Android Auto wireless: arriva il supporto su alcuni sistemi Kenwood

11 Maggio 2018 2

Android Auto senza fili inizia a diffondersi in maniera ufficiale, anche se per il momento solamente negli USA e solamente su alcuni sistemi di infotainment aftermarket. Aftermarket sì, ma di alto livello, perché la funzionalità wireless del sistema di mirroring di Google è appannaggio di impianti top di gamma come i nuovi Kenwood eXcelon Reference Series DNX995S e DDX9905S, eXcelon DMX905S e KENWOOD DNX875S and DDX9705S.

A bordo di vetture dotate di questi sistemi sarà possibile fare a meno del cavo USB: per visualizzare le app compatibili sul display di infotainment della vettura, infatti, sarà sufficiente la sola connessione Bluetooth.

Attualmente, tuttavia, la lista degli smartphone compatibili con questa nuova funzionalità è molto limitata, e comprende solo i dispositivi Google più recenti: Pixel 2 e Pixel 2 XL, Pixel e Pixel XL, Nexus 5X e Nexus 6P con sistema operativo Android 8.0 o superiore. In ogni caso, la versione di Android Auto deve essere la 3.1 o superiore. Per quanto riguarda la compatibilità con smartphone di altri costruttori, l'azienda ha comunicato che bisognerà attendere la release Android 9.0, distribuita a partire dall'estate su un numero limitato di smartphone top di gamma.

La lista completa, in aggiornamento continuo, è consultabile alla pagina https://support.google.com/androidauto alla voce "guida introduttiva ad Android Auto > Android Auto sul display dell'auto (wireless)".

L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 599 euro oppure da Unieuro a 899 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Claudio

Infatti c'è un errore nell'articolo, la novità sta proprio nell'usare il Wifi che permette, trasportando più dati del bluetooth, il mirror del telefono senza fili. La compatibilità sarà poi un problema legato alla versione di android, poichè Android Auto Wireless sarà disponibile solo su smartphone con Oreo o la versione 9.0 ed inizialmente solo i Pixel e Nexus di Google, lato vettura sarà richiesto un modulo Wifi per funzionare quindi tutti gli impianti senza Wifi sono tagliati fuori. Insomma ci vorrà ancora qualche tempo per avere una maggiore compatibilità con un numero maggiore di impianti e telefoni.

stiga holmen

Non ho mai capito perché funziona via bluetooth e non via WIFI che può portare molti più dati e consuma di meno, oltre ad essere compatibile con tutti gli smartphone in pratica (scegliendo gli standard giusti a, b, g, n, ac)

Audi

Audi Q5 40 TDI quattro 190 CV: recensione e prova su strada

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente