Hyundai CVVD su G1.6 T-GDi: consumi ridotti con la fasatura variabile continua

03 Luglio 2019 4

Hyundai CVVD debutta su Smartstream G1.6 T-GDi, un motore quattro cilindri turbo benzina di nuova generazione da 180 CV e 265 Nm di coppia massima. L'innovazione presentata oggi è figlia del progetto Smartstream annunciato nel 2017 e della necessità di stare al passo con le normative sulle emissioni, un tema che abbiamo affrontato nella nostra guida all'Euro 6D vs Euro 6D Temp.

Con il CVVD, acronimo di Continuosly Variable Valve Duration, Hyundai promette prestazioni superiori del 4%, consumi ridotti del 5% ed emissioni tagliate del 12%.

COS'È LA FASATURA VARIABILE

Per capire la fasatura variabile, spesso indicata con l'acronimo inglese di VVT e declinata in diversi nomi commerciali, bisogna partire dalla fasatura di distribuzione, quel tempismo nell'aprire e chiudere le valvole di aspirazione e scarico in relazione alla posizione del pistone all'interno della camera di combustione.

In un motore la valvola di aspirazione immette il fluido in camera di combustione (miscela aria benzina o solo aria a seconda che si abbia a che fare con un benzina o un diesel), avviene la detonazione che converte energia chimica in lavoro e si apre la valvola di scarico per iniziare un nuovo ciclo.

Per eliminare la dipendenza della fasatura dalla sincronizzazione che le parti meccaniche imponevano (senza sincronizzazione in base alla posizione del pistone si richierebbero danni), è stata introdotta la fasatura variabile con la Spider Duetto di Alfa Romeo che ha portato questa tecnologia nella produzione di serie agli inizi degli anni ottanta.

COME FUNZIONA LA TECNOLOGIA CVVD

Grazie alla fasatura variabile è stato possibile bilanciare le prestazioni perché il sistema meccanico con il collegamento dell'albero a camme costringeva ad operare in un unico modo, indipendentemente dal regime e dal carico del motore. Per migliorare prestazioni, consumi ed emissioni si è pensato di slegare il comportamento delle valvole dal sistema "fisso" adattandolo a diverse situazioni di guida. Negli anni tutti i produttori hanno proposto il loro sistema di fasatura variabile, dal noto VTEC di Honda al nostrano MultiAir.

La proposta di Hyundai si chiama CVVD e si occupa di regolare il non solo il tempismo nell'apertura e chiusura delle valvole ma anche la durata, decidendo quanto a lungo la valvola resta aperta, affinando ulteriormente il sistema che permette di "trasformare" il motore per massimizzare prestazioni o consumi a seconda del contesto.

Lo Smartstream sfrutta il riciclo dei gas di scarico a bassa pressione (LP EGR) che usa il gas per ridurre la temperatura in camera di combusione e sfavorire la creazione dei NOx (amici delle alte temperature), dirigendo il flusso al compressore. A questo si aggiunge il sistema di gestione termica che raffredda o riscalda velocemente il motore per raggiungere la temperatura ottimale, accorgimento accompagnato dall'incremento a 350 bar (contro i 250 bar del precedente T-GDi) e dalla riduzione degli attriti quantificata nel 34% in meno.

Hyundai G1.6 T-GDi debutterà con la Sonata Turbo nella seconda metà del 2019 per poi farsi strada all'interno della gamma Hyundai e Kia, con l'annuncio di Kia previsto nel corso dell'anno.

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 278 euro oppure da Unieuro a 399 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Eh, é tutta un'altra categoria… L'S2000 appartiene ai supercar :P

Allora diciamo miglior 1.8 appartiene a Toyota e miglior 2.0 appartiene a Honda. Honda é sempre stata fortissima in qualsiasi loro motore da 2L.

Comunque, a parte il VVT(L), il VTEC e il Multiair, chi é in grado di costruire motori simili ancora? Non sapevo che ce ne fossero altri ancora.

RavishedBoy

Honda s2000.

Stefano

non sembra nemmeno male sta sonata...

compli compli :D
Finalmente anche Hyundai comincia a produrre motori high tech (sperando che rimangano affidabili come siano al momento).

Mi piange il cuore ad aver dato via il mio VVTL-i, il motore più evoluto al mondo secondo me. 1.8L 193cv@7800rpm senza aver bisogno di turbine o compressori (ok, un compressore non gli avrebbe fatto male) - trovalo un motore del genere o una vettura con 193cv con un 1.8 senza turbo DI SERIE...

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida