Audi Q7 restyling: la tecnologia del SUV ibrido con guida semiautonoma

27 Giugno 2019 20

Arriverà sul mercato nel settembre 2019 il restyling di Audi Q7, il grande SUV che si posiziona - insieme alla versione "coupé" Audi Q8 - al vertice della gamma Audi. Tante novità riguardano lo stile, profondamente rinnovato rispetto all'attuale, ma è dentro che si celano le più grandi differenze.

AUDI Q7 2019: COME CAMBIA

Dal punto di vista estetico, Audi Q7 2019 si rinnova completamente sia davanti sia dietro, lasciando inalterate solamente le lamiere della fiancata. Il frontale riceve nuovi gruppi ottici a LED standard (optional i proiettori HD Matrix LED con 24 diodi e abbaglianti laser), una calandra più massiccia e squadrata: con lo stesso stile riservato ai nuovi crossover Audi, dal Q3 alle versioni Allroad di Audi A6 e della rinnovata A4: molte cromature e listelli verticali. Cambia il disegno dei paraurti, oltre alla coda, che diventa più leggera grazie a gruppi ottici più sottili, uniti da un inserto cromato.

AUDI Q7 2019: LA TECNOLOGIA PER LA GUIDA

Il restyling porta in dote una dotazione dinamica presente ora solo su Audi SQ8 TDI, il SUV sportivo diesel da 435 CV presentato pochi giorni fa: la stabilizzazione antirollio attiva. In abbinamento allo sterzo integrale, questo sistema rende Q7 più maneggevole e agile. Un compatto motore elettrico, collocato in corrispondenza di ciascuno degli assali, gestisce l’azione dei due segmenti della barra stabilizzatrice.

Durante la guida in rettilineo, i segmenti della barra antirollio vengono separati, con una conseguente attenuazione delle sollecitazioni cui è sottoposto il corpo vettura in presenza di strade sconnesse e un sensibile incremento del comfort. Se, invece, il conducente adotta uno stile di guida sportivo, le semibarre vengono unite, così da ridurre al minimo il coricamento laterale di nuova Audi Q7. La stabilizzazione antirollio attiva è integrata nella rete di bordo a 48 Volt, che gestisce anche i motori mild-hybrid, disponibili su tutta la gamma Q7, con potenze da 231 a 340 CV (tutti i motori sono 3 litri, diesel o benzina).

La trazione integrale quattro è di serie (con rapporto 40:60), così come il cambio automatico tiptronic a 8 rapporti. Presente anche le modalità di guida Audi drive select:

Grazie ai programmi auto, comfort, dynamic, efficiency, individual, allroad e offroad, il conducente può optare per diversi setting della vettura che influiscono sulla servoassistenza dello sterzo, l’erogazione del motore, la mappatura del cambio e la taratura delle sospensioni pneumatiche adattive (qualora presenti). Adaptive air suspension che, nello specifico, permettono di variare l’altezza da terra dell’auto sino a un massimo di 90 mm.

Tra le altre dotazioni per la dinamica di guida di Audi Q7 segnaliamo anche lo sterzo elettromeccanico a servoassistenza variabile in funzione della velocità nonché lo sterzo integrale (quattro ruote sterzanti): la sterzatura, in tal caso, diviene particolarmente diretta, in quanto da fine corsa a fine corsa sono sufficienti 2,4 anziché 2,9 giri completi del volante. A bassa velocità, le ruote posteriori sterzano in controfase (sino a un massimo di 5 gradi) rispetto alle anteriori, con un conseguente miglioramento dell’agilità e una riduzione del diametro di volta. A velocità elevata, diversamente, sterzano in fase, ovvero nella stessa direzione delle anteriori, a vantaggio della stabilità.

ADAS Q7 2019: LA TECNOLOGIA A BORDO

All'interno, l'effetto wow è assicurato non solo dallo spazio (la capacità di carico a 5 posti è di 865 litri, con un massimo di 2.050 litri abbattendo anche il divanetto centrale) ma anche dalla nuova impostazione della plancia, ereditata da Audi Q8, A8, A6 e A7 Sportback. Un display per la strumentazione digitale Audi Virtual Cockpit (12,3 pollici di diagonale), due display al centro della plancia per il sistema di infotainment MMI touch response, con feedback acustico e tattile che ricorda il click di un tasto fisico. Lo schermo superiore permette di gestire le funzioni d’infotainment e navigazione, mentre quello inferiore consente al conducente di gestire la climatizzazione, le funzioni comfort e l’immissione dei testi.

Il sistema d’infotainment MMI plus con MMI touch response utilizza per il trasferimento dati lo standard LTE Advanced e integra un hotspot WLAN. La navigazione propone suggerimenti intelligenti per le destinazioni in base ai tragitti effettuati, tenendo conto delle esperienze precedenti e delle condizioni del traffico. Il calcolo del percorso viene effettuato online mediante i server di HERE, provider di servizi di navigazione e cartografici. Se il collegamento dati si interrompe, il sistema passa alla guida a destinazione on-board, sempre attiva.

Nuovi sono i comandi vocali, in grado di riconoscere le espressioni di uso comune, così da comprendere anche le indicazioni e le domande formulate liberamente, sfruttando una combinazione di un sistema cloud e di uno integrato (offline). Di alto livello anche i servizi Audi connect: dal traffico online alla navigazione con Google Earth, passando per il protocollo di comunicazione Car-to-X che permette alle vetture di dialogare con le infrastrutture connesse, come nel caso dei semafori. Non mancano la chiave digitale tramite smartphone (solo Android), Amazon Alexa, Apple CarPlay/Android Auto e la ricarica wireless.

AUDI Q7 2019: GLI ADAS

La ricca dotazione di ADAS di Audi Q7 viene ulteriormente potenziata con l'adaptive cruise assist, che integra le funzioni dell’adaptive cruise control, del traffic jam assist e dell’active lane assis per un'assistenza completa nella guida in colonna. Questo sistema, tra l'altro, in abbinamento all’efficiency assistant, decelera e accelera Audi Q7 in modo predittivo.

A tal fine analizza le informazioni trasmesse dai sensori, i dati di navigazione e la segnaletica stradale, adeguando l’andatura ai limiti in vigore e riducendo la velocità prima di curve, svolte e rotatorie. Il sistema adotta uno stile di guida adeguato al programma di marcia selezionato, favorendo lo sfruttamento ottimale dei vantaggi della tecnologia mild-hybrid (MHEV).

Presente l'assistente agli incroci, l’assistente al traffico trasversale posteriore, gli avvertimenti al cambio di corsia e all’uscita dei passeggeri dalla vettura, l'assistente alle manovre (evita gli urti imminenti mediante piccoli impulsi allo sterzo e azioni frenanti autonome, fino all’arresto), l'avvertimento per l’avvicinamento al cordolo dei marciapiedi e molto altro. Il tutto viene visualizzato sui display del sistema di infotainment, anche mediante una visuale 3D con prospettive liberamente selezionabili.

Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 596 euro oppure da Amazon a 761 euro.

20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
roby

Era meglio che non lo facevano il restyling..

luca bandini

ora la piattaforma è la MQB per motori trasversali (mentra da A4/Q5 in su c'è la MLB che va sia per trasversali che longitudinali come i v6) quindi si ha lo stesso telaio di A3/GOLF/TIGUAN/T-ROC...
in passato era comunque basata sul pianale dell'audi a3/golf

Simone

Ha veramente il telaio della Golf?
(Chiedo con serietà).

Simone

Brutte no ma alcune ci si avvicinano, inferiori alla concorrenza sotto certi(molti) punti di vista si.
Poi chiaro non sono mica dei cess!.

Ad aiutarli molto credo sia la loro posizione di mercato, ai tempi della Audi tt prima gen adornavano certe auto...

Per farti capire, anche la Audi A2 e Q7 vendono, nonostante siano EFFETTIVAMENTE dei cess! veri e propri.

Una domanda (se posso, visto che sei più esperto), che si intende per trazione 60:40? È la trazione "base"? Oppure è fissa?

luca bandini

beh non sono poi orrende e le vendite lo dimostrano in parte.
certo Q2, Q7 non si possono vedere ma le altre complessivamente non sono certo brutte o inferiori alla concorrenza

luca bandini

la tt va bene per chi vuole apparire con una golf vestita a festa (pianale identico anche prima dell'MQB). è molto bella ma è un auto da sfilata in centro non da guidare sopratutto se si opta per il diesel a trazione anteriore...
z4 è un altro discorso ma odio vedere la polvere in auto quindi, se dovessi prendere una spider, andrei dritto su una mx5 usata con qualche annetto sulle spalle piuttosto che su un auto da 65k nuova che mi creerebbe solo ansie

Simone

Engul0 quanto costa...

Ed io che criticato la Z4 di BMW credendola una auto non riuscita.
Meglio risparmiare e prendere una Mazda MX-5 e sto punto, e se si vuole spendere ci sono auto più belle tra cui cercare.

Simone

Sono andato a cercare(non sono mai stato appassionato Audi).

Beh se questi sono i loro migliori risultati, considerando che a una parte riuscita poi associano anche una parte schif0sa allora direi che non facevo male a criticare i prodotti Audi prima.

Lì dove mi aspettavo qualcosa di buono sono comunque rimasto deluso.

Forse la A5 si salva negli esterni.

Simone

A me sembra bruttissima fuori e dentro, non sembra un granché qualitativamente e sinceramente penso non sia neanche tecnologico.
Per me Audi non sta sfornando dei bei prodotti ultimamente.

Se dovessi scegliere tra le tedesche sceglierei sicuramente BMW, quella "meno" tecnologica(che poi queste spesso sono tecnologie stupide messe ad hoc per fare marketing che spesso l'anno dopo non rivedi).
Sicuramente macchine piu concrete e telai più efficienti ed emozionanti.

Se potessi essere più ampio non sceglierei un tedesca.

Come disegno sicuramente Alfa Romeo, Jaguar, Lexus, Infinity sono su un altro livello,penso anche come ergonomia e dinamica di guida.

Stefano

un pullman...

Manciu

E che il Greg sia con te...

CAIO MARIOZ

Concordo

eberg93

Certo, pure io sceglierei una cayman rispetto ad una TT, ma non volevo fare confronti tra vari marchi, volevo rimanere solo in ambito audi.
Poi se mi parli di Porsche io vado in brodo di giuggiole, ammetto di essere un fanboy. Della serie che se mi regalano una Chiron Divo da 5 milioni la rivendo per farmi una Porsche, anzi, una flotta di Porsce, una per ogni giorno della settimana ahaha!

luca bandini

TT non è male ma una versione decente non costa poi tanto meno di una cayman e fatto 30 farei 31...
la A6 avant sline è sublime invece

luca bandini

a5 è tanta roba ma la migliore audi oggi è la A6 avant con il pacchetto sline...è senza ombra di dubbio la migliore sw premium sia dentro che fuori
questa q7 è migliorata qualcosina ma complessivamente è un passo indietro rispetto alla prima q7 che era davvero bella nel suo essere mastodontico

eberg93

La A5 ha davvero un'ottima linea. Forse però era un po' più bello il modello precedente. Le uniche altre audi che salvo sono la nuova A1 (salvo in corner però, più che altro perchè il modello precedente era un cassone assurdo) e la TT che comunque ha sempre il suo fascino per i giovincelli dotati di un portafoglio grande (o del portafoglio del papi). E anche la R8 ma lì si parla di un segmento fuori dalla portata del 99% delle persone.

Per gli interni meh. Apprezzo sempre i teutonici di VW perchè molto minimal, ma questa mania dei 3 display è odiosa. Si sporcano subito, sono scomodi, poco pratici senza tasti fisici per il clima e distolgono troppo l'attenzione dalla strada.

ellios76

una coupé con 4 sportelli... il "tombino" Audi

matteventu

Beh dai perlomeno hanno aggiornato anche gli interni, invece che cambiare solo la forma di qualche faro.

Interni che tra l'altro necessitavano di un upgrade urgente.

Esternamente rimane oscena (più di prima IMHO).

L'unica Audi che mi piace fuori é la S5 Sportback (velo pietoso sul design degli interni invece, peggio di quelli della nuova A1).

eberg93

Non riesco a vedere la macchina quando ne ho una dietro sulla strada, la vista dallo specchietto è occupata interamente da una transenna esagonale zincata.

Account Anniversario

Nn ha senso tutto questo.

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida