MINI John Cooper Works, arriva il restyling: tutte le novità

14 Aprile 2021 0

Anche se MINI punta a diventare un marchio elettrico dal 2030, non si dimentica certo dei suoi attuali modelli endotermici. Il costruttore inglese ha annunciato il restyling della MINI John Cooper Works che si basa su quello recente della MINI.

DESIGN E INTERNI

Parlando del design, le novità maggiori si trovano a livello del frontale. Spiccano, in particolar modo, i fari a LED rotondi e la griglia esagonale del radiatore, che presenta una barra trasversale rossa e si estende ora molto in basso. Inoltre, sono presenti delle prese d'aria più ampie che permettono di raffreddare meglio la trasmissione e i freni durante la guida più sportiva. Rivisto pure il posteriore che ora presenta un diffusore per ottimizzare il flusso d'aria nella zona posteriore del sottoscocca. Di serie ci sono cerchi da 17 pollici, optional quelli da 18 pollici.

A livello dell'abitacolo, la novità più importante è sicuramente l'introduzione del nuovo sistema infotainment che presenta un'interfaccia rivista per agevolarne l'utilizzo. Lo schermo è da 8,8 pollici. La sua grafica e quella della strumentazione digitale (optional) può essere collegata alle modalità di guida. Per esempio, passando alla modalità Sport, il colore dei display cambia contemporaneamente alle caratteristiche del pedale dell'acceleratore e dello sterzo.

MOTORE E PRESTAZIONI

Parlando del motore, troviamo il quattro cilindri con tecnologia MINI TwinPower Turbo di 2 litri di cilindrata in grado di erogare 170 kW/231 CV con una coppia massima di 320 Nm. Ottime le prestazioni. Scegliendo la versione con cambio manuale a 6 rapporti, servono 6,3 secondi per raggiungere i 100 km/h. Tempo che scende a 6,1 secondi con il cambio opzionale Steptronic Sport a 8 marce.

La MINI John Cooper Works dispone di un impianto di scarico sportivo con due terminali in acciaio inossidabile da 85 millimetri che permette di enfatizzare anche il sound del motore. Il marchio inglese ha lavorato sull'assetto per migliorare maneggevolezza e precisione di guida. Tra gli accessori sono disponibili le sospensioni adattive. L'impianto frenante con freni a pinza fissa a quattro pistoni con dischi ventilati internamente sulle ruote anteriori, è stato sviluppato in collaborazione con Brembo.

La dotazione di serie di questa piccola sportiva include anche il Park Distance Control (PDC) con sensori nella parte posteriore del veicolo. A richiesta è possibile avere il riscaldamento del volante, l'avviso di superamento della corsia incluso nell'assistente di guida e la funzione Stop & Go per l'Active Cruise Control. Si parte da 34.400 euro.

L'android più piccolo e potente? Samsung Galaxy S23, in offerta oggi da smartapp a 598 euro oppure da eBay a 666 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Hyundai IONIQ 5 e Nissan Towstar: due elettriche, un mese senza ricaricare a casa

Auto

Hyundai IONIQ 6: prova su strada. Ottimi consumi e tanto spazio | Video

Accessori

Recensione 70Mai Omni: la Dash Cam a 360° con ADAS ci è piaciuta! | Video

HDBlog.it

USA e Europa compatte contro la Cina, mai visto un Bing così | HDrewind 10