Volkswagen ID.3: prova consumi reali, quanto costa la ricarica e 100 km

28 Aprile 2022 714

Volkswagen ID.3 torna protagonista per la prova dei consumi reali affrontando il BrianzaRing, un circuito di test pensato per mettere le auto elettriche alla prova nel traffico di tutti i giorni, con un po' di autostrada, strade in salita e in discesa ed extra-urbano (ecco come funziona il test e il percorso). Protagonista di oggi è la ID.3 Pro Performance, nome che identifica la batteria da 58 kWh netti e il motore da 150 kW a trazione posteriore.

L'arrivo delle elettriche ha cambiato anche la gestione delle auto da parco stampa: se nel mondo termico, solitamente ogni anno, il turnover tra i mezzi disponibili per le prove era maggiore, con le elettriche è possibile mettere mano ad auto più datata che hanno quindi più chilometri alle spalle. Il vantaggio è quello di poter seguire l'evoluzione del software e quanto questo sia in grado di influire sull'autonomia, per questo è prevista (appena possibile) una nuova prova con ID.4 che sarà tra le prime ad avere il nuovo firmware 3.0 del gruppo VAG (lo abbiamo visto in azione su Enyaq Coupé iV).

CONSUMI REALI: IL TEST AL BRIANZA RING

La versione in prova è una ID.3 1st Plus, edizione di lancio che nella gamma odierna corrisponde, allestimenti a parte, alla Pro Performance con motore da 150 kW (204 CV) e batteria da 58 kWh di capacità netti. Spinta dalla trazione posteriore, l'auto ha ottenuto un risultato di 15,6 kWh / 100 km in una giornata soleggiata ma non particolarmente calda, con il climatizzatore comunque attivo e in un viaggio assolutamente realistico, senza cercare tattiche da "eco-maratona".

Gli unici accorgimenti, come sempre, sono stati quelli volti a sfruttare il recupero dell'energia in frenata quando conveniente, senza mai rappresentare un ostacolo per il traffico e superando gli altri veicoli se necessario o se questi rappresentavano un imbarazzante tappo alla circolazione (leggasi "vecchio con cappello").

In autostrada a 130 km/h ci si attesta tra i 22 e i 23 kWh / 100 km di consumo medio, facendo scendere quindi l'autonomia (qualora riusciate ad avere una media di 130 all'ora) tra i 260 e i 250 km con una ricarica.

Di seguito i dati su autonomia e costi della ricarica calcolati al consumo reale rilevato nel circuito di test. Arrotondamenti per eccesso su tempi e costi:

  • Autonomia reale ID.3 58 kWh (204 CV): 372 km
  • Quanto costa una ricarica ID.3 (Pro da 58 kWh): 10€
  • Quanto costano 100 km con ID.3? 2,7€
  • Ricarica da casa (2,3 kW - 10A): 25 ore
  • Ricarica da casa (3,7 kW - 16A): 16 ore
  • Ricarica colonnina AC (7,4 kW, 32A): 8 ore
  • Ricarica colonnina AC (11 kW, 16A): 5,3 ore
  • Ricarica colonnina DC (100 kW max): 35 minuti (10-80%)

Nota importante: per uniformità il calcolo dei consumi è fatto con una tariffa a prezzo fisso e bloccato (quella del sottoscritto) così da avere cifre raffrontabili anche a distanza di mesi tra il test di un modello e quello di uno lanciato in un periodo successivo. Essendo indicato il consumo medio e la capacità della batteria, al lettore il compito di calcolare i costi in base alla propria tariffa energetica casalinga, oppure in base ad un utilizzo esclusivamente alle colonnine pubbliche in mancanza di un garage.

Ricordatevi che, anche usando solo la ricarica pubblica, esistono abbonamenti e pacchetti che consentono di abbassare il prezzo unitario al kWh rispetto a quello, altrimenti più alto, di chi utilizza la ricarica occasionale.

PREZZI E INCENTIVI

Volkswagen ID.3 58 kWh rientra negli incentivi auto elettriche 2022? La risposta è sì, l'auto si può avere con uno sconto sul prezzo di listino che, in caso di rottamazione, arriva fino a 5.000€.

Quanto costa una ID3 con incentivi? Si parte da 29.850€, prezzo relativo alla versione con 45 kWh di capacità netta (ID.3 Pure Performance) sfruttando tutte le agevolazioni. Per avere la batteria da 58 kWh bisogna scegliere la ID.3 Pro Performance che parte da un listino di 39.950€ ed è quindi accessibile da 34.950€ con gli incentivi statali e la rottamazione.

CONFIGURATORE ONLINE VOLKSWAGEN ID.3

VIDEO


714

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ACTARUS

Ma non è che mi hai fatto un esempio di qualche Tesla tenuta in agonia da qualche riccone che può permettersi di sopperire alle super costose riparazioni oltre garanzia, le altre Tesla di oltre 10 anni sono tutte in svendita nelle varie piattaforme...vorrei proprio vedere le varie 500e vendute oggi fra 20 anni con 600.000 km

Damiano Rossato

ogni 5 anni la cambierai tu, ci sono Tesla che hanno 11 anni con le batteria che tengono ancora il 90% della ricarica originaria. Ed ilmotore elettrico ha meno problemi di gestione, costa meno e dura di più di un termico. Dovresti scrivere sapendo le cose e non sparando cavolate. Un elettrico dura mediamente 600.000 km, manutenzione di 150 euro all'anno per il tagliando. Dubito che tu abbia speso solo 3000 euro in ventanni seguendo il corso dei tagliandi dell'auto (probabilmente non hai fatto tagliandi). Con 200.000 km la tua audi è al limite dell'inizio dei problemi di motore, l'elttrico può farne altri 400.000...rifatti i conti va...

ACTARUS

Ormai con 20.000 euro puoi scegliere solo una panda

Damiano Rossato

in questo momento uan tesla di 3 anni te la fanno pagare anche 45.000 (forse di più). Se pensi che ci sono Tesla model S che te le fanno pagare 30.000 con mquasi 10 anni

Damiano Rossato

resta un bidone anche a 20.000 euro. Piuttosto scegli altro

Damiano Rossato

a dire il vero ci sono auto d'epoca che hanno 20 anni e tutta la sicurezza che vuoi (io ho un saab cabrio del 2002 che ha abs, 4 airbag e tutte le sicurezze passive. Auto di interesse storico quindi paghi meno bollo e al raggiungimento dell'età piena per essere d'epoca, paghi quasi zero). Inquinamento atmosferico non come puoi pensare visto che hanno il catalizzatore (la mia è a GPL quindi inquina anche meno e, visto che l'impianto è di nuova generazione, posso circolare quasi ovunque anche con i blocchi del traffico)

Damiano Rossato

beh, ti basta una tanica...oppure un buon sammaritano che ti fa prendere un po' di benzina dal suo serbatoio. Con le elettriche non si può fare (a parte qualche raro modello...forse)

Nello_Roscini

con quale macchina avresti recuperato i tuoi soldi ?

MorrisMo

Si Simone ho perfettamente presente le code, su 23mila km anno i miei sono 80% autostrada e spesso code da ore... ribadisco che consuma poco o nulla, ed il climatizzatore sottolineo CON pompa di calore sempre presente sule Tesla e molto efficiente, i consumi aggiuntivi sono molto contenuti (mentre se non erro una elettrica VW ha pompa di calore non compresa ed optional ed in merito all'efficienza...non so...). Certo anchio inizialmente avevon timore e se resto bloccato si scarica e che faccio... ma non è così. Se sei con un diesel ed in riserva e sotto il sole per ore con coda di km e poi altra coda di km e poi ecc. anche con un diesel meglio fare rifornimento...dieselgate a parte.

Simone

hai presente le code? acceleri piano e tieni la distanza dall'auto davanti per rallentare piano e ti si infila quello dall'altra corsia e devi inchiodare, in coda qualsiasi auto consuma di più, poi se c'è caldo o freddo clima e riscaldamento consumano.
La mia plug-in la uso come elettrica, ma è il traffico a decidere i consumi, ho provato a fare i conti più volte, ma al 90% o resto con più autonomia o meno.
Tipo mi è successo pure che in autostrada, il traffico sostenuto mi ha costretto ai 100, l'auto ha consumato molto meno ed avevo programmato una sosta durante la ricarica, che durando meno mi ha fatto spendere per il "parcheggio".

MorrisMo

si Mercury da possessore di Model 3 da oltre un anno con conoscenti che l'anno da oltre 2 ed uno che ha una S del 2016....c'è poco da fare i freni non li usi, di meccanica c'è poco...consumi irrisori e se carichi con la giusta tariffa io pago 7centesimi al KWH e con 1KWH faccio oltre 6kilometri, fai tu i conti di cosa spendo??

spendo 70euro e percorro --- oltre SEIMILA ????????
--- kilometri !!!!!!!!!!!!!!!!!!
si non ci credo nemmeno io dopo 23milakm ma la calcolatrice mi dice così...
1KWH 7 cent compreso di tutto iva accise ecc.
Tesla model 3 con 1KWH percorre almeno 6,4 kilometri....
autostrada all'80%
ha 75KW x 6,4 = almeno 480kilometriii

(contatore dedicato a casa da 6KWh, tariffa scegli tu notte enel non so se posso scriverlo....al massimo toglierete il post vabbé)

io col mio vecchio Evoque i freni, frizione, lampadine, olio motore e filtro olio 1volta all'anno, poi l'olio non so dove lo smaltiscano veramente, metti adblue 10 litri ogni 8/10mila km che palle, paga bollo, paga ore di manutenzione ... cambiata batteria anche dell'Evoque....dai ..... qui c'è poco poco da pagare.....

MorrisMo

si bravo, confermo da possesore di Model 3 confermo. Tesla ha il suo sistema di navigazione, basato su googlemaps, vedi anche se c'è traffico o blocchi, se sei fermo le elettriche non consumano, se non x clima, ed il clima delle Tesla ho letto che è moolto efficiente.

MorrisMo

ma se sei fermo, una elettrica consuma poco o nulla....

MorrisMo

1) dovevano uscire dall'autostrada?
2) hanno preso da pochi giorni l'auto e quindi i primi giorni si fatica a capire la reale autonomia, purtroppo, ma dopo una settimana passadai un attimo...ci vuole

MorrisMo

Fatico a capire il senso di questa auto elettrica...è pesante (una Tesla model 3 se non erro è più leggera?), bagagliaio piccolo, pompa di calore optional quindi se c'è caldo o in inverno è ancora meno efficiente, spendi 30mila euro o anche quasi 40 con qualche optional perché le versioni base quando vai a fare i preventivi (omissis) ..... ed ha un'autonomia bassa, e se vai in autostrada ai 130 è ancor più bassa se non imbarazzante.... bo, auguri !!

Maicol.Mar

Mah... Visto che vuoi fare il fenomeno allora spiega in questo mio scritto che quoto:

Non è mica obbligatorio avere figli e nipoti... E soprattutto se il nipote è poco interessato a questo argomento (magari vive ancora con i genitori) ma ha letto 2 commenti fatti male su un blog come questo e parlando con la nonna dice che sul libero mercato il prezzo dell'energia elettrica è 0,2€/kWh (mentre la nonna lo paga 0,44€/kWh nel tutelato) e proprio quel pomeriggio riceve una chiamata da un farabutto di un call center immagina cosa possa accadere.


quale sia il mio principio o il mio ideale che ho abbandonato per un semplice tornaconto.
Sono davvero curioso di capire perchè sbagli, e nonostante te lo si faccia notare tu insisti a ribadire l'errore. Errare humanum est, perseverare autem diabolicum.

Detto questo, giusto per evidenziare che pur facendotelo notare insisti ad utilizzare termini errati, cosa che non vuol dire che tu non possa essere in disaccordo con me, ma che non ti permetto di darmi appellativi senza averne fondamento alcuno, ritorniamo a quello che hai asserito in modo a mio avviso del tutto insensato:

Il sito Arera proprio perchè indica una media non dice nulla; una media aritmetica come ben si sa indica tutto e niente.Saluti


Spiegamo quale sia la parte di questa media aritmetica (ti ricordo che detta media ci viene fornita dall'unico ente ad essere certamente in possesso di tutti i dati di cui parliamo) ad essere indicativa di niente (o a fornirci una visione sbagliata?) e per quale motivo.
Ti vorrei portare all'attenzione il fatto che questa media prende la somma di tutte le bollette relative al settore privato di chi ha un contratto nel libero mercato e la divide per i kWh consumati dagli stessi utenti ottenendo un valore medio e lo va a paragonare con la stessa media relativa allo stesso tipo di utenza (sono escluse le aziende ovviamente) ma che è nel mercato tutelato.

Aspetto che tu mi faccia capire dove sono in errore e dove io non avrei capito le tue farneticazioni, e spero tu possa farlo cercando di parlare di dati reali e non di concetti astratti che fino ad ora mi pare aleggino esclusivamente nella tua mente.
Sentiti pure libero di "validare" i tuoi pensieri tramite link che possano confermarli, sarebbe cosa molto gradita.

Marco

Grazie anche tu mi hai dato conferma ulteriore, dato che già tempo fa avevamo già uno scambio dove la comprensione lasciava alquanto a desiderare, che hai capito ben poco e scrivere con te è tempo completamente perso.
PS: Il termine opportunista sia addice proprio in merito alla risposta che mi hai in merito all'esempio sopra della nonna.
Saluti

Maicol.Mar

Troll...

an-cic

hai tutti gli indizi per trovartelo da solo, google audizione arera camera. ciao bello

Maicol.Mar

Invece di comportarti con un grasso troll puoi sbugirdarmi in un attimo postando un link.
Se non lo fai e continui solo con battutine stupide da bimbo stupido un motivo ci sarà...

an-cic

Sei proprio buffo guarda... Quasi ti voglio bene

Maicol.Mar

Ma infatti.
E' logico che dovrei essere io a cercare articoli affidabili e che confermino quanto vai cianciando tu, mio caro an-cic-cione.
Nella tua testa pare ovvio che il compito dell'accusa sia cercare le prove che scagionino un imputato.

Continui a dire cose tutte molto coerenti con il soggetto che rappresenti: uno ciccione fuori di senno. Arera quelle notizie le da a Luglio. Cosa non ti è chiaro di questo periodo lo ignoro.
Che si sostenga altro senza fornire riscontri è ancora solo la parola di un anonimo EVevangelista incapace di postare un link...
Oppure quando lo fa gli rimuovono il post... (almeno ti rendi conto di quanto è ridicolo questo discorso?)

an-cic

Puoi sempre scaricarti il verbale dell'audizione alla Camera che ha fatto arera a febbraio se non credi a me. Io di sicuro non perdo tempo per cercatelo piccolino

Maicol.Mar

Ok grassone, ma oltre alle tue parole esiste qualcosa che lo certifichi?
Perchè se non te ne sei ancora accorto, nonostante te lo abbia ripetuto più volte, Arera pubblica questi dati a Luglio per l'anno successivo.

Tu parli di un dato che sarà conosciuto solo tra 14 mesi.

E per cortesia basta dire balle! Se scrivi cose logiche e motivate ti cancellano i post (povera stellina) altrimenti scrivi considerazioni privi di un qualunque riferimento che confermino i tuoi dati.

Te lo dico chiaramente: per me sei un bugiardo, quindi le tue parole non valgono nulla. Credo che per te io possa essere lo stesso e quindi io quando parlo di dati con te linko siti ufficiali che siano affidabili.

E' INUTILE CHE TU CONTINUI A DARE DEI NUMERI SENZA RIFERIMENTI, NON HANNO VALORE.

E' chiaro il concetto? Se non sei in grado di dimostrare quello che dici significa che, nella migliore delle ipotesi è solo una tua idea basata sul nulla, oppure, come in questo caso visto che ti è stato detto più e più volte, che stai mentendo sapendo di mentire.

Ci arrivi a capire questo semplice concetto?

an-cic

Già piccolino, mi dispiace per te che la cosa ti sconvolga... Che i dati al 2020 davano il mercato tutelato al 42.7% e che nel 2022 sia sotto il 40.

Maicol.Mar

Che peccato. Resteranno le tue certezze basate su.... ehm... uhm... ops... basate su cosa?
Ah sì giusto: sui titoli di un giornale generalista di cui neppure avevi letto l'articolo! ;-)

Io ribadisco, giusto perchè non si perda il filo del discorso, che secondo gli ultimi dati disponibili diffusi da Arera il 42,7% delle utenze domestiche è nel mercato tutelato mentre il 57,3% è nel libero mercato.
In quasi 10 giorni non sei riuscito portare un link che possa confutare questo dato... O meglio forse lo avevi fatto proprio pochi minuti fa ma ti hanno rimosso quel post che ora non riesci neppure a vedere nè recuperare...

#ecchecaso

an-cic

Non me lo fa neanche vedere e non c'erano offese

Maicol.Mar

Hai articolato una risposta o hai offeso un utente? Dall'incipit pare più la seconda...
Puoi comunque usare i tasti CTRL-C e CTRL-V ed andare ad eliminare le offese.
Non credo che ti sia stato rimosso per altri motivi.

Maicol.Mar

Mi dovresti poi spiegare per quale motivo mi dai dell'opportunista... O hai cannato il termine o non hai assolutamente capito nulla di quanto ti ho detto.

Opportunismo: Comportamento per cui, nella vita privata o pubblica, o nell’azione politica, si ritiene conveniente rinunciare a principî o ideali, e si scende spregiudicatamente a compromessi per tornaconto o comunque per trarre il massimo vantaggio dalle condizioni e dalle opportunità del momento.
https://www.treccani.it/vocabolario/opportunismo/

an-cic

Ecco piccolino, guarda anche tu https://uploads.disquscdn.c...

Maicol.Mar

Pensa te... ti crederò sulla fiducia. Qui non fanno altro che rimuovere post a tutti in effetti...

Resta il punto che io i dati gli ho detti e mostrati, i link te li ho forniti e tu hai smentito il tutto articolando bene ma qualche moderatore cattivo ti ha rimosso il post...

Luigi Melita sai per quale motivo hanno rimosso il post ad an-cic? Potresti almeno confermare la rimozione del post? Perchè in tutta onestà il suo discorso pare poco realistico.

Maicol.Mar

Non indica niente un paragone tra i prezzi di 2 mercati ad opera dell'unico ente terzo a conoscenza di questi dati?

Qui IMHO rasentiamo il ridicolo.

Ma lo avevo detto dall'inizio è tempo perso. Grazie di avermi confermato l'impressione e saluti.

Maicol.Mar

Ok. In gran parte parte condivido anche quello che dici.
Il limite di quanto hai indicato tu resta uno spostamento su lunghe distanze che, magari serve solo 2/3/4 volte all'anno, ma con una piccola citycar non è fattibile ed è difficile che una persona possa permettersi 2 vetture.
Per una famiglia già puo essere una strada più percorribile.

P.s. unica cosa che magari in futuro potrai ricordare anche a molti esaltati EVevangelisti: è verissimo che non serve una vettura sportiva in città. E quindi i maggiori cavalli e la miglior ripresa di una EV NON sono caratteristiche che hanno valore in una scelta (in questo contesto, of course).

an-cic

Per una volta che ti avevo dato una risposta articolata hanno rimosso il commento... E vabbè, non è destino

Marco

Se oggi uno non si fa derubare trova accumuli anche a circa 500 €/kWh da cui bisogna detrarre il 50%. Se le colonnine venissero installate anche nei luoghi di lavoro dove i capannoni possono essere tappezzati di ftv il problema non si pone... Anzi tornerebbe utile in ottica V2G.
Quanto una ricarica possa dare di autonomia non si può sapere.. Tutto dipende dalle condizioni.
Ad oggi sono poco più di 7 anni che l'infrastruttura delle colonnine viene ampliata, mentre le stazioni di servizio circa 100 anni; di cosa ci stupiamo? Che le colonnine sono ancora poche? Tutti parlate come se dall'oggi al domani dovessimo passare all'elettrico, ma non pensate e forse la Storia non ha insegnato a sufficienza che il passaggio dal calesse (o bici guardando i vari step) all'auto ci ha impiegato decenni su decenni... Agli inizi le stazioni di servizio non c'erano, si andava in drogheria a prendere il carburante e l'autonomia era molto limitata, l'auto costava tanto e non tutti poteva permettersela... Per arrivare al punto in cui siamo oggi ci sono voluti più di 130 anni, mentre l'elettrico ha iniziato ad essere presente sul mercato con auto di serie da poco più di 9-10 anni.

Marco

Il discorso centra eccome... Da quanto scrivi si capisce quanto sei opportunista poichè pensi che qualcuno non può aiutare chi è disinformato (in questo suo esempio un parente qualunque esso sia) ed esempio ricordare di non dar retta al primo che suona al campanello o a chi telefona. Su questo blog sono in pochi a dare un aiuto serio e quando lo si dà non viene colto poi ci si lamenta; poi ci sono persone come te che ripete a pappagallo le solite argomentazioni ampiamente confutate... E con i tuoi commenti non fai altro che mettere fobie senza dare aiuto concreto.
Il sito Arera proprio perchè indica una media non dice nulla; una media aritmetica come ben si sa indica tutto e niente.
Saluti

Lunariano

Non era riferito a te ma chi ha ‘avviato’ la discussione. Il mio punto di vista sulle EV è che sono l’ideale per la città. Non hai menate di start&stop, tirate a freddo, componenti extra che poi si rompono (cambio), pagare tanto il bollo, divieti di circolazione dovuti alle norme anti inquinamento.
Ragazzi ma siamo seri. Un utilitari termica non ha senso, non sono auto sportive con caratteristiche sportive che dici che ti diverti a guidarle…

Maicol.Mar

Non sei in grado di discutere mi pare, discurere vuol anche dire ammettere di aver commesso un errore.
Non dovrebbe esserti difficile postare un link di Arera (sai su questo tema è l'entità più affidabile che vi sia, ma puoi pure correggermi qui se ne hai modo) che dimostri che "oltre il 60%" dei clienti domestici è nel libero mercato.

Ma se poi ne posti uno di un sito meno attendibile e che arrotonda rifacendosi ai dati precisi del sito di Arera ci fai una figura barbina, quello che tu hai postato in passato infatti diceva il 60%, che già di per se non è "oltre".

Ecco perchè IMHO replichi così, ma se hai difficoltò con la memoria a breve termine posso postare gli screenshoot di quanto sto dicendo per rinfrescartela.

Ribadisco: puoi dire quello che vuoi, ma io ti ho dimostrato che se sbaglio lo ammetto, tu stai solo usando toni da essere superiore, offendendo per di più, senza però dimostrare assolutamente nulla.

Puoi chiamarmi piccino, dirmi se ho finito le medicine, o insultare come più ti aggrada, resta il punto che continui a non dimostrare nulla di riscontrabile. E questo è assolutamente incontrovertibile.

an-cic

Vedi piccolo, purtroppo mi sono reso conto che con te è inutile discutere visto che non sei in grado di comprendere i contenuti. I miei messaggi con te avranno sempre questo tono e questi contenuti

Maicol.Mar

Se vuoi apportare qualcosa smentisci quello che ho scritto con fonti e dati alla mano.
Come hai visto io se sbaglio lo ammetto a differenza tua.

Altrimenti è solo altra aria fritta quella che esce dai tuoi scritti offensivi e privi di contenuti.

an-cic

Ciao piccolo, niente medicine oggi?

Maicol.Mar

Come ti ho dimostrato, dati Arera 2021 alla mano, quel "oltre il 60%" non corrisponde alla realtà.
Tu lo hai preso dal titolo di un articolo (come mi hai postato) che arrotonda per eccesso i dati di Arera che io ti avevo già messo in evidenza!

I dati reali lo sai bene si trovano qui: https://www.arera.it/it/dati/mr/mree_quote.htm, sono usciti a Luglio 2021 e riguardano il 2020.
Per il mercato domestico il 42.7% delle utenze dei maggiori 20 fornitori di energia sono nel tutelato.

Continui a mentire ben sapendo di mentire.

Maicol.Mar

Se quel "furbone" è riferito a me vorrei che mettessi in risalto il punto in cui dico che io sarei quello che paga poco.
E se non lo fai capiremo che hai aperto la bocca a sproposito dimostrando una mancanza di capacità logica nella comprensione di quanto viene scritto.

Se invece non era riferito a me puoi cogliere l'occasione per chiarire meglio il tuo punto di vista.

Maicol.Mar

Ma cosa centra questo discorso? Nulla!!

Non è mica obbligatorio avere figli e nipoti... E soprattutto se il nipote è poco interessato a questo argomento (magari vive ancora con i genitori) ma ha letto 2 commenti fatti male su un blog come questo e parlando con la nonna dice che sul libero mercato il prezzo dell'energia elettrica è 0,2€/kWh (mentre la nonna lo paga 0,44€/kWh nel tutelato) e proprio quel pomeriggio riceve una chiamata da un farabutto di un call center immagina cosa possa accadere.
E' per questo che insisto sul voler essere chiaro: il libero mercato è più conveniente a patto di informarsi abbastanza/molto bene prima per capire ad es. che il costo dell'energia elettrica delle offerte è un parametro sì indicativo ma ASSOLUTAMENTE non significativo di ciò che si andrà a pagare, ed accettare l'idea di impegnarsi costantemente nella ricerca della tariffa migliore a partire da almeno 4 mesi prima della scadenza del tuo contratto.
Senza queste informazioni il libero mercato diventa nella pressochè totalità dei casi meno economico.

E ti ripeto, a riprova del fatto che la maggioranza delle persone nel libero mercato sono purtroppo disinformate e si muovono male, secondo Arera il prezzo medio del libero mercato è maggiore del prezzo del mercato tutelato, con differenze per i consumi standard, ovvero compresi tra 1800 e 3500Kw/anno, nell'ordine del 30/35% (dati aggiornati al 2020).
Ti invito calorosamente a verificarlo tu personalmente a questa pagina https://www.arera.it/it/dati/eep258.htm e poi magari mi dici cosa ne pensi.

Buona giornata.

pollopopo

Abiti al nord in zone di periferia, pannelli fotovoltaci producono di giorno, di sera (momento in cui ricarichi) ti appoggi sull'esigua batteria di accumulo che dovresti usare per la casa (1000€ al kw oggi giorno), l'italia non è di recente costruzione, è molto complicato rendere disponibili le colonnine a condominii, centri storici ecc...... la ricarica fast 20/80 è abbastanza usurante e costosa e francamente aggiungerebbe solo 275km (nel migliore delle ipotesi) ogni 15 minuti guardando all'efficiente tesla (sicuramente andrà a migliorare)

La parte più complessa è avere un punto di accesso alla corrente per un parco auto che in italia è di circa 40 milioni di auto, tutto qua.

Guardati firenze, pure in periferia è un casino avere un posto auto tuo....la gente con qualche soldino li compra, 18000 euro a posto e non è detto siano coperti...e parlo di periferia, in centro storico col costo di un posto auto ci compri una casa a latina.

Marco

La rete si sa che ha la propria dispersione (10% in BT, 3,8 in MT e 1,8 in AT e ancor meno in AAT).
Il gpl produce una certa quantità di CO2 (circa 1,6 kg per litro combusto) senza contare gli altri inquinanti...
Il rifornimento del gpl impiega circa lo stesso tempo d ricarica dal 20 all'80% alle HPC (parlando di auto come Tesla, Kia EV6 etc).
Con i pannelli ftv nelle aziende, case etc inutile pensare al gpl. I motori RE hanno senso solo nelle zone dove non ci sono colonnine (vedi al Sud)... Ma è questione di tempo, siamo solo agli inizi
PS: In autostrada io vado a codice, non ho problemi di autonomia, ansia etc

pollopopo

L'inquinamento dei generatori a gas è estremamente ridotto, la gestione in loco e per ogni veicolo permette un ridotto carico della rete (che ricordo avere una dispersione), la tecnologia è già obbondantemente rodata, non richiede inutili colonnine e posti auto e la ricarica dura il tempo di un pieno di glp, permette in caso di blackout di avere corrente in ogni singola abitazione, le percorrenze in autostrada a velocità civile diventano umane ecc....ecc....

Un esempio brutto è quello di bmw che usa un 650cc kymco (non certo la formula 1 dei generatori) che permette di aumentare la durata della batteria di 150km con 9litri di benza (come ho detto non è una soluzione efficiente e ricercata, siamo nell'ordine dei 16km litro inoltre con la benzina non è una buona soluzione per motori che si usano raramente, si deteriora, evapora ecc...)

Marco

Già i motori stazionari non hanno efficienze eclatanti... Ci fermiamo ad un 52-54% nell'utilizzo reale. Anche pensando ad un motore ideale ci sono limiti fisici (ciclo di carnot) oltre i quali non si può andare per cui l'efficienza non potrà mai essere quanto quella di un motore elettrico. Le moderne centrali termoelettriche a ciclo combinato raggiungono efficienze superiori al 63% per cui conviene produrre energia tramite loro e anche perchè gestire le emissioni risulta più gestibile

pollopopo

Esistono già gli epower (e già venduti), esistono prototipi con generatori a turbina ecc...eccc...

I modi per sfruttare il buon vecchio combustibile in modo estremamente efficiente e più pulito ci sono è solo che la direzione è verso il full eletric per altri motivi, probabilmente che vanno oltre il buon senso motoristico ma che si legano più al concetto, credo, di indipendenza da fonti fossili (scarsamente presenti in europa).

Marco

Inaccettabile quando poi di costi di gestione costa ben meno, più opt, maggiori prestazioni e 8 anni di garanzia? Non puoi avere l'uovo e la gallina...
Del resto sono tue considerazioni personali

HDBlog.it

Samsung con gli S23 chiude il cerchio, caos Netflix sulle password | HDrewind 5

HDBlog.it

Libero e Virgilio giorni di fuoco, davvero gli S23 non sono già ufficiali? | HDrewind (4)

Auto

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Auto

Cupra Born eBoost 231 CV: è lei l'elettrica più bella del reame VAG? Prova e video