Volkswagen ID.3: al via gli ordini in Italia | Allestimenti e prezzi

22 Luglio 2020 170

Volkswagen ID.3 può essere finalmente ordinata anche in Italia presso tutte le concessionarie del marchio tedesco. Dopo la versione speciale 1ST, è arrivato il momento delle altre varianti dell'elettrica. Come già emerso qualche giorno fa, i clienti potranno optare tra 7 configurazioni e 2 pacchi batteria. Contestualmente, sarà possibile ordinare anche l'ID. Charger, la wallbox per le ricariche casalinghe.

ALLESTIMENTI E PREZZI

Le prime sei configurazioni (Life, Style, Business, Family, Tech e Max) sono basate sulla ID.3 Pro Performance che offre un motore da 150 kW (204 CV) e 310 Nm di coppia. La batteria è da 58 kWh effettivi per un'autonomia sino a 426 km secondo il ciclo WLTP (Qui la guida). Le consegne, in Italia, inizieranno nei primi mesi del 2021. La dotazione base include, tra le altre cose, App-Connect, navigatore satellitare con calcolo ottimizzato sulla base dell’autonomia, Climatronic, cruise control adattivo ACC e ricarica induttiva dello smartphone. Tra gli accessori la pompa di calore che permette di ridurre i consumi dell'impianto di climatizzazione.

Parlando di prezzi, a 38.900 euro c'è la ID.3 Life la cui dotazione include anche volante e sedili riscaldabili e due porte USB-C aggiuntive. Invece, a 42.900 euro c'è la Style che offre di serie pure proiettori LED Matrix IQ.LIGHT, LED posteriori con indicatori a scorrimento e tetto in vetro panoramico. A questo stesso prezzo c'è la versione Business che si caratterizza per proiettori LED Matrix IQ.LIGHT, vetri posteriori oscurati, pacchetto Comfort, pacchetto Assistenza con telecamera posteriore di parcheggio e accesso senza chiavi Keyless.

La versione Family a 43.900 euro prevede proiettori LED Matrix IQ.LIGHT, tetto panoramico in vetro, climatizzatore automatico Air Care a 2 zone, pacchetto Assistenza con telecamera posteriore di parcheggio e accesso senza chiavi Keyless. ID.3 Tech a 45.900 euro include di serie proiettori LED Matrix IQ.LIGHT, Travel Assist, Side Assist ed Emergency Assist, oltre a head-up display con realtà aumentata AR e impianto stereo premium. La configurazione Max a 48.200 euro aggiunge sedili elettrici regolabili a 12 vie con funzione massaggio, sterzo progressivo e Dynamic Chassis Control DCC.

La settima versione, la Tour a 48.900 euro, è differente in quanto è basata sulla ID.3 Pro S a 4 posti con batteria da 77 kWh (capacità effettiva) e autonomia sino a 549 km secondo il ciclo WLTP. La dotazione di serie prevede head-up display con realtà aumentata AR, impianto stereo premium, proiettori a LED Matrix IQ.LIGHT, pacchetto Comfort, pacchetto Assistenza che include tutti i sistemi di assistenza alla guida, oltre a cerchi in lega da 19 pollici.

Volkswagen conferma pure che il modello Pure, quello base con autonomia di 330 km al prezzo di circa 30.000 euro, arriverà nel corso dei prossimi mesi. In Italia è già stato aperto il configuratore che permette di personalizzare la propria ID.3.

CONFIGURATORE VOLKSWAGEN ID.3


170

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tony Musone

- Ripeto, le emissioni non sono solo quelle legate alla produzione e all'anidride carbonica, ma anche a tutti gli scarti della combustione prodotti durante circolazione, ancora peggio se circoscritte alle aeree urbane.
- Breaking news. Qualsiasi automobile se "usata poco e niente" ha un impatto mostruoso.
- "Sulle brevi percorrenze" l'efficienza e l'inquinamento dei motori a scoppio è ridicola rispetto a una elettrica.
- Immagino che per te come per molti, l'auto elettrica sia solo Tesla, ma per esempio c'è chi in Lombardia una e-up! l'ha pagata 8 mila euro, invece oggi, in tutta Italia rottamando un'auto, costerebbe 13.531 euro. "eh"

Unchimico

Ma invece si che ha senso, perché si parla di emissioni.
Comprare nuovo comporta SEMPRE un maggiore impatto ambientale, e per quanto piacerebbe anche a me avere solo mezzi di trasporto elettrici intorno, in questo momento, con l'impatto ambientale che comporta la produzione delle auto elettriche, se l'auto la usi poco e niente l'elettrico non ha nulla di realmente ecologico.
Si spera che questo cambi, è quello su cui lavoro io (e tantissima altra gente molto più qualificata di me) ma per ora così è.
Quanto a tutta la discussione, mi dispiace se ho frainteso parte di quello che hai scritto ma facevo un discorso di emissioni globali, che SULLE BREVI PERCORRENZE non sono purtroppo ancora a favore dell'elettrificazione. Poi io se avessi i soldi l'auto elettrica la comprerei subito, eh.

Tony Musone

- Al punto 1) hai scritto "si parla di nuovo su nuovo" e io ti ho risposto "E perchè mai dovresti confrontare le pere con le mele?". Intendendo dire che non avrebbe alcun senso confrontare un'auto vecchia con una nuova, tanto più se l'auto vecchia è una vecchia diesel.

... lavoro anche nel settore! Però da scienziato nel settore mi fa fastidio quando si spaccia la mobilità elettrica come panacea di tutti i mali

Se lavori nel settore, ti definisci pure scienziato e ti senti infastidito per qualcosa che non ho mai scritto, pensa come possa sentirmi infastidito io, sebbene non lavori e non sia uno scienziato del settore.

p.s.
In città, il mio principale, se non unico, mezzo di trasporto è la bicicletta e se proprio devo essere circondato da mezzi a motore, sia pubblici che privati, preferisco siano elettrici.

Unchimico

Dove starei confrontando mele con pere?
Io sono per la mobilità elettrica, voglio comprarmi la macchina elettrica e lavoro anche nel settore! Però da scienziato nel settore mi fa fastidio quando si spaccia la mobilità elettrica come panacea di tutti i mali: rischi e problemi ci sono, a cominciare da produzione e smaltimento per arrivare alla stabilità della rete elettrica, e in ogni caso se si vuole investire in mobilità sostenibile si dovrebbe investire in trasporto pubblico, non certo un quello privato.

mitico303

super vantaggioso ovviamente rispetto ad un finanziamento normale, perché mi da più libertà e viste le mie esigenze/possibilità. Chiaro che è tutto proporzionato, un finanziamento di per sé non è mai un vantaggio visto che ci paghi gli interessi.

Connor RK800

Porsche e Piech (52% complessivo tramite la holding di famiglia) e al Land della Bassa Sassonia (20%); la holding del Qatar controlla il 17% e ai soci di minoranza resta poco più del 10%.

Anche gli agnelli si sono piegati e Mussolini

Quindi?

Public company, hahaha

É più famigliare quella che alcuni clan di mafiosi...

Connor RK800

Perché ci sono ancora i colonnelli nazisti a capo di ww?

I nipoti in una public Company?
Ahahah

Li conosci i "capi"di vag? I colonnelli delle ss sono poi andati tutti a lavorare alla vw... É non come dipendenti. Fino a poco fa c'era ancora uno al comando della vw. Ora sono i nipoti che gestiscono tutto.
Non sto scherzando!
E i sistemi usati non sono tanto diversi rispetto a 80 anni fa. Ai tempi intossicavano gli ebrei, ora tutti gli europei. Mentono su tutti i dati dichiarati e hanno lobby per corrompere l'impossibile.

Connor RK800

Il riferimento era a nazisti

teo

Hai un officina VW ??

teo

Che schifo essere mediocri perché non puoi comprare un cesso elettrico VW ???? Ma stai scherzando cosa ?!?!

teo

No purtroppo le auto diesel emettono meno CO2 di un benzina ... Vedi con gli incentivi che tante auto benzina sono tagliate fuori per il limite di 110g. Il problema del diesel è il particolato e nox

teo

Assolutamente no ... E con 10k km anno hai seri problemi con il fap

teo

Super vantaggioso chiaramente non può essere ... VW cmq deve guadagnare no ?!

teo

Solitamente queste formule sono meno convenienti in termini economici (ti costa per forza qualcosa in più, VW deve pure guadagnarci no?!) Ma ti tolgono di mezzo tutte le problematiche riguardo manutenzione e cambio auto. Ma risparmiare no quello no

Gv83

Pesa 1.7 tonnellate. Dopo 4 anni si cambiano le sospensioni.

sgarbateLLo

Ma di gran lunga

Tony Musone

1. E perchè mai dovresti confrontare le pere con le mele?
2. Non trovo il commento a cui ti riferisci, ma considerare 30 mila km il ciclo vitale di un'auto è semplicemente ridicolo.

Ripeto, la CO2 non è l'unico parametro da tenere in considerazione, considerato che i motori a scoppio liberano nell'ambiente (a livello strada) soprattutto in quello urbano abitato da milioni di persone e solitamente con poco ricambio d'aria a causa dell'effetto canyon dei palazzi, gas molto nocivi.

Invece riguardo alle batterie, oltre al riciclo c'è anche il riuso (entrambi scenari impossibili per un carburante combusto) per esempio per lo stoccaggio di energia residenziale o aziendale da fonti rinnovabili.

E comunque, in Italia avremmo solo vantaggi nel passare alla mobilità elettrica.

marco

Tra l'intero sistema - servizio Tesla c'è un'abisso rispetto a questa che è il primo approccio elettrico vero di VW... per favore...

MatitaNera

Ero ironico...

Unchimico

Beh, perché le Tesla sono tutti modelli vecchiotti ormai, immagino.
Per dire, è di serie sulla Zoe, a 25.000€!

Unchimico

Mi sa che la risposta che avevo scritto non te l'ha mandata....
Comunque, nessun complotto, c'è scritto anche nel tuo link, se vai al paper a cui fa riferimento: è vero, l'auto elettrica *in tutto il suo ciclo vitale* è molto meno insostenibile dell'auto benzina/diesel, ma: 1) si parla di nuovo su nuovo 2) si parla di un ciclo vitale di 200.000km.
gabrimazzo parlava di farci 30.000km nel ciclo vitale, ed ecco li che la produzione diventa improvvisamente più importante del consumo nell'emissione di CO2.
Poi dipende anche da come la fai la LCA, in genere tutti gli studi sono più o meno concordi che dai 200.000km in su le elettriche sono meno orribili per l'ambiente di diesel e benzina in tutti gli energy mix europei, ma quale sia il punto in cui lo diventino dipende da molti fattori, a cominciare dall'impostazione della Life Cycle Analysis (ad es.: consideri anche altro impatto ambientale? come consideri lo smaltimento delle batterie?) e dal ciclo vitale dell'auto considerato.

mauro_pr85

Non so bene, ma mi pare che nn è presente in tutte le macchine elettriche nemmeno come optional, per lo meno nn sulla tesla esclusa la model y.

Unchimico

20mila, visto che avevano pubblicizzato la base (che non venderanno comunque fino al 2021) a 30K.

Unchimico

Eh già, perché Tesla te la farà pagare pochissimo!

Unchimico

Assurdo che la pompa di calore non sia di serie!Anche perché questo significa che d'inverno e d'estate i consumi, la velocità di carica e il ciclo vitale della batteria si riducono tantissimo, praticamente questa macchina è la versione elettrica del dieselgate!

Unchimico

Sarei d'accordo se avesse la batteria long range e i freni a disco... ma non è così.

Unchimico

Ci rientrano tutte anche full optional, il tetto è a circa 61.000€ IVA inclusa.

Unchimico

Alla fine è tutto li il problema, fossero stati 40/45 con gli ecoincentivi a 10K si poteva fare, ma così....
Poi ci sono cose che non mi vanno proprio giù, tipo i freni a tamburo posteriori (su una macchina da 50K e 200CV!!!), l'impossibilità di mettere un gancio di traino (ho una bici elettrica, che mettere sul portabici sopra è faticosissimo) e la pompa di calore per la batteria come optional su tutta la gamma (la Zoe ce l'ha di serie!)

Unchimico

Di lato mi piace molto, in realtà, ma si, davanti è brutta forte.

sgarbateLLo

avrebbero dovuto racchiuderla in una forma meno da giocattolo a mio parere

Mattia Alesi

Aggiungiamo anche interni pessimi e aspetto estetico ridicolo

Vae Victis

Ma almeno la Golf ha fatto uno straordinario test dell'alce

ROTFL

mitico303

Chiaramente dipende da offerta a offerta, come giustamente dici. Nel caso di Volkswagen l'anticipo lo decidi tu e di conseguenza cambia la rata dei primi tre anni. Ovviamente uno deve valutare il chilometraggio, altrimenti non conviene. Io l'ho fatto e per è stato super vantaggioso, ma non è detto che lo sia per tutti.

Giulk since 71'

Beh un argomento spinoso, diciamo che dipende molto dall'auto e dal brand, per esempio di certo una Alfa Giulia diciamo una Q4 dopo tre anni li hai persi si 15k, forse di più, magari altri brand come mercedes o bmw reggono meglio il mercato, il vincolo maggiore di queste formule sono i chilometri annui, ma se ne fai pochi chiaramente te ne freghi

Comunque si il concetto è che come la giri la giri perdi un sacco di soldi :)

gabrimazzo

50.000 + iva

gabrimazzo

Scelta valore wolkswagen ID, ho preso l'esempio fatto da un noto sito, ma è tutto flessibile...però perdonami, ma se io prendo un auto da 40.000 euro nuova tra 3 anni 15.000 euro li perde come valore...solo che qui non hai vincoli...dovessi cambiare auto lo farei al volo, specie con queste tipologie di auto particolari.

Giulk since 71'

Per l'elettrico non ne ho idea, è un settore nuovo quindi non so quanto svaluta l'usato, ma come detto sotto, secondo me conviene il noleggio a lungo termine classico, ok in questo caso non è possibile

gabrimazzo

non esageriamo...i consumi sono sempre ridotti, ma ovviamente o fai un abbonamento o installi una wallbox, non sono macchine per tutti...a casa ai costi medi un pieno ti costa 11 euro.

gabrimazzo

E quando svaluta un auto in 3 anni? La formula più cara comprende tutto, manutenzione, bollo e assicurazione....onestamente è conveniente, almeno se vuoi tenerla qualche anno per prova

Giulk since 71'

Mi sono fatto due conti diverse volte, ora non sono entrato in merito di tutte le offerte dei vari brand, ne avevo fatti un paio e secondo me conviene maggiormente il noleggio a lungo termine, quello per intenderci offerto dalle compagnie che si occupano solo di quello, sopratutto quelli che permettono di avere l'anticipo flessibile, il problema di queste formule offerte dalle case produttrici e proprio che molte richiedono l'anticipo obbligatorio e poi è che hanno un chilometraggio assai limitato che le rende inutili per chi fa tanti chilometri con l'auto

Nebula

Per me e' brutta .. davanti brutta forte

Nebula

Mai

Pirullo

50K per avere un'autonomia appena decente.... e in quanto tempi li ammortizzi?

Giacomo

Quei prezzi sono iva inclusa. Il cap dei 40k dell’incentivo è iva esclusa. Ergo, ci rientrano praticamente tutte

Zeronegativo

spero di non dover cambiare auto nei prossimi 5 anni, tra estetica e prezzi le elettriche - al momento - non sono alla mia portata.
Piuttosto potrei considerare una ibrida.

mitico303

Dipende, dal momento che devi fare un finanziamento non è una cattiva idea, ti permette di pagare per 3 anni rate relativamente basse che includono manutenzione, assicurazione completa (RCA a parte) e estensione di garanzia. Nel frattempo puoi permetterti di risparmiare qualcos'altro e al momento della maxi rata finale puoi decidere se rifinanziare l'importo restante, pagarlo cash tutto o in parte, o se le cose ti vanno bene passare anche ad un modello superiore (di tutto il gruppo VW). Se invece le cose ti vanno male restituisci l'auto e non hai più vincoli o debiti con nessuno, anche se questa opzione ovviamente è quella meno conveniente perché quanto speso nei 3 anni viene ovviamente bruciato.

mitico303

Come non hai nulla in mano? hai pagato praticamente metà auto e alla fine decidi se finire di pagarla o ricominciare con una nuova... Il discorso assicurazione che fai, almeno con VW, è sbagliato perché l'RCA non è inclusa.

Roberto

Vecchi motori arrivavano ancheba 10k rpm. I nuovi sono limitati a 7k.

HDBlog.it

Amazon sorprende: Telecamera drone, Fire TV, nuovi Echo, Ring Car e Eero 6

Economia e mercato

Nikola Motor contro Hindenburg tra ipotesi di frode e crollo in borsa | Video

Speciale

Benzina o Ibrido plug-in? Consumi, costi ed emissioni. La mia esperienza

Guide acquisto

La guida definitiva ai monopattini: sicurezza, accessori, consumi, differenza con bici elettriche e consigli