Audi Q3 Sportback: come va il SUV coupé nella versione 35 TDI S tronic | prova

08 Ottobre 2019 132

Prima prova su strada per Audi Q3 Sportback, una delle carte principali nella strategia dei tedeschi che puntano al solito, solido, florido e remunerativo segmento dei SUV. Prossimo a terminare un 2019 in crescita, il mondo SUV sta abbracciando e premiando le versioni coupé, interpretazioni dal look più sportivo del concetto di ruota alta che fanno del design e delle linee uno degli elementi distintivi.

I clienti sembrano premiare questa scelta: in casa Audi lo dimostra il successo della gamma Q (44%) e di Audi Q8 che ha sorpreso persino il produttore ed è stata proprio la base di partenza (ideale) per creare Q3 Sportback. Basato su Q3, Sportback reinterpreta in dimensioni più compatte la filosofia del fratellone.

COME VA? PROVA SU STRADA E CONSUMI

Oggetto della breve prova su strada era Q3 Sportback 35 TDI S tronic con 2.0 TDI da 150 CV, l'unica versione a trazione anteriore che viene proposta di serie con il cambio doppia frizione S tronic a 7 rapporti. Si tratta di un modello importante nel mix di vendita (50% per il 35 TDI, 80% per il diesel in generale): il mercato ha dimostrato che il SUV può fare a meno della trazione integrale per tutta quella fetta di clienti (il 40% per questo modello) che lo scelgono per linee, spazio, comodità della guida alta e sensazione di sicurezza (o necessità della luce da terra). Così Audi risponde proponendo le 2WD e affiancandole al cuore di gamma, il sempre ottimo diesel da 2.0 litri (Euro 6D Temp, qui la nostra guida) che in questo taglio non è certo sportivo ma piuttosto fatto per viaggiare con un occhio ai consumi.

Se da un lato si può percepire la mancanza di spunto (non di coppia, 340 Nm da 1.750 a 3.000 giri) in alcune situazioni, nonostante un rispettabile 0-100 da 9,3 secondi, dall'altro ci si consola con un'auto che va benissimo per la maggior parte delle situazioni. L'assetto sportivo esalta quel feeling di guida da SUV 3.0, la sensazione che - ormai - i modelli a ruota alta con la piattaforma MQB sono anche divertenti se contestualizzati...o se siete sufficientemente assuafatti da anni di abbandono della ruota bassa. Complice lo sterzo dall'ottima taratura (è progressivo e preciso nel segmento), affrontare qualche curva alzando il ritmo e abbassando il pedale diventa piacevole se si conta sulla coppia del diesel e sul lavoro degli ingegneri nel tarare il doppia frizione per farlo lavorare al meglio con il 2.0 TDI.

Entrando in modalità manuale con le palette al volante noto maggiormente il limite imposto dai 150 CV di questa unità ma, allo stesso tempo, mi immagino come potrebbe essere trovarsi al volante della RS Q3 Sportback, un easter egg di cui trovate alcune foto live in una delle gallerie di questo pezzo. Tornato alla realtà, però, guardo il computer di bordo per una lettura dei consumi: lo schermo riporta una media di 8,4 litri/100 km e in extra-urbano Q3 Sportback riesce a scendere tra i 6 e i 7 litri ogni 100 chilometri.

Per chi necessita dei dati per il calcolo dell'Ecotassa (guida), le emissioni di CO2 sono tra i 154 e i 166 grammi al chilometro nel combinato WLTP (124-129 g/km combinato NEDC).

Audi Drive select personalizza anche la risposta delle sospensioni e cambia la reazione dell'auto: in Sport il TDI risulta più pronto e lavora con un cambio più veloce che non si fa problemi a sfruttare tutto il contagiri quando percepisce la richiesta da parte del piede. La differenza non è abissale su questa unità ma sufficiente a far notare come il comportamento dell'auto cambi per diventare più reattiva rispetto alla modalità eco che smorza tanto sul gas. Ottimo l'assorbimento delle sospensioni sia in città che in extra-urbano, dove interviene l'assetto sportivo a rendere più progressivo il rollio (non lo annulla del tutto ma assicura un sostegno maggiore) a vantaggio sia del feeling al volante che del comfort dei passeggeri.

Q3 Sportback risulta più tagliente di Q3? Sì, anche se resta un SUV che, dinamicamente, paga la massa che deve trascinarsi dietro. Le differenze si notano prevalentemente nell'assetto e nella piacevolezza dello sterzo, più diretto e più vicino al mondo a ruota bassa.

COMFORT, INTERNI E ABITACOLO

Fin dal primo contatto con Q3 Sportback si percepisce subito il trattamento premium di questo modello. Ottime finiture, con la fascia in Alcantara che è di serie fin dall'allestimento base (cambiano i colori a seconda del livello) e una buona qualità delle plastiche che sembrano promettere, a vista e al tatto, di resistere bene nel tempo. Vedremo.

Quel che è certo è che l'insonorizzazione è di ottimo livello anche spingendosi oltre al limite autostradale: inevitabili i fruscii aerodinamici a causa della carrozzeria (cx 0,34) ma la differenza con Q3 si percepisce per l'ottimizzazione del posteriore che smorza parte delle turbolenze. In ogni caso l'isolamento acustico è tale da farci sì capire dove l'aria impatta maggiormente ma non da farcelo pesare sulle orecchie e sulla possibilità di conversare senza urla da stadio.


Il look degli interni resta razionale ma l'abitacolo di Audi Q3 Sportback propone la possibilità di dotazioni al top del segmento: USB C anteriori e posteriori, bocchette del climatizzatore anche per chi siede dietro, ricarica wireless Qi per gli smartphone compatibili e un infotainment tra i migliori, con interfaccia fluidissima, mappe 3D tramite Google Earth, connettività alla rete e possibilità di accedere ai servizi "live" tramite i vari livelli di optional e allestimento.

La connettività si traduce anche nell'implementazione di Amazon Alexa, l'assistente vocale connesso che esce dall'auto per permetterci di sforare nella domotica, controllando luci di casa, cancello o porta del garage e dispositivi IoT in generale.

DIMENSIONI E PESO

Q3 Sportback non è un semplice Q3 in versione coupé ma cambia anche alcune quote chiave nelle dimensioni: l'altezza si abbassa di circa 3 centimetri e la lunghezza cresce di 1,3, le linee si ingentiliscono ed è quasi più vicino a Q8, nello stile, rispetto al modello che fa da base tecnica.

Q3 Sportback misura 4.500 mm lunghezza x 1.843 mm larghezza x 1.567 mm lunghezza. La larghezza con gli specchietti è di 2.022 mm, il passo di 2,68 metri e il peso di 1.655 kg.

Il bagagliaio non è messo in secondo piano: ottima la bocca d'accesso e la capacità che parte da 530 litri e arriva a 1.400 in configurazione con i sedili posteriori abbattibili: portellone elettrico di serie, nessun sacrificio nell'abitabilità per chi siede dietro e versatilità. Il divanetto 40/20/40 di serie può scorrere in avanti e indietro fino a 13 centimetri, permettendo di modulare il bagagliaio o privilegiare lo spazio per le ginocchia. Due i livelli per il vano di carico e la cappelliera trova posto sotto al piano stesso in uno spazio dedicato.

PREZZO, ALLESTIMENTI E DOTAZIONE DI SERIE

Q3 Sportback parte da una buona dotazione di serie: oltre a tutti gli accessori relativi al bagagliaio (divanetto scorrevole 40/20/40, e portellone elettrico), troviamo l'assetto sportivo, Audi Drive select per le modalità di guida, la versione base del Virtual Cockpit (strumentazione digitale ma non personalizzabile), cerchi in lega da 18", clima bizona, cruise control, e gli ADAS come side assist, monitoraggio della corsia con correzione di sterzo attiva e anti-collisione con frenata automatica (pre sense front). Sempre di serie i proiettori anteriori a LED, radio MMI Plus, retrovisori ripiegabili e regolabili elettricamente, volante in pelle e verniciatura tetto a contrasto.

Business Plus aggiunge Cruise Control Adattivo, luci interne a LED, full LED e frecce dinamiche, Audi Connect con navigatore, sensori posteriori e MMI touch.

S line edition porta i cerchi a 19" e include abbaglianti automatici, parcheggio assistito, sedili sportivi e pacchetto S line per gli esterni. quattro edition, infine, è un allestimento per i modelli a trazione integrale divanetto con poggiabraccia, finiture più ricche, pacchetto S line per gli interni e rivestimenti in pelle e tessuto S line.

Audi Q3 Sportback parte da 41.400€ nella versione 35 TDI quattro con cambio manuale, proseguendo poi a 41.500€ per Q3 Sportback 35 TDI S tronic e a 47.750€ per la 45 TFSI con il 2.0 benzina da 230 CV, trazione quattro e cambio automatico S tronic. Ad oggi sono questi i tre motori configurabili online e in concessionaria:

Configuratore Audi Q3 Sportback

Prossimamente arriveranno anche:

  • Q3 Sportback 35 TFSI (1.5 benzina da 150 CV)
  • Q3 Sportback 35 TFSI S tronic (mild hybrid a 40 Volt con 1.5 benzina da 150 CV)
  • Q3 Sportback 35 TDI quattro S tronic (2.0 da 150 CV)
  • Q3 Sportback 40 TDI quattro S tronic (2.0 da 190 CV)
Il miglior Xiaomi ad oggi? Xiaomi MI 9 è in offerta oggi su a 319 euro oppure da Amazon a 369 euro.

132

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Zlatan10

Tutti gli esperti di auto (e di telefonia) sono in questo blog, non lo sapevi?

Zlatan10

Dove vuoi che girino i suv?

Zlatan10

Tanta roba!

Aristarco

no, c'è sia la barriera ferma che quella in movimento, e l'audi q7 se si scontra con una polo, la rende una lattina......
è il motivo per cui ti ho detto di non prendere i test euroncap come una bibbia....ma che vanno letti, altrimenti andremo tutti in giro con polo che ci salvano la vita anche contro un q7 che sarà grande il doppio

ninuzzo

Io non ho ammesso nulla del genere prima.
I crash test vengono fatti facendo scontrare le auto contro barriere ferme, non contro altre auto. Questo rende i risultati paragonabili fra loro.

"l'audi q7 fa 94 per la protezione di occupanti, quindi è meno sicura di una polo?"
Esattamente. E se apri il grafico dei manichini o il commento ti accorgi anche del motivo per cui è stato dato un punteggio più basso.

Aristarco

l'hai appena ammesso tu prima XD ti ho rifatto l'esempio della smart, capisci che se ti scontri alla stessa velocità di un duster, contro un oggetto della medesima massa ti fai più male con quella anche se ha un punteggio maggiore per la protezione degli occupanti?

ninuzzo

"i voti vanno guardati in base alla categoria non in senso assoluto"
Fammelo leggere sulla pagina di Euroncap

Aristarco

idem, il concetto l'hai spiegato bene, macchina leggera contro macchina pesante, vince macchina pesante e i voti vanno guardati in base alla categoria non in senso assoluto (es smart fortwo)

ninuzzo

Mi arrendo. Se non riesci a capire una cosa così semplice, non posso farci nulla.

Aristarco

mi stai continuando a dare ragione....quindi la duster rispetto all'esempio che fai tu è più sicura, perchè nella vita normale hai più probabilità di sbattere contro auto come una polo o una smart, e che la percentuale di protezione è relativa alla fascia di auto e che quindi non ha senso, come hai fatto tu, paragonare una polo ad un suv

ninuzzo

Ed è proprio perché non puoi sapere la massa e la velocità del veicolo contro cui ti scontrerai che sono stati creati i crash test.

Secondo i test, a parità di energia, la Polo causa meno danni ai passeggeri rispetto alla Duster.

Aristarco

si ed è esattamente quello che ti dicevo... la polo ha la meglio solo se è più veloce, in tutti gli altri casi a causa della massa minore ha la peggio

Aristarco

ma tu stai sbarellando di brutto....ti limiti a leggere dei risultati senza capire la modalità del test, se una smart sbatte contro una smart è un conto, se sbatte contro un mezzo grande il doppio è tutto un altro discorso

ninuzzo

In un urto non contano solo le masse, ma anche le velocità dei veicoli. È per questo che hanno creato i crash test: per avere uno standard univoco per misurare in che modo le forze vengono assorbite dagli umani che sono nell'abitacolo, indipendentemente da massa e velocità dei veicoli.

Ti faccio un esempio.

Peso Duster: 1266 kg
Peso Polo: 1070 kg

E = (mv^2)/2

(1266*100^2)/2=6.330.000 joule
(1070*100^2)/2=5.350.000 joule
Differenza: 980.000 joule - alla stessa velocità (100 km/h), la Polo ha la peggio.

(1266*50^2)/2=1.582.500 joule
(1070*100^2)/2=5.350.000 joule
Differenza: 3.767.500 joule - con la Polo a 100 km/h e la Duster a 50 km/h, la Duster ha la peggio, pur pesando di più.

ninuzzo

Non lo dico io, lo dicono i risultati dei crash test.
Tu ti lasci ingannare dalla grandezza e dalla massa dell'auto, quando invece la sicurezza di un'auto dipende da altri fattori.

Aristarco

Dimenticavo, una smart fortwo ha preso 82% al test, quindi secondo la tua logica é piu sicura di un duster...

Aristarco

Quindi secondo te il 20% di differenza di massa ê marginale, bene pensi che ci siano parecchi libri di fisica da riscrivere, direi che con questo possiamo chiuderla qui

ninuzzo

"l'oggetto che viene fatto scontrare ha una massa pari al mezzo testato"
La maggior parte degli autoveicoli ha una massa di 1.000-1.000 kg, quindi la differenza è marginale. Ad esempio, la tua Duster pesa 1266 kg, la Polo 1070.

"nei test viene colpita una determinata porzione del.mezzo testato"
Nella maggior parte degli incidenti, l'urto si subisce solo su una parte del mezzo, ad es. solo sulla portiera o solo su metà frontale.

"danno molto valore agli adas per evitare gli incidenti"
Allora, te l'ho spiegato prima. Euroncap assegna 4 punteggi indipendenti ai crash: Protezione adulti, Protezione bambini, Protezione pedoni e ADAS. Poi fanno una media di questi 4 punteggi e calcolano le stelle.

Il tuo Duster ha preso un punteggio del 71% per la Protezione adulti, che è inferiore al 96% della Polo ad esempio.
Questo punteggio non c'entra nulla con il punteggio degli ADAS!!! Per gli ADAS devi guardare nella tabella il Punteggio degli ADAS appunto!

Aristarco

Oddio tu hai problemi di comprensione dell'italiano, ovvio che impattare contro un oggetto che pesa 900 kg non é uguale ad un impatto contro uno che ne pesa 1200, il test euroncap, vado a memoria, simula diversi urti, contro barriere fisse e impatti laterali, e l'oggetto che viene fatto scontrare ha una massa pari al mezzo testato, inoltre bisogna tenere conto che sempre nei test viene colpita una determinata porzione del.mezzo testato, quindi nella realtà se io ho un mezzo di dimensioni maggiori, a parità di protezione degli occupanti si farà sicuramente più male chi mi colpisce con un auto più piccola, per finire ci sono state diverse polemiche per le assegnazioni delle stelle e dei punteggi, perché come ti ho già scritto danno molto valore agli adas per evitare gli incidenti, di cui il duster visto il costo é sprovvisto

ninuzzo

Quindi io dovrei inalberarmi dell'evidente stupidaggine che hai scritto prima? Te la riporto: "se non ricordo male i test di impatto sono simulati contro auto di pari dimensioni"

Come fai a ricordare una cosa che non è mai avvenuta? I test non sono mai stati eseguiti contro altre auto.

Aristarco

Conta che andando a lavoro in treno in famiglia ho ridotto il numero di auto da due a una e quindi ho dovuto tenerne una unica e spaziosa, non so te ma andare in ferie con un auto piccola é stato un casino

Sì, anche io abito fuori città (e parcheggio in giardino/garage).

Boh, ci penserò quando mi deciderò a cambiare quella di mia moglie...

Aristarco

Fino a due settimane.fa avevo un'idea, per carità comoda e spaziosa, ma sempre un pelo.corta di bagagliaio, questa é molto.piu spaziosa e comoda, inoltre io non abito in città, quindi i parcheggi non sono.scomodi e di tanto in tanto.faccio anche sterrati

Aristarco

La tua era un'affermazione, mi inalbero quando leggo evidenti stupidaggini

Infatti chiedo per capire, visto che non sei l'unico a dirmelo! :-)

La spesa a me ci sta comodamente, nonostante tutto. L'IKEA no, ma per quella uso il furgone .. eheh

Non critico mica, eh. Voglio solo capire perché mi danno del pazzo su una "piccolissima" A. ^^

ninuzzo

Ho capito di aver toccato un tuo nervo scoperto, ma non c'è bisogno di inalberarsi così tanto.

Aristarco

Ma non dubito che tu ci possa stare comodo, io mi ero stufato di fare la spesa e di non sapere dove mettere le.buste o di andare da Ikea e non avere spazio

Aristarco

Lo so, azzo ma quanti anni hai? Simulati in laboratorio...

Aristarco

Simulati nel senso di fatti in laboratorio......

ninuzzo

Non sono simulati, sono reali. Guarda: youtube . com/watch?v=wzQMHbI60TQ

Aristarco

No non lo é perché se non ricordo male i test di impatto sono simulati contro auto di pari dimensioni, inoltre appunto parlando di situazioni reali voglio proprio vedere se dovessi impattare contro una polo chi avrebbe la.peggio...

ninuzzo

"in condizioni reali entrano in gioco mille fattori diversi"
D'accordo, ma le condizioni reali riguardano tutti i veicoli, non solo il Duster.
Euroncap ha creato un metodo standard per confrontare tutti i veicoli e dare un punteggio. È ovvio che non potevano considerare tutte le possibili situazioni.

"ma lo.é di più di qualsiasi utilitaria"
Non secondo Euroncap. Duster ha 71% come punteggio, la Polo (un'utilitaria) 96%, quindi è più sicura.

Aristarco

L'ho vista e sorpassa di parecchio la sufficienza ovviamente visto il prezzo non é ottima anche perché mancano ad esempio gli airbag per le ginocchia, ho scritto di non usare Euroncap come una bibbia nel senso che in caso di incidente in condizioni reali entrano in gioco mille fattori diversi, ti faccio un esempio, nella mia vita ho avuto un unico incidente grave, e per grave intendo che ho disintegrato un peugeot 206, cappottando diverse volte, la macchina in questione fosse valutata ora dai test prenderebbe 0 stelle, eppure da quell'incidente ne sono uscito con un bernoccolo, un colpo di frusta e dei taglietti sulle mani non causati direttamente dall'incidente, con questo voglio dire che ovviamente un duster é meno sicuro di un Compass ad esempio, ma lo.é di più di qualsiasi utilitaria

Riccardo

E' un tombino! :)

ninuzzo

Lascia stare le stelle. Guarda la percentuale di protezione degli occupanti adulti

Aristarco

E ti ripeto allo stesso prezzo non trovi nulla di pari categoria, quindi di cosa stiamo parlando? Conta che come detto una Stella la.perde solo per gli adas mancanti

ninuzzo

Dici che Euroncap non è la Bibbia, ma da cosa ti accorgi se un'auto è sicura o no? Semplicemente guardandola?!

Comunque, fai come credi.
Io ti ho semplicemente voluto informare che c'è un motivo per cui (cit.) "ha il prezzo veramente basso per le dotazioni che ha, per spendere uguale e avere un auto spaziosa (necessaria se si ha un bimbo piccolo) era quasi impossibile trovare qualcosa di pari categoria sul nuovo".

Aristarco

Me la compri te? Fidati che le auto che ho venduto erano nettamente inferiori, inoltre 3 stelle non significa pericolosa, euroencap non é la bibbia, guardati come fanno i test e capirai che non é un auto pericolosa anzi tutt'altro

ninuzzo

Non si tratta di farsene una ragione, ma di sicurezza. E gli ADAS c'entrano poco, perché si trova agli ultimi posti della classifica della sicurezza degli occupanti adulti, con il 71%.

La salute e la vita tua o dei tuoi familiari valgono meno della differenza di prezzo rispetto a un'auto più costosa ma più sicura?

Aristarco

me ne farò una ragione, tra l'altro non prenderà mai 5 stelle, in quanto manca di adas

ninuzzo

Se vai su Euroncap scoprirai che ha preso 3 stelle: a quanto pare hanno risparmiato sulla rigidità della carrozzeria...

Aristarco

rotfl

NAPOLETArgentiNO

sì, tutto ciò che è made in usa è un tracollo per la civiltà e il buongusto

Frederik

lol

Frederik

Embè? Siccome è una moda USA la si deve odiare? Che poi basterebbe non comprarle

NAPOLETArgentiNO

perché è una moda importata dagli USA

MatitaNera

Esatto. Per snobismo automobilismo credo. Sono tutte convenzioni alla fine.

Frederik

Ma perchè odiate tanto i suv?

unbe

Questa almeno è carina! La Q3 normale è talmente brutta e insulsa da essere inguardabile...

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti