Mercedes punta sulle batterie allo stato solido: accordo con ProLogium

27 Gennaio 2022 4

Mercedes ha un progetto di elettrificazione molto ambizioso. Per supportarlo è fondamentale lo sviluppo delle batterie che sono l'elemento più importante nelle auto elettriche. Il costruttore tedesco crede molto nella tecnologia delle batterie allo stato solido che sulla carta saranno in grado di far fare alle vetture un salto avanti molto ampio in termini di autonomia e velocità di ricarica. Dopo aver annunciato l'intesa con Factorial Energy, Mercedes ha comunicato un nuovo accordo con ProLogium per sviluppare la futura generazione di batterie allo stato solido per veicoli elettrici. Si tratta di una società con la quale il marchio tedesco sta collaborando già da diversi anni sempre sul campo delle batterie.

IL PIANO

Per il momento, i dettagli della nuova intesa non sono ancora stati chiariti. Secondo quanto è stato comunicato, i primi veicoli sperimentali di Mercedes dotati dei nuovi accumulatori allo stato solido sviluppati assieme a ProLogium saranno introdotti nei prossimi anni.

Le società hanno anche concordato una roadmap che prevede l'integrazione della tecnologia delle batterie a stato solido in una gamma di veicoli passeggeri nella seconda metà del decennio.

Attraverso il lavoro con aziende leader del settore che stanno rapidamente sviluppando la tecnologia di batterie allo stato solido, Mercedes "sta spingendo avanti le sue attività di ricerca e sviluppo, promuovendo ulteriori salti tecnologici nel campo delle batterie ed espandendo continuamente la sua rete di partner tecnologici di alto livello per assicurarsi l’accesso alle tecnologie più aggiornate".


Grazie a questo lavoro, Mercedes sarà pronta a diventare un marchio solo elettrico entro i 2030 ma solo dove le condizioni di mercato lo permetteranno. Sarà dunque molto interessante seguire il lavoro di sviluppo che sarà portato avanti con ProLogium. Come parte dell'accordo, Mercedes investirà in questa società e prenderà un posto nel consiglio di amministrazione. Markus Schäfer, membro del consiglio di amministrazione di Daimler, ha dichiarato:

Siamo convinti che autonomia ed efficienza siano i nuovi parametri di riferimento del settore per le auto elettriche. La tecnologia allo stato solido aiuta a ridurre le dimensioni e il peso della batteria. Questo è il motivo per cui stiamo collaborando con aziende come ProLogium, per garantire che Mercedes-Benz continui ad aprire nuove strade nel settore automobilistico - a beneficio dei nostri clienti.

Vincent Yang, CEO e fondatore di ProLogium Technology, ha aggiunto:

Stiamo lavorando con Mercedes sui test delle nostre celle batterie EV dal 2016 e siamo entusiasti di rafforzare ed espandere la nostra partnership. Attraverso il lavoro congiunto con Mercedes ci aspettiamo di dimostrare l'effettiva applicazione delle nostre celle per batterie allo stato solido, sicure e ad alte prestazioni, in grado di soddisfare i massimi standard di qualità di Mercedes. In ProLogium, crediamo che la tecnologia innovativa debba essere sostenuta dalla scalabilità nella produzione. Non vediamo l'ora di avviare il nostro nuovo impianto entro la fine del 2022 e di lavorare con i nostri clienti verso una produzione di massa di successo.


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ACTARUS

Io ho avuto una batteria allo stato solido..si era asciugato il liquido

mattopp

Ovviamente non sarò esaustivo perché ci sono fior di paper scientifici in materia ma, come suggerisce il nome, le celle delle batterie allo stato solido contengono anodo, catodo ed elettrolita solido (quest'ultimo tipicamente ceramico o un agglomerato di elementi chimici vetrificati), al contrario delle celle normali che contengono un'elettrolita non solido (ioni o polimeri in soluzione). Ovviamente questo implica avere dei contro: difficoltà e costo di produzione più elevati, rischio che si generino dendriti, ecc... I vantaggi (che sono ancora tutti da dimostrare) sono: maggiore densità energetica teorica, possibilità di lavorare con una differenza di potenziale maggiore (che implica volgarmente parlando possibilità di caricare a velocità maggiori e un ciclo di scarica più lungo), maggior sicurezza in caso di rottura meccanica delle celle causata da forze esterne (collisione del pacco batterie in caso di incidente stradale.)

Carlito

Il funzionamento è sempre quello la differenza sostanziale è che l'elettrolita è allo stato solido.
In più se riescono veramente a risolvere i problemi delle solide si potrebbe usare direttamente il litio come Anodo e arrivare a densità molto maggiori.
Semplicemente i condensatori non hanno una carica propria mentre le batterie sfruttano la differenza di potenziale di catodo e anodo

PCusen

Ma alla fine come qual è il principio di funzionamento di queste batterie allo stato solido? Sono come dei grossi condensatori o qualcos'altro?

Auto

Stop endotermiche 2035: tra polemiche, dubbi e fazioni, facciamo il punto | Video

Auto

ABB E-mobility: in Italia il più grande impianto di stazioni di ricarica DC | Video

Auto

Lightyear 0, abbiamo guidato l'auto che si ricarica con il Sole | Video

Articolo

MiMo 2022: i numeri e le nostre interviste al pubblico | Video