Skoda ENYAQ iV, il SUV elettrico da 35.000 euro in anteprima | Video

27 Ottobre 2020 82

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Skoda ENYAQ iV debutta in Italia con il modello da produzione. In attesa della prova su strada, ecco un'anteprima dell'auto in versione 80 con Design Selection Loft e carrozzeria Argento brillante.

Enyaq iV è già disponibile per le prenotazioni ma l'uscità è prevista per la primavera del 2021, con le consegne che prenderanno il via a partire da 50 iV, 60 iV e 80 iV, seguite poi dal lancio dei modelli con doppio motore e trazione integrale, ENYAQ 80x iV e RS iV.

DIMENSIONI, BAGAGLIAIO E SCHEDA TECNICA

Skoda Enyaq misura 4.649 mm lunghezza x 1.869 mm larghezza x 1.616 mm altezza, con un passo di 2.765 mm reso possibile grazie alla piattaforma elettrica ottimizzata.

Il Cx di ENYAQ è di 0,27 e l'auto monta di serie pneumatici a bassa resistenza al rotolamento. L'altro elemento utile per migliorare l'efficienza, la pompa di calore per riscaldamento e climatizzazione, è optional e permette di risparmiare 3/4 kWh ogni 100 chilometri, dato chiaramente variabile a seconda della situazione ambientale. Skoda ha calcolato che in inverno, fino -25° C, una ENYAQ con la pompa di calore riesce ad ottenere il 30% di autonomia in più rispetto ad una priva di questo optional.

  • Capacità di traino: fino a 1.400 kg sulla RS iV (pendenza max 8°, fino a 1.200 kg con pendenza max 12°)
  • Pompa di calore: sì, optional
  • Cerchi: in acciaio da 18" su ENYAQ 50, in lega da 18" a 21" sulle altre versioni
  • Aggiornamenti OTA: sì, di serie con eSIM
  • Bagagliaio: 585 litri
  • Peso: 1.965 kg (50 iV) - 2.300 kg (80 iV)

Quando si parla di Skoda non si può fare a meno di citare le soluzioni Simply Clever, quelle piccole attenzioni pratiche e utili nella vita di tutti i giorni. Sull'elettrica arriva anche il vano dedicato ai cavi di ricarica, accessibile senza necessariamente svuotare l'intero bagagliaio, e il nuovo alloggiamento per il famoso raschietto per il ghiaccio, ora posto nella parte interna del portellone.

Da lodare il fatto che Skoda abbia ripensato l'approccio Simply Clever tenendo conto delle esigenze diverse di chi utilizza un'auto elettrica: arriva così l'accessorio per pulire il cavo di ricarica senza sporcarsi le mani insieme a soluzioni classiche come l'ombrello nella portiera del conducente e i vani nell'abitacolo.


Grazie all'assenza del tunnel centrale è stato possibile ricavare un vano da 11,4 litri aggiuntivo affiancato al Jumbo Box da 6,2 litri sotto al bracciolo. Presenti poi 2 prese USB C e una 230 V nella zona posteriore, tendine parasole e tavolini per chi siede dietro, gancio traino estraibile e porta biglietti sul montante anteriore sinistro per accedere rapidamente al ticket di pedaggio/parcheggio o alla carta di credito.

INFOTAINMENT

L'infotainment ruota intorno allo schermo touch da 13" con controllo a gesti per alcune funzioni, cursore touch centrale e assistente vocale Laura. Ad affiancarlo la strumentazione digitale da 5,3" con quattro modalità di visualizzazione, statistiche di viaggio, notifiche e indicazioni del navigatore.

SmartLink è di serie e supporta Android Auto e Apple CarPlay in modalità wireless, disponibile anche il vano per la ricarica a induzione con lo standard Qi. Per connettersi all'app c'è la eSIM integrata, utile non solo per la gestione remota (notifiche e avvio ricarica, pre-climatizzazione) ma anche per gli aggiornamenti OTA del software di sistema e delle mappe oltre che per i servizi online di traffico, meteo e notizie.

L'head-up display di ENYAQ utilizza la realtà aumentata e proietta su due livelli le informazioni: il primo, quello bidimensionale, è più vicino al conducente e include velocità, segnali stradali, navigazione e notifiche dei sistemi di assistenza alla guida. L'area maggiore, in secondo piano, è orientata sulla strada e proietta le frecce di navigazione in realtà aumentata e le informazioni su mantenimento corsia e cruise control adattivo, oltre ad avvertimenti e segnali contestuali.

ADAS E GUIDA (SEMI) AUTONOMA LVL2

Dotazione da Livello 2 (secondo la classificazione SAE) per il SUV elettrico di Skoda. Anticollisione con riconoscimento pedoni, ciclisti e ostacoli fissi, frenata automatica, LED anteriori e posteriori di serie (i LED Matrix sono optional, 24 LED per modulo) e sistema Collision Avoidance sono disponibili su ENYAQ iV. Quest'ultima tecnologia serve a rafforzare il momento sterzante in caso di collisione imminende con un pedone, ciclista o veicolo, sia aiutando il conducente nella sterzata, sia controllando le conseguenze della manovra per ritornare in traiettoria.

Turn Assist serve agli incroci, controlla i veicoli in arrivo dal senso contrario e avvisa o frena automaticamente. Con il pacchetto Travel Assist si combina il cruise control adattivo (predittivo) e il sistema che centra l'auto in corsia (anche nei cantieri): l'auto gestisce sterzo, acceleratore e freno in coda in autonomia (occhi e mani sempre richiesti) e può farlo anche in alcune situazioni cittadine.

Park Assist parcheggia in autonomia (parcheggi longitudinali e trasversali) ed è ora in grado di frenare automaticamente per evitare collisioni con pedoni e oggetti. Questa tecnologia è in grado di imparare dal conducente: a patto di essere bravi nel parcheggiare, potrete tracciare manualmente il percorso in un parcheggio utilizzato di frequente e magari complesso nell'esecusione, insegnando così al computer come ripeterlo automaticamente. Tramite Skoda Connect App, il sistema permette di usare lo smartphone come un telecomando per parcheggiare in spazi ristretti.

RICARICA E BATTERIE

Tre le scelte per la batteria di ENYAQ come da tradizione per la piattaforma MEB del gruppo Volkswagen. Di seguito la capacità lorda e quella netta, il dato effettivamente utilizzabile dagli utenti. Skoda, infatti, sceglie la strategia conservativa del "cuscinetto" di carica, così da non scaricare mai troppo il pacco di accumulatori:

  • 55 kWh lordi (52 kWh netti)
  • 62 kWh lordi (58 kWh netti)
  • 82 kWh lordi (77 kWh netti)

I connettori sono i classici ormai in uso in Europa: il CCS Combo 2 è quello che permette di utilizzare un cavo Tipo 2 per la sola ricarica in corrente alternata e il cavo delle colonnine rapide (con connettore combo) per quelle in corrente continua.

La ricarica rapida in DC permette di spingersi fino a 125 kW di potenza massima, dato che si traduce (per la batteria da 82 kWh) in circa 38 minuti per caricare dal 5 all'80%, la fascia ideale in cui si riesce ad ottimizzare il rapporto tra velocità di ricarica e percorrenze. Come abbiamo visto più volte, l'ultima con il test di EQC e quello di Kia e-Niro, anche stazioni veloci come Ionity si scontrano con il limite fisico delle batterie e la gestione termica delle batterie implementata dal produttore.

Con una wallbox in corrente alternata, fino a 11 kW di potenza massima, la ricarica richiede dalle 6 alle 8 ore a seconda della batteria scelta. Il caricatore casalingo da 2,3 kW (con la Schuko) è disponibile ma non di serie, sarà un optional da acquistare se necessario.


Ricarica non significa solo hardware: i servizi in casa Skoda sono gestiti tramite MySKODA Powerpass, unico account e unica tessera per ricaricare in tutta Europa (195.000 stazioni). La rete include le stazioni rapide e quelle pubbliche ed è multi-operatore con l'indicazione dei costi di ricarica sempre a portata di mano. La carta MySKODA Powerpass è inclusa gratuitamente per i primi 3 anni.

Chi carica a casa avrà la possibilità di scegliere tra tre wallbox Skoda iV Charger, da 3,6 kW (monofase) o da 11 kW trifase:

  • Charger: modello base, ricarica immediata o programmabile dall'auto;
  • Charger Connect: dotato di collegamento LAN e WLAN (wireless), gestibile da app per smartphone e con lettore RFID;
  • Charger Connect+: aggiunge al Connect la SIM LTE e il lettore RFID con contatore certificato per il controllo del consumo e la gestione multi-ultente.
RICICLO BATTERIE

Skoda ha lanciato un progetto di ri-utilizzo delle batterie, creando un prototipo di stazione di ricarica realizzata solamente con le batterie recuperate dalle auto.

Il progetto è stato lanciato con Citigo iV e SUPERB iV, ogni stazione utilizza 20 batterie provenienti dalle plug-in per l'accumulo del vicino impianto fotovoltaico, alimentando gli showroom o fornendo energia alle colonnine dei punti della rete ufficiale. Terminato anche questo impiego, le batterie proseguono verso gli impianti di riciclaggio.

MOTORI E VERSIONI

La piattaforma MEB propone oggi cinque varianti per le motorizzazioni e due possibilità di trazione: posteriore o integrale 4WD.

PREZZI, PREORDINI E OFFERTA LANCIO

Skoda ENYAQ 50 iV è la versione d'ingresso e propone di serie cerchi in acciaio da 18", climatizzatore bizona, volante in pelle con comandi, avviamento keyless (KESSY GO), SmartLink con Android Auto e Apple CarPlay, fari LED e ricarica rapida a massimo 50 kW. Scegliendo le batterie più capienti si avranno di serie ulteriori dotazioni: 60 iV aggiunge i cerchi in lega da 19", infotainmente da 13" e sensori posteriori. 80 iV, tra le dotazioni principali, aggiunge sensori anteriori, retrocamera, Drive Mode, volante riscaldate e palette al volante per regolare l'intensità di rigenerazione.

L'altro estremo della gamma si chiama ENYAQ iV Founders Edition. Celebra la nascita del marchio nel 1895 e sarà realizzata in 1.895 unità. Ognuna avrà una targhetta numerata sul volante in pelle, l'auto sarà disponibile in versione ENYAQ 60 iV ed ENYAQ 80 iV con cerchi in lega da 21". Di serie la Crystal Face con illuminazione della calandra e i paraurti dal look sportivo, particolari esterni in nero lucido, plancia bicolore, sedili in pelle con cuciture a contrasto e altre personalizzazioni estetiche.

ENYAQ in Italia partirà circa 35.000 euro nella versione da 55 kWh e 109 kW di potenza . Chi prenoterà l'auto (500€ di acconto, restituibili in caso di annullamento e senza penali) avrà in omaggio la ricarica rapida a 125 kW e un anno di ricariche a costo ridotto presso Ionity

Le consegne partiranno dalla primavera del 2021, data di uscita dell'auto nei concessionari. I prezzi sono indicativi (così come l'autonomia WLTP, dato preliminare in attesa di omologazione) e la forbice va dai circa 35.000 euro della 50 iV ai 46.000 euro della 80 iV (150 kW, 82 kWh). 80x iV e RS iV con batteria da 82 kWh e trazione integrale, saranno commercializzate nei mesi successivi al lancio.

PRENOTAZIONE ONLINE SKODA ENYAQ iV

VIDEO

Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Di Lella Shop a 458 euro oppure da ePrice a 597 euro.

82

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aristarco

per esperienza personale non sempre su internet si risparmia...anzi....

Aristarco

beh non esageriamo, mia madre ha avuto una collega che ha dovuto restituire un qashaqai full optional per la disperazione, purtroppo certe auto nascono male per tutti i costruttori

mail9000it

Stiamo parlando di aggiornamenti software. Non cambi gli avvolgimenti di un motore elettrico con un aggiornamento software.
Cambi la gestione della batteria, ecc.

mail9000it

Ti ho già risposto. Non truccano il motore, truccano la gestione della batteria. Quindi per rispondere alla tua domanda: il motore rimane cosí a vita. Gestendo bene il software puoi ridurre il degrado delle batterie, limitare la dispensione e usare meglio la loro energia. Gestione batterie non motore.

Vito Pignatelli

Vi consiglio altamente di mettere inconto che la casa madre ha gravissimi problemi sui sistemi elettronici. Ho acquistato la POLO TGI e mi ha creato grossi problemi sui sistemi elettronici. Frenava da solo pur non essendoci nessuno. Poi indicava anomalie inesistenti. Lo consegnato alla Skoda dopo 12 mesi per disperazione. Ho acquistato la kamiq G TEC e anche questa ha gravissimi problemi su infotainment tanto pubblicizza. Da 2 mesi che la mia auto va in assistenza mai più!!!!! Vi consiglio la NISSAN che dovrebbe fare lezione alla casa madre come si fa elettronica. Se non sono capaci di fare le auto a benzina figuriamoci su l elettrico

Vito Pignatelli

La skoda di cui sappiamo a che gruppo appartiene ha un incapacità totale sulla elettronica. Pensavo che fosse un problema solo della polo TGI che avevo ma mi sbagliavo. La casa madre non è in grado come la Nissan di avere sistemi elettronici perfettamente funzionanti . Quindi in sostanza quando acquistate queste auto dovete mettere inconto che passerete la vostra maggior parte dal concessionario per malfunzionamento dell'infotaim.

andrea balu

a mio parere l'elettrico non è il futuro.

Luca Vallino

eh mi sa che conta il libretto ;)

Pietro Smusi

la preparo da pista e levo tutto tranne ruote telaio e motore

ninuzzo

Beh, peggio per loro.

3nr1c0

vero pero chi li compera su internet sono perlopiù' persone come noi che siam qui a postare, tutti gli altri vanno dal gommista

ninuzzo

Li compri su Internet e glieli fai montare, così risparmi anche.

Neuzzo

la karoq equipaggiata in modo simile costa uguale.

e nel segmento non è che trovi auto da 10k.. eh
non

sopaug

era uno che non sapeva guidare un carrera o non aveva voglia di infierire su un frullatore :)

In pista le model S oltre a fermarsi dopo 3 giri per batterie surriscaldate difficilmente stanno davanti a una m3 ben guidata, figurati un carrera.

Cmq complimenti per la model S, gran bel mezzo a prescindere.

Fibonacci Fibo

bella forza.....mica poteva superarti nei tornanti rischiando il frontale con chi proveniva dall'altro senso

3nr1c0

..l'auto monta di serie pneumatici a bassa resistenza al rotolamento.. Vorrei capire come possa essere un plus visto che dopo 25.000 30.000 vai a cambiarli dal gommista che certamente non ti propone pneumatici a bassa resistenza ma ti dice ho questi da X € o questi da Y €. Cmq l head up display è quella cosa che fino a che non l hai sull'auto non riesci a capire quanto sia comodo e utile. Io la ritenevo una cosa superflua, ma da quando 4 anni fa ho preso l auto con quel coso nn riesco piu a farne a meno

ice.man

considerato il degrado delle batterie.....sono curioso di sapere a regime quale sarà la pardita di valore dell'usato elettrico.

Alex

Bella. Brava Skoda.

Mister chuck revenge

Uhm...ultima volta che un tizio con una carrera voleva rompere, l'ho praticamente umiliato.
Suo tornanti di montagna eh, non sul dritto.

Mister chuck revenge

Prezzo popolare, Skoda vuole fare il botto.

sopaug

solito discorso, 35k con le ruote di legno praticamente... E per arrivare ad una versione decentemente accessoriata si arriva ad un prezzo per il quale non si compra una skoda a mio avviso.

Andrea Musso

Tesla ha gia' dimostrato di poter migliorare le proprie percorrenze, se pur di poche decine di km, con aggiornamenti da remoto. Non sono un tecnico e non saprei spiegare come ma questo accade gia' ora...

Luigiantonio Calò

Strano perché ogni aggiornamento tesla introduce sensibili miglioramenti anche a livello motori elettrici... oltre che di gestione batteria e riscaldamento/raffreddamento per ricarica ecc.

sopaug

con una model S però. Di fatto parliamo del top dell'elettrico, nemmeno io sono d'accordo con gli assoluti ma se guardiamo la media del parco circolante elettrico le obiezioni mosse mi paiono ragionevoli.

...E al carrera stai davanti forse sul dritto. La model S è una gran macchina, ma per quanto l'elettronica faccia veri miracoli la guida e l'assetto sportivi, sono altra cosa :)

sopaug

dopo un tamponamento :)

mail9000it

Non si tratta di motori termici nei quali cambiando la mappatura dell'alimentazione (o dell'apertura delle valvole) in base alla velocitá cambi l'efficienza del motore.
In un motore elettrico hai giá efficienze sopra il 90% a qualunque regime.
Stanno lavorando sulla gestione delle temperature durante la ricarica, quindi l'efficienza della ricarica e conservazione delle batterie, ma non della gestione dell'energia quando sei in moto.

mail9000it

Credo che la chiave sia: "... ricariche che faccio presso l'azienda".
Come da articolo: ricarica completa in 8 ore con colonnina da 11Kw.
Questo significa che se non puoi ricaricare in azienda (probabilmente con la ricarica rapida) i tempi sono gestibili solo se: hai messo la colonnina da 11Kw in trifase per la ricarica notturna a casa e SORATTUTTO se l'autonomia di un singolo pieno basta per l'uso giornaliero. Le persone che possono ricaricare in ufficio sono la minoranza.

Ho_parlato!

a parte la velocità ridicola...
ma se io compro quest'auto, vengono anche a casa a montarmi la colonnina? io ancora sta cosa non l'ho capita...

Ho_parlato!

46k...

Mari/o

Ennesimo padellone. Passo.

500euro
GePaCa

Magari... Ma non credo si farà mai.

GePaCa

Il guidatore medio percorre in media meno di 15K km l'anno. Il percorso medio casa/ufficio è inferiore ai 30Km. Forse le tue sono esigenze particolari. Non dico che sono tutti fortunati come me che dalla finestra dell'ufficio vedo il tetto di casa a 2 Km in linea d'area, ma noi siamo l'eccezione, non la regola.

GinoGinoPilotino

Ma i downvote sono per aver detto fighetta alla sacra scatoletta ?

Neuzzo

Finalmente dei prezzi umani!!!

500euro
Andrea Musso

Per lavoro faccio circa 60.000 km all'anno.
Il 21 settembre mi hanno consegnato una Model S con la quale ho percorso ad oggi 6255 km. Abito e lavoro in provincia di MS e sono gia' stato a Milano, Verona e in giro per la Toscana. Finora ho speso per le ricariche, che faccio presso l'azienda dove lavoro, 67,5€. Tralasciando la eccellente qualita' della vita a bordo per spazio e silenziosita' , le prestazioni da Porsche Carrera e la tecnologia disponibile devo dire che, con un minimo di programmazione (ampiamente giustificata dai risparmi ottenuti) si può utilizzare l'auto in totale serenita' e senza stress. Credo che si debba ormai essere meno assolutisti e fare valutazioni che tengano conto delle diverse esigenze e logistiche dei vari utilizzatori.

sgarbateLLo

https://media2.giphy.com/me...

pollopopo

ricorda l'espace

Joey Tempest

Il dietro è orrendo.

Ngamer

presumo si possa aggiornare il sistema che gestisce la batteria lo fanno tutte le elettriche e non solo . se intendi la mappatura dei motori dovrebbe avere diverse modalità di guida eco normal e sport di solito mettono queste 3

500euro
berto

Guarda che questa con 35k te la danno con i cerchi in ferro, roba da fuori di testa.

GinoGinoPilotino

Ahhhh ok sei di parte

goghicche

Niente è per sempre.

MatitaNera

non male...

0KiNal0

Hanno target completamente differenti e posizionamenti differenti.
Il prezzo è figlio della novità che comunque per la versione non "prima" della 500 è molto inferiore a 34k.

Luca Vallino

ma in francia quella tassa di 10 euro per ogni kg eccedente i 1800 per le auto si è poi fatta?
considerando il parco circolante in italia si ripianerebbe il debito pubblico XD

Ngamer

non cè una versione piu corta di 50 cm?? :P

GinoGinoPilotino

Faccio osservare in modo provocatorio che una delle due ha il prezzo che non torna. Sono oggettivamente due auto diverse ma costano uguale

Auto

Honda Jazz Hybrid: solo ibrida, pratica e compatta | Recensione e Video

Auto

Renault Twingo Electric: prova su strada, prezzi e test autonomia elettrica in città

Auto

Hyundai: auto elettriche e mobilità futura. Intervista a Edoardo Torinese | Video

Auto

GR Yaris 2020: Toyota sportiva nata dal WRC, prova in pista e strada | Video