Volvo, in America il primo impianto per le sole auto elettriche

29 Giugno 2021 3

Volvo ha un ambizioso piano legato all'elettrificazione del suo parco vetture. Già sappiamo che intende diventare un marchio solo elettrico nel 2030. Proprio per questo sta lavorando per portare avanti una serie di progetti che sono indispensabili per arrivare a questo traguardo. Per esempio, dovendo lanciare sul mercato un numero crescente di modelli elettrici, il costruttore ha bisogno di un maggiore numero di batterie. Per tale motivo, il marchio ha deciso di creare una joint venture con Northvolt per creare una fabbrica che si occuperà della produzione degli accumulatori.

Stabilimento che sarà costruito in Europa. Adesso, Automotive News Europe ha anticipato un nuovo tassello del piano di Volvo. La casa automobilistica intende trasformare la sua fabbrica di Ridgeville, in Carolina del Sud, nel suo primo impianto dove produrre esclusivamente auto elettriche.

SOLO PER IL MERCATO AMERICANO

Attualmente, in questo sito viene prodotto il modello S60 ma dal prossimo anno sarà costruito il nuovo SUV elettrico Polestar 3, come era già stato annunciato poco tempo fa. All'interno di questa fabbrica sarà anche prodotta la nuova XC90 elettrica che potrà contare su avanzati sistemi di sicurezza grazie alla presenza del LiDAR. Successivamente, ma non è ancora stato ufficializzato, nella fabbrica della Carolina del Sud potrebbe venire assemblata pure la futura XC60 elettrica, il primo modello del costruttore a disporre delle batterie prodotte grazie alla joint venture con Northvolt.

L'aspetto interessante è che Volvo adotterà un approccio "costruisci dove vendi". In altre termini, tutto quanto sarà prodotto all'interno dello stabilimento sarà venduto prevalentemente all'interno del mercato americano. Lo stabilimento di Ridgeville non è pensato quindi per diventare un grande hub per l'esportazione anche se potrà contribuire in maniera flessibile alle eventuali richieste degli altri mercati.

Una scelta che dovrebbe permettere di rendere maggiormente redditizie le auto visto che si andranno ad abbattere i costi di trasporto. Ridgeville diventerà quindi un pezzo molto importante della strategia di elettrificazione di Volvo. Si ricorda, infine, che domani il costruttore terrà l'evento Tech Moment in cui condividerà maggiori dettagli della sua strategia tecnologica. Appuntamento in cui potrebbe essere pure detto qualcosa di più sui nuovi modelli a batteria in arrivo.


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vae Victis

Di svedese c'è rimato poco, tutti i nuovi investimenti Volvo sono stati fatti in Cina.
Il problema è che se gli USA bloccassero le importazioni fotterebbero anche GM e Tesla (che hanno le fabbriche in Cina). Quindi non credo che potranno fare più di tanto nel breve termine.

giovanni

Volvo è svedese ma di proprietà della cinese Geely, potrebbero esserci problemi.

Molti interpreteranno la frase così:

Volvo, in America il primo impianto per le sòle auto elettriche


:D

Auto

Kia UVO, 5 cose da sapere | Prova infotainment su Kia XCeed Plug-in Hybrid

Auto

Arrival Van: furgone elettrico che cambia tutto. Tesla dei veicoli commerciali? | Video

Auto

Nuovo Mercedes-Benz Citan, van compatto ma spazioso | Recensione

Auto

Tesla Model Y, i consumi reali sorprendono nel nostro test: autonomia e noleggio