Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Codice della Strada, verso l'ok a moto e scooter 125 cc in autostrada

07 Febbraio 2024 282

Il Governo sta continuando a portare avanti il lavoro di approvazione del nuovo Codice della Strada. A quanto pare, oltre alle novità di cui abbiamo già parlato più volte, è in arrivo una modifica che riguarda le moto e gli scooter. Infatti, è stato approvato in Commissione Trasporti un emendamento della Lega al Codice della Strada (promosso da Ancma e Fmi) che permetterà ai motocicli 125 cc (dai 120 cc) di poter circolare anche su autostrade e tangenziali.

Si tratta di una modifica di cui si parlava di anni senza che mai arrivasse. Molto soddisfatto Paolo Magri, presidente Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), che ha commentato:

Non solo l’Italia si allineerebbe finalmente al resto dell’Europa, dove è già consentito il transito, ma lo scenario che si prospetta, per il quale l’associazione si sta spendendo da anni, rappresenterebbe un risultato molto importante per i produttori, l’industria di riferimento e per gli utenti della strada.

COSA CAMBIA?

Con l'entrata in vigore del nuovo Codice della Strada, i conducenti maggiorenni alla guida di un moticiclo 125 cc, potranno accedere a queste strade a scorrimento veloce dove oggi non possono circolare. Infatti, attualmente il limite minimo di cilindrata è di 150 cc. Anche per le due ruote elettriche viene adeguato il limite che è stato portato a 6 kW di potenza. Aggiunge Magri:

Un esito quindi molto significativo raggiunto dall’associazione prima del voto definitivo dell’Aula, per il quale ringraziamo i componenti della Commissione e il Governo. È evidente anche che l’introduzione di questa misura arriva in un momento così importante per la mobilità e le due ruote.

A questo punto non rimane altro che attendere l'approvazione definitiva del nuovo Codice della Strada e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.


282

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Super Mario Bertozzini

Ma sono due cose completamente diverse.
Nel 125 2t il depotenziamento a limite di legge avviene tenendo sempre chiusa una valvola (almeno nel rotax) e con 200 passi da 15 a 30cv, di fondo senza modificare nulla del motore e non perdendo in affidabilità.
Con un 4t devi fare una serie di modifiche molto importanti a tutto il motore, spendi 2500€ per passare da avere 15cv ad averne 20 e dovendo fare manutenzione ogni tot ore al motore perché l'affidabilità cala drasticamente.
Il fatto è che il 125 4t, per così come esce dalla fabbrica non è limitato, sarebbe limitato se avesse già tutte le modifiche menzionate e si decidesse di farlo girare a 15cv. Ma se per tirare fuori qualche cv uno deve cambiare albero, pistone, valvole, scarico e tutto il resto, praticamente sta facendo un motore nuovo che in comune con quello originale ha solo il blocco. A parità di lavorazioni un rotax tira fuori 45cv.
Con la tua logica anche la Ferrari SF90 Stradale è depotenziata, perché con gli accessori giusti puoi passare da 1000 a 1070cv

Aristarco

Su malossi c'è di tutto e di piu, purtroppo non è più come una volta perché non c'è più lo stesso interesse...detto questo in autostrada nessuno ti chiede di viaggia a limitatore, i tir viaggiano agli 80

Aristarco

Mai detto che costi poco, ma che si possa fare....il 125 4t o 2t è limitato, non ha potenza libera, quindi avrai nel 99% dei casi moto o scooter comunque parzialmente castrati che non stanno andando al 100% del loro potenziale

Super Mario Bertozzini

Ad ogni modo oggi ho cercato parecchio e onestamente, a meno di fare cose drastiche tipo valvole in titanio, albero e pistone alleggeriti, fasatura rivista, scarico apposito e mappa la potenza non sale considerevolmente.
E anche così si arriva solo a poco più di 20cv, avendo speso di nuovo metà del costo della moto e dovendo considerare la manutenzione in ore e non più in migliaia di km

Ryosaku
Super Mario Bertozzini

La prima cosa è perché spesso, per utilizzo stradale, la velocità massima si fa nella penultima marcia, mentre l'ultima è per far "riposare" il motore a velocità alte. Questo perché hai un rapporto più lungo e diventi drag limited prima.
Sulle moto poi non è così vero, tanto che alcune in sesta hanno accesso addirittura a più giri (Panigale V4 arriva a 16500 giri ma solo in 6a).
Ti ripeto, scrivi su YouTube una cosa come "Aprilia RS4 125 top speed" e vedi che la velocità massima da tachimetro viene raggiunta dopo gli 11.000 giri, che è praticamente in zona limitatore.
Nel primo video che ti esce si sente pure entrare il limitatore a circa 120km/h.
Per quanto riguarda gli altri accessori, se continui a dirmi che su internet li trovo e io ti ripeto che non trovo niente e di farmi un esempio, ma non lo fai non andiamo da nessuna parte. Se non puoi linkarmi un sito, dimmi almeno cosa cercare su Google, perché appunto io cose che ti facciano guadagnare più di 1 o 2 cavalli non le ho trovate.

Aristarco

Nessun motore di nessun tipo (se non quelli da gara) hanno la velocità massima in zona rossa, nemmeno I 125, su internet trovi tutti i vari accessori per aumentarne la potenza senza toccare il cilindro

Super Mario Bertozzini

Io continuo a chiederti un esempio, perché su internet non ho trovato neanche un kit (che tenga il motore a 125cc) che porti le potenze sopra ai 20cv, anche per cose solo pista.
In realtà il mio esempio principe era il confronto 125-Moto3 (dove ancora ci sono KTM e Honda come motoristi e non mi pare i motori siano dei catorci).
A parità di cilindrata e frazionamento non è possibile che un 4t sia più potente di un 2t, sta proprio nel principio di funzionamento dei due motori. Che sia più affidabile e consumi meno invece è oggettivo.
Ma al di là di tutto, come può essere salutare per un motore stare fisso in zona rossa a giri costanti? Questo discorso vale per qualsiasi tipo di motore 2t, 4t, 125cc o 8000cc il discorso non cambia. Non a caso anche le utilitarie hanno una velocità più alta rispetto ai 130km/h e questo garantisce che a 130km/h siano effettivamente utilizzabili per macinare km.
Se bastasse avere una velocità massima di 135km/h per farsi Milano-Roma a 130 all'ora, col motore in zona rossa per 5h e passa, senza che questo abbia effetti negativi sulla longevità del motore, perché allora pure la Panda fa i 160?

Aristarco

Guarda basta cercare su internet e trovi di tutto e di piu, ovvio che non sono legali per l'uso in strada ed è anche ovvio che non sia piu come venti e piu anni fa, nel senso che purtroppo non hanno piu lo stesso appeal, il discorso motogp l'hai messo in mezzo tu e non lascia il tempo che trova in quanto i 4t negli ultimi 20 anni hanno fatto passi da gigante e quindi ora sono più potente e affidabili dei 2t, non c'è nessuna inadeguatezza, ma semplicemente un miglioramento della tecnologia, per il discorso moto 3 stendiamo un velo pietoso, in quanto i competitor si sono ridotti drasticamente e le regole sono molto più restrittive di una volta, quindi lo sviluppo è estremamente limitato

Super Mario Bertozzini

Puoi farmi un esempio di un 125 4t ripotenziato con 30cv, per favore? I cross da competizione che citi sono 2t.
Se fosse così perché non esiste nessun kit di ripotenziamento per i 125 4t attuali?
Il discorso della MotoGP lascia il tempo che trova, ci sono quasi 25 anni di sviluppo in cui le aziende investono tanto in mezzo.
Guarda la Moto3 che è un caso più simile al nostro, tutt'ora è sulle potenze delle vecchie 125cc.
Il fatto che chi prende un 125 4t non lo userebbe mai in autostrada, già dimostra l'inadeguatezza del mezzo a farci più di pochi km a velocità sostenute.

Aristarco

Non è più così, la moderna motogp 4t è enormemente più potente della 500cc, un 125 4t ripotenziato magari non arriva a 40cv, ma a 30 cv sicuro...basta vedere quelli da cross ad esempio....milano-torino sono suo 120 km, un 4t raffreddato a liquido non ha nessun problema a farli a manetta, detto questo chiunque prenda un 125 certamtne non ci farà lunghi viaggi in autostrada....

Aristarco

Eh questo cosa c'entra co 125 in autostrada?

massimo mondelli

Mannaggia al t9 intendevo spagna

Super Mario Bertozzini

Questo sarebbe bello, in realtà, per esempio a Milano, io immagino solo qualche ragazzo che oggi passa da piazzale Loreto e fa la circonvallazione interna per andare un università, fare invece il tratto urbano della A4 con il suo scooter. Per cui difficilmente uno scooter rimuove una macchina, magari il rapporto è 1 a 4 o 1 a 5, che alla fine tiene il traffico invariato. Ma tanto con gli ingorghi che ci sono, qualche scooter in più è l'ultimo dei problemi.

Super Mario Bertozzini

Decisamente no, a pari cilindrata un 2t ha molta più potenza di un 4t, non a caso quando nel motomondiale sono passati da 2t a 4t la classe 125cc 2t è stata sostituita dalla Moto3 250cc 4t per avere prestazioni simili.
Stesso discorso per la 500cc 2t che fu sostituita dalla MotoGP 990cc 4t
Se ci pensi per i 125 4t non esiste un kit di ripotenziamento.
Forse c'era qualcosa per la Yamaha R125 che, portando la cilindrata a 160cc, permetteva di arrivare a 25cv.
Se però hai esempi di 125 4t con una 20ina di cavalli, portameli pure, sarei felice di essere smentito.
Con i 2t, invece si arrivava anche sui 40cv con un po' di lavoretti.
Ma poi, per la rapportatura che hanno ora potrebbero avere anche 100cv, ma sempre a 130km/h arriveresti perché finiresti a limitatore a 12000rpm comunque.
Detto questo, si può pensare di organizzare un test, prendere un 125 4t partire da Torino in autostrada, arrivare a Milano e poi prendere l'A1, cercando di tenere 110 di media e vedere dopo quanto il motore inizia ad avere problemi.

Aristarco

Ogni scooter equivale ad 1 macchina in meno....se poi risparmia tempo e spazio usando la tangenziale, ne guadagnamo tutti con meno traffico

Aristarco

Certo che fanno i 180 da non depotenziati, li facevano i 2t, figurati i moderni 4 tempi, ovviamente non parlo di quelli da codice, i depotenziati stanno dai 100 ad andare su, velocità più che sufficiente per le autostrade o tangenziali

Aristarco

Ma per favore sono depotenziati che siano 4t o 2t, un 125 potenzialmente ne fa almeno 30 di cv senza tanti problemi inoltre nessuno ti obbliga a stare a manetta tutto il tempo

Super Mario Bertozzini

Si, che non cambierà nulla sono d'accordo.
Probabilmente sul tratto urbano dell'A4 a Milano e similari, la mattina avrai più scooterini e forse 2 macchine in meno.

Super Mario Bertozzini

Ma un 125 4t non è depotenziato per avere 15cv, se lo elabori non ne tiri fuori molti di più.
Non stiamo parlando del vecchio rotax 2t che arrivava a fare 40cv.
I valori di RPM che ho riportato lì ho presi guardando dei video su YouTube dove qualcuno testava la velocità massima.
I 125 4t sono molto affidabili ma se passi 2h praticamente a manetta, a velocità costante l'affidabilità scende.
Ti ripeto, se parliamo di fare 20km è un conto, se parliamo di fare Milano-Bologna è follia.

:(){ : | : & }; :

i 125 4tempi non vanno certo ai 180 come dicevi te.
te le sogni ste velocita' su un 125 4 tempi.
una mt07 fa circa i 200, poco piu' (segnati) ed e' un 700 da 75cv circa... un 125 4 tempi euro 5 dovrebbe fare solo 20km/h in meno?

Aristarco

Un 4t è enormemente più affidabile di un 2t, io mi ricordavo 8k giri a 110 e 11k a 180....quindi non c'è nessun problema, gira così alto appunto perché è un mono....come ho già scritto un milione di volte sono motori deporenziati, quindi girano ampiamente sotto i loro possibili picchi di utilizzo

Aristarco

Ma non cambierà nulla, i 125 non sono mezzi da milioni di km e non hanno vendite stratosferiche, se anche fosse come dici tu vedremmo un abbassarsi del traffico delle automobili e sarebbe anche un bene, ma non cambierà nulla

FRENCY31

bisognerebbe fare come in Germania ed eliminare i limiti di velocità in autostrada

Super Mario Bertozzini

Come avrai capito non sono d'accordo. Il tuo ragionamento va bene se devi fare la tangenziale attorno ad una grande città, per cui a quelle velocità ci passi una manciata di minuti. Se di rientro dal giro domenicale devi tornare dal Lago di Garda a Milano, diventa già più complicato e a lungo andare alla moto non fa bene.
Alla fine aprire le autostrade ai 125 farà si che quei tratti attorno alle città principali, che sono quelli generalmente più trafficati e pericolosi, vedano molti più motociclisti. Per tutte le altre tratte non cambierà nulla.

Super Mario Bertozzini

Mettiti oggi con una RS4 125 (credo si chiami così la nuova 4t) o un qualsiasi 125 4t e fai anche solo 50km consecutivi a 110km/h e vediamo il motore come sta (a naso non lo fai tante volte prima che il motore ti abbandoni)
Ho guardato qualche on board prima di risponderti e a 110km/h (da tachimetro) sei sopra a 9000 giri. Considerando che stiamo parlando di un piccolo monocilindrico, il limitatore o comunque il fondo scala sarà a quanto 11.500? Come può essere positivo per il motore fare 1h consecutiva a girare così in alto?

Aristarco

Ma questo chi te l'ha detto tuo cugino? No perché sono sovradimensionati di ciclistica per essere venduti non depotenziati dove le leggi lo permettono

Aristarco

La cosa dei giri è una m1nch14t4, posso farti l'esempio della mia rs, depotenziata al massimo girava 4k giri in meno rispetto a quando l'ho ripotenziata, i 125 sono tutti nessuna esclusione depotenziati o meccanicamente, tramite ad esempio valvola allo scarico o soprattutto elettronicamente, ciò significa che andare ai 100 o 110, anche per lungo tempo non da problemi

Aristarco

Mah si è pieno di esempi, tangenziale di Torino 110, quella di alba 90...

Aristarco

Può riformulare in italiano?

Aristarco

Eh? Non ho capito una parola...

massimo mondelli

Certo che è un grado ma non è affatto detto che uno scooterista debba e voglia aggiungerei sempre a situazioni limite come chi scrive di fare sempre 600 km al giorno con la macchina e di essere quindi incompatibile con l'elettrico.
Qui tutti al massimo ma grazie a Nessuno ;) spero solo sulla carta.

massimo mondelli

Certo che lo ha forse e dico forse solo la spalla è equiparabile all'Italia

Aristarco

Io presi la rs 125 nel 2001, era depotenziata a 11kw e faceva i 110, più che sufficienti per autostrada e tangenziale, ripotenziata con kit aprilia da 250 euro più cento euro di espansione....questo per dire che tutti i 125 hanno ciclistica sovradimensionata per essere venduti dove non c'è il limite degli 11kw, quindi in autostrada non hanno problemi ad andarci, l'unico limite è il confort

Super Mario Bertozzini

Quando avevo il 125 io non credo ci fosse ancora la legge. Comprai una RS nuova e aveva 30cv già quando uscivo dal concessionario.
Poi con il carburatore più grosso e lo scarico artigianale si arrivava un po' sopra ai 35cv.
Ricordo che in qualche pistata il tachimetro arrivava molto vicino ai 200km/h, ok l'errore dello strumento ma in sesta a 130 ci stava molto tranquillo il motore.

Aristarco

E perché no? Sono come quelli di 20 anni fa, depotenziati a 11kw...

Aristarco

E quindi? Metà Europa sta sul mediterraneo, la tua obiezione non ha senso..

Aristarco

Quindi non cambiamo rme stup1d3 perché la gente non rispetta le leggo? Il tir in discesa che dovrebbe fare? Ricordo che il limite è 80 in autostrada, velocità che qualsiasi scooter 125 è più che in grado di sorpassare , sento le unghie sugli specchi, se non avete motivi validi per criticare una norma più che corretta, lasciate perdere

massimo mondelli

Nel resto d'Europa si guida a destra in UK e in Italia no! E il numero degli scooter usati in Europa è in genere molto più basso. Esempi di cui sono esperto sia come scooterista che come automobilista Roma gli scooter di infilano da tutte le parti per superare negli eterni ingorghi, Firenze gli scooter anche in tripla corsia viaggiano alla stessa velocità delle auto nelle altre corsie CREANDO gli ingorghi.
È solo un esempio di diverse abitudini locali ma sulle autostrade prevedo grandi problemi. Immagino un tir che in discesa vorrebbe recuperare un po' di velocità e che si troverà a dover effettuare un sorpasso perché non tutti gli scooteristi 'tirano 'al massimo il proprio motore come invece piace alla maggiore parte dei commentatori di questo articolo. Se poi sono in due in sella...

massimo mondelli

In Europa del nord per motivi climatici, ma già in Italia del nord, gli scooter si usano moooolto meno che nel centro sud Italia ad esempio

Super Mario Bertozzini

Si ma se devi fare 80km/h per risparmiare, tanto vale stare fuori autostrada, ci metti più o meno lo stesso tempo e non paghi il pedaggio no?
Per la seconda cosa, io con il 125 nei weekend ci facevo anche giri da 600 e passa km onestamente, vero che aveva più del doppio dei cv che hanno le 125 oggi.

Super Mario Bertozzini

Chiaro, io però con l'Aprilia 125 ci facevo anche giri da 600km nel weekend e, sulla via del ritorno, spesso farsi gli ultimi 100km in autostrada sarebbe stato comodo.
Con i 125 di oggi non lo puoi fare.

Aristarco

A 3,5 t non sei un tir, ma al massimo un veicolo commerciale guidabile con la patente b, detto questo i 125 sono depotenziati, quindi non sono assolutamente al loro limite meccanico, poi ti consiglio di studiare il cds, perché non esistono camion da 3,5t che è il limite di peso per la b...

capawht

In autostrada non c'è l'obbligo di andare a minimo 130 km/h. C'è invece l'obbligo di occupare sempre e per chiunque la corsia libera più a destra. Se i moderni 125cc mantengono una velocità di crociera di 90 km/h allora rimarranno nella prima corsia occupando anche poco spazio. La stessa cosa accade già ora con i 150cc e non penso che ci sia tutto questo problema o pericolo.

Se poi uno con il suo 125cc vuole farsi 300 km in autostrada a 120 km/h e poi fonde il motore sono problemi suoi. Ma questo vale per tutti. Anche se un automobilista vuole farsi tutta l'autostrada in terza marcia non farà molta strada. Non per questo limitiamo l'accesso all'autostrada alle auto.

La differenza tra 125cc e 150cc è veramente molto piccola quindi avere limitazioni differenti è ridicolo.

Le autostrade sono più sicure delle statali.

Vai a 80, io con l'auto vado a 80km/h spessissimo sulle statali e autostrade anche per risparmiare sui consumi.
Con il motore sarebbe lo stesso.
Poi non è che con il 125cc. fai 200km al giorno.

:(){ : | : & }; :

maggiorenne o meno poco cambia, i 125 moderni non hanno tutta sta velocita' e non sono pensate per andare ad alte velocita' in modo continuativo?

:(){ : | : & }; :

fino a 3.5T il limite e' 110 caro mio.
e comunque un camion da 10T che ti passa a 80km/h di fianco su un mezzo che magari non e' neanche perfettamente stabile, non e' certo il massimo.
poi vedo che non hai capito un ca**o non ho detto che i 125cc sono un pericolo per la bassa velocita', ma sono un pericolo per loro perche' magari a 130 non ci arrivano neanche, e tenere un mezzo costantemente al proprio massimo non e' certo un bene, perche' spesso i veicoli non sono pensati per andare alla massima velocita' a lungo, rischia di diventare instabile.... poi un cambion da 3T che ti passa di fianco a 110km/h smuove tanta aria... e la senti tutta.

Aristarco

Maronna quante inesattezze, i tir in autostrada hanno il limite degli 80...ripeto i 16enni non possono andarci in autostrada, non ha nessun senso ciò che scrivi, altrimenti tutti quelli che vanno sotto il limite in autostrada sono un pericolo

Giorgio

Dovrebbero mettere l'obbligo ad alcuni mezzi di usare esclusivamente la prima corsia con divieto di sorpasso, questo sarebbe utile.

Scooter elettrico in città, conviene? La mia prova con Askoll NGS3 | Video

In viaggio con la Zero SR/F: la sfida elettrica su due ruote

Horwin EK3: ecco come va lo scooter elettrico da 95 km/h | Recensione

Recensione NIU N-Series: è arrivata l'ora dello scooter elettrico