NIO, 1.200 stazioni per il battery swap in Cina

19 Novembre 2022 25

NIO crede molto nella tecnologia del battery swap e sta lavorando duramente per espandere questa rete per lo scambio delle batterie in Cina. Come sappiamo, il costruttore ha iniziato ad installare le prime stazioni anche nei Paesi europei dove è da poco sbarcato. Adesso, la casa automobilistica ha fatto il punto della situazione dello sviluppo di questa rete. Secondo quanto raccontato, a novembre, in Cina il marchio ha da poco superato quota 1.200 stazioni per il battery swap. Si stima che entro la fine dell'anno saranno più di 1.300.

I progressi della crescita di questa infrastruttura per lo scambio delle batterie delle auto elettriche sono stati notevoli. NIO, infatti, ha evidenziato che in un anno sono state installate ben 600 nuove stazioni.

I NUMERI DELLA RETE

Oltre al numero di stazioni installate ed attive, NIO ha fornito anche qualche ulteriore informazione su questa infrastruttura. Ad oggi, i clienti della casa automobilistica hanno effettuato quasi 14 milioni di sostituzioni delle batterie, con una media giornaliera superiore a 30.000 sostituzioni. Il costruttore cinese racconta che ogni 2,8 secondi c'è un'auto NIO che esce da una stazione per il battery swap.


Grazie alla crescita di tale infrastruttura, il numero di veicoli che condividono ogni singola stazione è in diminuzione rispetto al 2021. Dunque, ad oggi, NIO è in grado di offrire una capacità di servizio sufficiente per soddisfare le crescenti esigenze dei suoi utenti.


La casa automobilistica osserva che la sua rete di stazioni di scambio ora copre oltre il 66% della Cina, fornendo già una buona copertura delle aree più sviluppate del Paese. L'obiettivo di NIO rimane quello di arrivare a mettere a disposizione oltre 4.000 stazioni per il battery swap entro il 2025, 1.000 delle quali, però, fuori dalla Cina (prevalentemente in Europa).


NIO, comunque, non sta investendo solamente sul battery swap ma pure sulla realizzazione di un'infrastruttura di ricarica. Ad oggi, sono state installate 1.101 stazioni Power Charger e 948 stazioni Destination Charger. Ricordiamo, infine, che per sostenere l'espansione del battery swap in Europa, NIO ha aperto una fabbrica in Ungheria per la costruzione delle stazioni per lo scambio delle batterie.


25

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Davide Moriello

Tante. Hai presente quante tesla model 3 e model y ci sono in giro? Più di qualsiasi altra macchina elettrica.
Guardati le statistiche, ci sono tesla model 3 con 200.000km che hanno caricato SOLO supercharger e hanno un degrado minimo.

Poi logico, se mi parli di macchine senza gestione batteria come la nissan leaf allora è un altro conto.

Sarcasmo distratto

Ma quant'è auto vedi in giro che si caricano in 18 minuti? Che poi, la super ricarica degrada velocemente le celle, difatti in molti optano per una carica più lenta

Davide Moriello

questa è la tecnologia che fallisce.
1200 stazioni scambio in TUTTA la cina sono niente.
Abbiamo 32.000 colonnine solo in italia di cui 4.000 sono in DC.
Per caricare una macchine elettrica (stesso prezzo delle NIO) ci metti 18 min.
Per fare un swap batteria ci metti 7 min.
Nello spazio per installare un swap batteria ci potresti installare 8 colonnine fast charging e quindi caricare 8 macchine contemporaneamente invece di fare un swap di 8 min.
Senza contare costi altissimi sia di installazione che di scambio batteria.

Se hai tempo per aspettare 7 min per fare un cambio batteria hai anche tempo per aspettare 15min per una ricarica 10-80%

italba

Stupidaggini. Un'auto da tre tonnellate consente agli pneumatici di spingere per tre tonnellate in ogni direzione, così come un'auto da 900 kg consente agli pneumatici di spingere fino a 900 kg in ogni direzione. Se in motore, le sospensioni, gli pneumatici ed i freni sono adeguati al peso allora accelerazione, frenata e forza centrifuga in curva saranno uguali tra l'auto leggera e l'auto pesante. Le cose cambiano solo se entra in gioco la deportanza, ma non siamo in formula 1

ACTARUS

Si ma alla prima curva va dritto

italba

Le prestazioni di un veicolo dipendono sì dalla massa ma anche dalla potenza del motore. La Eletre pesa quasi tre volte la Elise ma ha un motore quattro volte più potente, infatti da zero a 100 la Elise impiega quattro secondi e mezzo mentre la Eletre meno di tre

ACTARUS

un elefante cinese

italba

L'hanno finita, va bene questa?
https://www.lotuscars.com/it-IT/eletre

ACTARUS

Non saprei che farmene...regalami una lotus elise

italba

Se vinco i 311 milioni me ne compro un paio per me e ne compro una pure per te. Contento?

Carlito

Aspe', NIO in europa nei mercati dove è presente, tranne Norvegia, ha deciso di fare simile al noleggio a lungo termine che non c'entra niente non il bass.
Ha fatto questo perché il quella parte di europa è molto usato il noleggio a lungo termine.
Quello che si deve fare e confrontare i costi al mese e km che danno rispetto alle sue concorrenti che sono le premium tedesche.
Il bass è diverso, puoi acquistare l'auto a un costo minore e se non sbaglio ci vogliono circa 6 anni per pareggiare però giustamente hai la possibilità di swappare

ACTARUS

Te la devi comprare?...ah no...pensavo di si..

italba

E sei numeri per l'Enalotto non ce li vuoi dare? Anzi, daccene 84 che ci giochiamo gli altri sei

italba

Tieni conto che il noleggio per le società è conveniente, sono costi detraibili

Surak 2.05

Ah, ok.
Credevo ti riferissi ad un problema tecnico-ingegneristico non economico.

italba

Sarcasmo di bassissimo livello ed estremamente infantile. L'auto dell'articolo il motore ce l'ha, e pure bello potente, tu la tua auto a benzina senza motore puoi al massimo adoperarla come abitazione principale

Dark Entries

Il costo di noleggio del modello base è di 1.190 euro al mese (noleggio minimo di 36 mesi).
Per me una roba del genere non può essere che un flop.
Fonte del costo hdblog, articolo "NIO punta sull'Europa e porta le auto elettriche ET7, ET5 e EL7"

ACTARUS

Pensi di fare tot km, ti danno batterie fallate, poi a metastrada devi rientrare per non rimanere a piedi

Vae Victis

Infatti io appena ho comprato la mia auto nuova ho venduto il motore a benzina. Così non ho più nessuna parte che si possa consumare.
Se eventualmente mi servirà il motore lo noleggerò.

Ratchet

Swap 2JZ

dxdanny

Invece NIO ha capito benissimo che senza battery swap è impossibile per un'auto elettrica sostenere un viaggio lungo. Il battery as a service è l'unica soluzione percorribile se si vuole vendere auto elettriche per uscire fuori città. E poi acquistando un'auto NIO il costo è più basso perché le batterie non le compri.

Surak 2.05

Spiega cosa non ti torna.
La NIO è un'azienda privata che ovviamente mette un sistema tanto particolare in funzione delle sue auto, poi magari in futuro altri marchi potranno adottare quello standard e pagare per utilizzare gli impianti NIO.

italba

Per quanto non ottimale ha il vantaggio che l'auto elettrica potendo cambiare al volo la batteria non avrà più nessuna parte che si possa consumare col tempo o con l'uso, diventando molto più conveniente di ora

Dark Entries

Vedo malissimo questa iniziativa dedicata solo ad auto Nio prese in affitto e che utilizzano il loro sistema proprietario di aggancio sgancio batteria.

Sarcasmo distratto

Questa è la tecnogia vincente, gli scambisti ci hanno sempre visto lungo

Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!

Auto

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Auto

Auto Plug-in: come funziona la tecnologia PHEV e cosa significa ibrida ricaricabile

Auto

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025