Volkswagen immagina un'ambulanza a guida autonoma sulla base dell'ID.Buzz

13 Ottobre 2021 20

Volkswagen si immagina un futuro in cui nelle città ci saranno molte navette autonome che porteranno in giro le persone. Il costruttore tedesco è tra i protagonisti dell'ITS World Congress di Amburgo 2021 dove ha ribadito la sua strategia per la mobilità delle città. Come sappiamo, insieme a MOIA e ARGO AI, sta testando un servizio di ridesharing autonomo basato sul nuovo van elettrico ID.Buzz. Tuttavia, le possibilità di utilizzo di questo veicolo a guida autonoma vanno ben oltre il semplice trasporto delle persone. In occasione della manifestazione, il costruttore tedesco ha rilasciato un breve filmato in cui mostra come potrebbe evolvere la mobilità cittadina e come potrebbe essere utilizzato il suo ID.Buzz.

All'interno del video appaiono diversi "concept" basati sul van. Il più interessante è probabilmente quello che vede l'ID.Buzz trasformato in un'ambulanza autonoma. L'autista non è ovviamente presente e tutto lo spazio a bordo è utilizzato per gestire i malati e le attrezzature mediche. Purtroppo non sono stati condivisi dettagli specifici del veicolo.

Oltre all'ambulanza, Volkswagen fa vedere nel filmato altri modi in cui potrebbe cambiare in futuro la mobilità grazie al suo ID.Buzz a guida autonoma. Il van elettrico viene utilizzato anche come taxi, come furgone per le consegne e come una sorta di ufficio mobile. Il marchio tedesco fa sapere che gli interni delle navette (tappetini e rivestimenti delle porte, per esempio) sono stati pensati per essere realizzati principalmente attraverso l'utilizzo di materiali riciclati.

I designer del marchio tedesco hanno sottolineato che il loro lavoro sarà quello di analizzare le esigenze delle persone e studiare diversi casi d'uso, per definire gli ambienti dei nuovi veicoli. Il futuro della mobilità per Volkswagen passa, dunque, per un utilizzo di queste navette a guida autonoma. I piani di sviluppo del progetto di ridesharing prevedono il lancio in alcune città tedesche, tra cui anche Amburgo, a partire dal 2025.

Sarà quindi molto interessante seguire lo sviluppo di questo progetto. L'ID.Buzz dovrebbe debuttare, nella versione di serie, il prossimo anno. Per il momento, precise specifiche tecniche non ce ne sono anche se dovrebbe essere proposto con diversi livelli di autonomia. Il van elettrico dovrebbe essere commercializzato sia per uso passeggeri sia come veicolo commerciale.


20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dark!tetto

https://uploads.disquscdn.c...

spicchio

pare il van di scooby doo

ACTARUS
antonio della corte

Si, ma sai in Germania sono sempre oltre, non abbiamo manco ancora la guida autonoma per auto normali che loro pensano di adottarla per le ambulanze......

antonio della corte

La stronzata del secolo, visto che l'ambulanza cerca di schiavare ogni ostacolo.

Fandandi

E' un concept, ce ne sono di anni fa in cui la macchina si guida con un'interfaccia neurale, non vuole dire che arriveranno a breve.

comatrix

Mai detto che sarà così per sempre, ma la cosa no si farà in breve periodo.
La guida autonoma, intesa come soccorso, ha anni luce ancora di sviluppo affinché potrà diventare come tu la descrivi, qui già pubblicizzano il fattore soccorso quando, realisticamente parlando, è una mera caxxata da marketing

Fandandi

A me sembri tu che conoscendo il mondo del soccorso di oggi dai per scontato che sara' cosi per sempre e quindi non potra' funzionare.
Se immagini un futuro in cui la guida autonoma e' su tutti i veicoli l'ambulanza andrebbe nettamente piu' veloce senza un "pilota", potrebbe avvertire tutte le macchine lungo il percorso che si sposterebbero per lasciare spazio, troverebbe strada libera dall'ospedale al paziente e vice versa.
Ovvio che se invece immagini di sbattere per le strade di roma un'ambulanza con sopra due sensori allora non funzionera' mai...

comatrix

Sei sicuro di ciò che stai dicendo?
Ti vorrei far venire con noi in ambulanza per una settimana, poi credo che cambieresti idea circa la guida autonoma, vedendo la realtà di cosa succede in strada (vuoi un esempio banale? L'ambulanza che si spegne quando stai fermo ad un semaforo perché il sistema ha uno Start & Stop, ma ti pare?).

P.S. Sono in era paleolitica sotto questo aspetto sulla guida utonoma

comatrix

Grazie mille per il supporto ^_^

Questi no sanno di cosa parlano probabilmente, non hanno idea di cosa e come si svolge un intervento su strada e non sono consapevoli di cosa ci sia da affrontare (ogni servizio e quasi una cosa a se stante, e no parlo della persona su cui intervenire, ma sula tragitto per recarsi al target, ci sono millemila cose da valutare ed 4 occhi da avere sulla strada, intuire cosa fare e cosa gli altri potrebbero fare ancor prima che accada, si definisce essere proattivi, concetto sconosciuto ad un sistema)

comatrix

Hi hi hi, son curioso proprio di vedere come faranno hi hi hi, davvero....

Surak 2.04

A parte che le rotonde sono state inventate per venire incontro ai difetti umani, oltre che ricco bacino di quattrini pubblici per quei parassiti dei Comuni, ma poi nessuno parla di oggi, ma si spera di domani.. non troppo in là

Surak 2.04

Vabbe', come in ogni altra situazione ci saranno situazioni diverse e valutazioni varie. Probabilmente a breve vedremo anche eli-ambulanze autonome, magari dove caricare il ferito dal posto assurdo e portarlo lì vicino all'ambulanza autonoma superattrezzata se necessario o sufficiente, posta questa dove è comodo arrivare (immagina tipo quello caduto in un burrone nel bosco, lo porti alla prima radura, lo carichi e lo trasporti all'ambulanza meglio attrezzata in fondo alla collina...per dire.
Sganciarsi dal persona addetto "in più" permetterà molta più flessibilità nello scegliere come meglio organizzarsi (per capirsi, se hai mezzi volanti autonomi, li puoi mettere ogni tot.. pure fermi per mesi, e ti costa poco, ma se dovessi farlo con gli addetti sarebbe un costo insostenibile. Vale un po' lo stesso con le ambulanze. Le vedi spesso ferme vicino agli ospedali in attesa che gli addetti tornino, dato che partono tutti dallo stesso posto e devono tornarci.
Ambulanze autonome possono ripartire ed andare dove serve, quando gli addetti si sono "liberati" ne prendono una per tornare in sede... ad esempio.

Nyles

Si poi dettagli che ancora non sono in grado di fare le rotonde con la guida autonoma... Fa risparmiare miliardi al sistema sanitario :S

mister x

se è un mezzo per portare l'anziano a fare la visita di controllo ok, ma la vedo dura utilizzare una guida autonoma per raggiungere e avvicinarsi più in fretta possibile al luogo dell'incidente.

Surak 2.04

Buonanotte, anche se qui sono le 16 circa

Luca Lindholm

Seh, buonanotte.
Tutto questo nel 2100!

Per ora è meglio che ci sia gente come il comatrix a fare 'ste cose.

Surak 2.04

Beh, si suppone che le altre auto o, meglio, navette siano altrettanto autonome quindi già di fatto avresti meno traffico e parecchio, inoltre se è urgente possono adeguarsi a far passare l'ambulanza (meglio di come facciano gli umani) e ovviamente avrebbero anche il controllo dei semafori (questo è a prescindere dall'essere ambulanza o meno). Restano i pedoni, che comunque in mezzo alla strada non dovrebbero starci di loro e tanto meno se sentono sirene spiegate.
Per quello che si ostina a prescindere, servirà una buona "guida autonoma"

Surak 2.04

Ok, è un'opzione nemmeno troppo bisc-era!
Togliere la guida per aumentare lo spazio di un'ambulanza, ha senso e non poco

mister x

ma le ambulanze non sono quei mezzi che devono andare più veloci che possono, fare zig zag tra le auto e pedoni, passare col rosso...

Elettriche

Monopattini elettrici, in arrivo nuove regole: indicatori di svolta obbligatori

Auto

I pericoli che non ti aspetti in tema di sicurezza, hacking e ricarica auto elettriche

Economia e mercato

Crisi dei chip e ritardi consegne auto nuove in Italia | Risultati sondaggio

Auto

Gomme invernali, quando si cambiano. Regole e sanzioni