Le Audi parlano con i semafori grazie al V2I, da luglio anche in Europa

16 Maggio 2019 49

Ci sono voluti più di due anni prima che la tecnologia Audi Traffic Light Information uscisse dai confini degli Stati Uniti: ora, finalmente, il protocollo di comunicazione V2I che permette alle vetture di "dialogare" con i semafori sbarca in Europa. Si comincia con la Germania a luglio, per poi arrivare in alcune città europee a partire dal 2020.


A partire dalla metà della prossima estate, Audi inizierà a collegare i nuovi modelli (compreso il restyling di Audi A4 presentato ieri) con le infrastrutture connesse di Ingolstadt, la città natale del marchio del quattro anelli. In questo modo, le vetture saranno in grado di intercettare con maggiore probabilità la cosiddetta "onda verde": attraverso la strumentazione, infatti, i conducenti di questi veicoli riceveranno un suggerimento della velocità da mantenere per trovare il verde al prossimo semaforo. Se non fosse possibile passare con il verde, l'indicazione si trasformerà in un countdown che indicherà quanto manca allo scattare del verde.


Come dimostrano le sperimentazioni condotte in diverse città degli USA, tra cui Las Vegas e Washington, attraverso la tecnologia Traffic Light Information - prima assoluta sul mercato - i conducenti Audi possono viaggiare più rilassati e in modo più efficiente, risparmiando stress e carburante perché la guida diventa più regolare e uniforme. Dopo essere stato utilizzato con successo in oltre 5.000 incroci americani, il protocollo V2I di Audi sarà reso disponibile anche in Europa su tutti gli e-tron (qui la nostra prova in anteprima del SUV elettrico di Audi) e sui Model Year 2020 di Audi A4, A6, A7, A8, Q3, Q7 e Q8 equipaggiati con il pacchetto "Navigation & Infotainment” e l'optional del riconoscimento della segnaletica stradale basato su telecamera.

Lo sviluppo del Traffic Light Information è soltanto all'inizio: in futuro, infatti, i modelli elettrici della gamma e-tron potrebbero approfittare della presenza imminente di un semaforo rosso per incrementare l'intensità della frenata rigenerativa e aumentare la carica delle batterie, oltre a frenare automaticamente in presenza del rosso grazie al dialogo tra il riconoscimento dei segnali e il cruise control adattivo predittivo. Il passo verso la guida autonoma - almeno in queste situazioni circoscritte - è breve...

L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 507 euro oppure da Amazon a 681 euro.

49

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessandro Peter

Eppure è facile da capire. Se in una strada a doppio senso di marcia viene istituita quella che da noi viene chiamata "onda verde" è ovvio che può dare benefici a una sola direzione. E' semplice matematica!
Se tu hai una strada con 10 incroci e imposti i timer dei semafori da essere verdi quando una vettura percorre la strada da, esempio, Nord a Sud a 50Km/h, chi invece sale da Sud a Nord non avrà nessuna onda verde. Al contrario, avrà quasi sempre rosso. Perché quando avrà il proprio verde il semaforo successivo sarà già giallo.

transporter

??? Cosa vuol dire "arrivi dal senso opposto e prendi tutti i semafori rossi"???
Oltre il non-sense della domanda tu puoi essere in due posti contemporaneamente? Se hai verde sul tuo senso di marcia anche l'altro senso sarà sincronizzato ugualmente, salvo le econfigurazioni stradali locali.

Hai mai circolato in una di quelle città dove ci sono dei semafori sincronizzati in base alla velocità legale?

Alessandro Peter

E se invece arrivi dall'altro senso di marcia? Praticamente ti fai tutti, ma proprio tutti i semafori rossi.
Ad oggi le città cercano di bilanciare le sincronizzazioni considerando entrambi i sensi di marcia

Alessandro Peter

Primo passo avanti verso l'interazione intelligente tra veicoli e segnaletica. Altra rivoluzione sarebbe quella di rendere i semafori "smart"; rendendoli capaci di interpretare i veicoli in coda in modo da gestire i flussi in base al reale traffico e non basandosi su timer. Immaginate che bello viaggiare la sera su strade principali senza più beccarvi un rosso di due minuti ad un incrocio dove non si vede un anima viva attraversare.
Un altra rivoluzione, molto più semplice e a costo zero, sarebbe quella di modificare il nostro CdS ed implementare due funzionalità già attive in altri paesi:
- svolta sempre consentita a destra: chi arriva ad un incrocio col rosso ha la possibilità di immissione se la svolta è a dx e la corsia è libera (quindi nello stesso senso di marcia di chi in quel momento ha il verde, sopraggiungendo da sinistra, fermo restando che deve comunque dare loro la precedenza). Sarebbe una vera rivoluzione, perché nei centri abitati abbiamo sempre il "problema" pedoni; chi ad un incrocio deve svoltare a dx, al verde deve prima aspettare che tutti i pedoni siano passati.
- arancione prima del verde: E' semplicemente fantastico. Si eviterebbero tante clacsonate in arrivo col verde, e si risparmierebbe un bel pò di traffico (più macchine passerebbero nella stessa sessione di luce verde). Quei due secondi di arancione che anticipano il verde, permetterebbero agli automobilisti di ingranare la marcia e iniziare ad accelerare.

zzzz

infatti spero e immagino il countdown non indichi quanto manca al rosso

italba

Grandissima testina di c###o, ti ho già detto che a Milano ci ho vissuto per più di 10 anni. Prima ho passato 25 anni a Roma, dopo Milano altri 10 a Genova e, finalmente, mi sono spostato fuori dalle grandi città troppo piene di gentaglia nevrotica e stressata come te. Ho molta più esperienza delle grandi città di te, anche se non me ne vanto assolutamente perché non c'è niente da vantarsene, fuori dalle grandi città si sta molto meglio. Nessuno ha mai detto che al semaforo ci si debba giocare a candy crash anzi, il telefono in auto andrebbe proprio spento, ma da qui ad aspettare con la marcia inserita, la frizione pronta, e magari il motore accelerato e la bava alla bocca ce ne corre e parecchio. Spesso a Milano giravo anche in bici, e la velocità media non era poi tanto diversa da quella che potevo tenere in auto, per lo meno in centro, senza contare il tempo che risparmiavo per il parcheggio e le scorciatoie di strade non percorribili dalle auto

transporter
Alla ricerca del tempo perduto

no, Mercedes

zanatos

ah no beh sopra i 50 nessun senso :)
cmq io per fortuna sono proprio senza auto e uso solo metro e bici...
ma è innegabile che a milano circolano troppi veicoli e troppi sono guidati da "90enni" che non fanno altro che peggiorare le già precarie condizioni di traffico

rockerey

Hai ragione Tony, ne chiedo venia.

Tony Musone

Confondi il sorpasso col superamento.

Art. 346. - Marcia per file parallele (art. 144 C.s.).
...
2. Nella marcia rettilinea su file parallele è fatto obbligo ai veicoli non provvisti di motore ed ai ciclomotori di occupare esclusivamente la corsia di destra, mantenendosi il più possibile verso il margine della carreggiata.
...
6. In corrispondenza delle intersezioni disciplinate da semafori o da segnalazioni manuali, i conducenti dei veicoli a due ruote possono, nella corsia relativa alla direzione prescelta, affiancarsi agli altri veicoli in attesa del segnale di via.

Quello a cui ti riferisci è l'Art 148 relativo al sorpasso, dove nel comma 11 si legge:

11. È VIETATO IL SORPASSO di un veicolo che ne stia sorpassando un altro, nonché il superamento di veicoli fermi o in lento movimento ai passaggi a livello, ai semafori o per altre cause di congestione della circolazione, QUANDO A TAL FINE SIA NECESSARIO SPOSTARSI NELLA PARTE DELLA CARREGGIATA DESTINATA AL SENSO OPPOSTO DI MARCIA.

LucaS888

Il problema è che i semafori non ti rispondono, dialogano solo con le macchine.
Son razzisti.

LucaS888

Mi sembra un'ottima cosa per la guida automatica.
Per quella umana invece rischia di trasformarsi in un incitamento ad accellerare (oltre il consentito) per beccare l'onda verde.

rockerey

1) Ad onor del vero, il sorpasso di veicoli fermi agli incroci o passaggi a livello, regolamentati da semafori, non è mai consentito per i ciclomotori. Poi che nella realtà dei fatti lo facciano tutti ed è abitudine comune è un altro discorso. In teoria non sarebbe consentito.
2) No, non l'ho letto. Ma se leggi il mio punto l'ho espresso come mio parere personale: "sarei d'accordo". Laddove non ci sono strade adeguatamente attrezzate, io non vedrei sicuro acconsentire di svoltare a dx le biciclette mentre i veicoli a motore transitano sulla strada perpendicolare. Ma... punti di vista.

Igi

In Italia fanno le multe?.... 1/100 di quelle che andrebbero fatte, e sono ottimista!

Ikaro

Non mi sembra una gran mossa :(

Tony Musone

1. Ciclomotori e biciclette possono superare a destra, lo prescrive il CdS e se l'auto deve svoltare (a dx) deve dare la precedenza
2. Evidentemente non hai aperto il link, comunque, a Parigi dove ci sono le infrastrutture non esiste il problema ma dove non ci sono, le bici possono svoltare a dx e tirare dritto (negli incroci a T) anche a semaforo rosso.

Gianni

Anch'io ci parlo ma spesso non ascoltano

Corbe

che generalizzazione che stai facendo però... Io sono più motocilsta/pendolare e ciclista che automobilista e sono convinto che se ci fosse un po' più di tolleranza e rispetto tra tutti si starebbe molto meglio.
Quando vado a milano in moto e parto da un semaforo, arrivo a 50km/h e non oltre, mi sorpassano a destra e sinistra quando poi al semaforo siamo tutti fermi e io ripasso davanti. Che senso ha?

Corbe

per non parlare dei sorpassi che ti fanno anche se sei in città... per poi essere fermi come te al semaforo dopo

zanatos

meno di fretta a milano? è già cosi, rispetto a 10 anni fa ti ci vuole il doppio per andare da una parte all'altra della città, anche coi mezzi pubblici.

gli stessi che dormono al semaforo sono gli stessi che stanno 24/7 su fb ed impiegano secoli a salire e scendere dalle metro costringendo i mezzi a soste molto più prolungate.

Ora vedi tu hai scritto un messaggio utile e stiamo discutendo,invece come vedi il genio qua sotto sa solo dire str0nzate tipo "partenza da gp" (solo perché non sa nulla di una grande città ma deve comunque commentare)

tollerante verso chi fa perdere tempo agli altri perché sta giocando a candy crash? poi fai loro notare che hai fretta e si inca**no pure pensando la metro/strada sia solo loro e che possano occupare gli spazi di tutti quanto vogliono...

sudo apt-get install humor ®
sgarbateLLo

e i loro avversari guidano bmw

sgarbateLLo

Se il pedale è premuto il cuscinetto lavora

sudo apt-get install humor ®

Visto xhe le Audi "parlano" vorrei sapere cosa ne pensano del rispetto del codice della strada.
Capiteranno tutti a me ma quelli con l'Audi evidentemente pensano di essere su una pista da gara

Corbe

io sono d'accordo con lo "sveglione" comunque. Sempre più intelligentoni passano con il rosso. E comunque bisognerebbe essere primo più tolleranti e secondo andare un po' meno di fretta. Comunque a Milano vendo partenze da gp a ogni semaforo per poi comunque essere fermi 100 metri dopo ad un altro semaforo.

sgarbateLLo

Giusto, ho sintetizzato

italba

Eggià, se tutti si mettono a scattare al semaforo alla massima velocità, fregandosene se magari travolgono un bambino o un ciclista, per poi frenare bruscamente al prossimo semaforo 50 metri più avanti allora sì che la vita in città sarebbe molto migliore...

rockerey

1) Al semaforo? Sì. Non vedo perchè non debbano rispettare le regole che rispettano anche gli altri mezzi a due ruote come i ciclomotori.

2) Sarei d'accordo se le strade e le infrastrutture in generale venissero attrezzate ad hoc, con isole spartitraffico e/o corsie dedicate o tempistiche di semafori adeguate per consentire loro un transito sicuro senza che in quel frangente possano transitare mezzi a motore che possano creare pericoli.

Tony Musone

- E i ciclisti dove dovrebbero superarti, a sx?

- In effetti in talune occasioni i semafori non vengono rispettati ed è per questo motivo che a Parigi (città in cui si vuole promuovere l'uso della bici come mezzo di trasporto) alcune manovre a semaforo rosso sono permesse.
https://www.paris.fr/velo

zanatos

vero ma quando c'è marasma magari sono rimasti gli ultimi che stanno passando con giallo, giallo/rosso

zanatos

ehm no, non ho detto frizione a metà ma solo marcia inserita

italba

A Milano ci ho vissuto per una decina d'anni, ed una volta sono stato "centrato" da un GENIO come te che non guardava se le macchine provenienti dall'altro lato dell'incrocio (in colonna!) fossero tutte passate, ma unicamente il momento preciso del primissimo verde per fare "sgummamiento". Ti rendi conto o no che, se invece della coda della mia auto ci fossero stati due ragazzi in motorino avrebbero fatto una bruttissima fine?

rockerey

Probabilmente vivrò in una zona di ciclisti più indisciplinati rispetto ad altri, ma ogni giorno vedo superamenti a destra e semafori non rispettati.

Tony Musone

Non capisco questa tendenza a trasformare l'eccezione in regola. Sappi però che nella stragrande maggioranza dei casi, sono gli automobilisti ad investire i pedoni e i ciclisti, non quest'ultimi a buttarcisi sotto.

italba

No, semmai del cuscinetto spingidisco

rockerey

Parlassero con i ciclisti e con i pedoni...

"Ao, ma che stai a fà? Ma no o vedi che è rosso? A pezzente!"

rsMkII

Una volta che conosci i tempi dei semafori, lo fai appena prima che scatti il verde. Non quando è già scattato, ma poco prima. A mettere la prima ed essere pronti a partire basta mezzo secondo, a meno che non si sia totali imbr*anati! XD

sgarbateLLo

Questo comportamento accelera l’usura della frizione

Nalin

Sono i semafori che non rispondono ad Audi e anche se comunicassero, all'inizio del conto alla rovescia, in molti si trasformerebbero in piloti di F1 con tanto di casco.

zanatos

ovviamente da nessuna parte, ma se vivi in una grande città è evidente

invece il genio qua sotto non ha capito nulla, se tutti dormissero come lui ai semafori ci sarebbero zone completamente bloccate dai tonti lenti come lui :)

zanatos

tu invece si vede che sei solo un provincialotto

paragonare il semaforo alla partenza dei GP è una perla, spero che tu milano la veda solo in cartolina che è già pieno di sveglioni come te

rsMkII

Ti permette di evitare più facilmente di prendere la multa dandoti informazioni aggiuntive ma non ti impedisce tecnicamente di cercare a tutti i costi di passare "velocemente", come si suol fare quando si vede l'arancione! XD Detto questo, considerato che in futuro con la guida autonoma sempre più massicciamente presente le auto guideranno "meglio" e staranno sicuramente attente ai semafori, credo che i comuni dovranno comunque ripiegare su altri metodi per far cassa.

italba

Questo crede che i semafori siano come quelli della partenza dei GP di formula uno. PRIMA di partire si DEVE guardare attentamente a destra ed a sinistra che la strada sia libera, DOPO si parte!

Ritornoalfuturo

ogni tanto ci penso. Che se ci vosse comunicazione tra i veicoli e segnaletica gli incidendi si ridurrebbero.

"il semaforo ha detto una cosa ... Ma non posso dirtela è un segreto"

Corbe

Dove sta scritto?

rsMkII

Ci parlo anche io con i semafori. Eppure quando lo faccio mi prendono tutti per matto. Boh

David

In Italia verrà impedito l'ingresso di questa tecnologia nei semafori.
Sennò come possono fare le multe?

zanatos

Magari si potesse applicare velocemente ad ogni semaforo presente nelle città...
a milano farebbe bene soprattutto per evitare le consuete perdite di tempo causate dai geni del male che non hanno nemmeno intelligenza sufficiente a comprendere che al semaforo si sta con marcia inserita e frizione innestata..

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida

HDBlog.it

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Ford

Ford Mondeo Hybrid Vignale: wagon ibrida per risparmiare con la gamification | Video