Hyundai IONIQ restyling 2019: nuovo display e guida a un solo pedale

18 Gennaio 2019 34

Hyundai IONIQ restyling 2019: a tre anni e oltre 60.000 esemplari venduti dal debutto, l'ibrida "anti-Prius" si rinnova con un facelift di metà carriera che porta in dote interni più moderni e tecnologici e uno stile affinato. Le novità interessano al momento le versioni Hybrid e Plug-in (sul mercato nella seconda metà del 2019) mentre la variante Electric aggiornata arriverà in un secondo momento.

PIÙ POLLICI, PIÙ TECNOLOGIA

Le principali novità della gamma Hyundai IONIQ 2019 riguardano la tecnologia di bordo, rivista con l'introduzione di un grande display centrale da 10,25 pollici touch con il sempre più diffuso stile a sbalzo, quasi a ricordare un tablet. L'Audio Video Navigation system, optional, è incluso in una plancia la cui sezione superiore è stata totalmente rinnovata, con un'inedita cornice nera lucida che va ad inglobare i nuovi comandi per il controllo dell'impianto di ventilazione, ora a sfioramento. L'infotainment comprende un sistema di riconoscimento vocale avanzato e offre la possibilità di aggiornamenti software via OTA, oltre a includere Android Auto, Apple CarPlay e gli Hyundai LIVE Services tra cui i servizi telematici Bluelink).

Migliora anche la dotazione di serie degli ADAS della suite SmartSense: su tutte le nuove IONIQ Hybrid e Plug-in troviamo come standard il Front Collision Avoidance e Warning (FCA / FCW), il Lane Keeping Assist (LKA) e il Driver Attention Warning (DAW).

ORA SI GUIDA CON UN PEDALE

Preso in prestito dalla "cugina" Hyundai Kona Electric è il sistema di frenata rigenerativa avanzato Smart Regenerative Braking, che permette di sfruttare il freno motore elettrico per rallentare utilizzando il solo pedale dell'acceleratore. Da Kona deriva ance lo Utility Mode (per utilizzare le funzioni di bordo anche a veicolo spento) e l'Eco+ Mode per estendere l'autonomia in situazioni di emergenza.

Un'altra novità è il sistema Green-zone Drive Mode (GDM), che cambia automaticamente la modalità di guida in alcune aree per sfruttare al massimo l'energia proveniente dal motore elettrico piuttosto che quella del motore a scoppio, ideale per esempio nelle ZTL. A livello estetico, infine, cambia davvero poco: debuttano nuovi gruppi ottici full-LED, cambia la grafica dei fanali posteriori, si rinnova leggermente il disegno dei paraurti anteriori e arrivano tre nuove tinte per la carrozzera (per un totale di 8): Fluidic Metal, Electric Shadow e Liquid Sand.

Tra i più desiderati del 2018, superato solo da Mate 20 Pro? Huawei P20 Pro, in offerta oggi da Cellularishop a 475 euro oppure da Amazon a 524 euro.

34

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giuseppe

TRIMONE

Lillo il commentatore®

TREMONE

Lillo il commentatore®

SI FIJ D RICCARD TU?

Antonio

La foto nell'articolo mi pare assolutamente falsa.. dove si troverebbero le bocchette dell'aria centrali??

Albi Veruari

Sono belli, minimali e non pacchiani. Che voi odiate un marchio per motivi patriottici sono problemi vostri.

roby

Mmm proprio belli i design audi..tutti diversi proprio si

Albi Veruari

1000 volte meglio una audi di cui tutto si può criticare tranne il design che questi cessi sinceramente.

Slartibartfast

Pensala come vuoi, ma il retro così è un ottimo compromesso tra aerodinamica, compattezza e volume del baule.

Simone Facchetti

Non dovrebbe variare molto rispetto ad oggi. I listini ufficiali dovrebbero però uscire tra qualche settimana

Simone Facchetti

Ne sapremo di più a Ginevra

Tom Smith

Ti stai arrampicando sugli specchi letteralmente

Slartibartfast

Sono più grosse, lunghe e usano trucchi come le maniglie incassate automatiche, che per ovvi motivi non vengono messe su auto non di lusso

losteagle17

Il Rav di Toyota (esclusa l'ultima versione 2019) è, a mio parere, un esempio di come di possa peggiorare il design di un auto....

Tom Smith

Falso ci sono auto elettriche belle con cc più bassi di questa.

Tom Smith

Si sono quasi tutte brutte solo Honda e Mazda fanno auto decenti. I design europei e americani sono ben distanti.

axoduss

La parte elettrica invece rimane invariata?

deepdark

Ribaltata a prima curva.

BLERY

e poi?!...
continua, come va a finire?!

ligeiro

prezzo approssimativo?

deepdark

https://uploads.disquscdn.c...

Account Anniversario

https://uploads.disquscdn.c...

Account Anniversario

Quelle a guida autonoma saranno le vere woman edition

deepdark

Oppure: "la prendo lo stesso, tanto se riescono a guidarla gli uomini, vuoi che le donne non siano più brave?"

roby

Lexus kia nissan infinity etc non sembramo cosi brutte..almeno i design li cambiano e li fanno a volte anche futuristiche a differenza di audi ad esempio che fai fatica a distinguere le differenze tra un modello 2015 e uno di oggi

Giuseppe

amore ma quel'è il freno? quello!
e l'acceleratore? sempre quello!!
ok vado a piedi...credo andrà più o meno così...

AHAHAHHAHAHAHHAHAHA

Ginomoscerino

Nissan, Mazda, Lexus, Toyota, Honda non mi sembra facciano auto brutte, ovviamente se il tuo standard è la monotonia della triade tedesca queste ti sembreranno strane o brutte

Tom Smith

Neanche loro le sanno disegnare sono sempre bruttine strane o orribili.

Slartibartfast

Aerodinamica

Ginomoscerino

infatti sono coreani, perchè i giapponesi le auto le sanno disegnare

Tom Smith

Perchè sono giapponesi. In genere non sono capaci di disegnare le auto.

roby

Ma perche dietro li fanno cosi brutte le auto elettriche? Sono costretti a farle cosi?

DefinitelyNotBruceWayne

Il gruppo Hyundai-Kia sta sfornando ottimi prodotti ultimamente.

deepdark

La guida a un solo pedale si chiamerà "woman edition"?

Hyundai

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster

Jeep

Jeep Compass 1.6 Multijet 120 CV Limited: recensione e prova su strada | VIDEO