Honda, accordo con CATL per la fornitura di batterie per le sue auto elettriche

09 Dicembre 2022 4

Honda fa un ulteriore passo avanti della sua strategia di elettrificazione, annunciando un nuovo importante accordo di fornitura di batterie per le sue auto elettriche con CATL. Per spingere sulla produzione di auto elettriche, come sappiamo, serve disporre di un'adeguata fornitura di accumulatori.

Vale la pena di notare che i rapporti tra le due aziende risalgono al 2020 quando Honda aveva creato un'alleanza strategica con CATL per lo sviluppo di nuove tecnologie delle batterie. Intesa che riguardava anche il riciclo delle batterie e una fornitura di accumulatori per i suoi modelli elettrici. Dunque, il nuovo annuncio rientra nell'ambito di questa collaborazione.

FORNITURA FINO AL 2030

Entrando più nello specifico dell'intesa tra le due aziende, a partire dal 2024 e fino al 2030, Honda riceverà da CATL una fornitura di batterie pari a 123 GWh. Questi accumulatori saranno utilizzati per le vetture 100% elettriche del costruttore giapponese della serie e:N destinate al mercato cinese.

L'obiettivo di Honda con questa mossa è quello di accelerare l'espansione della propria presenza nel segmento delle auto a batteria sul mercato cinese. Al riguardo, ricordiamo che all'inizio di novembre, il costruttore aveva svelato il concept e:N2 che anticipa i contenuti di un futuro nuovo modello pensato espressamente proprio per il mercato della Cina.

La casa automobilistica ha introdotto sul mercato cinese i suoi primi modelli elettrici lo scorso aprile. Parliamo dei modelli e:NS1 ed e:NP1. Nello specifico, e:NS1 è costruita dalla joint venture di Honda con Dongfeng, mentre la e:NP1 è prodotta dalla partnership della casa automobilistica giapponese con GAC.

Per quanto riguarda, invece, gli altri mercati, Honda ha già annunciato la costruzione di una fabbrica per le batterie negli Stati Uniti grazie alla costituzione di una joint venture con LG Energy Solution. Stabilimento che richiederà un investimento di 4,4 miliardi di dollari e che, alla fine, produrrà gli accumulatori per i modelli elettrici a marchio Honda e Acura che saranno commercializzati all'interno del mercato del Nord America.


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
axoduss

Finché i fascio-ambientalisti continueranno ad ostacolare il nucleare allora sì

R4gerino

Immagino che la transizione energetica europea preveda il decoupling dalla dipendenza dal gas russo, con il passaggio alla dipdenza dalle batterie cinesi :D

Tommers0050

grandissimo accordo! se vuoi avere successo nelle elettriche si passa da CATL o BYD

Disqutente

Oramai facciamo prima ad elencare i costruttori che NON hanno un accordo con CATL per la fornitura di batterie...

HDBlog.it

Libero e Virgilio giorni di fuoco, davvero gli S23 non sono già ufficiali? | HDrewind 50

Auto

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Auto

Cupra Born eBoost 231 CV: è lei l'elettrica più bella del reame VAG? Prova e video

Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!