Nuova BMW Serie 1: video live da Francoforte

11 Settembre 2019 153

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Aggiornamento 11/09

BMW ha svelato al Salone di Francoforte la nuova BMW Serie 1 2019: eccola nella nostra video anteprima!

Articolo originale - 27/05

BMW ha svelato online la nuova Serie 1 2019, un vero punto di svolta rispetto alle prime due generazioni, vendute in 1,3 milioni di esemplari: la terza edizione è più spaziosa e tecnologica, con uno schema meccanico inedito e un design più elaborato. Una vettura che già divide per la trazione anteriore, ma che convince per la tecnologia di bordo. Le vendite inizieranno il prossimo 28 settembre.

NUOVA BMW SERIE 1: DIMENSIONI E BAGAGLIAIO

Sviluppata in 5 anni, periodo in cui BMW ha anche avuto modo di "sondare" il gradimento delle proprie vetture a trazione anteriore (Serie 2 Active Tourer e Grand Tourer, recentemente ristilizzate), la nuova BMW Serie 1 punta a diventare il riferimento nella categoria delle berline di segmento C, eliminando l'unica proposta a trazione posteriore per abbracciare uno schema meccanico più flessibile e conveniente per la Casa.

Disponibile solamente con carrozzeria 5 porte, la nuova Serie 1 è più corta di 5 mm della precedente, con una lunghezza di 4,31 m, mentre la larghezza è aumentata di 34 mm (1,79 mm), così come l'altezza (1,43 m, +13 mm). Il passo si riduce di 20 mm, per un totale di 2,67 m, valore che rimane ai vertici del segmento C e che si traduce, grazie alla nuova organizzazione degli spazi, in una maggiore abitabilità per i passeggeri e in un vano bagagli più capiente.


Si parla di 380 litri con i sedili posteriori in uso, ovvero 20 litri in più rispetto alla seconda generazione (1.200 litri abbattendo il divanetto 40/20/40): il vano bagagli ha inoltre una larghezza minima superiore di 67 mm ed è accessibile per la prima volta tramite un portellone elettrico. Per quanto riguarda lo spazio interno, invece, BMW dichiara 33 mm in più per le ginocchia, 13 mm in più per i gomiti e 19 mm in più per la testa dei passeggeri posteriori (in presenza del tetto panoramico apribile). 42 mm extra sono invece riservati alla testa dei passeggeri anteriori.

TRAZIONE ANTERIORE O INTEGRALE, MOTORI 3 O 4 CILINDRI

Come ormai noto, la compatta di Monaco di Baviera abbandona l'attuale (e unico sul mercato) schema a trazione posteriore e motore longitudinale in favore di una più classica ed economica (per BMW) soluzione con motore trasversale e trazione anteriore. I puristi, comunque, non devono aver paura: secondo BMW, il proverbiale "piacere di guidare" diella Casa bavarese rimarrà intatto. Aa sostegno di questa prevedibile e opinabile affermazione, BMW aggiunge che la nuova Serie 1 metterà sul piatto un "sistema di sospensioni di alto livello" e "tecnologie innovative" per la dinamica di guida. Senza dimenticare che ci sarà comunque l'opzione della trazione integrale.

Ma il vero passo in avanti per la nuova BMW Serie 1 sarà la tecnologia, ereditata dalle sorelle maggiori: dall'elettrica i3, Serie 1 2019 porterà per la prima volta al debutto su un'auto a combustione interna la tecnologia ARB (actuator contiguous wheel slip limitation), soluzione che sostituisce l'unità di controllo del controllo dinamico della stabilità con un attuatore integrato nella centralina del motore: il risultato è una vettura più agile e sensibile, in quanto il sistema agisce sul controllo della coppia erogata, riducendo il sottosterzo tipico delle auto a trazione anteriore.


Di serie ci sarà anche il BMW Performance Control, che migliora l'agilità del veicolo agendo in modo dinamico sui freni. E poi il pacchetto tecnico prevede una maggiore rigidità torsionale del telaio e ulteriori accorgimenti al comparto sospensioni posteriori, grazie alla presenza dibracci "a boomerang". Al vertice della gamma della nuova BMW Serie 1 non mancheranno motori "cavallati", tra cui il più potente 4 cilindri mai realizzato da BMW: si tratta del 2.0 TwinPower Turbo da 306 CV, un propulsore che troveremo sotto al cofano di BMW M135i xDrive.

I consumi dichiarati per questa unità sono di 7,1-6,8 litri di benzina per 100 km, con emissioni di CO2 tra 162 e 155 g/km). La trazione integrale intelligente BMW xDrive si troverà anche sotto il cofano di BMW 120d xDrive (consumi 4.7-4.5 l/100 km ed emissioni di CO2 tra 124 e 117 g/km). Su M135i xDrive (che garantisce uno 0-100 km/h in 4,8 secondi e una velocità massima di 250 km/h) troveremo di serie un nuovo differenziale meccanico Torsen a slittamento limitato, integrato nel cambio Steptronic Sport a 8 rapporti con Launch Control, in grado di scaricare a terra una coppia di 450 Nm in prima e seconda marcia.


La gamma motori prevede al lancio 3 diesel e due benzina. Serie 1 propone propulsori a 3 cilindri da 1,5 litri di BMW 116d, 118d e 118i. BMW Serie 1 116d è tra l'altro l'unico motore già in regola con la futura normativa Euro 6D, mentre gli altri rispettano l'attuale Euro 6d TEMP | Guida Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia. Di serie su 116d, 118d e 118i il cambio manuale a 6 rapporti, mentre il doppia frizione Steptronic a 7 rapporti è disponibile su 116d e 118i. 118d avrà invece l'opzione dell'8 rapporti con convertitore di coppia Steptronic, disponibile di serie anche su 120d xDrive 4 cilindri (e in versione sportiva su M135i xDrive) | QUI i prezzi per l'Italia della nuova BMW Serie 1 2019.

NUOVA BMW SERIE 1: INTERNI, TECNOLOGIA E ADAS

La plancia è stata totalmente rinnovata e non possiede punti in comune con X2 e Serie 2 Active Tourer, con cui BMW Serie 1 condivide parte della meccanica. L'impostazione è, piuttosto, ispirata a quella delle nuove BMW più grandi, a cominciare dalla nuova BMW Serie 3 che abbiamo provato lo scorso febbraio in anteprima italiana. Fulcro dell'abitacolo è il nuovo BMW Operating System 7.0, dotato di due display dalla diagonale massima di 10,25 pollici destinati alla strumentazione e all'infotainment.


Il nuovo design del display della strumentazione riproduce la griglia del rene BMW di nuova concezione sia nella forma che nella disposizione. Il display centrale si può gestire con i comandi vocali evoluti "Ehi BMW" (con nome personalizzabile) del BMW Personal Assistant, comandi gestuali, touch capacitivo e rotella centrale dell'iDrive. Presente, per la prima volta su Serie 1, l'head-up display a colori da 9,2 pollici, proiettato sul parabrezza.

Il navigatore è connesso, come del resto tutta la vettura, che si può gestire da remoto tramite app per smartphone. Smartphone che può anche diventare l'unica chiave della vettura, grazie alla tecnologia BMW Digital Key con NFC, attiva anche con batteria scarica. BMW Digital Key consente inoltre di condividere l'accesso alla vettura con 5 altri dispositivi.


Tanti gli ADAS introdotti per la prima volta sulla nuova BMW Serie 1, che riprende le dotazioni delle sorelle maggiori: a seconda del sistema in questione, le immagini della telecamera e i dati raccolti dal radar e dai sensori a ultrasuoni vengono utilizzati per monitorare l'area circostante del veicolo e avvisare il conducente di pericoli o ridurre al minimo il rischio di incidente mediante frenata e sterzo correttivi.

Di serie, su tutte le Serie 1 commercializzate in Europa, l'avviso anticollisione con frenata automatica in città e riconoscimento pedoni e ciclisti, oltre al Lane Departure Warning con centramento attivo della corsia, operativo da 70 a 210 km/h. Tra gli optional figura il Cruise Control Adattivo, attivo fino a 160 km/h (con funzione stop&go in presenza di cambio automatico), oltre al Driving Assistant (avvertimento collisione posteriore e traffico negli incroci). Presente, come su Serie 3, l'assistente in retromarcia, che memorizza i movimenti dello sterzo negli ultimi 50 metri percorsi dalla vettura a meno di 36 km/h. Il sistema è quindi in grado di guidare autonomamente il veicolo in retromarcia (fino a 9 km/h) lungo il percorso memorizzato.

DESIGN RIVOLUZIONATO

La nuova compatta di segmento C si presenta con uno sbalzo anteriore più pronunciato rispetto alla precedente generazione, risultato di un motore collocato a sbalzo in corrispondenza dell'asse anteriore. I gruppi ottici si adattano alle nuove proporzioni derivate dall'inedito schema meccanico, abbandonando lo stile sottile dell'attuale in favore di una forma più elaborata e sviluppata in altezza.

Anche la firma luminosa a LED si evolve, con gli "angel eyes" che disegnano una forma più squadrata (addio all'anello chiuso). Il paraurti propone un disegno scolpito ed elaborato, seguendo la tendenza delle BMW più recenti, in particolare con il pacchetto M Sport. Una tendenza che si ripete anche al posteriore, dove troviamo un doppio terminale di scarico cromato "vero", alla faccia di molti concorrenti. I fanali diventano più grandi, introducendo la più recente firma luminosa "a L" che prosegue fin sul portellone.


Per quanto riguarda la fiancata, il cofano è più corto e alto, mentre la linea di cintura si alza leggermente verso il posteriore, disegnando un "gomito di Hofmeister" (il montante C divenuto un elemento stilistico tipico della produzione BMW) molto simile a quello di BMW X2 e BMW Serie 3 (qui la nostra prova della nuova berlina tedesca).

BMW SERIE 1: GALLERY
VIDEO

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da TeknoZone a 469 euro oppure da Media World a 529 euro.

153

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Logarius

Ah non metto in dubbio che queste scelte aiuteranno BMW a vendere più Serie 1, anzi. Mi dispiace però, e questo lo vedo in molte aziende, che in favore del mercato, ad una corsa sfrenata verso queste vendite, secondo me "del momento", si vadano a perdere molti di quei segni distintivi che hanno reso queste aziende quello che sono. Per me BMW é motore davanti, longitudinale, e trazione posteriore (anche perché se un minimo sai guidare, ti rendi conto di quanto sia più appagante guidare un auto del genere). Mi puoi mettere mille LED, schermi, fari, colori, cerchi, sedili o mille altre diavolerie... É BMW solo nel logo ma non più nella sostanza... Quindi a quel punto tanto vale prendere una A3 o una Classe A... Non hai più quel che che ti differenzia, ma mi rendo conto che questo pensiero lo abbiamo io, te e altri 4 gatti :)

Max

Che porcata, poi il pianale della mini, ma per cortesia.

Vash 3rr0r

Serviva perchè la meccanica tipica della Serie 1 in quelle dimensioni la penalizzava agli occhi degli acquirenti che gli preferiscono klasse A e A3.
Sono d'accordo in tutto e per tutto con te, ma le macchine devi venderle e il mercato del segmento C richiede abitabilità per 5 e bagagliaio: cose che la Serie 1 non offriva. Detto questo, la nuova mi fa semplicemente ridere e visto lo schema meccanico ora non ha NULLA per cui valga la pena comprarla.

Fabrizio

Con un Euro 6d stai tranquillo fino al 2030 anche a Milano che è la città più ostica..certo un ibrido fatto bene magari avrebbe anche senso se usi l'auto prevalentemente in città ma i motori a benza della Mazda ad oggi non mi convincono ne come prestazioni ne come consumi

Babi

Se freni forte ti si alza il didietro

met

Anche se sono contro la guerra al diesel che va tanto di moda adesso, non so se tra un annetto quando penserei a cambiare macchina punterei ancora su un motore a gasolio

Itre Boiz

ha un non so che di audi A1 nuova...

Fabrizio

Vale sicuramente la pena, soprattutto considerando la dotazione di seria già molto completa. Da tenere in considerazione comunque il Diesel che ha una coppia più decente

alfazefirus

Stupendi i gruppi ottici, il doppio rene sotto steroidi é inguardabile. Sacrilegio la trazione anteriore, anche se i motivi di business sono innegabili. Nel segmento C a due volumi non ha nessun senso, le alternative sono troppo piú avanti come qualitá prezzo.

Fabrizio

Se non hai velleità sportive il 1.8 skyactive-D della Mazda è un ottimo motore

Fabrizio

37 la versione base..con un minimo di accessori (praticamente obbligatori con i tedeschi) ho paura che si vada ben oltre.
La Mazda 3 invece ha un equipaggiamento già super completo

Ryes

esteticamente orribile...

senza contare che una BMW a trazione anteriore non è una BMW...

Andy M.
J.J. Douglas

Anch'io

Ricky

Novità della serie 2 gran coupé?

Ricky

Tra i due prenderei la classe a

Ricky

Confermo, è veramente tozza

mashiro84

BMW, Audi e Mercedes in questo segmento offrono prodotti in tutto e per tutto allineati ai competitor non premium ma hanno tantissimo successo perché sono comunque auto accessibili per tanti che vogliono apparire in un certo modo. Quando uno spende 10k in più per un prodotto che potrebbe avere a molto meno [secondo me] lo fa per legaame con un marchio preciso.

Io dei tre ho sempre preferito BMW e preferirei andare in giro con una BMW (ma condivido che delle tre sia quella riuscita peggio a livello estetico).

pisqua187

ecco ci risiamo! il 2019 è l anno dei restyling di pupu! vi presento la vecchia Mercedes classe A con il muso di un X5! brava BMW!!! dopo un X4 mooolto discutibile, un X6 decisamente discutibile e un X5 in tema "facciamo il doblò cargo della situazione" ecco il serie 1 in tema "massi tanto agli altri interessano l elettrico manco ce la guardano questa"

Giorgio

Guida una macchina da 40 Milà euro ed una di 20 subito dopo e ti rendi conto di cosa significa

Giorgio

La calandra che sconfina sul cofano per me è orribile

met

Non riesco proprio farmi piacere il nuovo corso stilistico Mercedes...comunque parlo di auto entro i 30mila

Dea1993

si si anche io intendevo quello con umido, infatti ho detto che e' la peggiore dopo il ghiaccio, e pure peggio della pioggia intensa.
perche' quando fa 2 gocce l'asfalto diventa proprio una saponetta, e li dico, quando mi capita di sottosterzare praticamente basta alzare il piede dall'acceleratore e riprendi il controllo, se sterzi di piu' o freni si a volte fai pure peggio in questi casi.
ma d'altro canto anche un sovrasterzo non e' facile da recuperare se non sei capace, perche' c'e' modi che per correggere il sovrasterzo, controsterzi, ma ottieni l'effetto contrario, e l'auto al posto di sovrasterzare verso destra, sovrasterza verso sinistra.
comunque sia sono situazioni che difficilmente si presentano nella realta', e in quei pochi casi, spesso tutta l'elettronica delle auto moderne, anche se non ti risolvono il problema spesso ti aiutano molto anche se sei incapace.

matteventu

IMHO, non ci siamo per niente.
Sembra una Serie 2 Active Tourer più piccola.

La vecchia Serie 1 era particolare proprio perché aveva le proporzioni di una normale SW (oltre alla TP, qui andata a farsi benedire).

Aster

Anche loro a 3 cilindri!

Fabrizio

Mazda 3 proprio un altro pianeta a livello di design. Sui motori lasciamo perdere ma esteticamente è uno spettacolo

peyotefree

TP

peyotefree
Piddì
sgarbateLLo

E inquinava anche di più tra l’altro

Ho detto che è bella.
Parlo in base a ciò che vedo dalle mie parti, cioè è una macchina comprata quasi sempre da figli di papà o da operai con i primi soldi, pronti a fare gli sboroni e sfruttarla in modo indecente.
L'auto però, in sé, è bella e a me piace.

Piddì

La macchina dei tamarri e dei cretini? Non capisco se la tua sia ironia, ignoranza o frustrazione.

Piddì

Prima la benzina/Diesel non costava come oggi. Troppo facile parlare senza pensare.

Piddì

Perché? Non sono così proibitive

Fede Mc

sono anni che lo dico, ma se lo scrivi qua sei etichettato come pazzo incosciente.. :(

Andy M.

Pensavo proprio a quell'auto leggendo l'articolo e vedendo le foto. I gusti sono personali però, cavolo, da quando ho visto la nuova Mazda 3 un po' in generale non mi riescono a piacere le altre auto uscite nello stesso periodo, sembrano tutte di una generazione più vecchia e dal design più anonimo. Questa nuova serie 1 in particolare mi sembra un vero e proprio obbrobrio pensato tipo nel 2005 e gli schermi interni e i fari laser non cambiano la situazione, anzi stonano talmente che sembrano quelle soluzioni aftermarket tamarre.

darkn3ss1

per umido cmq intendo quando pioviggina o piove da poco specie durante l'estate, l'asfalto si fa viscido come olio.
mi è capitato tante volte di sterzare e andare in sottosterzo con anteriore che va dritto in semplici curve che hanno un pessimo asfalto.
Il guidatore inesperto si potrebbe intimorire e sterzare di più per recuperare il controllo dell'auto, o frenare... delle volte questi comportamenti sono ancora più deleteri perchè potrebbero farti recuperare improvvisamente grip all'anteriore e scomporti il posteriore con un imbardata difficilmente controllabile.
Oggi le vetture moderne sono un po più facili da guidare e spesso ti salvano dagli impicci, ma io preferisco sapere cosa fare se si mette male.

gabrimazzo

classe A Hybrid plug-in decisamente in testa ai miei desideri..certo 37.000 non sono noccioline.

Rainbow

Adesso per chi desidera il piacere di guida Bmw è d'obbligo rivolgersi al mercato dell'usato.

Dea1993

si ma l'umido e' dopo il ghiaccio la peggior condizione di guida (anche peggio del bagnato), e li anche con una trazione posteriore dubito fortemente che un autista medio riesce a fare qualcosa.
poi nella maggior parte dei casi rimane il fatto che queste cose succedono solo se dai troppo gas o se le gomme sono davvero ridotte male.
insomma non mi capita mai che l'auto mi sottosterza, neanche con l'umido, succede solo quando sono io a portare l'auto al limite (e comunque se non disattivi il controllo di trazione, ti aiuta molto anche se poi sembra che l'auto ha un comportamento strano).
sulla neve ghiacciata invece mi e' capitato che senza catene, partenza da un incrocio con strada in cui mi dovevo immettere, perfettamente perpendicolare alla mia strada, e per di piu' pure in discesa, come sono questa ha perso completamente aderenza, e ha tirato verso un muretto... a quel punto e' bastato un colpo di freno a mano per riprendere il controllo e tornare in carreggiata... forse li con trazione posteriore sarebbe stato meglio, ma comunque nella normalita' non hai differenze tra trazione anteriore o posteriore sulla guidabilita'

Stefano Paoli

Prima al bar si chiedeva quanto fa da 0a100 e a quanto gira la curva del paesello. Ora si chiede quanto consuma e quali ammennicoli possiede. Avanti così bene

darkn3ss1

quelle narici gigantesche sono orribili, peccato perchè la precedente mi piaceva parecchio
speriamo che in BMW rinsaviscano prima o poi

darkn3ss1

sull'umido ci vuole niente a trasformare sottosterzo in sovrasterzo... e se succede con una TA sono caxxi amari

Nitro

Considerato che tecnicamente si è appiattita alla concorrenza non resta che valutare il design.
A mio avviso l'anteriore di questa nuova serie 1 è completamente sbagliato e la fa sembrare una active turer. Il posteriore non mi dispiace.
Interni buoni.

Roman91

la differenza nello stile è imbarazzante, è come passare da una panda (hdblog) ad un serie1(Facchetti).

Sergio

Da possessore di una E87 posso affermare che senza intervenire sui parametri delle sospensioni, per guadagnare camber all'anteriore, anche la prima serie 1 era tendenzialmente sottosterzante e che per farla sovrasterzare di potenza serve almeno un 120d o un 130i.

Già con la mia 118d LCI, con assetto ribassatto M sport, sono dovuto intervenire sugli angoli anteriori senza purtroppo risolvere del tutto.
Per avere un assetto "deciso" sul davanti con la prima serie 1 serviva asolare o montare dei camber plates con i braccetti della M3 E92.
La serie 1 a TP era progettata non solo per la guida sportiva per pochi "utenti consapevoli" (cit.) ma anche per i numerosi utenti medi, che probabilmente di dove stava la trazione poco importava, quindi tanto valeva farla a TA.
Nel complesso questa F40 M sport non mi dispiace, anche se l'anteriore non un po' troppo alto mi lascia perplesso. Mi riservo comunque di vederla dal vivo.

Sarà l'età.

sgarbateLLo

Guardandole una sopra l’altra all’apertura di hdmotori fa un certo effetto

La macchina dei tamarri e dei cretini che vanno a 100 in città.
A me comunque non dispiace, come tutte ormai; trovare una macchina brutta nel 2019 è difficile.
Tutto sto piacere di guida dove lo vedete? Andate in pista? Boh, io vedo solo macchine più o meno confortevoli e più o meno grandi. Il piacere di guida lo dà l'insonorizzazione, il climatizzatore, forse la ripresa (perché ho guidato macchine a metano, ma anche pandozze a benzina che NON VANNO UN CAXXO, la vecchia FIAT Uno anni 80 era meglio), i sedili, ma per il resto...
Giusto quindi farla più confortevole, secondo me.

J.J. Douglas

Praticamente è diventata una Mercedes classe A... non ha niente a che vedere che la vecchia serie 1, nemmeno più la trazione posteriore, brutta e senza senso.

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti