Hyundai e Motional, il servizio di robotaxi sarà lanciato a Las Vegas alla fine del 2023

04 Gennaio 2023 11

Al CES 2023 sono presenti anche diverse case automobilistiche. In occasione della fiera di Las Vegas, Hyundai è tornata a parlare dei suoi robotaxi sviluppati con Motional sulla base della IONIQ 5 che saranno utilizzati per offrire un servizio di trasporto proprio all'interno della città entro la fine del 2023 attraverso partner come Uber. Tale servizio arriverà successivamente anche a Los Angeles e, infine, in altre città degli Stati Uniti e in tutto il mondo. Infatti, Hyundai e Motional stanno già testando il veicolo elettrico a guida autonoma per le strade di Boston, San Diego e Singapore.

Per tornare a parlare del suo robotaxi, Hyundai ha messo in risalto un video condiviso attraverso il suo canale YouTube alcuni giorni fa. Filmato che mette in evidenza la tecnologia di guida autonoma di Livello 4 presente su queste vetture. I robotaxi sviluppati da Hyundai e Motional potranno contare su oltre 30 sensori (una combinazione di telecamere, radar e LiDAR) e su di una piattaforma software avanzata in grado di gestire la guida delle auto in tutte le condizioni.

Las Vegas rappresenta un importante banco di prova per la tecnologia della guida autonoma. Infatti, Hyundai evidenzia che sulle strade di questa città altamente trafficate si possono trovare spesso veicoli poco comuni come limousine allungate e camion con cartelloni pubblicitari. Tuti scenari che i robotaxi dovranno saper gestire.

L'intelligenza artificiale della piattaforma che gestirà le IONIQ 5 a guida autonoma è stata addestrata anche per identificare e prevedere il comportamento di tutti i pedoni, anche se indossano costumi insoliti e fanno cose strane, come può accadere per le strade di Las Vegas.


In questo video, possiamo vedere che se un pedone, anche se vestito con un costume, lascia cadere qualcosa sulla strada, la IONIQ 5 lo riconoscerà e si fermerà.

Non rimane, dunque, che attendere il lancio del servizio di robotaxi per scoprire maggiori particolari.


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Disqutente

Grazie, avevo trovato informative differenti. Devo approfondire il discorso allora.

Carlito
Se non erro guida autonoma di livello 4 prevede la supervisione di un umano se vi sono condizioni meteorologiche avverse.

no
è un po' più complicato di così.
L4 non prevede nessuna supervisione umana ma limiti.
Se per esempio un robotaxi è L4 perché non può viaggiare con la pioggia il sistema deve prevedere uno stop in tutta sicurezza, ecc.
Se invece può viaggiare con tutti i tipi di meteo però è geolocalizzato rimane L4 lo stesso.

T. P.

giusta osservazione!

ACTARUS

Non bastavano gli impediti alla guida, ora anche questi così tonti

MatitaNera

Ahahahah buona questa

Surak 2.05

Il punto è che se tu produci auto vuoi continuare a produrre e vendere lo stesso numero di auto se non di più.
Quindi loro puntano su auto senza pilota che possano essere vendute anche al privato.
Quelle che descrivi tu sono le navette autonome, per altro alcuni puntano su questi e immagino che una volta che hai la tecnologia, passare da un'auto di questo tipo ad una sorta di pulmino squadrato non sia difficile.

Disqutente

Giusta considerazione. Ma ad oggi credo che più che un servizio sia uno spot per produttore e veicolo.

Disqutente

Se non erro guida autonoma di livello 4 prevede la supervisione di un umano se vi sono condizioni meteorologiche avverse.
Quindi questi Robotaxi andrebbero solo in giornate con sole?

E invece la considerazione forse più importante: nei posti dove proveranno in anteprima questo servizio la legislazione già prevede la possibilità di circolare con guida totalmente autonoma? E nello specifico chi sarà il "colpevole" in caso di incidente causato dal robotaxi?

piero

L'idea è che così trasmettano l'idea di prodotti robo-anti

MatitaNera

la fuffa tecnologica prevede che se usi un nome con "robo" l'oggetto funziona... e invece...

LaVeraVerità

Spero che quando il servizio sarà largamente disponibile non sarà basato su un design derivato dalle carrozze trainate dai cavalli come le auto attuali, col cofano anteriore. Questo design deriva da esigenze di più facile penetrazione dell'aria e abbassamento del baricentro in funzione di maggiori prestazioni velocistiche.
In un robotaxi, magari elettrico, che si sposta sempre secondo i limiti di velocità e non è finalizzato alle corse, il motore può stare sotto la cabina passeggeri anche se a scapito dell'altezza, migliorando la capacità e comfort per i passeggeri. Chissenefrega se ha l'aspetto di un cassonetto.

Hyundai IONIQ 5 RWD: prova consumi reali, quanto costa la ricarica e costo per 100 km

Hyundai i30 N: perfettamente versatile. Alla prova l'educata e pepata hot hatch | Video

1200 km elettrici, presente contro futuro: da Milano a Monaco | Il ritorno

Hyundai Kona Electric 2021, arriva il restyling: tutte le novità | Video