lo stereo o l'A/C

muchoman

Da me se vendi più di 500€ di sostanze stupefacenti devi avere l'Audi altrimenti i clienti non ti riconoscono. Quelli di maggiore successo girano tutti in versioni S e targa prova; tra le scelte fa eccezione qualche bmw più "cafona", tipo x4 con allestimento M

Fabrizio

Non che sia un problema, è così per tutti i prodotti B2C (ma anche tanti B2B ormai), dall'elettronica ai cereali alle auto.
Plauso ai produttori che l'hanno capito e sfruttato a loro vantaggio, poi ognuno è libero di fare le proprie scelte.
Ad esempio per un'auto l'estetica rimane il primo fattore d'acquisto, e personalmente è anche giusto così...chi spenderebbe migliaia di euro per un oggetto che non lo aggrada alla vista?

CAIO MARIOZ

Non serve avere 300 cv per andar forte. Una Abarth anche se avesse 2000 CV non la paragono nemmeno con l'audi A1 di 6 anni fa, perché è ancora peggio :P

CAIO MARIOZ

Non serve avere 300 cv per andar forte. Una Abarth anche se avesse 2000 CV non la paragono nemmeno con l'audi A1 di 6 anni fa, perché è ancora peggio :P

Johnny
va forte

150cv a meno di prendere la SQ2

1300kg minimo

Qualcosa non quadra.

CAIO MARIOZ

Una delle auto più valide che ci siano sul mercato, va forte, ha un ottimo handling, è alta da terra ed è compatta.
Peccato solo per il design del posteriore, non riuscito, starebbe bene su una t-roc

CAIO MARIOZ

Una delle auto più valide che ci siano sul mercato, va forte, ha un ottimo handling, è alta da terra ed è compatta.
Peccato solo per il design del posteriore, non riuscito, starebbe bene su una t-roc.

Vecchia sia dentro che fuori, non mi sembra in linea col nuovo stile audi. Probabilmente manco a loro fotte qualcosa del Q2.

Cuj0

e allora chemmichia le fanno a fare se nessuno compra "il base"? :D

ACTARUS

A me piacciono le Audi, ultimamente no..troppo pacchiane non osano più...eppure audi 80/Audi A3 Mk1 avevano dato una svolta.
Ora mi piace I' ultima versione di Audi A1 che non produrranno piu

Seraph84

ci voleva impegno a farla ancora più brutta...e invece...

dario Rossi

BRutta e costosa insomma meglio la 500x almeno ha personalità e prezzo molto più basso.

Tiwi

esteticamente non mi piace proprio, i prezzi sono allineati alla concorrenza, bene che ci sia anche il diesel

Auto

Recensione Dacia Sandero Streetway TCe 90 CVT, quella automatica | Video

Auto

Recensione Jeep Compass 4xe PHEV: SUV ibrido plug-in a trazione integrale | Video

Auto

Recensione Volkswagen ID.4 GTX: sportività "elettrizzante"

Motorsport

WRC 2022: nasce la nuova era ibrida