Infiniti: primi dettagli ufficiali del nuovo QX50

24 Novembre 2017 0

A pochi giorni dall'anteprima di Los Angeles, Infiniti svela le prime informazioni ufficiali sul nuovo SUV medio di lusso QX50, giunto alla sua seconda generazione dopo una carriera iniziata nel 2008 con la EX37 (poi diventata QX50). Oltre alla prima immagine ufficiale che ci mostra il design della vettura, Inifiniti ha diramato nuovi dettagli sull'innovativo motore VC-Turbo con rapporto di compressione variabile e sul sistema di guida semi-autonoma ProPILOT Assist.

VC-Turbo: un benzina che consuma come un Diesel

Partendo dall'elemento più innovativo che interesserà la gamma QX50 e, in seguito, tutti gli altri modelli del marchio giapponese premium, il nuovo motore 2.0 VC-Turbo 4 cilindri a benzina promette prestazioni paragonabili a quelle di un V6 con i consumi e la coppia di un buon diesel.

Questo perché il VC-Turbo è dotato di un rapporto di compressione variabile, a seconda delle richieste del conducente. Il sistema prevede un multi-braccio che continuamente alza e abbassa i pistoni nei cilindri per variare il rapporto di compressione. Un rapporto alto (nell'ordine dei 14:1) aiuta l'efficienza del motore, mentre uno basso (8:1) massimizza coppia e potenza.

Nel caso di QX50, il VC-Turbo sviluppa 272 CV e 380 Nm di coppia, consumando il 35% in meno rispetto al precedente V6 3.7. Un'efficienza che migliora del 30% in presenza della trazione integrale. In ogni caso il motore può contare sull'abbinamento con un cambio CVT a variazione continua, per un'erogazione della potenza praticamente costante.

Anteriore o integrale, ma sempre leggero

Il nuovo QX50 nasce da una nuova piattaforma modulare con motore e trazione anteriore di base, diverso quindi da quello a trazione posteriore della berlina Q50. Questo aiuta a contenere la complessità produttiva, migliorando lo spazio interno. L'architettura è costruita con un acciaio ad alto modulo (980 Mpa) e SHF (superformabile), che consente di essere plasmata in forme impossibili da ottenere con degli acciai tradizionali.Tale materiale, tuttavia, consente comunque un incremento della rigidità strutturale del 23% rispetto all'attuale QX50, pur pesando meno.

Guida quasi da solo, se vuoi

Per certi versi, la guida semi-autonoma in Infiniti non è una novità: da anni, infatti, il costruttore giapponese offre ai propri clienti sistemi di assistenza alla guida come il lane assist e il cruise control adattivo. Su QX50, il pacchetto di ADAS prende il nome di ProPILOT Assist e si arricchisce di nuovi sistemi che, come tiene a specificare il costruttore, sono pensati per offrire un aiuto al conducente, senza inficiare sul piacere di guidare una Infiniti.

Il conducente, dunque, rimane al centro di un'equazione che ora comprende un assistente di corsia che gestisce autonomamente lo sterzo, i freni e l'acceleratore, consentendo al conducente di guidare in totale relax e sicurezza semplicemente premendo un pulsante.

Powerful Elegance alla sua prima applicazione

Il design di QX50 (di cui per il momento possediamo una sola immagine), rimane fedele a quello di QX50 Concept e QX Sport Inspiration, che seguono i dettami del corso stilistico Powerful Elegance della casa: un design organico, fluido e ricco di sfaccettature, in abbinamento ai dettagli "forti" tipici di un crossover.

QX50 offre una maggiore altezza da terra e una superficie vetrata incrementata, per migliorare la visibilità e la sensazione di sicurezza. Nonostante questo, grazie al design aerodinamico, il coefficiente di penetrazione è diminuito rispetto al QX50 precedente.

Dentro, infine, Infiniti preannuncia una rivoluzione che abbraccerà la plancia, più minimalista, con design asimmetrico. A migliorare è lo spazio, con un bagagliaio che spazia tra i 895 litri e i 1.048 litri, che diventano 1.699 litri con i sedil posteriori abbassati.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini