Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Carlos Tavares: Stellantis produce dove è competitiva

06 Luglio 2023 115

Carlos Tavares conferma la volontà di Stellantis di dialogare con gli Stati ma quando si parla di produzione, il Gruppo deve fare delle precise scelte per non compromettere il futuro dell'azienda. Dunque, Stellantis produce dove conviene di più.

Il numero uno del Gruppo automobilistico ha voluto così rispondere a Bruno Le Maire, ministro dell'Economia francese e pure ad Adolfo Urso, ministro delle Imprese e del Made in Italy, che negli ultimi tempi hanno chiesto a Stellantis di concentrarsi maggiormente nei rispettivi Paesi per aumentare la produzione. In particolare, dalla Francia era arrivata addirittura la richiesta di riportare in patria la produzione delle piccole auto elettriche come la Peugeot e-208.

Abbiamo investito in Francia e produciamo veicoli elettrici in tutti gli stabilimenti, non vedo perché dovrei creare progetti in perdita. Ho la responsabilità di fare le scelte giuste per non compromettere il futuro dell'azienda. Dialoghiamo con i Governi di Italia e Francia, che sono ben intenzionati, sono di supporto, ma Stellantis produce dove è competitiva.

In particolare, Tavares ha ricordato che Stellantis produce in Francia 12 auto elettriche, ha una gigafactory e ha investito oltre 2 miliardi di euro. Il manager ha menzionato anche gli investimenti fatti in Italia, a Termoli, a Melfi e a Mirafiori, dove quest'anno sarà lanciato il primo Hub per l'Economia circolare.


Il numero uno di Stellantis spiega che l'elettrico ha costi di produzione maggiori rispetto a quelli dei modelli endotermici che poi si riversano sul prezzo finale delle vetture. Proprio per questo Stellantis deve mantenere la produzione dove i costi della manodopera sono più bassi.

Noi guardiamo prima di tutto ai clienti che vogliono qualità e prezzi accessibili. L'elettrico è più costoso del 40% rispetto ai modelli tradizionali e non possiamo chiedere alla classe media di pagare un'auto il 40% in più. Dobbiamo essere saggi per conservare la nostra competitività. Continuiamo a parlare con i Governi, ma al momento è meglio tenere le produzioni a più alto valore aggiunto in Europa occidentale e le altre in Paesi fuori dall'Europa che sono meno costosi.

Dunque, il messaggio di Tavares ai Governi di Francia e Italia è piuttosto chiaro. In ogni caso, lunedì i rappresentati del Gruppo incontreranno il ministro del Made in Italy Adolfo Urso. Sarà quindi molto interessante scoprire i risultati di questo confronto.

Il numero uno del Gruppo automobilistico ha poi parlato nuovamente della "minaccia cinese", ribadendo la necessità di un fronte comune europeo.


115

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Adri949

Sicuramente. Ha gestito abbastanza bene una situazione prima assoluta e stava attuando comunque diverse cose positive. Peccato per l'italiano medio. Si ha sempre quello che si merita

olè

a parte che come ti ho già detto sono andato a votare, però di certo non mi piace chi ho votato ne chi ha vinto e ne chi ha perso, avrei preferito molto di più uno scenario (utopico, lo so bene) in cui nessuno va a votare fino a quando tutti quelli candidati non si ritirano lasciando spazio (si spera) a persone migliori... detto questo non è un caso se come me, la gran parte dell'italia, il partito più numeroso sia quello degli astenuti e non è neanche un caso che NESSUNO dei partiti\movimenti\forze politiche in gioco provi ad andare a prendere quei voti, perchè fa' molto più comodo così cercando di rubare qualche voto agli avversari che ci sono... mi ha fatto sorridere quando ho sentito della votazione (in brasile o venezuela, non ricordo bene ma non è importante) in cui sono andati al ballotaggio e al primo turno aveva votato mi pare il 95 e rotti% della popolazione e l'appello di entrambi i candidati era quello di andare a votare, come se non ci fossero già abbastanza voti! in Italia invece saranno 30 anni che non sento un partito\movimento\forza politica cercare di andare a prendere quei voti degli astenuti....

max76

Applausi

Simone

Capisci bene amico che non si può sperare in un cambiamento senza andare a votare, che vogliamo fare come in Sardegna che buttavano per strada il latte per protesta e quando poi c'è da votare nessuno ci va? Potrei capirlo se fanno veramente tutti schifo ma non è così.

olè

io sono molto più critico, perchè sono talmente disilluso, che anche fosse mazinga il candidato o superman o chiunque possa rappresentare l'emblema della fiducia e della bontà, che non mi fiderei fino a quando non vedrei i risultati, perciò visto che nessuno porta risultati nessuno è degno del mio voto e lo dico con tantissima amarezza eh, ma la situazione è questa spero ci sarà un giorno un cambiamento, ma visto l'andazzo...

Vae Victis

Se metti tutto nel calderone la Francia costa di più.

Ha tasse molto più elevate, stipendi più alti del 40%, costo dei trasporti più alto, costo dell'energia più basso per le utenze domestiche ma più alto per le imprese rispetto all'Italia.

Simone

Io non userei la frase meno peggio visto che poi si è usata per anni votare il meno peggio, ritengo invece che sia la persona che ha dimostrato grande serietà e eleganza nei modi (a volte scivola anche lui ma vabbè, purtroppo è la politica che ti ci porta) ma dimostra di tenerci a sistemare le cose per quanto possibile.

Adri949

D'accordo con te. Se non altro era il meno peggio da decadi a questa parte

eric

...i costi di mano d'opera saranno anche leggermente più alti in Francia che da noi....ma se metti tutto nel "calderone" dell'economia nazionale sono molto più virtuosi che da noi....infatti non esiste la mostruosa evasione fiscale che abbiamo in Italia....

Simone

C'era e come, Giuseppe Conte, persona di eccellente profilo che si assume realmente il carico della responsabilità che ci vuole per governare l'Italia e per certi versi, educarla.

Simone

Questo commento è l'esatta rappresentazione della parola speranza, ottimo intervento amico, spero come te, moltissimi altri o moltissimi che ritornino sui propri passi riflettendo con quanto hai scritto. I miei complimenti.

Simone

È per questo che Tavares ha frenato tutti dicendo: Signori cari, l'azienda fa quello che all'azienda gli conviene.

E i cari Francesi che ricordano a Tavares che bisogna produrre in Francia, muti. Avete voluto l'amministratore delegato forte?

E adesso questo meritate.

Che poi, dicendola tutta, sono i francesi maledetti che fanno bene non noi Italiani e basta vedere i commenti qui ma un po' ovunque dove ognuno vede il proprio giardino, esattamente come il governo attuale, i patrioti de sto ca... E possiamo chiudere qui.

Simone

"Son tutti buoni a fare gli imprenditori con i soldi degli altri"

Questo commento è il più esilarante. Chiedo scusa ma lei sa qual è il ruolo e significato di "Amministratore DELEGATO"?

Simone

Tutto questo discorso senza citare i meriti di Marchionne... Imparziale.

sirkuito

La Sede Legale di Stellantis NV è situata in Amsterdam (Paesi Bassi)
AUDI AG è una società per azioni di diritto tedesco con sede centrale a Ingolstadt.
Trova tu le differenze.

Vae Victis

FCA Italy diventerà Stellantis Europe (visto che la trasferiranno tutta nell'est europa). Le altre aziende del gruppo Stellantis invece rimarranno come ora, continueranno a chiamarsi Peugeot e Opel.

Vae Victis

Ma è falso. I costi in Francia sono più alti che in Italia.
Negli USA ci produce altrimenti non gli lasciano vendere le auto là.

piero

Ovviamente, capitan ovvio. Almeno non dicono di essere italiani.

luc tresson

Idee un pò confuse, dove è che avrei scritto che il segmento B è superiore al C? Certo che oggi costano tra i 30 e i 45 nelle versioni elettriche, solo che tra un paio di anni usciranno modelli B e C con prezzi intorno ai 25/30 ovviamente non dalle linee di Stellantis.

olè

quello che più definisce l'oligopolio però non è tanto la differenza di prodotto, quanto la difficoltà di entrata\uscita nel mercato, se ci pensi infatti è molto più facile creare un operatore virtuale che un'azienda di auto, perchè banalmente l'investimento è decisamente più basso, per questo nel settore auto c'è sempre stato un oligopolio con pochi marchi, e la situazione tra crisi ed elettrificazione, ha fatto sì che questi pochi marchi diventassero ancora meno unendosi in vari gruppi, mi viene in mente il gruppo stellantis o il gruppo volkswagen ecc, solo che prima con il motore termico c'era più spazio per poter differenziare i prodotti con l'elettrico invece possono differenziare molto poco il prodotto, poi non solo la rincorsa all'elettrificazione ha influito sui prezzi ma anche le varie leggi, se penso che già solo una macchina del 2018 non aveva, magari, neanche come optional i vari adas e invece oggi sono praticamente obbligatori, questo anche non aiuta il prezzo a scendere, nonostante io sia super favorevole a tutto ciò che aumenta la sicurezza è innegabile che anche questo abbia comportato un aumento di prezzo, il problema come al solito, è stato che se non aumentano gli stipendi dei cittadini poi non hanno soldi da spendere e il parco auto resta vecchio e si cercano le usate e allora le aziende accampano scuse per giustificarsi davanti all'opinione pubblica, anche se secondo me, sono giustificazioni ridicoli perchè basta soffermarsi 2 minuti a riflettere per rendersi conto di quanto siano scuse ridicole

Cpt. Obvious

Puoi comprarti il kit per la Catheram 7

Disqutente

Sulla telefonia trovo più appropriata la definizione di oligopolio. Anche se è difficile potersi differenziare in un mercato dove il bene fornito è un servizio assolutamente identico per tutti i fornitori, si è visto che l'ingresso di un nuovo competitors non allineato allo status quo, ha in qualche modo smosso quel settore riconducendo di fatto la situazione più verso un mercato di competizione.

Sull'automotive sono un pelo meno concorde su questo punto.
Se ci pensiamo prima dell'inizio della transizione vi era differenzazione di prezzi tra brand premium o meno, sottobrand, joint-venture, ecc... che portava a trovare prodotti sia "economici" (relativamente comunque ad un bene complesso e quindi costoso) che elitari.
Oggi è innegabile sia corretto anche quello che hai indicato tu: i prezzi si sono decisamente appiattiti verso l'alto. Non vi sono più differenze che vi erano fino ad uno o 2 lustri fa. E questo scenario è in effetti una rappresentazione di oligopolio.
Quanto sia voluto dai costruttori e quanto sia indotto da questa importante e complicata (industrialmente parlando) accelerazione della transizione trovo difficile da inquadrare.

Poi come concordiamo le aziende cercano, e credo sempre cercheranno, di mascherare le problematiche che ricadono sui clienti accampando scuse o motivazioni più o meno veritiere.

Simone

Ma che grandissima xagat@ questa di pagare solo chi è oggetto ad un sindacato. Gli altri che mediamente hanno periodo uguale non meritano gli stessi privilegi.
Che marchettonata

ilariovs

Questo se parliamo di europee forse.
La MG4 a 35000€ ti offre la versione accessoriata la emtrylevel (170CV e 51KWh) 30800€ la Dolphin a 36000€ ti offre la comfort con 60KWh e 204CV.
Tesla a 41500€ ti da un segD da 240CV e 500 l di bagagliaio.

Cpt. Obvious

Mi risultava che ci fossero ancora stati senza VAT, evidentemente mi sbagliavo.

Cpt. Obvious

Si, le abbiamo, ma per il trasporto merci non sono il massimo.
Inoltre, ma questa non è una colpa diretta dell'Italia, il grosso del mercato è Scandinavia, Germania, Olanda, UK, produrre in un paese periferico, con una barriera naturale importante come le alpi che limita i collegamenti, ovviamente non è come produrre direttamente nel cuore dell'Europa.

Cpt. Obvious

Preferisci un'Audi fatta in Ungheria o in Messico?

piero

Tafazzes devi produrre dove costa meno, e venderle lì. I tuoi catorci non li vogliamo

Davide

ok.

piero

E io compro dove mi piace di più. E se devo scegliere una straniere certo non scelgo strisciantis

liuc

Va bè, " un poveretto (nel vero senso del termine) con due lauree emigrato all'estero che si è fato da se, diventato uno dei dirigenti più apprezzati al mondo. Poi ci sono i saputelli del web.
Si potrebbe continuare su cosa ha fatto Marchionne in positivo, ma sarebbe tempo sprecato... si trova comunque in rete.
Per finire, ai temi lo stesso Marchionne definì l'ipotesi di fusione con PSA " un bagno di sangue" e questo sta avvenendo.
Mari andando indietro nel tempo, potrai capire chi in commistione con la politica ha distrutto FIAT.

olè

il tuo ragionamento è assolutamente logico, peccato che presuppone che all'attuale governo ci fosse un'alternativa, invece non c'era per il semplice fatto che non avesse vinto questa coalizione ma avesse vinto l'altro sempre schifo avrebbero fatto e sempre un governo imbarazzante avremmo avuto, d'altronde sono più di 30 anni che abbiamo governi imbarazzanti perchè le cose sarebbero dovute cambiare ora?

p.s. l'unica vera speranza è che l'europa diventi finalmente, uno stato federale.

Francesco Renato

Pazienza, Aristotele direbbe che sei ecologista in potenza ma non in atto!

zdnko

Non vogliono produrre da noi ma vogliono maggiori incentivi

Brunr1

Probabilmente funzionerebbero meglio delle ex fiat ;)

Che business hai visto?

Francesco Renato

La tassa sulle vendite in USA è sempre inferiore al 10%, meno della metà dell'IVA italiana.

Brunr1

Non bisogna prendersela con nessuno in realtà, semplicemente alle elezioni bisogna andare a votare visto che se ci ritroviamo un governo imbarazzante come quello attuale e perché molti di noi sono rimasti fermi disillusi o pensavano di protestare non votando e hanno assegnato il governo e stipendi da 15k al mese a persone che hanno studiato meno di voi, hanno lavorato meno di voi eppure decidono molto delle vostre vite.

Pregate che l'Europa e i mercati mandino a casa l'attuale governo altrimenti qua tra ponte sullo stretto e mance alle lobby di tassisti/balneari/piccoli evasori ne usciremo cosi distrutti che per cinesi e arabi sara un gioco acquistare pezzi d'Italia in saldo.

Brunr1

Ti manca una persona che non hai mai conosciuto in vita tua se non tramite articoli di giornali e servizi in tv? O ti manca l'idea che ti eri fatto di quella persona? Perché tra le due la differenza rimane grande e Marchionne di diverso non ha nulla da Tavares, era un poveretto estremamente ricco incaricato di portare Fiat fuori Italia e questo si che lo ha fatto alla perfezione, ovviamente ha ucciso Lancia e Alfa Romeo prima di muoversi. Marchionne e Tavares due servi dello stesso sistema, semplicemente ora in Stellantis ex Fiat sposteranno le fabbriche dove possono ancora pagare una miseria come in Polonia. Cosi funziona la nostra economica. Non ci sarebbe nulla di nuovo sotto il sole se non il fatto che la ex Fiat per anni ha ricevuto miliardi di cassa integrazione e agevolazioni che ora nel 2023 possiamo affermare essere stati buttati nel nulla, anche le tasse dei tuoi genitori o forse le tue hanno contribuito a quel fiume di denaro che avremmo potuto usare per sistemare questo paese disgraziato dove una pioggia torrenziale distrugge intere città. Invece non lo abbiamo fatto e non avremo neanche le fabbrichiate ex Fiat tra qualche anno, avuti i soldi tanti saluti.

Sicuro ti manchi ancora Marchionne ?

mattopp

Beh dai le ferrovie ce le abbiamo anche noi. Magari non saranno al livello di quelle di Berlino dov'è stata fatta la Gigafactory, ma forse la logistica non è il problema più grosso dell'Italia per attrarre aziende (anche se sono d'accordo che è un problema anche quello).

Cpt. Obvious

Ma anche...
"Come le trasporto 500000 auto l'anno dal posto X al resto di Europa, dove me le comprano per davvero?"
"Su gomma! Le carica sulla bisarca e via, ma se preferisce può portarle fino al porto Y e poi circumnavigare tutta l'Europa passando lo stretto di Gibilterra"

"Musk che chiede a Siri di cercare un Paese centro europeo"

mattopp

Già mi immagino come sarebbe andata:

- governo italiano: certo signor Musk, se rispetterà le 175000 norme che regolano la costruzione di una gigafactory, forse saremmo felici di accogliere Tesla

- Musk, aprendo Maps: prossimo Paese europeo?

Cpt. Obvious

Si, abbastanza intransigente, ma visto il suo "piano" per la transizione, ritengo sia meritato.
Sul resto, concordo.
Stellantis vuole andare, che vada.
Sai, BYD e Tesla cercano casa?
Andavano contattati prima di subito.
Poi, ci sono problemi atavici per cui finiranno comunque altrove, ma l'occasione andava comunque colta ed il tentativo fatto.

ilariovs
olè

appunto un oligopolio è diverso da un monopolio che è diverso dalla tanta agognata concorrenza perfetta, ma in situazione di oligopolio, come è quello il caso dell'auto o della telefonia per esempio, pensare a strategie di cartello non è così sbagliato, anche se come dicevo non credo sia questo il caso, a differenza delle compagnie telefoniche dove è palese facciano cartello, visto che praticamente tutte le compagnie hanno le stesse offerte...

comunque sono d'accordo con te, anche se possono essere poco etiche le altre motivazioni comunque ci sono e ci saranno sempre perchè appunto un privato farà sempre il suo interesse e non quello della collettività e non criticavo minimamente questo, in realtà non criticavo neanche il tuo intervento in generale, semplicemente volevo ampliare il discorso

Hockey

In nessun stato usa l'iva è al 15000% come nei paesi ladroni europei

Disqutente

Pochi grandi competitors invece che tanti piccoli competitors non sono comunque un monopolio.

E non ho mai parlato di cartello, quindi non lo credo affatto neppure io.

Ho detto che dalle parole di Tavares io intuisco altre motivazioni oltre alla "semplice" problematica di covid o guerre.

Poi molte cose sono condivisibili e anche ovvie (se leggi il mio primo post vedrai che io dico che trovo normale che un AD faccia gli interessi della sua azienda) ma non è onesto spacciarle per altro come è sciocco pretendere che faccia gli interessi della nazione in cui è (in parte) nata l'azienda a cui è al timone.

olè

ma in realtà nel settore delle auto c'è palesemente un oligopolio, che tende sempre di più a diventare un monopolio, visto che sempre più marchi si uniscono sotto un'unica azienda, poi non credo neanche facciano cartello è che semplicemente per tutti i gruppi ci sono stati investimenti per fare le elettriche e anzi lì hanno subito pure la concorrenza di nuovi competitor (visto quanto è più facile produrre un'elettrica) e quindi è venuto "naturale" alzare i prezzi dell'altra parte, poi che ci sia un inflazione diffusa e causata da altri fattori come anche quello "semplice" di dover spingere l'elettriche, per quanto sia brutto ma lo capisco, d'altronde i piani aziendali non si fanno dall'oggi al domani non è un caso che diverse aziende hanno sempre parlato di transizione all'elettrica ben prima della data di scadenza, sia per non farsi trovare impreparate sia perchè comunque vogliono rientrare il prima possibile degli investimenti, il problema però sono le circostanze del mercato che magari hanno fatto sballare i piani, come magari una pandemia e una guerra poi...

Disqutente

Certo non era il mio un discorso volto ad indicare il nostro Paese come appetibile, ma a dare un quadro più ampio sul perchè non siamo appetibili.
Non possiamo limitarci a dire che "vanno in Polonia/Bulgaria/Romania perchè lì costa poco la manodopera"

mattopp

No, concordo con te qui, ma l'italia non brilla in un po' tutte quelle che hai citato: incentivi statali (già stiamo con le pezze al sedere, dubito ci siano i margini per fare meglio degli altri Paesi europei), burocrazia (stendiamo un velo pietoso che è meglio), logistica (non saremmo messi malissimo, ma se il centro degli scambi è l'Europa centrale siamo comunque in posizione periferica), costo manodopera (né tra le più alte, né tra le più basse), condizioni ambientali favorevoli (quelle potenzialmente sì, anche se servono investimenti per sfruttarle meglio e probabilmente la Spagna e altri Paesi sono più avanti su questo fronte).

Riassumendo, abbiamo da stupirci se l'Italia non è appetibile? No e come dicevo sopra non è questione di startup o aziende legacy.

Bravo, poi quando si chiederanno a cosa serve un AD in Europa ti diranno le stesse cose.

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Motorsport

Formula 1: ufficiale, Lewis Hamilton in Ferrari dal 2025

Auto

Hyundai Kona Electric (2024): prova consumi d'inverno e ricarica rapida | Video

Auto

MG4: prova su strada, consumi reali e quale versione scegliere | Video