Auto connesse: un mercato da 270 miliardi nel 2025

14 Maggio 2019 64

Le auto connesse sono destinate a giocare un ruolo di spicco nel futuro, al punto che genereranno un volume d'affari di più di 270 miliardi di euro nel 2025. La previsione arriva dall'Osservatorio Autopromotec sfruttando i dati di Orbis Research che mostrano un trend crescente partendo dai 90,8 miliardi di euro per il 2019.

La crescita sarà diretta conseguenza di due tecnologie: da una parte radar, telecamere e sensori saranno gli strumenti per "connettere" l'auto all'ambiente circostante, il modo in cui le vetture vedono quello che sta loro intorno. Dall'altra ci sarà la connettività vera e propria, oggi con il 4G e domani con il 5G.


I due mondi saranno strettamente legati perché il 5G servirà anche per la guida autonoma, interfacciandosi quindi con i sensori di bordo per la sicurezza attiva, senza dimenticare tutto il mondo dei servizi che permetterà di scaricare dati dal cloud e introdurre funzionalità aggiuntive tra cui la connessione con casa e domotica, intrattenimento (Intel e Warner hanno mostrato un esempio al CES 2019) o servizi utili alla guida.

Per la sicurezza, la rete servirà a giocare d'anticipo evitando traffico, incidenti, condizioni atmosferiche pericolose o pre-allertando l'auto e quindi il conducente: un primo esempio pratico lo abbiamo visto al CES 2019 con il C-V2X.

Tutto ciò si ripercuoterà anche sul mondo dell'aftermarket e delle officine che dovranno adattarsi alle novità tecnologiche delle vetture, introducendo sistemi di assistenza digitale, manutenzione predittiva e assumendo nuove figure professionali in grado di fronteggiare eventuali malfunzionamenti della parte tecnologica e connessa della vettura.

VIDEO


64

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dwarven Defender

Facciamo qualche precisazione:
1) la mia è un iperbole
2) no, non conosci tutto neanche dei ravanelli, non conosci tutti gli effetti delle centinaia di molecole e le loro interazioni con le migliaia di molecole diverse (senza contare quelle che ancora non sono state scoperte) contenute nelle decine di alimenti che ogni giorno assumi (conosciamo l’effetto sull’uomo di meno del 2% delle sostanze conosciute)...
3) come puoi anche tu vedere, al contrario tuo, io non mi sono espresso perché non ci sono elementi e quello che faticosamente sto cercando di farti notare è che non essendoci elementi parlare di “inizio della fine” è privo di senso...
4) la tua vita e la qualità di essa è costantemente affidata a “macchine” e “sistemi informatici” e non mi sembra che ad oggi abbiamo creato l’apocalisse da te prospettata...
5) hai detto che si sta andando non più verso un sistema “ma la differenza principale con la guida autonoma che immaginavamo qualche anno fa è che grazie a reti come la 5G con grandi potenzialità di traffico dati ora non si pensa più ad una infrastruttura stradale istituzionale e gestita pubblicamente che "informi" i mezzi che vi viaggiano sopra ma bensì ad una serie di sensori in ogni singola automobile, la quale è di volta in volta interconnessa alle altre che si viene a trovare intorno ed invia e riceve informazioni a loro e da loro che le permettono e permettono alle altre di auto-guidarsi.” in realtà il citato protocollo V2X interconnette si i vari mezzi V2V, ma anche i mezzi all’infrastruttura V2I e ai pedoni (V2P)... il fatto del 5G poi non cambia niente a quanto prima preventivato e previsto, ovvero quanto previsto con il protocollo 802.11p, se non le fatto che lo supera quanto a stabilitá del segnale, raggio e affidabilitá...
6) parlare di problemi prima di conoscere gli standard di sistema ed i requisiti per l’omologazione dei mezzi a guida autonoma è impossibile mantenendo un certo rigore logico e tecnico e senza scadere nella chiacchera e sparata da bar...
7) le tue chiacchere varrebbero quanto le mie se io mi fossi espresso sulla bontà o meno dell’oggetto della discussione... ma come già detto, così non è stato...io ti sto solo facendo notare che non hai elementi per parlare di “inizio della fine”

persson

non è affatto così, il tuo esempio non è affatto attinente, ed anche poco intelligente, in quanto conosciamo tutto dei ravanelli, delle pandemie e del vaiolo, quindi quella considerazione è si senza senso.
Non conosciamo invece i problemi dei sistemi che saranno posti in essere un domani, le tipologie o modalità di violazioni che potranno essere poste in essere su di essi, ecc.
Quello che possiamo sapere da oggi è solo che milioni di vite umane, ogni secondo, a breve potrebbero essere affidate a sistemi informatici e tecnologie, che dei punti di debolezza potrebbero averli.
Per il resto, le mie chiacchiere valgono quanto le tue, ne più e ne meno.

Dwarven Defender

Beh sai, quando si prospettano stragi di migliaia di persone per “vuoti di sistema” o “hacker”, si prospetta “l’inizio della fine” sarebbe utile portare dati oggettivi. Se non li hai portati (perché non esistono) la tua opinione, pur rimanendo legittima come opinione personale, ha la valenza di un’opinione del tipo “i raval

skorpion83

Beh ovviamente, ma ben vengano frenate assistite e lane assist per tutti.
Gli adas potranno solo migliorare la guida di chi al volante non è molto ferrato.

persson

supportati da dati oggettivi quando stiamo parlando del futuro? non io soltanto ma lo stesso articolo parla di una previsione tecnico/economica da qui al 2025.
io ho riportato delle "direzioni" che sembra alcune istituzioni vogliano intraprendere o dare il consenso a far si che vengano poste in essere e i miei pensieri/dubbi in merito sono quelli che ho esposto.
Se quello sarà, spero e mi auguro con tutto il cuore di sbagliare... ma non ne sono affatto certo e la cosa non mi rende sereno.

Dwarven Defender

No no affatto... non è assolutamente vietato avere propri pensieri, anzi è un gran bene averne, così come non é vietato contestarli una volta che qualcuno li espone... anche il contrasto tra pensieri diversi è una cosa molto positiva

persson

e quindi?
è quello che penso.
che c'è? è vietato pensare se si pensa in modo differente dal tuo?

Dwarven Defender

"vite umane affidate a sensori, intelligenze artificiali e reti dati.
Sarà l'inizio della fine."
"e pensa un bel giorno ad un hacker che entra in un server e manda in tilt per qualche secondo (tanto basta) l'infrastruttura che fa comunicare e scambiare i dati a questi sensori che interconnettono le automobili tra di loro... sai che ci mette a far ammazzare qualche buon migliaio di persone."
" un attimo di "vuoto" del sistema (accidentale o indotto) e si crea un effetto domino spaventoso."

Mark984

Ho un amico che lavora nel settore, siamo molto più lontani di quello che si pensa qui nel blog, per una diffusione in tutti gli ambiti della guida totalmente autonoma.

persson

io non ho lanciato nessun allarme, ho una mia opinione e la espongo.
e le opinioni si basano su quello che si può conoscere al momento, punto.

Dwarven Defender

Purtroppo il pianeta terra non è assolutamente mai stato un posto dove si è mai vissuto tranquillamente e non lo sarà mai... ne per uomini, ne per animali, ne per le piante e nemmeno in bacteria... c'è sempre qualcosa appartenente ad uno dei sette regni (in senso biologico non trono di spade XD) o qualcuno pronto a farti la pelle... in più ci sono i pericoli provenienti dallo spazio... è un postaccio il nostro pianeta

Dwarven Defender

dell'argomento viene parlato diffusamente anche sulle riviste di settore già da molti anni esponendo le varie varie proposte normative ed i progetti futuri. Io non devo esporre proprio niente, sei tu che hai lanciato l'allarme, adesso sei tu che lo devi giustificare in modo approfondito: quali sono le esatte vulnerabilità del sistema che verrà adottato e magari una bella stima sui danni economici ed il costo di vite umane di un potenziale guasto. Qualcosa di più specifico "dell'hacker" e "dell'attimo di vuoto del sistema"

sudo apt-get install humor ®
persson

già, proprio un mondo dove vivere tranquilli e sereni...

PUU

Sicuro che non li usino così lo stesso?

Dwarven Defender

smettila di fare il simpamitico e sparare caxxate... imb3cille

Giorgio

Se vuoi ti do il mio indirizzo così vediamo quanto spavaldo sei dopo cretinetti

Dwarven Defender

solito commento imb3cill3 fatto da un utente imbe... diciamo distratto... parlo di multe salate ! da 25 a 99 euro non è salata... capisci adesso o mi devo aspettare altri commenti alla "mi pare..."?

Giorgio

Mi pare la solita discussione imb3cill3, le multe le devono aver tutti quelli che infrangono il codice.

skorpion83

Meglio così. Non vedo l'ora che ci sia la guida autonoma per tutti mezzi (pubblici e non).
Io che, per lavoro, faccio 60-70mila km all'anno mi fido più degli adas della mia t-roc che del resto degli essere umani (motorizzati e non).

Dwarven Defender

vero praticamente solo nelle grandi metropoli... nel resto del mondo miliardi di persone si devono spostare tutti i giorni facendo 20km nel tragitto casa lavoro

Dwarven Defender

un attimo di vuoto del sistema e i treni ad alta velocità che trasportano centinaia di persone collidono o deragliano, un attimo di vuoto del sistema e svariati aerei nei più grandi aeroporti precipitano o collidono portandosi dietro ognuno centinaia di persone, un attimo di vuoto e in una centrale nucleare la reazione non è più controllata, un attimo di vuoto e crollano le borse di tutto il mondo...

Tony Musone

Veramente il rischio si riduce se tutte le auto fossero interconnesse e poi, i sistemi V2X sono solo un elemento, tutte avranno anche la guida assistita, la quale presto o tardi diventerà autonoma.

Dopodichè, non esiste "l'attimo di "vuoto"" perchè il sistema prevede la ridondanza, nel caso peggiore: l'auto rallenta, mette le frecce e si ferma a bordo strada, come già accade oggi sulla Tesla

Dwarven Defender

aggiungerei di fare multe salate anche ai ciclisti che "spippolano" sullo smartphone e facendolo smettono di percorre la strada in modo corretto iniziando una gimcana lunga qualche chilometro, e multe salate ai pedoni che si buttano in mezzo di strada (strisce o non strisce non importa) senza guardare perché completamente assorti dallo smartphone (ho visto anche persone che conducevano un passeggino farlo)...

persson

a si?
(immagino che tu, come gli altri eravate informatissimi su gli adas ed i programmi che si hanno per il futuro)
e sentiamo allora questa illustrissima ed eminentissima mente illuminata come ci motiva, a fatti, no a chiacchiere:
"che dal punto dell'"hackeraggio" desta preoccupazioni prossime allo 0"

mi metto comodo intanto.

persson

una no, ma quando tutte sono interconesse tra loro, un attimo di "vuoto" del sistema e si crea un effetto domino spaventoso.

Dwarven Defender

ti riferisci a quel post che riporta quello che già tutti sanno e che dal punto dell'"hackeraggio" desta preoccupazioni prossime allo 0 ?

Tony Musone

Considerando che in Europa muoiono circa 25 mila persone l'anno (come se a giorni alterni ci fosse un disastro aereo) e cinque volte quel numero sono i feriti gravi, direi che difficilmente un auto connessa e a guida autonoma possa fare peggio di così

rsMkII

No no, chiaro, non dico in generale! :)

Intanto cominciamo a togliere la patente a chi scrive su Whatsapp mentre guida

persson

ok qui sbaglio ma relativamente a quello che ti ho scritto sotto non cambio idea.

persson

leggi il mio commento più in basso.

Angelo Takayama

Vivi nei film, non nella vita reale, comunque per risponderti è uguale uno attentatore che prende un tir e si fa via del corso.... minime probabilità con devastanti conseguenze, pensa invece a tutti i tamponamenti ed incidenti giornalieri che causano le persone distratte o stressate è ciò verrebbe annullato quasi del tutto grazie alla guida autonoma

SuperDuo

Non è proprio così. Nessuna delle cose di cui parli viene lasciata in spazi pubblici, con statistiche di furti altissime, esposta ai rischi che altre persone righino, sbattano, rovinino.

La casa una volta chiusa è ragionevolmente al sicuro. Idem lo smartphone in tasca. E comunque nessuno di questi richiede le spese folli di mantenimento di un'auto ( nemmeno la casa di proprietà)

Angelo Takayama

Che può essere violato in qualsiasi momento non credo, che si dovrà come si fa oggi combattere ancora di più contro hackers (lammers) è un dato di fatto, che tesla come qualsiasi altro produttore deve stare ancora più attento e perciò servono li aggiornamenti OTA per queste macchine che debbono stare constantemente aggiornate per limitare dei (buchi,falle) nel sistema è qualcosa di imprescindibile ed è li che vedremmo chi andrà avanti e chi non c’è la farà facilmente.

rsMkII

Eh no, qui ti sbagli! ;) Secondo te in questi studi non si considera il rapporto tra utilizzo effettivo di un dato mezzo e numero di incidenti? Guardare solo al numero effettivo di incidenti sarebbe r*dicolo, concordo, ma infatti non si guarda mai a quello! Figurati! Guarda questa tabella (presa a questo link: http://www.scienze-ricerche.it/?p=11199, il primo che ho trovato): https://uploads.disquscdn.c...

persson

leggi quello che ho scritto un po' più sotto, magari capisci di cosa parlo e cosa voglio intendere.

SuperDuo

Hai ragione ma per molti è una dipendenza e non riescono a immaginare la loro vita senza.

Quelli che per lavoro hanno necessariamente bisogno di un mezzo privato sono molto pochi rispetto al totale eppure le persone continuano a prendere l'auto per fare tratti da meno di uno-due km...

persson

si ma quello che pensi tu o penso io non conta, è quello che si preparano a fare ed il perchè te lo trovi già bello scritto nel titolo
"un mercato da 270 miliardi nel 2025"
che conta.
capito cosa volevo intendere prima?

Dwarven Defender

cit. "Andare a correre? E perché mai? Per esser colpito da un meteorite?"

rsMkII

Uhm, in effetti non piace troppo neanche a me detta così! Il top dev'essere una guida "offline" funzionante con al limite dati aggiuntivi condivisi (a mo' di alveare) per allertare il mezzo ma senza dargli direttive sul da farsi. Insomma, un allarme per le situazioni di emergenza in grado di prevenire un inconveniente e basta.

persson

ancora la storia dei morti dell'aereo e delle auto.
quante persone ogni giorno viaggiano in auto e quante in aereo?
stesso numero secondo te?
Quante di quelle persone che hanno in incidenti in auto muoiono e quante se ne feriscono... quante in aereo?

persson

faresti meglio a leggere quello che ti ho scritto sotto.

Ketty
rsMkII

Per me avere 100 morti all'anno causati da malfunzionamenti sarebbe un passo avanti incredibile rispetto all'averne 3000 causati da errori umani. Ma di sicuro per te no! Sarebbe da cestinare subito tutta la tecnologia presente e futura solo per quei 100 (ipotetici)?

persson

appunto, mettiamocene un altro ancora maggiore di fattore di rischio e siamo a posto.

persson

non invece non ne passa tanto, in questo momento sto terminando il corso di qualifica del conducente per patenti superiori e meno di un mese fa i miei docenti (istruttori di scuole guida) hanno avuto un corso di formazione dove illustravano il prossimo futuro (si parla del 2030) quando oltre 40 ADAS potrebbero essere resi obbligatori (due lo saranno già dal 2020), rendendo così i mezzi (pesanti compresi) a totale guida autonoma, ma la differenza principale con la guida autonoma che immaginavamo qualche anno fa è che grazie a reti come la 5G con grandi potenzialità di traffico dati ora non si pensa più ad una infrastruttura stradale istituzionale e gestita pubblicamente che "informi" i mezzi che vi viaggiano sopra ma bensì ad una serie di sensori in ogni singola automobile, la quale è di volta in volta interconnessa alle altre che si trova intorno e invia e riceve informazioni da loro che le permettono e permettono alle altre di auto-guidarsi.
questo è quello che "secondo i piani" potrebbe/dovrebbe succedere a breve e a me la cosa non piace affatto.

rsMkII

Non stai considerando la probabilità che succeda un evento. Io non la so, ma come per ogni cosa si deve valutare attentamente.
Un esempio: a naso fa molta più paura prendere l'aereo piuttosto che la macchina, no? Bene, prima della diffusione dei voli chiunque avrebbe detto "mettere la mia vita in una scatola di metallo lanciata in aria e dalla quale è impossibile uscire? Giammai!". Nell'aereo se capita un grave guasto muori al 99% e non hai nessun controllo sul tuo destino, così come nell'auto che guida da sola. Eppure ci sono moltissimi morti in auto se confrontati a quelli per incidenti aerei. Allora perché temiamo questi ultimi maggiormente? XD
Così come in "qualsiasi momento" può essere violato il sistema di cui parli, allora stesso modo in "qualsiasi momento" ci sono migliaia e migliaia di automobilisti chini sul cellulare, per non parlare di quelli ubriachi o peggio. Secondo me la soluzione non è impedire di guidare, bensì una patente che si interfacci con l'auto (per permettere o meno la guida manuale), e che sia MOLTO facile da perdere: ti beccano una sola volta con lo smartphone, bene, non puoi più guidare per 2 anni. E così via. Chi resterebbe a guidare sarebbero soltanto i "migliori", o meglio quelli più virtuosi.

Dwarven Defender

la mia preoccupazione per un telefono sono esclusivamente i dati... per il resto bel danno ma lo reggo senza problemi...

otto: esiste un modo per utilizzare android auto nell'infotainment che richieda necessariamente il collegamento via cavo? Non è che faccia così bene allo smartphone attaccarlo/staccarlo dalla carica.

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida

HDBlog.it

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Ford

Ford Mondeo Hybrid Vignale: wagon ibrida per risparmiare con la gamification | Video