Le auto elettriche inquinano molto meno di quelle diesel, dice l'Università di Bruxelles

25 Ottobre 2017 21

Sono in molti a sostenere che l'auto elettrica non sia la soluzione di tutti i problemi di inquinamento del mondo. Hanno ragione. Produrle inquina. Trasportare loro o i componenti da una parte all'altra del globo inquina. Anche loro si rompono e necessitano di pezzi di ricambio, generando spazzatura che, nel lungo periodo, inquina. E produrre energia elettrica inquina.

Un recente studio dell'Università di Bruxelles, tuttavia, indica che sono quanto meno un grande passo nella direzione giusta. La ricerca, commissionata dall'organizzazione non governativa europea Transport and Environment, ha evidenziato che da qui al 2030 il loro ciclo vitale completo (che include quindi anche l'inquinamento derivato dalla produzione) emetterà circa la metà dei gas serra del ciclo vitale completo di un'auto con motore diesel, in media.

È chiaro che il risultato finale varia molto in base a come viene prodotta l'elettricità per caricarle. Per esempio in Svezia, che è uno dei paesi più avanzati in materia di rinnovabili ed energia pulita, le emissioni arrivano a ridursi di ben l'85 per cento; ma anche in Polonia, che ancora si basa moltissimo sul carbone, la CO2 scende di circa il 25 per cento.


L'immagine qui sopra ci aiuta anche a capire quali siano le fasi più critiche per ogni tecnologia. Per le auto a gasolio le maggiori emissioni si verificano nella fase cosiddetta "dal pozzo al serbatoio", che include l'estrazione, raffinazione e distribuzione del carburante.

Per le auto elettriche, invece, il grosso delle emissioni avviene nella fase "dal serbatoio alla ruota", ovvero la guida vera e propria dell'auto. Notate come diminuiscono drasticamente quando le fonti di energia sono prevalentemente rinnovabili, come nel caso della Svezia (penultima a destra). In Italia andiamo notevolmente meglio che in Polonia, ma altrettanto peggio che in Svezia. Insomma, siamo nel mezzo, appena sopra alla media generale europea.

Resta poi la questione, da sempre spinosa, della produzione delle batterie agli ioni di litio e dei motori, che notoriamente costringe all'impiego di materiali "difficili" come litio, cobalto, nichel, grafite e altre terre rare. La rappresentante italiana di Transport & Environment, tuttavia, dice che "la sostenibilità di questa tecnologia potrà solo migliorare, grazie a un mix energetico sempre più verde e ai progressi tecnologici nella produzione delle batterie, al loro riuso e riciclo”. Ad avvalorare la sua tesi allega questa serie di slide, secondo cui la disponibilità di materie prime non sarà un problema per moltissimo tempo - 185 anni, nel caso del litio.

Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 147 euro.

21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
azi_muth

Infatti non è affatto scontato...

Name

Parlavo principalmente a livello di risonanza: se la lega non fosse salita sul carro di berlusconi, oggi dubito che avremmo un salvini che viene tanto "considerato".
O almeno, forse verrebbe ugualmente considerato ma come un poveraccio!

ermete74

Be non è che abbia raggiunto risultati esaltanti.
Secondo gli ultimi sondaggio la lega è intorno al 15%.
Anche forza italia, non ricordo se questo sia l'ultimo nome perché ne ha cambiati tanti, mentre le persone che lo compongono sono sempre le stesse, sono anch'essi intorno al 16%, ridicoli rispetto ai valori di una volta.

Eros Nardi

L'inquinamento è il danneggiamento dell'ambiente non quanto spreco avviene in caso di scarsa resa..
Oppure stai dicendo che utilizzare con poca resa 1kw di energia idroelettrica inquina di più rispetto ad usare con ottima resa 1kw di energia ottenuta bruciando carbone?

Name

Infatti con ignoranza e la questione lega intendevo proprio che la cosa viene strumentalizzata, dubito seriamente che il 90% dei veneti nutra voglie separatiste, però vuoi per il periodo, vuoi per la strumentalizzazione politica, unito il tutto all'ignoranza di chi si ferma a quel che sente in tv e non si informa ulteriormente, si ottengono certi risultati.
Non saprei cosa sia peggio tra lega e berlusconi onestamente, considerando che il primo ha avuto vita ancor più facile in quanto alleato del secondo! Se non ci fosse stato berlusconi, probabilmente la lega sarebbe rimasta relegata alla sua piccola nicchia.

ermete74

Non dimenticare l'ignoranza nel tuo discorso nel quale i politici strumentalizzano le masse a loro uso.
Tutti noi siamo ignoranti in qualcosa, come lo sono state le persone che hanno deciso gli esiti dei due ultimi episodi di valenza mondiale, le brexit prima e le elezioni in america.

Name

Sono totalmente d'accordo con te per quanto riguarda i politici!
Salvini sono 20 anni che sta in politica senza mai aver fatto nulla, personalmente sono d'accordo con l'utente, mi pare fosse Danny o Luca, che nell'articolo sul referendum in veneto e lombardia diceva che la lega andrebbe sciolto come partito! Sono anni che campano approfittando di quella schiera di persone (che preferisco pensare siano poche) si sentono davvero padane e non italiane, odiano i "t3rroni, gli immigrati, applaudivano il volersi pulire con la bandiera, il cel'ho duro ecc. Da lì, purtroppo, il malessere diffuso e la propaganda porta a dimenticarsi le cose fatte da alcuni (ristrutturazione delle case private, l'acquisto di terreni, le feste in cui sì dai cambia i tuoi soldi per il soldo padano che varrà solo questo salvo poi ritrovarti con soldi finti che nessuno accetterà più al termine della festa, ecc) e dando fiducia alle parole di questi estremisti ritardati.
Per questo ritengo che lasciare il potere all'europa sia sbagliato (anche perchè ripeto, europa quale? chi? se io non posso aprire un'indagine su chi gestisce i soldi che io sono obbligato a dare del fondo salva stati, dov'è la libertà? semplicemente smetto di essere succube di berlusconi, renzi e salvini e divento succube di un'entità totalmente ignota!), bensì si debba proprio andare a sviluppare il nazionalismo!
Basta farsi un giro su facebook o su youtube là dove si parli di Italia ed altre nazioni, per leggere la solita sfilza di commenti in cui l'italiano chiede perchè lo straniero abbia deciso di lasciare Inghilterra, Francia, Germania per venirsene nell'Italia fallita, lancia l'allarme dell'abbandonare la nave perchè l'Italia è bella che affondata e cosa me ne frega a me di restare per risollevarla molto meglio andarmene altrove che mi accettano a braccia aperte e non aspettano che me ecc.

ermete74

Ti faccio un altro esempio.
La Germania è diventata la quarta potenza del mondo, se non ricordo male, sicuramente per la loro mentalità ma nell'ultimo ventennio hanno migliorato tantissimo con l'unificazione della parte est che era parecchio arretrata.
Hanno spinto sugli investimenti pubblici.
Da noi si potrebbe fare la stessa cosa investendo al Sud, ma come hai scritto tu e come la penso io dobbiamo prima fare l'unità d'Italia nella testa delle persone.
Purtroppo altre ai popoli do la colpa ai politici, in primis i nostri e poi quelli europei che non vogliono rinunciare alla loro sovranità.
Prova ad immaginare i vari Salvini, Renzi o Berlusconi cosa dovrebbero inventarsi per campare se le decisioni andrebbero prese in Europa.

Name

Mah, sicuramente sotto questo aspetto hai ragione, ma se consideriamo che abbiamo ancora cogl1oni che nemmeno si sentono italiani e vogliono staccarsi, così come altri che non si sentono spagnoli (e sicuramente, anche se in forma più lieve, questo genere di cose esistono anche altrove), un regno unito che ha deciso di uscirne, come puoi pensare che si possa diventare come gli usa?! A me sembra assai complicato!

Inoltre direi che se mai si dovesse fare ciò, bisogna essere tutti allo stesso livello! In più ci sono questioni come il fondo salva stati che è un costo ma in cui non si sa precisamente a chi vanno questi soldi e non è nemmeno possibile intervenire con le dovute indagini (per l'Italia, la Germania ha rifiutato gli accordi accettati da noi invece), senza contare che questa "assicurazione" i soldi li prende e dopo se ne hai bisogno te li presta soltanto e devi restituirglieli con un tasso!
Insomma... Non è proprio l'UE che auspico io!

Mattia Righetti

E vincolo il premio "Dì qualcosa di scontato" di oggi

camo

tra l'altro un altro degli innegabili vantaggi è poter spostare la fonte dell'inquinamento al di fuori delle città e volendo pure al di fuori di zone particolarmente sensibili al problema, come la pianura padana. Eviteremmo così foto poco lusinghiere come quelle dei giorni scorsi. Vedremo, finalmente sembra che qualcosa si stia muovendo sull'elettrico.

camo

game-set.incontro! :)

Qubit

La fuga dei cervelli.

ermete74

Io invece penso che sia l'unica soluzione per sfidare colossi come la Cina, India e l'America.
Abbiamo creato un mercato unico immenso con l'utilizzo dell'euro.
Secondo fonti del sole24ore nel 2015 il Pil dell’Ue ha rappresentato il 23,8% del Pil del pianeta, superando di poco il 22,2 degli Stati Uniti e di gran lunga il 13,4 della Cina.
Pensa tu cosa sarebbe una ue realmente unita.
Ma penso che se mai si arriverà a questo ci vorranno ancora decenni su decenni.

Riccardo Piccinato

Evidentemente stai confondendo le cose. Le auto elettriche NON consumano meno nel senso più comune del termine. E quindi NON inquinano meno. Semplicemente emettono meno polveri sottili e meno gas.
Per scoprire quale sia meno inquinante in senso assoluto, basta sapere il motore più efficiente in termini di combustione e resa in un caso, sviluppo e resa nell'altro.

Commentatore

Nel 2015 uno studio analogo fatto in USA era già arrivato alle stesse conclusioni: "Cleaner cars from cradle to grave" della Union of Concerned Scientists.

Ma questo non ha impedito a tanti ignoranti haters di attaccare le elettriche con dicerie e luoghi comuni completamente falsi.

Che questa sia la volta buona per zittire le solite sterili critiche infondate?

Name

Personalmente sono abbastanza contrario a rinunciare alla sovranità per l'UE sai?
Comunque si scherza ma in realtà la trovo una ricerca doverosa perchè così come oggi vicini al 2018 c'è ancora gente che va dietro a salvini, allo stesso modo c'è gente che "non è vero che le auto elettriche non inquinano, e la produzione? e lo smaltimento? non è vero che le batterie le riciclano!", quindi almeno avere una ricerca seria che in parte va ad accertare certe cose fa comodo!

ermete74

Purtroppo fin quanto gli stati membri non rinunciano alla loro sovranità l'eu non può far altro che dedicarsi a questioni ridicole come queste, oppure alla dimensione delle cozze da pescare e via dicendo.

Name

Voci dicono che la prossima ricerca a cui stanno lavorando riguarda l'acqua, che a parer loro è umida! Ci sarà da reggersi forte eh!

Maurizio Mugelli

dipende da che tipo di materia allo stato solido compari con che materia allo stato gassoso eccitato compari

Zimling

Uno studio di Zurigo conferma che la temperatura del ghiaccio è minore di quella del fuoco se messa a confronto.

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve

Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS