Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Peugeot e-Rifter, il multispazio elettrico in Italia da 36.150 euro

25 Maggio 2021 8

Peugeot ha annunciato che il nuovo multispazio elettrico e-Rifter può ora essere ordinato in Italia. Le prime consegne sono attese per il mese di novembre. Sono quattro gli allestimenti in cui può essere richiesto: ACTIVE, ALLURE, ALLURE PACK e GT. I prezzi per il mercato italiano partono da 36.150 euro.

AUTONOMIA SINO A 245 KM

Il multispazio elettrico è basato sulla versione endotermica e mantiene intatte tutte le caratteristiche del Rifter in termini di spazio e di flessibilità d'uso. Pure l'estetica non presenta variazioni ad eccezione del monogramma "e-Rifter" nel posteriore e dello sportellino per la ricarica sul lato posteriore sinistro. Il veicolo può essere scelto in due distinte lunghezze: 4,40 metri per la versione Standard e 4,75 metri per quella Long. In entrambi i casi è possibile ospitare a bordo sino a 7 persone. La presenza della batteria di trazione non ha compromesso il volume di carico che spazia dai 775 litri della versione Standard ai 4.000 litri del modello Long con gli schienali dei sedili abbattuti.


Il powertrain del Peugeot e-Rift è composto dal ben noto motore da 100 kW con 260 Nm di coppia, abbinato alla batteria da 50 kWh in grado di permettere un'autonomia di 245 km (meno di quanto comunicato inizialmente). Sul fronte delle prestazioni, il multispazio accelera da 0 a 100 km/h in 11,2 secondi. Parlando di ricarica, l'accumulatore può essere rifornito ad una potenza massima di 100 kW in corrente continua. In corrente alternata sino a 7,4 kW o sino a 11 kW a seconda del caricatore scelto.

A disposizione del conducente le modalità di guida Eco, Normal e Power che permettono di dare priorità all'efficienza o alle prestazioni. Non mancano ovviamente soluzioni tecnologiche come il Peugeot i-Cockpit e un infotainment connesso. Presenti anche diversi sistemi ADAS per rendere la guida più sicura.


8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giovanni R.

Io con €19.600 ho preso il diesel da 100 cv, nuovo, va che é una bomba, con un pieno sfioro i 1000km e il fine settimana vado e torno dal mare e dalla montagna senza fare rifornimento.
Ne deve ancora fare di strada l'elettrico.

ACTARUS

Sono furgoni che il primo anno con una carica fanno quattro ore in giro città...dopo un paio d' anni ne fanno una e poi devi rientrare in ditta a ricaricare...comodo eh..

Ago31

Nel senso che il tuo collega è molto furbo. Ma senza ricaricarlo in cantiere sarebbero problemi seri, a meno che non sia un artigiano che lavora in proprio e magari si mette il wallbox a casa. Ma se fosse così non rientrerebbe nella casistics che ho elencato sopra.

Riccardo sacchetti

... in che senso? Secondo me non è assolutamente adattò all'uso quotidiano "per tutti". Va bene, al massimo, per alcune nicchie. Però si scontra poi col prezzo..

Ago31

Grazie, così sono capaci tutti. Caso più unico che raro comunque

Riccardo sacchetti

Un mio collega, artigiano elettricista, ha preso l'expert passo medio elettrico. Quando gli va bene fa 200km. Però lo ricarica in canitere (una barbonata pazzesca). Per ora è decisamente presto per questo target

Ago31

Furgone elettrico con 245km di autonomia (vuoto immagino, saranno la metà a pieno carico e con clima acceso), caricatore di serie monofase (il trifase dovrebbe essere d'obbligo) con prezzo a partire da 36k? Follia

Tutti i furgoni elettrici attualmente in fase di lancio o già sul mercato sono un progetto sbagliato sul nascere. Il fatto che si basino su veicoli commerciali a motore termico adattati con motori elettrici la dice tutta.
Niente da fare, sui veicoli commerciali leggeri i motori benzina (per chi fa poco tragitto e non deve spostare enormi carichi) o diesel (cosa lo dico a fare) sono ancora imbattibili.
Questo è un multispazio, ok, ma esiste anche la versione furgone cabinato. Onestamente quante aziende tra medie-piccole ha:
- una sede propria o un posteggio aziendale proprio?
- soldi da investire nell'installazione di wallbox per i propri veicoli?
- un'infrastruttura elettrica nelle vicinanze in grado di gestire i wallbox (mai dare per scontato questo aspetto)...?

Pochissimi, e non esiste altro sistema al di fuori di quello che ho descritto sopra. Gli artigiani/operai sono in giro a lavorare, devono partire la mattina col furgone carico e non cercare colonnine durante la giornata lavorativa.

Prima di vendere sti nuovi "mezzi di lavoro" bisognerebbe interrogarsi su come saranno gestiti da chi li dovrebbe/potrebbe comprare. Non trovo motivi per cui un imprenditore, oggi, dovrebbe prendere in considerazione un furgone elettrico al posto di un diesel o benzina per la propria flotta aziendale. A prescindere dalle agevolazioni e dagli ecoincentivi. Troppi compromessi e troppe spese aggiuntive.

Daniel

A circa 30k prendi nuovo quello Allure (ha tutto) diesel, con cambio automatico EAT8 che io avevo provato - quando buttavi giù l'acceleratore non sentivi il cambio marcia, OK certo non è elettrico - ma tanta roba il cambio automatico che monta a 8 rapporti

Auto

Xiaomi SU7 Max, la supercar elettrica in mostra al MWC di Barcellona | Video

Auto

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Motorsport

Formula 1: ufficiale, Lewis Hamilton in Ferrari dal 2025