Renault Scenic 1.3 TCe: la prova del turbo benzina | EDC vs manuale

20 Luglio 2018 282

In Europa il diesel continua a crollare: colpa del Dieselgate, ma soprattutto della politica di "demonizzazione" che molte amministrazioni locali (e non solo, come dimostra la Germania) stanno attuando nei confronti di una tecnologia da molti ritenuta tra i maggiori responsabili dell'inquinamento dell'aria. Nel vecchio continente, nei primi 6 mesi del 2018, la quota di mercato delle vetture alimentate a gasolio ha subito un crollo del 13% rispetto all'anno precedente, a tutto vantaggio di quelle a benzina, saliti al 26% del totale.

In Italia, invece, la fine del diesel sembra essere ancora lontana: negli ultimi 5 anni, infatti, le richieste dei veicoli a gasolio hanno subito un calo del 5%, mantenendo una quota del 75,6%, mentre i benzina rappresentano il 12% del parco circolante. La scelta di Renault di proporre non uno, ma ben tre nuovi motori a benzina sulla gamma Scénic.

"Chi vuoi che compri un monovolume a benzina?". "Ci sarà coppia a sufficienza per spingere una vettura che, sulla bilancia, segna 1.355 kg, soprattutto a pieno carico?". "Quanto consumerà un motore così piccolo sotto sforzo?". Con queste domande, e non senza qualche pregiudizio tipicamente italico, abbiamo provato la nuova Renault Scenic 1.3 Energy TCe: ecco le nostre prime impressioni di guida.

1.3 TCe, un gioiellino francese dal cuore tedesco

Dopo circa 7 anni, la proficua collaborazione tra l'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi e il gruppo tedesco Daimler (proprietario di Mercedes-Benz e smart) sfocia per la prima volta nello sviluppo e nella produzione di motori. Il primo di una lunga serie è il nuovo 1,3 litri turbo benzina - in Renault lo chiamano Energy TCe - destinato a tutti i futuri modelli del costruttore francese nei segmenti B, C e D.

I primi modelli ad adottare il nuovo propulsore - dopo la nuova Mercedes-Benz Classe A - sono Renault Scenic e Grand Scenic, i monovolume di segmento C che fin dal loro debutto, nel 2016, si sono distinti dalla concorrenza per le scenografiche scelte stilistiche, come i cerchi da 20 pollici e la carrozzeria da crossover. In totale, i partner contano di produrne a livello globale circa 1 milione di unità all'anno.

Risultato di oltre 40.000 ore e 300.000 km di test da parte dei tecnici Daimler e Renault-Nissan, il nuovo propulsore vanta numerose novità rispetto al 1.2 Energy TCe che andrà ad affiancare e a sostituire nei prossimi mesi: prima di tutto vi è il nuovo rivestimento dei cilindri al plasma (Bore Spray Coating), derivato da quello utilizzato sul motore della Nissan GT-R, che riduce gli attriti nei cilindri ottimizzando il trasferimento di calore. Una soluzione che da sola contribuisce a ridurre dell'1% i consumi. Non manca poi l'iniezione diretta della benzina, con una pressione incrementata a 250 bar e uno specifico disegno per la camera di combustione per privilegiare la miscela aria/carburante.


A questo proposito, il sistema Dual Variable Timing Camshaft controlla le valvole e le apre e chiude in base ai diversi carichi di potenza richiesti dal motore. Il risultato è una coppia più corposa ai bassi regimi e un'erogazione più lineare agli alti, per un concreto miglioramento del comfort di guida e della risposta all'acceleratore.

Rispetto al motore Energy TCe da 130 CV attualmente a listino, Energy TCe 140 offre 35 Nm di coppia in più (240 Nm in totale) disponibile in un range di utilizzo tra i 1.500 e i 3.500 giri al minuto. Ma i benefici, sulla carta, dovrebbero interessare anche consumi ed emissioni: su Grand Scenic si parla di una riduzione di 11 g/km di CO2 e dell'8% di carburante, mentre su Scenic questi valori scendono a -7 g/km e -5%.

La gamma Energy TCe prevede tre step di potenza: 115 CV (abbinato al cambio manuale a sei rapporti), 140 CV e 160 CV (entrambi disponibili con cambio manuale o EDC a doppia frizione a 7 rapporti). Il 115 CV sviluppa una coppia massima di 220 Nm, erogata tra i 1.500 e i 3.500 giri, mentre il più potente da 160 CV ha più coppia (260 Nm, o 270 Nm con l'EDC) ma distribuita leggermente più in alto, tra i 1.750 e 3.700 giri.

I motori sono omologati secondo la normativa Euro 6b: con il passaggio all'Euro 6D TEMP, previsto nel corso dei prossimi mesi, arriverà il filtro antiparticolato.

Renault Scenic 1.3 Energy TCe 140 EDC: come va su strada

La protagonista della nostra prova, una Renault Scenic 1.3 Energy TCe da 140 CV con cambio a doppia frizione EDC, dovrebbe essere la preferita (insieme a quella manuale) dagli automobilisti italiani che decideranno di acquistare una Scenic a benzina (circa il 10/15% del totale secondo le previsioni di Renault). Ebbene, le prime impressioni al volante di questa monovolume anticonvenzionale sono del tutto positive.

Nel nostro percorso, che dal centro di Firenze ci ha condotti fino al cuore delle colline del Chianti, abbiamo potuto mettere alla prova la vettura in molte condizioni "tipo": dallo stop&go urbano alle salite, passando alle splendide strade tutte curve tra un borgo e l'altro.

Nel traffico caotico di una Firenze che è tutta un cantiere, il rumore del motore non si avverte minimamente nell'abitacolo di Scenic (sempre ampio e soprattutto flessibile), mentre la voce piacevole del quattro cilindri (ebbene sì, per una volta non si parla di tre cilindri dal sound decisamente poco appagante) si fa sentire (ma sempre con discrezione) quando si decide di tirare un po' le marce impostando la modalità Sport del Multi-Sense e attivando il controllo manuale del cambio.

Non si può parlare di prestazioni da sportiva (sebbene lo sterzo sia abbastanza diretto e i cerchi da 20 pollici migliorino il contatto con la strada) ma sicuramente i 240 Nm di coppia, disponibili come già detto da soli 1.500 giri, rendono la monovolume transalpina decisamente brillante nella guida quotidiana, togliendo anche qualche soddisfazione quando si tratta di effettuare sorpassi o riprese repentine.

La ciliegina sulla torta è comunque rappresentata dall'abbinamento con il cambio EDC, un doppia frizione a 7 rapporti davvero riuscito, che riesce a sfruttare appieno la curva di coppia del motore benzina, meglio di quanto faccia con il diesel (qui la nostra recensione di Scenic Initiale Paris dCi 160 EDC). Zero strappi, zero "lag": per noi si tratta dell'abbinamento ottimale.

Infine, impossibile esprimersi in modo preciso sui consumi: in circa due ore di guida, tra le frequenti ripartenze in città e le salite collinari a velocità "allegra", la media dei consumi rilevata dal computer di bordo si è attestata intorno agli 8/8,5 litri di benzina per 100 km. Il valore dichiarato da Renault è di 5,5 litri per 100 km (con il vecchio ciclo NEDC): solo una prova in redazione potrà darci maggior precisione.

Renault Scenic 1.3 Energy TCe 160 manuale: dà il meglio in alto

Incuriositi dall'ottima abbinata TCe 140 + EDC, abbiamo provato anche la versione da 160 CV con il cambio manuale a sei rapporti, con quattro adulti a bordo e climatizzatore "a manetta" - il test drive si è svolto in una giornata piuttosto torrida: condizione limite superata con qualche indecisione nelle salite più impegnative, dove siamo stati costretti a scalare di una marcia per poter entrare in coppia.

Coppia (260 Nm) che sulla carta viene erogata a regimi un po' più alti rispetto alla versione da 140 CV (1.750 giri contro 1.500 giri), per questo, specialmente in combinazione con il cambio manuale, vi troverete spesso nella zona alta del contagiri per sfruttare appieno la coppia e la potenza del motore.

A fare la differenza è anche il cambio: sebbene il manuale non presenti particolari criticità, con una frizione morbida e una leva dagli innesti precisi, il doppia frizione EDC si configura (aspetto che sottolineiamo spesso) come la scelta più adatta per sfruttare al meglio le caratteristiche del motore, grazie ad un funzionamento sempre fluido e ad una buona "intelligenza" nel capire quale rapporto inserire (mettete in conto, però, un sovrapprezzo di 1.800 euro).

Conclusioni e prezzi

Questo test drive ha in parte dato risposta alle nostre domande: il TCe costa meno rispetto ai diesel di pari potenza (tra la dCi 160 EDC e la TCe 160 EDC c'è una forbice di prezzo di circa 1.600 euro) ma consuma sensibilmente di più, offrendo al contempo un piacere di guida generalmente migliore per la coppia in basso, la regolarità dell'erogazione e la silenziosità di marcia.

A pieno carico, e per chi percorre lunghe distanze, il diesel rappresenta forse un'alternativa ancora interessante, ma bisogna fare attenzione ai futuri blocchi della circolazione imposti dalle grandi città.

Capitolo prezzi: Renault Scenic TCe 115 con cambio manuale, in allestimento base Sport Edition, ha un listino di 22.050 euro, mentre la versione TCe 140 in versione top di gamma Intens parte da 28.050 euro (29.850 con EDC). La versione di punta, TCe 160 in allestimento Initiale Paris, parte da 34.850 euro (36.650 con EDC).


282

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ZioGrimmy

Spero vivamente che la versione intermedia, quindi la 140cv con cambio automatico arrivi anche su dacia duster.. in quel caso la compro a occhi chiusi

Francesco

ho per riferimento una rav 4 del 2004, è un 2.0 tdi da 116 cv, in autostrada fa poco più di 13 km/l... non credo che i nuovi motori consumino tanto di meno

Francesco
In Italia, invece, la fine del diesel sembra essere ancora lontana: negli ultimi 5 anni, infatti, le richieste dei veicoli a gasolio hanno subito un calo del 5%, mantenendo una quota del 75,6%, mentre i benzina rappresentano il 12% del parco circolante.

che popolo di caproni...

Marco

https://uploads.disquscdn.c...
Ultimo pieno... Ogni volta che che si fa rifornimento i km vengono azzerati ma la media rimane... per azzerare la media bisogna cliccare su azzera. Dietro a quel 3.8l/100km non ci sono solo i 1203km....

The_Th

considerazione fatta senza fare i conti...
alla lunga era un periodo superiore ai 10 anni...decisamente troppo per rientrare di un investimento su una macchina che dopo 10 anni sarà quasi da cambiare...

qandrav

"Energy TCe 140" ha 0-100 in 10.1 secondi, aiuto che fermone...e consumerà sicuramente più di un diesel

gioboni

E dove avrebbe fatto riferimento alle prestazioni?
Un piccolo segreto: un motore non si valuta solo in termini di cavalli e coppia.

gioboni

O.T.
"collaborazione tra l'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi ed il gruppo tedesco Daimler"
Ormai per un'auto "genuina" del produttore X bisogna puntare alle ammiraglie?

Marco

Lo stesso vale per te....
Io ti ho dato la motivazione del perchè ripeto, o meglio, esplicito sempre a cosa faccio riferimento...
Mai dare nulla per scontato.

Tk Desimon

Ci provo, ma te cerca di non ripetere sempre quella, diventa pedante. Non dico che non sia vero quello che scrivi, solo è noioso.

Marco

Cerca di essere oggettivo

ca600lg

Meglio rimanere single

Tk Desimon

Nah... Non direi

Marco

E voi la stessa solfa del metano....

Marco

Mia moglie fa i 20... Io l'ho usata per un weekend e ho fatto i 24.6

Jimbo Kern

Sui diesel peggiora l'affidabilità, soprattutto nell'utilizzo urbano, aumenta i consumi mediamente del 7-8%, ti leva qualche cavallo di potenza (ma questo è il meno). I dati sono disponibili su qualunque rivista di automobili, quanto ai cugini meccanici non ne ho. In compenso ho avuto diverse auto diesel con le quali ho percorso anche 60.000 km all'anno e quelle con DPF sono diventate meno affidabil dei corrispondenti modelli a benzina.
Senza contare che il filtro antiparticolato è una truffa peggiore del dieselgate, dato che riduce buona parte dei PM10 a PM2 che diventano ancora più sottili e dannosi per l'ambiente. Ma i test Euro non misurano i PM2...

MasterBlatter

e vedi già si cala dai 25 ai 20, con macchina di altro livello, su strada di altro tipo

MasterBlatter

prove che peggiora le prestazioni?
magari evitando cugini, amici meccanici ecc

Everything in its right place.

Una piccola idrovora insomma.

Giulk since 71'

Se hai dove fare rifornimento vicino casa o sul tuo percorso tipo si, altrimenti il metano diventa scomodo perché non così diffuso come punti di distribuzione, meglio il GPL da questo punto di vista, tenendo conto che di notte sono chiusi e non hai il self service e di giorno rischi la fila.

C'è poi sempre il fatto che su macchine a metano o GPL non hai una enorme scelta a patto di farti un impianto AfterMarket e per il metano hai la revisione delle bombole che è una scocciatura

Poi se vuoi una macchina con un bel po' di cavalli? Io per esempio ho un 2.0l da 170cv con 350nm di coppia ovviamente diesel che per me è un piacere guidare e in extraurbano faccio tranquillamente 20 al litro e se schiaccio sull'acceleratore la macchina spinge e non poco, sul mercato quanti metano o GPL conosci da 170cv o più?

Certo se ti serve per città il diesel non lo farei nemmeno io xd

Jimbo Kern

Come giustamente si dice in America, "There's no replacement for displacement". Questi frullini turbo benzina non valgono niente, ma sono arrivati a cambiare la normativa ECE per la rilevazione dei consumi per farci credere che sono più convenienti di un diesel.

Österreicher

La comprerei a metano a dire il vero

Giulk since 71'

Normale visto che emettono particolato, soprattutto quelli a iniezione diretta

Giulk since 71'

Fanne 35 mila come me e vedi che il diesel ti piace, a meno che hai soldi da buttare ovviamente

Österreicher

20.000

Österreicher

Certo che li ho provati e non mi sono mai piaciuti.

FCava

L'unica potrebbe essere la hyundai o simili, anche se non hanno comandi al volante ma hanno comunque il doppia frizione, Anche se io l'auto privata la uso solo sabato o domenica (o ferie) e, quindi, almeno al 50% su extraurbane. Quindi meno vantaggi per me

FCava

Appunto. E' un modo di guidare che non mi piace. Sia con il CVT che con l'E-CVT , se affondi il piede per un sorpasso o per partire un po' più allegro (che NON significa fare una gara o fare il matto) hai l'effetto scooter, non è il modo di guidare che fa per me. Probabilmente, con una full electric con trasmissione diretta, mi troverei meglio (la cosa più simile sono stati i kart elettrici e mi piacevano) Come se chiedessi ad un motociclista cosa pensa degli scooter,,,

Daniele Davide

Il motore sale di giri se non lo si è capace a guidare, non è un cambio manuale, l'accelerazione deve essere progressiva.

Tk Desimon

Boh, ho visto tante vecchie Clio con percorrenze dai 300mila in su... Forse le nuove revisioni hanno problemi

FCava

Effetto scooterone. Motore che sale inutilmente di giri... Quello intendo. Considerato che io ho un doppia frizione e Guido in sequenziale, la guida é molto diversa

Jimbo Kern

Bene, filtro antiparticolato anche sui motori a benzina, per rovinarli completamente come hanno già fatto col diesel...

andrea55

Scusa ma se non hai mai provato un diesel come fai a dirlo?

andrea55

Lo dico perchè tra quei motori alcuni erano difettosi e si rompevano intorno ai 100 mila km, quelli sani invece superavano i 300 mila senza problemi

Jon Snow

Ma che c'entra lol
Invece i pezzi Audi li trovi al penny o all'eurospin?

FCava

Ho provato Yaris, prius, e levorg

Daniele Davide

informati prima di scrivere sciocchezze

Tk Desimon

Boh... Fortuna o no, ha fatto più di mezzo milione di km. E con piede bello pesante

Daniele Davide

assolutamente no!
l'e-cvt non ha nessuno slittamento
mi sa che non sai di cosa parli allora

Marco

Si proprio così... in inverno sta sui 17,5km/l; motore ben riuscito. Ovviamente se si va in autostrada non fa più dei 12km/l.

Tk Desimon
Mistizio

ma sai com'è, li hanno messi così grandi visto il motore potentissimo (all'aumentare del diametro aumenta la necessità di avere coppia, non lo scrivo per te ma per chi legge)

Mistizio

che poi - ricordiamolo - i 13km/l son teorici

Mistizio

ma come ti permetti, lui ha percorso 216mila km

Mistizio

1.2 benzina, piede pesante e 20km al litro? ...

fabio

Si hai ragione i pezzi li trovi al penny e al eurospin

FCava

No. Non mi confondo... CVT ed e-cvt hai sempre effetto scooter

Daniele Davide

toyota ha e-cvt mi sa che fai confusione

Jon Snow

Ma guarda che i pezzi Honda costano meno di ricambi Audi, Volkswagen e forse anche Fiat. Di che stai parlando?

Giulk since 71'

Quanti chilometri fai l’anno?

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini