Benzina con piombo, l'ultima goccia prima dell'addio. E l'ambiente ringrazia

01 Settembre 2021 140

Una battaglia (vinta) lunga 19 anni: così l'ha definita l'UNEP, il programma per l'ambiente delle Nazioni Unite, che ha annunciato la fine della benzina con piombo. Per sempre. L'ultima goccia è uscita dalla pompa di una stazione di servizio in Algeria lo scorso luglio, un evento storico che rappresenta una speranza verso un mondo più verde o, perlomeno, meno grigio di quanto non lo sia oggi. Non è il passaggio verso un'economia eco-sostenibile - ne sono una dimostrazione i tragici eventi che ci hanno accompagnato anche quest'estate - ma è un segno di come - purtroppo molto lentamente - le cose possano cambiare in meglio.

É dal 2002 che l'UNEP lottava per eliminare questo tipo di combustibile a cui veniva aggiunto piombo tetraetile, che prima dell'avvento della cosiddetta benzina verde (senza piombo) era il più diffuso al mondo. A lui si devono purtroppo milioni di morti, nonché la rovina di interi territori e l'inquinamento di aria, cibo e acqua. Per anni ha rappresentato una delle prime cause di malattie cardiache, infarti e cancro, ed è stato ipotizzato da alcuni studi che comporti persino una riduzione del quoziente intellettivo nei bambini compreso tra 5 e 10 punti (si tratta di dati su cui la scienza sta ancora indagando, ma che comunque dimostrano la gravità della situazione).

I BENEFICI DEL BAN DELLA BENZINA CON PIOMBO

Aver cancellato la benzina con piombo dalla faccia della Terra comporta:

  • la riduzione di morti premature per 1,2 milioni di persone
  • potenziale incremento IQ nei bambini
  • risparmio di oltre 2 mila miliardi di euro
  • riduzione del tasso di criminalità

Il settore dei trasporti, dice l'UNEP, è responsabile delle emissioni locali per una quota attorno al 25%. Purtroppo aver eliminato la benzina con piombo è solo un piccolissimo passo verso la sostenibilità, ed il sempre maggior numero di auto in circolazione non fa che peggiorare la situazione giorno dopo giorno. Se il trend sarà questo, entro il 2050 i trasporti contribuiranno alle emissioni dei gas serra fino al 33%.

A proposito di auto, nei prossimi anni se ne conteranno 1,2 miliardi in più in circolazione, la maggior parte delle quali dotate di motore endotermico. A contribuire negativamente allo stato di salute del pianeta sarà soprattutto la vendita di auto usate di vecchia generazione ai Paesi in Via di Sviluppo da parte di Europa, USA e Giappone. Ciò non farà che contribuire ulteriormente al peggioramento della qualità dell'aria con l'introduzione in atmosfera di polveri sottili e degli altri gas serra.

Per sensibilizzare la popolazione mondiale, l'ONU ha organizzato per il prossimo 7 settembre l'International Day of Clean Air for blue skies, un "appello all'azione per allineare i nostri sforzi e rivendicare il nostro diritto all'aria pulita". C'è anche un hashtag per l'occasione: #HealthyAirHealthyPlanet.


140

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alex

No, dovresti andare a piedi perché non ha senso prendere l'auto per fare un tragitto che a piedi potrebbe essere 10 minuti

Vae Victis

Fortunatamente nella mia regione ce n'è parecchia di industria pesante.

Vae Victis

Una bella nuotata nel lago di Biel, che le radiazioni sconfiggono il Covid.

Vae Victis

Gli allevamenti in realtà non emettono nulla.

Le bestie mangiano erba. Se non la mangiassero marcirebbe e si trasformerebbe comunque in metano. I batteri trasformatori ci sono anche nell'ambiente, non sono solo dentro gli intestini degli esseri viventi.

Vae Victis

Hanno omesso le navi merci che fanno la spola continua tra cina ed europa.

Vae Victis

Speriamo che non siano tutte come il palazzo di Milano.

Vae Victis

E' per uno scopo benefico, al posto dei boschi ci devono mettere i parchi fotovoltaici.

teo
Blue, trainer

Ah, di sicuro.

Sdentato

Volendo si potrebbe usare anche l'alcol etilico senza troppi problemi per il motore (basterebbe giusto adeguare la carburazione e aumentare il rapporto di compressione per sfruttarlo al massimo e avere un motore che eroga più potenza e/o consuma meno rispetto a quando è alimentato a benzina!). Inoltre, l'inquinamento sarebbe drasticamente ridotto ma c'è da considerare che la legge lo vieta. L'unico svantaggio di utilizzare l'alcol sarebbe il costo (se tutto fosse legale credo che costerebbe 0,40-0,50€ centesimi al litro al netto delle tasse, costo esageratamente alto se si considera che la benzina ha un valore reale almeno della metà) e il fatto di dover sostituire più frequentemente le parti in gomma a contatto col carburante perché corrose.

FabriFi

il bonus 110 per le ristrutturazioni è stato creato apposta, oltre il bonus per case classe A

italba

La percentuale non significa niente. In assoluto il pm 2.5 è aumentato o diminuito?

Crash Nebula

Dovrei andare io a piedi per l’incapacità degli altri? Ahahah

Rick Deckard®

Tranne per l'estrazione la costruzione e stoccaggio.
Detto ciò si produce molto più eolico e fotovoltaico che nucleare ad oggi, con la stessa somma che sarebbe da investire in nucleare per togliere le emissioni di CO2 tra 20 anni produci la stessa energia pulita entro 6 mesi...

ghost

Abbiamo comunque compensato tutta questa voglia di ecologia bruciando un bel po' di boschi per riportare i livelli di co2 al pre elettrico xD

Daniele Gardellin

CONCORDO!

ghost

Sei un no-ecology

ghost

Ma sei matto come faccio poi a:
Mettere il riscaldamento a 25 gradi
L'aria condizionata a 16
Cambiare telefono 1 volta al mese
Ordinare su Amazon 1 prodotto al giorno.
Fare mining di criptovalute
Elicotteri/aerei personali
Ecc ecc

BerlusconiFica

Eolico e solare non coprono che una frazione del fabbisogno, nel frattempo bruciamo carbone e gas…il nucleare ha pochissime scorie, le ultime centrali sono sicurissime e non produce co2.

Daniele Gardellin

https://uploads.disquscdn.c...

Ad esempio per il PM2,5........

Daniele Gardellin

Peccato che solo l'8% dell'inquinamento planetario è dato dai trasporti e di questo 8%, il 5% dalle auto (il 5% dell'8%... un niente) e continuiamo a rompere le palle con le auto..

Affrontare le fonti principali (industrie, riscaldamenti,...) pare brutto???? dove anche piccoli interventi porterebbero grandi risultati......

Industrie ed allevamenti, da soli fanno il 50% dell'inquinamento planetario (dati ufficiali ISPRA)

Ignoto

Che ricordi svegliarsi al mattino con l’odore di piombo !

Rick Deckard®

Sterminato il genere umano il mondo tornerà a fiorire... Concordo

BerlusconiFica

l'unica soluzione é il NUCLEARE

ACTARUS

Ora dovrebbero toglierlo anche ai pescatori con la canna e ai muratori.

ACTARUS
Auron

Ma guarda che qui non c'è nessuno da convincere, non è così che funziona la ricerca. Ci sono altri studi che sono giunti a conclusioni simili, non puoi dimostrare la non pericolosità del metano con un sillogismo, anche perché non stai tenendo conto di parecchi fattori, tra i quali il diverso ambiente di combustione (camera di scoppio vs ambiente libero), stai dando per scontato che il particolato in cucina non si formi (che può anche essere vero, ma servono dati per affermarlo) e stai anche dicendo che, se ci fosse particolato in cucina, saremmo estinti, quando fino a un secolo fa si usava la legna, che produce più particolato perfino del gasolio, e mi pare che l'umanità si sia salvata.

ACTARUS
Ginomoscerino

chiudiamo tutto e viviamo di turismo... poi se finiamo peggio della Grecia...

chricchio

hai mai visto un cinghiale dal vivo? no perchè non trovo una cosa giusta in quello che hai detto. io stesso, con relativo rammarico, devo cacciarli, la scelta è tra loro e il mio vigneto. ti assicuro che se ti svegliassi una mattina di settembre e troveresti il tuo bel vigneto letteralmente distrutto, cambieresti idea e imbracceresti il fucile che rambo levati.

Copyr

i prezzi scendono quando la gente le compra e la tecnologia diventa comune, il grosso problema sono i tempi di ricarica, una persona non può permettersi un auto con poca autonomia (soprattutto se parliamo di auto piccole tipo la 500) e che poi se x qualunque motivo hai la batteria scarica x ricaricare ci vogliono ore, quando un auto normale se sei in riserva ti fermi 3 minuti e fai il pieno, a queste condizioni non le comprerà nessuno neanche se costassero poco

Alex

Bici o piedi? Non si usano più?

Alex

Puoi andare a piedi.

Alex

Si però così non va bene, non si può arrivare sempre all'ultimo. Credo sia necessario che ognuno di noi si impegni in questo e farlo capire anche a parenti e amici, un po' di sensibilizzazione ci vuole.

TheDukeMB

No all'epoca c'era il piombo anche nelle lire, quindi pareggiavano i conti.

Andrea

Fuel Oil, Diesel Oil...

ACTARUS

E quindi...?...cosa non dovrebbe più esistere per salvare il mondo ?

remus

Non ci arrivano, sono vittime porelli.

A.Boni

Io le cose che ho descritto le dico perché le vivo in prima persona. In Italia c'era la specie autoctona di cinghiale, ma è stata rimpiazzata, probabilmente importata, da una slava più grande di misure e molto più prolifica. Prima i cinghiali erano "confinati" verso le zone montane, poi la distruzione che facevano sulle zone coltivate e la cessazione di coltivazione di alcune colture in quelle aree li hanno fatti spostare verso la collina. Alcune colture come il mais, il favino sono impraticabili perché loro fanno piazza pulita dalla semina fino alla maturazione. Poi visto che parli di femmina alfa del cinghiale, cosa mi dici del sovrappolamento di caprioli, istrici e in alcuni paesaggi incominciano a girare lupi. Io animali lì rispetto finché non iniziano a crearmi danni, e pagare spese veterinarie perché mi riducono i cani come fermaspilli nel caso degli istrici.

Alessio Ferri

Seguendo questa tua critica gli aerei che trasportano turisti non dovrebbero esistere. Poi finisce che non si può prendere l'auto per andare a fare una gita.

ACTARUS

Ne riparleremo fra 5/8 anni

Alessio Ferri

L'auto elettrica richiede meno manodopera e materiali per la produzione. L'unica parte costosa è la batteria. Al momento i bassi numeri di produzione e l'alto margine che serve per coprire la ricerca le fanno costare il doppio. Tieni conto che Tesla ha un margine operativo del 11% pur investendo miliardi a palla per le gigafactory e le nuove celle. Una volta finita la corsa alla costruzione delle fabbriche e delle batterie le elettriche costeranno meno o uguale alle auto a combustione.

ACTARUS

capito.. chi paga può danneggiare gli altri per divertimento

Alessio Ferri

300 arei di linea sono il numero che circola in un ora. Il missile di Bezos viaggia una volta l'anno. Può comprarsi i certificati rinnovabili per coprire la produzione di CO2.

Alessio Ferri

Tanto è prodotto. Non illuderti, quella robaccia che brucia a stento è un sottoprodotto di raffineria, una roba che se non usi devi comunque scaricarla da qualche parte. L'unico modo per ridurla è ridurre la raffinazione di petrolio totale. Si può fare, ma deve sparire l'auto a combustione.

Alexxx

guarda che se dai un anticipo e il restante rate , in 3/5 anni hai finito di pagare la macchina e se lavori regolarmente non vedo problematiche di natura finanziaria.
E poi la garanzia che danno i primi anni è solo su alcune cose ed essendo nuova cmq darà cmq sempre molti meno problemi di chi va a comprare macchine usate

Blue, trainer

Avendo il piombo ti fregavano sul prezzo, meno litri con più soldi perchè pesava di più.

Ma poi crollano i ponti

Dark!tetto

Potrei essere in parte d'accordo, sono anch'io un sostenitore della natura che si auto determina e regola, ma purtroppo non è possibile sempre e ovunque. Ormai gli interventi antropici ci sono stati, che siano l'introduzione di fauna alloctona o che sia di riduzione di aree abitative di alcune specie o nel peggiore dei casi lo sterminio del predatore naturale di altre specie perché pericoloso per il bestiame di allevamento. Non sono un sostenitore della caccia, ma facevo e faccio parte di associazioni ambientaliste e posso dirti che la stagione venatoria può essere gestita in modo da favorire l'ambiente, quindi in assenza di predatori e con aree abitative ridotte il danno c'è. Senza dubbio a causa di precedenti interventi esterni, come già detto, ma ormai il danno è fatto e la reintroduzione di alcune specie è difficile e non del tutto tempestiva.

Brukers

Vorresti mica fermare il capitalismo?

Elettriche

Askoll eS3 e NGS3: provata la nuova gamma di scooter elettrici per il 2022

Auto

Mazda MX-30: la prova dei consumi reali, quanto costa la ricarica e costo per 100 km

Auto

Mercedes EQE 350+, ora facciamo sul serio e Tesla può iniziare a tremare | Video

Auto

Nuova Opel Astra, l'ibrida Plug-In sfida la Golf con 180 CV | Recensione e Video