Incentivi auto, il Governo pensa di renderli strutturali per tre anni

13 Ottobre 2021 102

Gli incentivi auto in Italia hanno permesso di spingere la diffusione delle elettriche e delle Plug-in ed hanno aiutato il settore automotive dopo la crisi causata dallo scoppio della pandemia. L'ecobonus per le BEV e le PHEV è terminato e i fondi per le auto della fascia 61-135 g/km di CO2 si stanno esaurendo. Vista la situazione in cui verte il settore che sta subendo le difficoltà causate la crisi dei chip, le associazioni del mondo automotive da tempo chiedono che gli incentivi diventino strutturali.

Questo, per evitare continui "stop and go" che rendono gli incentivi a singhiozzo visto che ogni volta è necessario attendere l'intervento del Governo. Una soluzione che permetterebbe di sostenere più efficacemente il mercato. A quanto pare, il Governo sta effettivamente pensando di rendere strutturali gli incentivi. A comunicarlo, il viceministro allo Sviluppo economico Gilberto Pichetto che ha fatto sapere che al MISE stanno valutando questa opportunità.

Il Mise sta valutando se sia possibile che l'ecobonus diventi una misura strutturale, senza quindi la necessità di un rifinanziamento annuo.

3 MILIARDI DI EURO

L'ipotesi è che la la misura duri almeno per tre anni. Secondo quanto comunicato, il ministero metterebbe sul piatto un miliardo di euro all'anno. Dunque, per rendere gli incentivi strutturali per tre anni servirebbero tre miliardi di euro. La discussione, comunque, è ancora all'inizio. Proprio oggi alle ore 17.00 si terrà al MISE un primo incontro con tutti i principali esponenti del settore automotive con i quali ci sarà un confronto anche su questo tema.

Questo primo incontro ha la finalità di ricevere e condividere i contributi di tutti gli stakeholder in merito all’andamento del mercato automotive negli ultimi anni e alle eventuali proposte per i sistemi di incentivazione.

Gli eventuali nuovi incentivi potrebbero avere anche una struttura differente. I fondi per le elettriche potranno crescere nel tempo e quelli per le endotermiche andare ad esaurirsi.

I fondi potrebbero arrivare anche da un riordino dei sostegni, quelli verso le motorizzazioni tradizionali andranno ad esaurirsi, quelli dedicati all’elettrico dovranno crescere. Due curve che avranno un andamento differente nei prossimi anni.

La misura, come accennato all'inizio, era auspicata da molte associazioni del mondo automotive come UNRAE che chiedevano un maggiore supporto da parte del Governo ad un settore in forte difficoltà.


102

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fra

si, perché ragioni in un'ottica di risorse scarse, lo Stato fa il minimo, l'ottimo paretiano.
Comunque se dobbiamo continuare così lasciamo stare perché noto che di teoria economica ne sai poco.
Adieu.

uncletoma

In pratica usare i soldi dei contribuenti per far cambiare automobile a una parte di loro è liberale?
L'allocazione "efficiente" non la decide il mercato, ma chi eroga i soldi (lo stato): si va dalle automobili ai monopattini elettrici, per finire ai decoder T2.

Fra

Sulla compressione del costo al margine, politiche che perseguono abbattimento dei costi, sono politiche prettamente liberali, che lasciano alla forze di mercato l'allocazione efficente.
Cosa diverse per politiche dirigiste o pubblicistiche di stampo Marxiano o keynesiano, che guardano alla domanda.

uncletoma

Usare i soldi di tutti i contribuenti per favorirne solo una parte sarebbe da liberali? E secondo quale pensiero economico liberale?

Fra

Che cosa???? gli incentivi statalisti? ma che dici? la sai almeno la differenza tra politiche d'offerta e politiche di domanda?

Alex

Nella mangiatoia covid, alla fine chi dovrà pagare tutte queste markette?

darkschneider

Dipende dalle esigenze, nel mio caso avrebbe comunque piú senso, visto che una Golf elettrica potrei usarla un giorno e poi dovrei rimandarla indietro con il carro attrezzi a caricare chissá dove.

darkschneider

Beh, non é un segreto che la varie case automobilistiche non stiano producendo auto elettriche perché folgorate sulla via della Silicon Valley dopo un'apparizione mistica di Musk.
Semplicmente le normative antinquinamento future gli impediranno di produrre modelli endotermic, quindi non hanno scelta e si stanno muovendo verso quello che saranno obbligati a fare tra non molti anni./

uncletoma

lolz

uncletoma

trovato, grazie :)
(e, si, i link si possono mettere usando la gabola dei tab code
www.italia.it
unico problema è che non sono cliccabili)

uncletoma

bella domanda, purtroppo in Italia i due termini sono sovrapponibili dato che da noi la maggior parte di quello che si definiscono liberali lo sono da un pdv economico

Gabriele

Comunque un'ottimo prezzo considerando che ora a quel prezzo sei fortunato se la trovi a benzina di un paio d'anni.

Kodak

Certo 7

xan

ce ne sono varie, tipo la id 3 che il modello base sta a 33k€

Yuri85zoo

Quante di queste sono familiari in cui si riesce a caricare un passeggino e costano meno di 35k€?

Tony Musone

Come accade nella maggior parte dei Paesi europei, dove in alcuni il massimale è anche più alto o manco c'è.

E comunque, per te non saranno spesi bene ma per me che in città mi muovo a piedi o pedalando, più auto elettriche sostituiscono quelle a scoppio e meglio è, soprattutto se sono macchinoni.

Il BaK

Sì, io parlo dell'insostenibile richiesta di materiali che sono alla base della produzione dei veicoli, quindi l'inizio di tutta la filiera produttiva. Poi che ci possano essere successivamente accordi o soluzioni di pezza è chiaro, perchè è un settore che fa gola a tutti e perchè dopo avere fatto partire la crociata del "green" nessun politico ti dirà "ok, tutto sommato va bene se rimaniamo col Volvo 740 GLE ancora per qualche anno..." :)

Questo a dispetto del fatto che l'intero "format" dell'elettrico sulla carta sarebbe vantaggioso perchè vuol dire produrre un solo tipo di tecnologia che può funzionare praticamente in tutto il mondo, visto che tra una presa elettrica e un oleodotto è più facile trovarsi vicini alla prima. La rete elettrica è destinata a diventare estremamente più capillare di quella petrolifera, non pensare che il problema delle infrastrutture sia complicatissimo.

L'elettrico vince perchè può essere "green" dove ogni paese è destinato ad avere un suo concetto di "green". Ad esempio con l'elettrico un produttore d'auto può fare un modello da vendere in Germania (dove "green" è il gas visti gli accordi diretti con la Russia) ma anche nella vicina Francia (dove "green" sarà plausibilmente il nucleare su cui il paese vuole giustamente radicalizzarsi)...

Sul discorso dei redditi hai ragione, ci saranno paesi con due Tesla Roadster in ogni garage e quelli che neanche avranno una grande potenza d'acquisto. C'è da dire che per come si sta strutturando il mercato do per scontato che il fine ultimo sia promuovere il veicolo di trasporto elettrico come servizio e non come proprietà.
Faccio un esempio: io "italiano del futuro" non possiedo l'auto elettrica (perchè costa, perchè le batterie a lungo termine si rovinano ecc. ecc.) questo fine settimana pago il servizio di una roadster per fare un giro in pista, il weekend dopo pago due giorni di fuoristrada perchè voglio andare a fare una scampagnata in montagna ecc.... Spoetizzante? Sicuramente... Ma le abitudini dei ragazzi mi sembrano già adattate verso queste linee...

xan

208, kona, spring, 2008, twingo, fortwo, forfour, e-up, zoe, DS3, 500, Ioniq

tutta roba inutile?

xpy

E sicuramente tutte le aziende di auto che sono sprovvedute dalla prima all ultima stanno puntando sul produrre solo auto elettriche anche se sanno che tra un po' ci sarà il vuoto nel mercato
Wow tu si che sei un grande analista

MatitaNera

Allora no. Io l'avevo capita diversamente.

ACTARUS

Sta finendo il giro di chi puo permettersi di sperperare denaro.

ACTARUS

Considerazioni di chi sulla mobilità elettrica non ci crede nemmeno chi le sta producendo...
Le stanno imponendo...altrimenti ne venderebbero poche e niente..il giro dei benestanti che possono permettersi di comprarle sta finendo..dopodiché ci sarà il vuoto e qualcuno che già le ha acquistate si pentirà a breve.

Yuri85zoo

quali figli? costano troppo

Yuri85zoo

sai che ci fai. le coppiette solitarie

Yuri85zoo

e invece lui diceva che "tanto non ne venderanno più" anche in caso di incentivi

Copyr

ah si proprio soldi spesi bene, gente che ha già i soldi e potrebbe pagare una tesla 60.000€ invece la paga 50.000€

xan

ci prendi anche varie elettriche, tra cui la 500

MatitaNera

Beh senza incentivi non ci vuole un genio per prevederlo...

MatitaNera

Liberale o liberista?

Tony Musone

A questo servono gli incentivi. A incentivare la vendita di un bene (considerato utile per la collettività ma con un costo ancora troppo alto per la massa) per aumentarne l'economia di scala e riuscire ad abbattere il prezzo. Vedi per esempio gli impianti fotovoltaici che oggi costano anche meno della metà dai primi conti energia.

Massimo

Mettessero gli incentivi in base al reddito. Non si possono dare 10000 euro di incentivi a chi ha una capacità di acquisto superiore alla media. I benestanti o coloro che hanno stipendi piuttosto superiori alla media hanno comunque la capacità di spendere 50 o 60k per una elettrica mentre chi ha uno stipendio medio 1200/1600 euro sicuramente non può passare all'elettrico senza fortissimi incentivi ( ma nemmeno per auto da 30k)

PilloPallo
Copyr

i soldi andranno a chi li ha già, magari ha la villettina col vialetto, garage a 2-3 posti, colonnine private, pannelli solari, accumulatori e adesso anche incentivi x cambiare il dieselone da 70.000€ con una bella elettrica di pari valore che ricaricherà gratis, e gli altri a pagare il metano 2€/kg e la benzina 1,70€/lt

Copyr

è un settore che funziona poco in alcuni paesi dove i redditi e l'infrastruttura consentono di acquistare ed usare elettriche plugin, e non funziona x nulla negli altri paesi come l'italia dove nel 95% delle famiglie mancano i redditi e l'infrastruttura x utilizzare un elettrica

Copyr

e anche al reddito, xk qua parliamo di sconti su auto da mediamente 40-50.000€ quindi se ti puoi permettere auto da quella cifra i soldi li hai, altrimenti compravi un usato da 10.000€

Zeronegativo

investissero quei soldi nella realizzazione di un polo tecnologico invece di buttarli via così

Copyr

tra l'altro se parliamo di elettriche quei soldi andranno a gente che i soldi li avrebbe già, considerato che un elettrica costa mediamente 40.000-60.000€ a seconda del tipo di auto, forse solo spring, e 500e e poco altro sta sotto ai 40.000€, quindi in molti casi chi compra un elettrica i soldi li ha già, ed usufruirà comunque di un 5-10.000€ di incentivo, mentr echi ne avrebbe davvero bisogno x cambiare auto non avrà praticamente nulla

Copyr

mercato basato solo su incentivi, senza nessuno compra auto nuove, soprattutto elettriche, poi fanno articoloni e servizi tv dove esaltano le auto elettriche, che nessuno vuole, e fanno rientrare le mild hybrid, che di hybrid non hanno nulla, nella categoria auto ibride x far vedere che la gente compra solo ibride ed elettriche invece dei diesel cattivi, ma per favore...

Il BaK

Non so se siano tollerati i link esterni qui, comunque basta cercare l'esplicativo "Bosch says the semiconductor supply chains in the car industry no longer work" e lo trovi nel giro di un click.

Giorgio

Se fosse cosi lo stato le finanzierebbe a fondo perduto per il 100%, evidentemente non è così

GianlucaA

Nel complesso credo che sia una perdita maggiore un'auto venduta in meno.

xpy

Secondo quale analisi di mercato? Quella del laureato all università della strada?

xpy

Shhh non bisogna infierire su chi è meno fortunato

lucas

Ma perché siamo un paese di bamboccioni, io dopo aver messo da parte in soldi per un anno mi sono preso un'auto usata, prima mi arrangiavo coi mezzi. E comunque se mamma e papà possono permettersi l'ID non gli servono gli incentivi...

uncletoma

link, per piacere ;)

uncletoma

liberali? non c'è nulla di più statalista degli incentivi

Coraggio
Vae Victis

Se facessero debiti per costruire linee di metropolitana avrebbe anche senso, ma sprecare tutto con queste regalie compra-voti è assurdo.

Gabriele

Parli della golf 7,la 8 non c è elettrica.

Vae Victis

Per me è una decisione sbagliata, bisogna investire sulla crescita, non pagare le auto (o altre amenità) a chi i soldi per comprare li ha già.

Dacia Spring: recensione, confronto consumi reali e test autonomia | Video

1200 km elettrici, presente contro futuro: da Milano a Monaco | Il ritorno

eRaid, un racconto di 1.000 chilometri in viaggio con (quasi) tutte le auto elettriche

Dacia Spring: come va l'elettrica economica da 9.460 euro (con incentivi) | Video