Emula, la moto elettrica che sembra una termica grazie alla tecnologia McFly

25 Febbraio 2020 101

Le moto elettriche piano piano stanno facendo sempre più parlare di loro. Sebbene il settore non sia ancora maturo, cresce l' attenzione verso i nuovi modelli di due ruote a batteria. Ma la vera critica che gli appassionati di moto muovono a questi modelli riguarda il motore: niente rumore, assenza totale del rombo dello scarico e vibrazione assenti. Trattasi di elementi che spesso rendono unica la guida di una due ruote.

La tecnologia McFly presentata sul concept Emula punta a rivoluzionare l'esperienza di guida sulle due ruote offrendo ai piloti le medesima sensazione che si avrebbe sulle moto endotermiche.

TECNOLOGIA MCFLY

Questa innovativa tecnologia gestisce non soltanto la macchina elettrica, in accelerazione e durante la frenata a recupero d’energia, ma anche una serie di sensori e attuatori. All'atto pratico, risultato è l’interazione realistica con acceleratore, frizione e cambio e una replica fedele dei tratti distintivi di un motore a scoppio: curve di coppia e potenza, erogazione, freno motore, rumori meccanici e di scarico e persino le vibrazioni.

Questo sistema è composto anche da una serie di speaker, incaricati di emettere i suoni della meccanica e dello scarico, e da bass-shaker che, assieme ad un mix di ulteriori tecnologie, generano le imprescindibili vibrazioni dei motori endotermici. A tutto questo, il sistema McFly aggiunge la capacità di modellare il comportamento di un singolo motore elettrico dandogli il carattere di molti motori endotermici diversi. Il tutto si può gestire dallo schermo della moto o da un'app da cui si potrà scegliere anche il tipo di motore che sarà emulato.


Alla base di questo sistema il brevetto 2electron che si basa sull’utilizzo della richiesta di coppia e della frenata rigenerativa del motore elettrico per simulare la presenza di un cambio meccanico, che non è fisicamente presente. Il concept Emula è stato equipaggiato con una trasmissione diretta a singolo rapporto, dove i giri del motore elettrico salgono proporzionalmente alla velocità del veicolo.

In base alla scelta del motore che si vorrà emulare, il sistema McFly calcola in tempo reale quanta potenza erogare o quanta frenata rigenerativa attuare, basandosi su un numero elevato di fattori, reali e calcolati, quali marcia inserita, RPM motore elettrico, rapportatura e potenza del motore emulato selezionato e così via. In questo modo il numero di marce e la rapportatura cambiano di conseguenza, arrivando fino al limite fisico della trasmissione della moto ed alla potenza massima del motore elettrico a determinati giri. Erogazione, coppia, potenza e freno motore vengono anch’essi gestiti dal McFly a seconda del motore selezionato.

Il sistema McFly plasma la spinta del motore elettrico in funzione del rapporto inserito e il tutto è contornato da rumori meccanici e rombo allo scarico proporzionati al regime, al carico del motore e a diversi altri dati, acquisiti o modellati. L’emulazione è davvero realistica anche perché le leve di cambio e frizione, oltre ai necessari sensori/trasduttori che inviano i dati al McFly, interagiscono con dispositivi che creano un feedback meccanico.


101

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
cip93

https://uploads.disquscdn.c...

Dado

É vero!

Imperium

Ma speriamo che chiuda tu il tuo account hahah
Non si augura ad una azienda di chiudere.

Aristarco

Mettigli una banana nello scarico, tanto é un gs e non se ne accorge

77fabio

Si ma è tutto virtuale... cioè come avere a disposizione un PC a transistor in silicio e virtualizzarlo per funzionare come un PC a valvole... Da appassionato di moto non sarebbe il caso di imparare ad usare la moto con il motore nuovo invece di restare ancorati al vecchio concetto e farsi asfaltare su ogni pista su chi non usa queste virtualizzazioni che replicano le debolezze della vecchia tecnologia? Boh... Poi per carità ciascuno spenda i soldi come vuole...

Bauscia

Io di moto non ci capisco nulla.
Capisco una cosa però che sto babbeo con la sua moto del c a z z o deve svegliare tutto il condominio ogni mattina alle 7.
E a noi delle sue passioni non ce ne frega proprio una beata enorme fava.

Felipo

No intendevo mappature eco/sport, senza andare a cercare mappature che simulano altri motori. Per quanto riguarda il cambio, come dicevo: manuale o automatico, se c'è la possibilità di usarli entrambi tanto meglio, poi uno sceglie cosa fare sul momento.

Carlo Bart

Il rumore è veramente l’ultima cosa, basta leggere bene l’articolo. L’erogazione che vuoi, con la curva di coppia di un 2tempi o di un quattro cilindri. Rapporti del cambio che si allungano e accorciano a piacimento, motore più o meno nervoso. Freno motore di un bicilindrico o se non piace meno invasivo come quello di un 600 stradale. Dai da appassionato di moto è oggettivamente impressionante

Carlo Bart

Pardonne, avevo supposto che con “useremo sempre le solite modalità” intendessi senza l’uso delle marce

77fabio

Ma il meglio sarebbe il rumore? per di più finto? Mettiamo anche qualcosa che butta fuori fumo finto e puzza di benzina quando dai gas così abbiamo la pagliacciata al completo...

Luca Ansevini

Un mezzo che non emette rumore è pericoloso. L'unione europe vuole imporre in tale senso che anche i mezzi elettrici siano acusticamente individuabili.

Ci sono persone ipovedenti o non vedenti che hanno diritto ad attraversare la strada come. Io credo che la cosa fondamentale sia rispettare i livelli di emissione acustica imposti dalla legge.

Chiaro che si ti trovi il genio che monta sulla sua Harley (ne ho avuta una e conosco bene i personaggi visti i raduni che ho frequentato) uno scarico non omologato che fa un casino boia allora lo devi punire.

teo

La mia moto di serie fa il rumore indicato per legge e la mia testa fa il resto ... Filo di gas in centro abitato gas a manetta nelle posti sperduto.

Luca Ansevini

Beh la prudenza è d'obbligo come tutti i mezzi. Io vado in moto da 17 anni e grazie alla mia prudenza ho sempre limitato al minimo ogni problema. Andare in moto non significa fare il pirla ma significa guidare con raziocinio sempre e comunque. Poi certo che se prendi le strade per un circuito di Moto GP allora il problema non è la moto ma il cervello di chi la guida.

Felipo

Se avessi una Panigale, avrei una Panigale. Se avesse la possibilità di usare il cambio automatico, deciderei cosa fare in base al momento. Non capisco cosa c'entri con il mio commento.

Dado

Pessima!! Non si costruisce guardando al passato ma guardando verso il futuro!!
Questa moto, per quanto molto "tecnologica" é concettualmente sbagliata. Spero chiudano presto.
Per capirci: é come costruire la prima moto a scoppio riproducendo l'andamento di una cavalcata o costruire un'automobile simulando un carro tirato da cavalli ahahahah
Incredibile!

Babi
Imperium

Quanta tecnologia in un solo mezzo.
I clienti decideranno se questo sarà il futuro, ma di sicuro c'è tanto lavoro e tecnologia dietro un dispositivo del genere.
Chi critica ovviamente non sa nemmeno cosa significa lavorare ad un certo livello, qual è quello di questa moto.

Carlo Bart

Dai su facciamo 2+2 che non è difficile. I nuovi interfono non sono in-ear e permettono di percepire tranquillamente i rumori esterni. Tra l’altro in questo caso il volume sarebbe regolabile, quindi anche inferiore a quello di un classico motore a scoppio. Ma tanto lo sport nazionale è lamentarsi di qualsiasi cosa, si sa. SVEGLIA!

Account Anniversario

Rumore nel casco, bene, così non si percepiscono bene i rumori esterni. Ottimo. Intelligenza LV100

Account Anniversario

Deve essere certamente emozionante schiantarsi o scivolare a più di 100kmh e finire sotto il guardrail perché si fa i pirla in giro ... Ed un 125cc ce l'ho, guido nei boschi anche un 250 2t da trial, pur senza patente, e li se sbagli ti fai molto male...

Carlo Bart

Vatti a vedere i video sulla pagina FB. Spiegano che il suono può essere spento e mandato al Bluetooth del casco. Zero inquinamento acustico ma ci si diverte a bomba lo stesso!

Carlo Bart

Vatti a vedere i video sulla pagina FB. Spiegano che il suono può essere spento e mandato al Bluetooth del casco. Zero inquinamento acustico ma ci si diverte a bomba lo stesso

Account Anniversario

I pedoni distratti dai telefonini meritano di essere investiti e subire gravi danni. Devono frammentarli in modo tale che nemmeno defraggler li riesce a consolidare... Selezione naturale.

Carlo Bart

Praticamente il meglio dei due mondi messo insieme, non capisco cosa ci sia da lamentarsi

Carlo Bart
Carlo Bart

Se avessi una Panigale che puoi usare anche col cambio automatico lo faresti? Io non credo, è molto più divertente smanettare col cambio! Che poi è la differenza tra scooter e moto. Quindi se il futuro deve essere questo, Emula tutta la vita (e te lo dice uno che ha una zero)

Carlo Bart

Figata assurda! L’ho vista ed Eicma e me ne sono in innamorato. Tra l’altro progetto totalmente italiano. Le potenzialità sono altissime e vi assicuro che vista dal vivo il suono e le vibrazioni sono impressionanti. Non amo le elettriche ma questa la prenderei al volo. Son convinto che non si sia ancora capito cosa è in grado di fare questa moto; Sulla pagina Facebook di Emula ci sono un po’ di video che spiegano meglio rispetto a quello che è stato messo qua

Carlo Bart

Energica ha la frenata rigenerativa classica che interviene quando molli il gas o freni. Seppur settabile in intensità quella rimane finché non cambi l’impostazione. Questa è tutta un’altra roba e potenzialmente è una grande figata

Aristarco

Dai ma veramente vuoi paragonare un gs con motore boxer ad un qualsiasi motore bicilindrico a V sportivo? Perche se é così mi sa che di moto ne capisci veramente poco

Bauscia

Ah beh paragonato ad un trattore è silenzioso

Fabio Lo Verso
Fabio Lo Verso
Aristarco

Il boxer della bmw è silenzioso, se vuoi ti registro la mia ducati e ne riparliamo

Bauscia

Il GS silenzioso?
Vai dall'otorino...

Felipo

Bella l'idea di simulare altri motori dal punto di vista "meccanico", un giochino che però probabilmente dopo un po' stuferà... e si useranno sempre le solite modalità (ipotizzo una eco e una sportiva)
Poco interessante a mio avviso il lato audio, l'elettrico si sceglie e va goduto anche per la silenziosità, sarebbe qualcosa di farlocco.
Se voglio il rumore acquisto un veicolo termico.

Luca Ansevini

Ma infatti. ma alcuni fanno un tragedia per il rumore. Io credo che sia il minore dei problemi, con tutto che vanno rispettate le regole in tal senso.

Marco

infatti io non vedo il problema, io monto un termignoni omologato e vado in giro tranquillo. pure alla dogana svizzera non mi hanno mai detto nulla

Aristarco

che in pratica sono silenziosissimi

Aristarco

la mia ducati la sentiresti anche a finestre chiuse e non sembra una mietitrebbia

Aristarco

è anche un modo per non mettersela come cappello ad ogni frenata decisa

Luca Ansevini

Quello anche io perchè per quanto sia appassionato di moto non mi chiudo alle novità. Ma ho forti dubbi sulla stessa esperienza di guida. Spero di essere smentito e se così sarà non avrò problemi a dare il benvenuto a questi mezzi.

Neutron

il senso di questa tecnologia è che non ha senso.

Neutron

Energica (per dirne una) ha vari settaggi che influiscono proprio su frenata rigenerativa, freno motore ecc...
ma a parte le becere cinesate ce l'hanno praticamente tutte.
più o meno evoluto

cuccuruccu

Si ma non ho riletto quando ho scritto... Mi è uscita sbagliata la frase. Guarda la penso uguale, ma questa giusto per curiosità tecnica la vorrei provare.

Desmond Hume
Luca Ansevini

Credo tu debba informarti meglio. Google esiste anche per questo.
Secondo le normative europee che entreranno in vigore i mezzi elettrici dovranno avere un avvisatore acustico che dovrà essere montato a bordo. Esso dovrà essere in grado di produrre un suono con intensità di almeno 56 decibel fino a 75 decibel.

Hai pensato a ipovedenti o non vedenti? Come si accorgono dell'arrivo di un mezzo se esso non emette rumore? Non ci hai pensato scommetto vero?

Scusa ma ora torno a sgasare sei ore in piazza... Buona giornata

I limiti imposti arrivano fino a 50km/h. Oltre, spesso c'è una valvola che si apre per permettere di far più rumore.

Lo sa bene chi possiede una BMW (che adotta questo sistema) o una Ducati.

Il veicolo che simula il rumore, non lo fa per i pedoni, bensì per chi guida la moto.

Se per te, la cosa fondamentale di una moto, é sentire il rumore... Probabilmente sei uno di quelli che sta 6 ore sotto casa a sgasare, sì!

Luca Ansevini

Adesso manco più in moto si può andare. Si riesce a criticare e voler debellare ogni singola cosa.

Luca Ansevini

Appunto... Chi non va in moto non capirà mai l'emozione di questo mezzo.

Luca Ansevini

Perchè in molte città la silenziosità dei mezzi ha portato pedoni distratti (tanti purtroppo) ad essere investiti o rischiare di essere investiti. Secondo me anche un mezzo elettrico deve fare rumore per questioni di sicurezza, chiaramente entro limiti previsti dalla legge.

Recensione NIU N-Series: è arrivata l'ora dello scooter elettrico

Recensione Honda X-ADV: prova tra strada e fuoristrada

Recensione Zero SR: nuova ricetta con un pizzico di pepe in più

Suzuki Burgman 400: anteprima a Torino e test ride