Formula E: ecco la nuova monoposto elettrica Gen3

29 Aprile 2022 59

La Formula E ha presentato ufficialmente la nuova monoposto Gen3 che correrà il campionato il prossimo anno. La presentazione è avvenuta allo Yacht Club di Monte-Carlo a ridosso dell'E-Prix di Monaco. Contestualmente, sono state fornite anche le prime informazioni tecniche della vettura.

La nuova monoposto elettrica è stata ripensata completamente con l'obiettivo di renderla più veloce per rendere più spettacolari le gare. E per favorire i duelli nei circuiti cittadini, la nuova monoposto è più piccola e più leggera (60 kg in meno).

PIÙ POTENZA

Il design della nuova monoposto Gen3 della Formula E è cambiato radicalmente rispetto a quello delle attuali monoposto. La Formula E spiga che per l'aerodinamica i tecnici si sono ispirati alle forme dei jet. Una delle novità più importanti sarà l'aumento di potenza. Infatti, le Gen3 potranno contare su di un motore da 350 kW che permetterà alle monoposto di raggiungere una velocità massima di 322 km/h.


Molto interessante la presenza di un secondo motore elettrico da 250 kW posto all'anteriore che servirà solamente per la frenata rigenerativa. Complessivamente, la nuova monoposto potrà disporre di una frenata rigenerativa con picchi fino a 600 kW. Una soluzione tecnica che ha permesso di fare a meno dei freni posteriori. Secondo i tecnici, durante la gara, il 40% dell'energia utilizzata sarà prodotta direttamente dalla frenata rigenerativa.

Inoltre, questa soluzione avrà sicuramente un impatto sullo stile di guida dei piloti. Sarà quindi molto interessante capire come cambierà il modo di guidare le monoposto. La Formula E è un campionato nato per enfatizzare il tema della sostenibilità. Dunque, nello sviluppo della nuova monoposto è stata prestata molta attenzione proprio a questo aspetto.


Per esempio, le batterie, realizzate da Williams Advanced Engineering, sono progettate per poter essere riciclate al termine della loro vita utile. Inoltre, per costruire la carrozzeria, sarà utilizzata la fibra di carbonio recuperata dalle monoposto Gen2. Gli pneumatici, realizzati con gomma naturale e fibre riciclate per il 26%, sono forniti da Hankook.

Per il momento, 7 team hanno già confermato la loro partecipazione alla prossima stagione in cui debutteranno le nuove Gen3: DS Automobiles, Jaguar, Mahindra, Maserati, NIO, Nissan e Porsche.


59

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ottoore

Devi aver accidentalmente citato me anziché il tizio che ha parlato di termiche.

L0RE15

A Monza quanti giri durerebbero? Sarebbe la morte loro (nel vero senso della parola).

L0RE15

Dettagli...

L0RE15

Anche a me pare un flop nonostante le stiano pompando un sacco dall'inizio e buttandosi dentro milioni su milioni. Viste due volte a Roma, emozioni zero. A dire il vero anche la F1 non mi piace più, ma almeno rimane la F1...

virtual

Però tecnicamente non sono "termiche" le F1, avendo sia lo spunto dato dall'MGU-K che MGU-H.

Simone

Si pensando che davanti era posto sia il motore che i freni non so perché il mio cervello mi ha detto che dietro non c'era piú nulla :)
In ogni caso mi sembra una scelta piú che sensata

Driver

Le attuali Formula E girano su tempi paragonabili a quelli della Formula Renault(Alpine) che credo siano più o meno comparabili a quelli della Formula 4

The_Th

In realtà partire con una trazione integrale nello scatto 0-100 non è sempre vantaggioso.

Baz

boo a me esteticamente fa abbastanza ca*are.
belle le "ali" dietro, ma i fianchi cosi' senza discontinuita' li trovo orribili.
praticamente tutto il corpo e' solo un triangolo.
molto piu' belle le linee della f1

The_Th

Non riesco a farmele piacere, sembrano delle macchinine che girano in trenino su un circuito stretto e senza grandi emozioni. Poi direte quello che volete, ma vedere le F1 è tutt'altra cosa, anche il solo rumore che fanno (in TV non si percepisce affatto), le prestazioni che hanno in curva, queste sembrano dei giocattoli per bambini, infatti non hanno un grande seguito in termini di pubblico, la gente va solo perchè costa poco o niente.

E poi via di generatori diesel per caricare le batterie delle macchine, grandissimo esempio di sostenibilità ambientale.

The_Th

Che poi è l'unico circuito dove entrambe le auto corrono sullo stesso tracciato, e per le formula 1 è un tracciato ormai troppo stretto, che ha più senso per la storia che per vedere questi mostri sulle strade di Montecarlo. Se mettono una formula E a girare su un circuito normale prende 1 minuto da una formula 1, se va bene. Mi piacerebbe ad esempio vedere una formula E a SPA, Imola, Suzuka, Silverstone e piste del genere.

Edoardo

puoi scrivere pure un tema di 4 pagine, non cambia una virdola della verità che ho detto: in termini di efficienza (cl/cd) il fondo, pure quello piatto, funziona meglio di un ala che non lavora in effetto suolo.

Su una vettura a ruote scoperte un fondi ben fatto ti da puù downforce delle due ali messe insieme, con la metà del drag che fanno le ali insieme.

sailand

Infatti gli aerei volano grazie al tetto piatto (il fondo sottosopra) con l’estrattore, mica alle ali!
Il fondo piatto è stato introdotto in F1 proprio per impedire le pance ad ala rovesciata delle monoposto a effetto suolo.
L’estrattore invece è montato sotto nella parte finale, l’espansione crea una depressione nell’aria che senza un fondo con flussi aerodinamici non turbolenti (cioè fondo piatto) sarebbe inutile ma il principio della depressione è lo stesso di una ala rovesciata. Anzi un’ala ha più efficienza poiché alla depressione somma la compressione dell’aria sull’altro lato (compressione che fornisce comunque meno spinta rispetto alla depressione). Un estrattore ha solo una superficie utile, non due come un’ala.
La cosiddetta efficienza degli estrattori è data solo dal fatto che agiscono su un flusso d’aria che sarebbe comunque presente e porterebbe comunque resistenza per le turbolenze se non guidato verso l’uscita.
Infine ci sono estrattori su vetture di serie che hanno solo funzione scenografica dato che sono montati su vetture che non hanno fondo piatto.

Edoardo

Il carico generato dal fondo è estraneamente efficiente rispetto a quello generato da un ala.

sailand

Si, l’aeronautica di carta come ha fatto notare qualcun altro e mi dispiace ma l’estetica ha perso anche se aveva perso pure prima.

sailand

Si intravede un largo fondo piatto e dell’estrattore si vede ancor meno.
Non credo proprio abbia molto carico aerodinamico.

sailand

Sintesi perfetta della sensazione che ho avuto guardandola.
Forse l’ha disegnata un antico egizio.

Edoardo

Dietro c'è il motore che rigenera a fare il lavoro dei freni.

Edoardo

Design di fin troppa ispirazione aereonatutica. Alla fine bisogna ricordarsi che si sta disegnando una formula. Qui ha vinto "l'estetica" (discutibile).

sailand

In realtà la frenata di qualsiasi veicolo è concentrata in maggioranza sull’ anteriore, i freni posteriori sono sempre più piccoli.
In questo caso tale parte di compito è già assolta pienamente dalla frenata rigenerativa.

sailand

Ritornano le ruote scoperte con buona pace di chi credeva che le leggere coperture aerodinamiche garantivano l’assenza dell’effetto trampolino nei contatti.
In realtà erano troppo sottili e soccombevano al primo contatto.
Ora le superfici laterali inclinate dell’ anteriore sembrano addirittura favorire l’accavallarsi e agganciarsi in caso di contatto.
Poi vedo, almeno per la parte visibile, ben poche curve. Linee molto tese e spigolose che fanno pensare a ben poco carico aerodinamico.
D’altronde copertoni con il battistrada e non tanto larghi sfrutterebbero meno un elevatissimo carico aerodinamico quindi nel complesso sembra ancora tutto orientato più alla scorrevolezza che a scaricare potenze elevate e tenuta in curva.
Complessivamente continua a non trasmettermi una sensazione di grande sofisticazione.

Fino alla fine

E i generatori che vanno a diesel

Simone

Ma che cosa stai dicendo?

Simone

Ma quindi sostanzialmente frenano solamente sl frontale? non incide sulla stabilitá avere una frenate cosí potente solamente sulle ruote frontali?

Signor Rossi

Credo sia una delle cose più stupide che esistano, spendere milioni per qualcosa che non interessa nessuno ... questi soldi li potrebbero dare in beneficenza e per i fans dell’elettrico e no avrei una soluzione che farà divertire tutti. Cambiamo il sistema di qualifiche della Formula 1, diamo una Tesla Model S Plaid a ciascuno di loro e li facciamo scatenare in pista, così vediamo anche chi è veramente più bravo ... e noi ci si diverte.

Ottoore

Il dato sull'elettrica credo sia corretto, quello della F1 è errato: le auto di F1 impiegano 2.4s per lo 0-100 visto che sono a trazione posteriore.
Purtroppo sul web ci sono un sacco di fandonie e questo dato, che è portato avanti da più parti, ne è la prova.

Molto più interessante lo 0-200 delle F1: 4.5s, quando riescono a metter giù tutti i 1000cv, con quel peso e quell'aerodinamica, non ce n'è per nessuno.

Edoardo

Generano la downforce necessaria dal fondo.

nickmot

E vabbé!

Un'auto elettrica senza 1.000 strisce LED non l'ho mai vista... :D

Anche nello 0-10... :D

Esteticamente è davvero bellissima... peccato facciano zin zin...

cominciassero a farle correre su piste vere...

frank700

Da locale a intercity.

reallyfly

elettrica 2,7 secondi contro 1,7 termica....a Montecarlo sul giro secco hanno preso 21 secondi dalle termiche

Giulk since 71' Reload

Si ma più veloci

IDGAF

già

DjMarvel

ah, allora non è un motore.

Johnny

Anche perché le FE hanno pneumatici larghi la metà di quelli di una F1.

Johnny

Anche le FE sono a trazione posteriore.
Il motore sull'asse anteriore è solo per il recupero energia.

DjMarvel

basta dire 4x4 vs. post

TheDukeMB

Hai mai pensato che potresti diventare il nuovo autore di Vasco Rossi??

Ginomoscerino

basta solo dire gomme lisce su F1 vs gomme scanalate su FE e la differenza è già enorme in grip

Patafrosti

Formula Eh

frank700

Sono vetture che devono avere (almeno storicamente parlando) scarso grip aerodinamico, e difatti sterzano meno delle formula tradizionali.

Nebula

Lo 0 100 e'la cosa piu inutile al mondo.. in quanto per assurdo un auto piu pesante ha piu grip ... le gommme utilizzate influiscono tantissimo ... troppa potenz potenza potrebbe essere deleteria per lo slittamento delle gomme.. dipende molto dal rapporto delle marce sulle termichr.. dal launch control come e' stato sviluppo semprr chr sia ammesso.. insomma su auto di 1100 cv e 700kg parlare di 0 100 e' quantomeno insignificante. La differenza nelle partenze in f1 ad esempio la fa molto il pilota

DjMarvel

potrebbe essere più veloce magari nello 0-50 per via della doppia trazione

frank700

Confronti due vetture con potenze grandemente diverse.

Nick126

1,7s la termica e 2,8s l'elettrica attuale, questa dell'articolo non credo si sappia ancora

frank700

Questo significa che ci saranno ancora i trenini durante la gara perchè necessari.

Portobello

nello 0-100 chi vince tra questa elettrica e una F1 termica?

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Scooter elettrico in città, conviene? La mia prova con Askoll NGS3 | Video

Auto elettrica fa rima con casa e indipendenza energetica | Un caffè con Silla

Guida all'acquisto di una bici elettrica da città, cosa guardare, quanto spendere e come non farsi fregare | Video