Piaggio, KTM, Honda e Yamaha: alleanza per le batterie intercambiabili

01 Marzo 2021 10

Piaggio, KTM, Honda e Yamaha intendono rendere le batterie intercambiabili per le moto e gli scooter elettrici una realtà in Europa (e non solo). Le 4 aziende, infatti, hanno firmato una lettera di intenti per dare vita ad un "Consorzio di Batterie Intercambiabili" per motocicli e veicoli elettrici leggeri. L'obiettivo è quello di creare un sistema standardizzato che permetterà da un lato di promuovere la mobilità elettrica e dall’altro di contribuire alla gestione di un ciclo di vita più sostenibile delle batterie usate nel settore del trasporto.

Inoltre, i costruttori coinvolti nel consorzio puntano a rispondere alle principali preoccupazioni dei clienti relativamente al futuro della mobilità elettrica aumentando l’autonomia, accorciando il tempo di ricarica e abbassando i costi dei veicoli e delle infrastrutture. Le 4 aziende lavoreranno per definire le caratteristiche tecniche dello standard del sistema di batterie intercambiabili per i veicoli che appartengono alla categoria "L" e cioè ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli. Questa operazione sarà svolta assieme con tutte le aziende interessate e gli enti di standardizzazione nazionali, europei e internazionali.

Si inizierà a lavorare dal prossimo maggio 2021. Piaggio, KTM, Honda e Yamaha invitano tutte le aziende interessate ad aderire per arricchire le competenze del consorzio. L'annuncio è decisamente interessante. Questo sistema per le due ruote sta avendo un buon successo in alcuni Paesi tra cui la Cina. Il consorzio formato dalle aziende fondatrici potrà permettere di introdurre questa soluzione anche all'interno del Vecchio Continente favorendo l'utilizzo soprattutto dei piccoli scooter elettrici dentro le città.

Sarà quindi interessante seguire il lavoro del consorzio per capire come evolverà questo progetto. Su questa iniziativa, Michele Colaninno, Chief of strategy and product del Gruppo Piaggio, ha dichiarato:

Sottoscrivendo questa lettera di intenti le parti intendono dare una risposta ai principali timori dei propri clienti e contribuire alla realizzazione delle priorità politiche legate al passaggio alla mobilità elettrica. L'introduzione di uno standard internazionale per un sistema di batterie intercambiabili garantirà l'efficienza di questa tecnologia, mettendola a disposizione dei consumatori. Infine, la forte cooperazione tra produttori e istituzioni consentirà al settore di affrontare al meglio le sfide del futuro della mobilità.


10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vae Victis

mmmh, ma tu le hai mai viste le auto di cui parli?

Vae Victis

Ogni tanto c'è qualcuno fa delle cose intelligenti.

Rapidashmarino

oh era ora

giovanni

Nel settore delle due ruote l'Europa ha ancora qualcosa da dire, mentre nelle quattro ruote elettriche si va a rimorchio di Tesla e asiatici.

cuccuruccu

Alla buon'ora. Nel mercato auto invece tutto tace ed ognuno fa per sé. Prima o poi si spera la capiranno anche loro.

Soleluna

Questa è una cosa intelligente

R4gerino

Era ora che qualcuno ci pensasse.

Daniel
SuperDuo

meglio tardi che mai...

Giulk since 71' Reload

Ottimo, mi sembra la strada corretta :)

Elettriche

Twingo Electric: la mia prima esperienza con un'auto elettrica | Video

Auto

Aumento benzina e diesel: quanto costa fare un pieno oggi | Video

Auto

Dacia Spring: come va l'elettrica economica da 9.460 euro (con incentivi) | Video

Auto

Nuova Mazda CX-30 2021 eSkyactiv-X: quando 6 cv fanno la differenza | Video