Toyota Corolla GR Sport e Corolla Trek: le novità del Salone di Ginevra

26 Febbraio 2019 5

Toyota Corolla: dopo il recente lancio sul mercato | Toyota Corolla: listino prezzi e allestimenti per l'Italia | la berlina ibrida amplia la propria gamma presentando, al Salone di Ginevra, le nuove versioni GR SPORT e TREK. Entrambe ibride come la versione standard, rappresentano la doppia anima della compatta giapponese.

COROLLA GR SPORT: SPORTIVA E IBRIDA

Toyota Corolla GR SPORT, sul mercato a gennaio 2020, si affianca nella gamma alla piccola Yaris GR SPORT, proponendo un pacchetto estetico pensato per esaltare le forme sportive della vettura. Elementi unici di questo allestimento sono la griglia anteriore con inserti cromati, le minigonne, le modanature laterali e il diffusore posteriore, insieme ai cerchi in lega forgiati da 18 pollici, ai vetri oscurati, ai gruppi ottici a LED e all'esclusiva livrea bicolore Dynamic Grey e gruppi ottici a LED.

La cura sportiva viene riproposta anche all'interno dell'abitacolo, con sedili sportivi in tessuto nero, inserti in similpelle (optional la vera pelle), il quadro strumenti con personalizazione dedicata e il volante e la cuffia del cambio con cuciture rossonere, ovvero i colori dominanti del team GAZOO Racing. In Italia la versione GR Sport sarà disponibile esclusivamente nella versione 5 porte con motorizzazione 2.0 Hybrid Dynamic Force da 180 CV.

COROLLA TREK: L'IBRIDO IN VERSIONE CROSSOVER

Corolla TREK, disponibile invece solo con la variante Touring Sports di Corolla (e motorizzazione 1.8 Full Hybrid Electric da 122 CV) nasce invece per rispondere all'esigenza sempre crescente di crossover, anche per veicoli "tradizionali" come le Station Wagon. Ecco dunque una versione "rugged" della wagon giapponese, realizzata in collaborazione con Trek Bicycle, uno dei più famosi produttori di biciclette a livello mondiale. Una partnership con cui Corolla Trek sarà vettura di supporto per i team Trek in occasione delle gare del World Tour Trek-Segafredo che si terrano in Europa.


Assetto rialzato di 20 mm rispetto alla versione di partenza, underrun anteriore, posteriore e laterale in plastica grezza, cerchi in lega forgiati da 17 pollici, vetri posteriori oscurati, fendinebbia e gruppi ottici a LED, oltre a sedili in tessuto bicolore e all'infotainment con schermo da 7 pollici: questa la dotazione di Toyota Corolla TREK, che sarà disponibile in Italia a partire dalla fine del 2019.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
francesco

Apprezzo molto il nuovo powertrain senza spina (la spina era già vecchia ancora prima di essere presentata...)
on sono pero cultore del loro modellli e design, vorrei uscissero dal loro "manga design" almeno con un paio di modelli
per intenderci mi piacerebbe una 500X o una Q3 o una Z4 con quella tecnologia e volendo ancora più spinta, a partire dai 180 cv dell'attuale 2.0 (magari rivedendo ed efficientando, riducendo la cilindrata a 1.6) fino a un mix di max 240 cv (180 - 210 - 240)

Stefano

la sw 35000€...sul sito toyota ci sono già...

Marco Cipriano

Sinceramente a me piace molto la hatchback 5 porte, non pensavo che toyota avrebbe potuto tirare fuori un design sportivo così bello visti gli ultimi modelli (sempre se le immagini nell'articolo rispettano il prodotto finale e non sono soliti "concept" mai esistenti).
Ora però bisogna vedere i prezzi

Stefano

mi piace proprio, soprattutto la sw...

Desmond Hume

per quanto mi possa piacere la nuova corolla non vedo che attinenza abbia un allestimento GR Sport con lo stile di guida del loro sistema ibrido che tutto è tranne che sportivo.

Elettriche

Gocycle GX: la bici elettrica pieghevole di un ex McLaren

Moto

Askoll NGS: abbiamo provato la nuova generazione di scooter elettrici | Video

Mobile

Recensione Amazon Echo Auto: per portarsi Alexa anche in macchina

Video recensione

Recensione Nilox DOC Twelve: per andare ovunque, ma con qualche sacrificio