Monopattini elettrici: assicurazione e casco potrebbero diventare obbligatori

23 Giugno 2021 660

Le regole per utilizzare i monopattini elettrici in Italia potrebbero presto cambiare. Infatti, al Senato è stato presentato un disegno di legge che introduce tante novità e che ha l'obiettivo di mettere fine all'utilizzo "selvaggio" di questi mezzi di trasporto elettrici, soprattutto nelle grandi città. Da tempo, infatti, si parla di un nuovo regolamento e sembra che finalmente possa davvero arrivare. Vediamo le principali novità.

ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA

Sicuramente la più grande novità riguarda l'assicurazione che diventerebbe obbligatoria per poter circolare con i monopattini elettrici. Ma andiamo con ordine. Il disegno di legge prova, in maniera organica, a regolamentare a 360 gradi l'utilizzo di questi dispositivi elettrici.

Nel primo articolo si mette in chiaro dove i monopattini potranno circolare legalmente. Potranno farlo nei centri abitati e al di fuori sulle strade urbane con limite di velocità di 50 km/h e sulle strade extraurbane, se è presente una pista ciclabile, esclusivamente all'interno della medesima. Tuttavia, i comuni potranno stabilire precisi divieti o limitazioni alla circolazione nelle aree pedonali e nelle strade "sulla base di valutazioni di sicurezza per i pedoni e per gli utenti della strada, nonché sulla base delle caratteristiche geometriche, funzionali e di circolazione della strada medesima".

I monopattini elettrici non potranno viaggiare a più di 25 km/h in strada e a più di di 6 km/h nelle aree pedonali. Vietata la circolazione in caso di assenza di luci, di un regolatore della velocità e di un sistema frenante idoneo. In caso di irregolarità sono previste sanzioni da 100 a 400 euro.

I monopattini elettrici sprovvisti o mancanti di luce anteriore bianca o gialla fissa e posteriormente di catadiottri rossi e di luce rossa fissa, utili alla segnalazione visiva, nonché di regolatore di velocità e di idoneo sistema frenante, non possono essere utilizzati sulle strade di cui al comma 1. Chiunque circola con un monopattino elettrico in violazione delle disposizioni del presente comma è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 100 a euro 400.

Il secondo articolo è più interessante perché è quello che include l'obbligo dell'assicurazione. In assenza, le persone potranno ricevere una multa da 500 a 1.500 euro. Il terzo articolo parla di un'ulteriore grande novità. Viene reso obbligatorio per i maggiorenni l'utilizzo di un casco protettivo. Inoltre, si dovrà indossare un giubbotto o le bretelle retroriflettenti. Multa da 83 a 332 euro per chi non si adegua. Oltre alla sanzione arriva il fermo amministrativo del monopattino. Previste anche multe per chi produce e commercializza caschi non omologati.

L'articolo 4 riguarda i minorenni. I monopattini elettrici potranno essere guidati dai 14 anni a patto di avere almeno la patente di categoria AM e di utilizzare il casco e il giubbotto retroriflettente. Ma non è finita qui perché si potrà viaggiare "esclusivamente in aree pedonali e su percorsi pedonali a una velocità non superiore a 6 km/h o su percorsi ciclabili e su piste ciclabili a una velocità non superiore a 12 km/h". I monopattini dovranno, quindi, essere dotati di appositi regolatori di velocità. Le multe vanno da 100 a 1.500 euro con il fermo amministrativo del mezzo.

NORME DI COMPORTAMENTO

Il disegno legge (articolo 5) prevede anche specifiche norme di comportamento per l'utilizzo dei monopattini elettrici. Sarà vietato:

  • trasportare un passeggero;
  • trasportare un carico;
  • spingere o trainare un carico o un veicolo;
  • farsi trainare o rimorchiare da un veicolo;
  • guidare il mezzo utilizzando contestualmente il telefono cellulare o qualsiasi altro mezzo di comunicazione;
  • guidare il mezzo utilizzando contestualmente cuffie o dispositivi di ricezione o lettori audio;
  • condurre il mezzo con un andamento irregolare e pericoloso in relazione al contesto di circolazione e di effettuare manovre brusche ed acrobazie.

In caso di inosservanza si rischia una multa da 83 a 332 euro più il fermo del mezzo. Ci sono anche delle specifiche disposizioni per chi guida dopo aver bevuto alcolici, per chi viene sorpreso dopo aver assunto sostanze stupefacenti e in caso di incidente.

I conducenti di monopattini elettrici che guidino dopo aver assunto bevande alcoliche e sotto l'influenza di queste sono puniti con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 168 ad euro 678, qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico compreso tra 0 e 0,5 grammi per litro (g/l). Nel caso in cui i conducenti, nelle condizioni di cui al periodo precedente, provochino un incidente, le sanzioni di cui al medesimo periodo sono raddoppiate. Alla sanzione pecuniaria amministrativa prevista dal comma 2 consegue il fermo amministrativo del veicolo per sessanta giorni ai sensi dell'articolo 214 del citato codice della strada. I conducenti di monopattini elettrici che guidino dopo aver assunto sostanze stupefacenti o psicotrope sono puniti con l'ammenda da euro 1.500 ad euro 6.000 e l'arresto da sei mesi ad un anno. Alla sanzione pecuniaria amministrativa prevista dal comma 2 consegue il fermo amministrativo del veicolo per sessanta giorni ai sensi dell'articolo 214 del citato codice della strada. I conducenti di monopattini elettrici, in caso di incidente, hanno l'obbligo di fermarsi e di prestare l'assistenza occorrente a coloro che, eventualmente, abbiano subìto danno. In caso di incidente a persone, cose e animali ricollegabili al comportamento del conducente del monopattino elettrico, si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni di cui all'articolo 189 del citato codice della strada e le relative sanzioni amministrative.

L'articolo numero 6 del disegno di legge parla della gestione delle soste. Sarà vietata la fermata e la sosta sui marciapiedi, salvo diversa disposizione. I Comuni saranno tenuti ad individuare appositi spazi riservati alla sosta dei monopattini elettrici contraddistinti da un'apposita segnaletica. Ai monopattini elettrici è comunque consentita la sosta negli stalli riservati a ciclomotori e a motoveicoli.

NOVITÀ ANCHE PER IL NOLEGGIO

Il settimo articolo del disegno di legge è dedicato sostanzialmente a chi offre servizi di noleggio dei monopattini elettrici. Queste società dovranno garantire l'assicurazione dei mezzi e la fornitura di casco e giubbotto retroriflettente nel caso l'utente ne sia sprovvisto. Inoltre, prima dello sblocco del monopattino, le società dovranno verificare, anche in modalità telematica, l'età del conducente e la presenza del casco e del giubbotto retroriflettente. Previste sanzioni per le aziende in caso di mancato rispetto di queste disposizioni e per i conducenti in caso di falsa dichiarazione.

Le imprese di servizi di cui al comma 1 che violano le disposizioni di cui al medesimo comma sono soggette alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 500 ad euro 3.000. Alla sanzione pecuniaria amministrativa prevista dal primo periodo consegue il fermo amministrativo del veicolo per sessanta giorni ai sensi dell'articolo 214 del citato codice della strada. La custodia del veicolo è affidata al proprietario dello stesso. I conducenti dei monopattini a noleggio di cui al comma 1, abilitati all'utilizzo del mezzo a seguito di dichiarazioni non veritiere relativamente all'età e al possesso del casco, sono soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 500 ad euro 3.000.

Lo smartphone 5G per tutti? Motorola Moto G 5G Plus, in offerta oggi da IBS.it marketplace a 201 euro oppure da Coop online a 269 euro.

660

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Cuono Izzo

Aggiungi anche la rottura di scatole di doverti portare il casco con te

Davick

E fu così che vendetti il monopattino..

Rettore Università di Disqus

Ti basta aprire Google nella sezione notizie non serve che te lo faccio io l'esempio.

Comunque 5 giorni fa pedone grave investito da bici a Reggio Emilia.

Luke

Sì assicuriamo e targhiamo pure i pedoni. Anzi mettiamo un GPS obbligatorio da portarsi in giro, così in caso di incidenti, rapine, omicidi sappiamo subito chi è il colpevole.

noncicredo
Luke

Il tuo ragionamento non è condiviso nemmeno da *molti* legislatori se è per quello.
Comunque non hai ancora spiegato perché vuoi rendere obbligatoria l'assicurazione sui i mezzi di trasporto come bici e monopattini per un motivo diverso dal fatto che possono fare danni. Se invece il motivo è che possono fare danni allora dovremmo assicurare chiunque possa fare danni, quindi anche chi sta passando semplicemente su una strada pubblica, anche a piedi.

RoRo

Vabbe', continuiamo proprio a parlare due lingue diverse.

Vista l'ultima frase che palesa una certa insinuazione, ti comunico che non ho alcun interesse privato legato al mondo delle assicurazioni, o nell'industria del petrolio per cui avrei interesse a ostacolare una viabilità alternativa nelle città.

Detto questo, chiudo il discorso, perché ho già spiegato abbondantemente le mie ragioni. Un appunto: continui a mettermi in bocca cose che non ho detto: tu scrivi "il tuo ragionamento non è nemmeno condiviso dai legislatori"; io ho detto che il discorso è condiviso da *MOLTI* (molti, molti, MOLTI, M-O-L-T-I) legislatori, quindi non TUTTI (non tutti, non tutti, NON TUTTI, N-O-N T-U-T-T-I). Se non si riesce a introdurre le assicurazioni su questi mezzi è perché si teme il disincentivo della bicicletta. Ma in futuro le cose cambieranno direi con certezza.

Luke

Il tuo ragionamento non è nemmeno condiviso dai legislatori visto che le bici sono escluse dalla nuova legge.
Ti ripeto, se il motivo per cui vuoi assicurare tutti i mezzi di trasporto sopra i 5 km/h è che possono potenzialmente fare un danno, allora la diretta conseguenza è che devi assicurare chiunque stia sul suolo pubblico (sia con mezzo di trasporto sia a a piedi) perché potenzialmente può fare dei danni.
Se invece vuoi assicurare i mezzi di trasporto per un motivo diverso dal fatto che possono fare danni, allora ti chiedo di spiegarmi qual è.

RoRo

Secondo il mio ragionamento, che per altro è condiviso da molti legislatori e non, devono essere assicurati tutti quelli che si mettono in strada con un veicolo che sia in grado di andare a velocità superiore al "passo d'uomo" (ossia 5 km/h).

Poi se vuoi mettermi in bocca cose che non ho mai detto, tipo che devono essere assicurati tutti quelli che escono di casa) fai pure, ma rendi il discorso ozioso.

LuiD

Penso sia necessaria anche una targa tipo come nei motorini, in modo che in caso di incidente, che ormai sono all'ordine del giorno pure con feriti, il monopattino e conducente possano essere identificati.
L'assicurazione non basta in quanto il pilota di monopattino tipicamente non si ferma a soccorrere la persona investita ma fugge approfittando appunto del fatto di non potet essere facilmente identificato.

Luke

Secondo il tuo ragionamento dovremmo essere tutti assicurati per fare qualsiasi cosa (anche solo uscire di casa) visto che il rischio zero non esiste.

Luke

Metti 30 euro (anche se probabilmente sarà molto di più), se siamo in 4 in famiglia sono 120 euro all'anno, magari semplicemente per andare a fare un giro sulla ciclabile due volte all'anno. Contento tu di pagare, non so cosa dirti.
Ma tanto mi sembra difficile che la polizia fermi la gente in bici per chiedere l'assicurazione, quindi quasi nessuno la farà.

Paolo paoletto

Perdere tempo per fare l'assicurazione quando ormai si fanno online in due secondi neanche dovessi andare all'altro capo del mondo per farla,dai anche a me sta sulle balle il fatto di voler tassare sempre tutto ma in questo caso ritengo sia giusto sempre pensando a 20-30??euro annui e non di più,dai non facciamo i bambini capricciosi

RoRo

Guarda che l'assicurazione non si fa "per ridurre il rischio di incidenti". E LO SAI benissimo anche tu.

L'assicurazione è una forma di tutela verso entrambe le parti. Secondo il tuo ragionamento quindi devono essere i pedoni a farsi l'assicurazione e non chi è alla guida di un mezzo.

Luke

"allora bisogna intervenire per tutelare economicamente chi può essere vittima di incidenti causati da questi mezzi di trasporto" ma anche no. Va bene regolare questi mezzi dal punto di vista di luci, velocità massima, potenza, freni ecc... in modo da ridurre il rischio di incidenti. Ma l'assicurazione non riduce il rischio di incidenti. Se uno vuole essere rimborsato perché si è rotto un braccio può farsi l'assicurazione, ma non deve obbligare tutti gli altri ad averla.

Luke

La gente rinuncia non per la cifra (ammesso che sia irrisoria), ma per il fatto che devono perdere tempo per fare l'assicurazione, magari per usare il monopattino o la bici tre volte al mese. Vedrai che moltissima gente semplicemente smetterà di usarlo e riprenderà l'auto (che tanto aveva già e ci pagava già l'assicurazione).
Semplicemente sarà l'ennesimo balzello burocratico per fare una cosa banalissima (cioè prendere la bici e pedalare).

Luke

Eh la vita è così, è fatta di rischi. Non puoi pretendere che il mondo si assuma i tuoi rischi. Se proprio vuoi, puoi assicurare i tuoi beni e la tua persona così in caso di danno o incidente è la tua assicurazione che ti risarcisce. Ma non puoi obbligare il mondo ad essere assicurato per te.

xpy

Guarda, in Germania c'è già e si tratta di circa 30 euro all anno, e anche le assicurazioni delle macchine sono molto simili come prezzi, quindi qui sarà giusto un poco di più

Ignoto

ma io sarei d' accordo se fosse di 10 euro all' anno(anche perchè il numero di incidenti su monopattino e biciclette è irrisorio)...ma sappiamo come funzionano le assicurazioni...

Rettore Università di Disqus

Ti faccio il mio, auto centrata da un ragazzino con bici a scatto fisso.
Oltre 1000 euro di danno.
È passato col rosso, montante del veicolo deformato.
Potevo essere un pedone, morto.

noncicredo

Fondamentalissime....................................

noncicredo

Avevi cominciato benino, per poi ritrovarti a dire cag4t3. Complimenti.

noncicredo
nop

Notizia di queste settimane di una ragazza italiana uccisa da due ragazze francesi su un monopattino a Parigi.

Mi fai un esempio di un pedone ucciso da una bici da corsa?

Luca

infatti viaggiano sulle strade auto e moto, non sui marciapiedi.

comatrix

Avoja

Steven

mi auguro stesso trattamento alle biciclette

vincenzo francesco

25 km/h, ovvero il limite di cui si discute, è una velocità già sufficiente per risultare pericolosa in caso di caduta, indipendentemente dal fatto che uno sia o meno maggiorenne.

From Monkey Island 2 (bannato)

"Se fai male a perosne e cose le devi risarcire" e ci mancherebbe altro... il punto è che voglio essere libero di scegliere se risarcirle di tasca mia senza dover ricorrere all' assicurazione.
Capisco e approvo in pieno l' RC obbligatoria su veicoli come auto,moto,ciclomotori e compagnia cantante, Ma bisogna anche mettere in conto che i danni che i danni che posso fare con una bici sono una cosa e quelli fatti con un un veicolo di centinaia o migliaia di Kg sono un' altra.
Rendere obbligatoria una cosa del genere significa solo regalare soldi ad aziende private a danno del consumatore.
Ciò detto, usando spesso la bici io l' assicurazione per la mobilità domestica pur non essendo obbligatoria, ma è una mia scelta dettata dal fatto che costa poco e mi conviene. Se dovesse diventare obbligatoria qualcosa mi dice che i prezzi schizzeranno alle stelle ( come successo con i ciclomotori che, fin quando non era obblogatoria l' RC non si pagava praticamente niente,da quando hanno messo l' obblogatorietà assicurare un 50cc in proporzione costa più che assicurare un automobile)

Luke

Mi pare di capire che tu sei assicurato per tutti i danni che potresti arrecare agli altri. Per curiosità, quanto paghi circa di assicurazione ogni anno e cosa copre l'assicurazione?

xpy

Ma infatti io sono per l'inserimento di quella stessa assicurazione anche per le bici, specialmente se elettriche

Luke

L'assicurazione può anche essere utile, il punto è che NON deve essere obbligatoria.
(P.S. nel caso da te descritto buona fortuna a farti ripagare lo smartphone)

Romu83

Tu lo sai vero che se anche solo passando a fianco al mio tavolino mentre faccio colazione al bar inavvertitamente mi urti il tavolo e mi fai cadere lo smartphone, o il pc, o il tablet me lo devi ripagare?
Quindi l’assicurazione è utile anche se non stai guidando alcun mezzo di locomozione.
Altrimenti apri il portafoglio. Scelta tua.

Ignoto

Ma scusa per le bici non c'è ...perché per il monopattino si?

Rettore Università di Disqus

L'assicurazione serve per gli altri non per te.
Cosa c'entra la stabilità del mezzo.
È enormemente più pericoloso un ciclista con bici da corsa lanciato a 30 40 kmh.

piervittorio

La mia interpunzione è ineccepibile, ma fa sorridere pensare che un minorato come te, che scrive "un auto" senza apostrofo e sasso con la maiuscola, possa pensare anche solo di interloquire con me, sulla base di quello che tu pensi che io sappia o non sappia.

500€uro
WarezSan .

Sei decrepito, e la prova consta nel fatto che nemmeno sai che le nuove generazioni non considerano l'acquisto di un automobile per ragioni a te ignote.
Hai la plasticità mentale di un Sasso.

Fabio Biffo

Sono piú civili di noi senza dubbio, ma ti consiglio di informarti.
Io vivo vicino l'olanda, li sono matti perché non é obbligatorio il casco nemmeno per i motocili fino a 45kmh, che possono tra l'altro passare nelle piste ciclabili.
Il casco a parte i minori lo portano davvero pochi.
I danesi sono meglio ma mica di tanto.
Non comprendo troppo questo megaprotezionismo.
Se sei maggiorenne e vai in bici a 30kmh non hai bisogno del casco, non capisco perché su un monopattino debba essere obbligatorio. Faccio una corsa a 15kmh e mi inciampo cosa faccio? Vado a correre col casco? Suvvia.

Fabio Biffo

Si parlerebbe magari tipo 50€ l'anno, ovviamente giá compresa per quelli a noleggio. Non mi sembra una cosa fuori dal mondo. Se fai male a perosne e cose le devi risarcire, punto. Per me non si dovrebbe manco andare in bici senza assicurazione.

Fabio Biffo

Secondo me si, ci vuole almeno AM

Fabio Biffo

Se io corro a 13kmh mi inciampo e batto la testa ho bisgono del casco? Direi di no. Se vado in bici a 30kmh e sono adulto ho bisogno del casco? No.
Allora perche obbligatorio se adulti su un veciolo che va praticamente come una persona in corsa, ED A VELOCITÁ INFERIORE DELLA BICI?

giovanni cordioli

Ma no!
A parte che solo i bambini andavano via con quei trappelli una volta...

giovanni cordioli

Metteranno la targa e il bollo anche sulle scarpe e le ciabatte, vedrete.

kedwir

hanno anche certe caratteristiche tecniche che li rendono sicuri
Per te si, per il pedone no,
Il monopattino ha una struttura ridicola perché è un mezzo leggero, c'è solo da fare rispettare l'utilizzo previsto dialla legge, anche perché vorrei proprio vedere le migliaia di morti causate da questi mezzi, vogliamo vedere se la gente use massivamente questo mezzi invece di aiuto e moto per spostarsi in città quanti incidenti gravi in meno ci sarebbero? P.s. 40/50 kmh in che film?

500€uro
xpy

Va bene Mr.SoTuttoIo

Rettore Università di Disqus

Ah ok.
Quindi non avendo l'acceleratore se ti si schianta contro uno a 25kmh non fa male.

Hahaha

500€uro
500€uro

In viaggio con la Zero SR/F: la sfida elettrica su due ruote

Horwin EK3: ecco come va lo scooter elettrico da 95 km/h | Recensione

Moto elettriche 2021, ci avete mai pensato? Nuovi modelli, prezzi e autonomia

Twingo Electric: la mia prima esperienza con un'auto elettrica | Video